AppleMac

Come usare Utility Disco al meglio su un Mac

Che tu abbia bisogno di organizzare meglio il tuo disco rigido o di risolvere gli errori del disco, Utility Disco è lo strumento ideale per questo genere di attività. Integrata in macOS, l’applicazione Utility Disco si trova all’interno della cartella Utilità, ma è facile da individuare. È possibile aprirla tramite Spotlight che si attiva premendo Comand + Barra spaziatrice e poi digitando semplicemente Utility Disco nella barra di ricerca. In alternativa è possibile aprire l’app con il Launchpad, digitando “Utility Disco” nel campo di ricerca e poi facendo clic sull’icona di Utility Disco. Questo strumento mostra i dettagli e un grafico riguardo la configurazione del disco rigido, presentando la capacità complessiva, lo spazio utilizzato e quello libero.

Nel corso degli anni Utility Disco è stata revisionata alcune volte, quindi le opzioni presenti potrebbero essere leggermente diverse a seconda della versione di macOS in uso. Ad esempio, in Mac OS X El Capitan Disk Utility è stato riprogettato e molte delle funzionalità si sono evolute o sono state rimosse. Ci sono state anche alcune modifiche dell’applicazione anche in macOS High Sierra grazie al nuovo formato di file introdotto da Apple: APFS.

Perché usare Utility Disco

La maggior parte degli utenti Apple non sa bene quando e come è possibile usare Utility Disco. Potresti voler utilizzare Utility Disco in queste situazioni:

  • Il tuo computer non si avvia.
  • Un dispositivo esterno non funziona.
  • Le tue app si chiudono inaspettatamente.
  • Hai un file danneggiato.
  • Pensi che ci sia un problema con il tuo disco di avvio.
  • È necessario riparare un disco danneggiato.

In particolare, puoi utilizzare Utility Disco per eseguire le seguenti operazioni:

  • Cancellare, formattare o gestire dischi interni e dispositivi di archiviazione esterni.
  • Diagnosticare e risolvere i problemi con un disco o volumi danneggiati.
  • Cancellare, formattare o partizionare un disco o un volume.
  • Crittografare i dispositivi di archiviazione o aggiungere una password per proteggere un’unità.
  • Espellere un disco.
  • Per modificare il file system, ad esempio per abilitare o disabilitare il journaling.
  • Combinare più dischi rigidi in un set RAID in modo che funzionino come un unico disco. L’utilizzo di più dischi rigidi in un set RAID può migliorare le prestazioni, l’affidabilità e la capacità di archiviazione del sistema di archiviazione dei dati, a seconda del tipo di set selezionato.
  • Creare un’immagine disco dei file che puoi spostare su un altro computer, archiviare o eseguire il backup.Utility Disco

Come scoprire se il tuo disco è difettoso usando Utility Disco

Se ritieni che ci sia un problema con l’unità all’interno del tuo Mac o un dispositivo di archiviazione esterno, puoi utilizzare la funzione S.O.S. presente in Utility Disco per verificare la situazione. La funzione S.O.S. eseguirà vari controlli e se rileva un problema con il tuo disco lo riparerà. Tieni presente che non puoi utilizzare S.O.S. per riparare l’unità di avvio mentre è in esecuzione il sistema operativo, se devi riparare il disco di avvio ti consiglio di leggere il paragrafo successivo per capire come procedere.

Ecco come eseguire S.O.S. sul tuo Mac o su un’unità esterna per verificare se c’è un problema con il disco:

  • Apri Utility Disco.
  • Seleziona il dispositivo con cui stai riscontrando problemi dalla barra laterale.
  • Clicca sulla funzione S.O.S (First Aid) presente in alto
  • Utility Disco verificherà la presenza di errori nel volume e lo riparerà se necessario.
  • Mentre Utility Disco controlla il volume, non sarai in grado di utilizzare il tuo Mac e tieni conto che l’operazione potrebbe richiedere molto tempo.
  • Se rileva un problema con il disco, Utility Disco tenterà di ripararlo.

Se Utility Disco non è in grado di riparare l’unità o ritiene che il disco stia per guastarsi, ti avviserà. In tal caso, consigliamo di eseguire il backup dei tuoi dati prima che sia troppo tardi. Se Utility Disco segnala che il disco è OK, significa che non c’è nessun problema.

Come riparare il tuo disco di avvio

Puoi eseguire S.O.S (First Aid) per riparare il tuo disco di avvio ma se verranno rilevati degli errori Utility Disco non tenterà di risolverli subito. Se devi riparare l’unità di avvio del tuo Mac non sarai in grado di farlo poiché Utility Disco non può riparare il volume in esecuzione. In questo caso è necessario avviare il Mac in modalità di ripristino tramite macOS Recovery e riparare il disco da lì. In questo modo le attività di riparazione possono essere eseguite dal volume Recovery HD che è stato creato durante l’installazione di macOS. (Attenzione: prima di eseguire questa operazione ti consigliamo di fare un backup del Mac.)

Il metodo per accedere a macOS Recovery dipende dal tuo Mac:

  • Se hai un Mac con processore Apple, spegni il Mac e poi tieni premuto il pulsante di accensione durante l’avvio.
  • Se hai un Mac con processore Intel, riavvia il Mac e tieni premuto Comand-R sulla tastiera.

A questo punto è possibile che ti venga chiesto di selezionare un utente di cui conosci la password. Seleziona l’utente, fai clic su Avanti e inserisci la password di amministratore.

Per riparare il disco di avvio segui questi passaggi:

  1. Dalla finestra Utility in macOS Recovery, seleziona Utility Disco e fai clic su Continua.
  2. Scegli Vista > Mostra tutti i dispositivi (se disponibile) dalla barra dei menu o dalla barra degli strumenti
  3. Nella barra laterale dovresti vedere i dischi presenti e i dispositivi di archiviazione disponibile, a partire dal disco di avvio. Sotto ciascun disco dovresti vedere i relativi contenitori e volumi
  4. Seleziona il disco che desideri riparare dal menu e fai clic su S.O.S.
  5. Utility Disco eseguirà i suoi controlli e proverà a riparare se possibile.

Utility Disco mac

Al termine vedrai una schermata con i dettagli di tutto ciò che è stato controllato. Se saranno necessarie riparazioni, vedrai anche le informazioni su tutto quello che c’è da riparare. Se decidi di proseguire, ricorda che il processo di riparazione potrebbe richiedere del tempo. Al termine, esci da Utility Disco e ora puoi riavviare il Mac.

Come formattare un disco usando Utility Disco

Ci sono una serie di motivi per cui potresti voler formattare un disco. Forse vuoi cancellare l’unità di avvio in modo da poter eseguire una nuova installazione di OS X, o forse vuoi crittografare un’unità di archiviazione esterna che usi per lavoro, oppure potresti voler creare una partizione per Windows o una versione diversa del Sistema operativo Mac.

Ricorda però che la formattazione del disco cancella tutti i file presenti sul disco o sul volume, quindi prima di formattare devi salvare i dati che desideri tenere su un altro volume. Ecco come formattare un disco usando Utility Disco:

  1. Apri l’app Utility Disco
  2. Nella barra laterale, seleziona il disco che desideri formattare.
  3. Fai clic sul pulsante Inizializza nella barra degli strumenti.
  4. Nella finestra di dialogo Inizializza, fai clic sul menu a comparsa Schema, quindi scegli uno schema di partizione.

Esistono vari formati di file che potresti voler utilizzare tra cui:

  • Apple File System (APFS) – Il sistema di archiviazione di Apple da macOS 10.13.
  • Mac OS esteso: il sistema di archiviazione di Apple precedente a macOS 10.13.
  • e MS-DOS (FAT) ed ExFAT – per la compatibilità con Windows.

Quando si formatta un’unità è anche possibile aggiungere la crittografia e altre funzionalità di sicurezza.

Utility Disco

Come utilizzare Utility Disco per trovare un’unità esterna che non si vede

Se colleghi un disco rigido o un’unità flash e il Mac non lo vede e non ti consente di accedere ai dati, puoi provare a risolvere la soluzione tramite Utility Disco. Ecco cosa devi fare:

  • Apri Utility Disco tramite Spotlight o digitando Utility Disco nel Finder.
  • Guarda nella colonna a sinistra per vedere se il disco rigido appare lì.
  • Se riesci a vedere il disco rigido in Utility Disco clicca su di esso.

Le opzioni che puoi eseguire sono: S.O.S (First Aid o Primo Soccorso) Inizializza e Ripristina. Queste sono tre diverse funzionalità:

  • S.O.S controlla la presenza di errori nel disco e ripara il disco se necessario.
  • Ripristina consente di cancellare il contenuto dell’unità e sostituirlo con altri dati
  • Inizializza elimina tutti i dati archiviati sull’unità.

L’opzione da scegliere è S.O.S. (Mi raccomando: se hai bisogno dei dati sull’unità, non scegliere Inizializza o Ripristina!) Dopo aver fatto clic sulla scheda S.O.S seleziona Esegui. Se dopo aver eseguito questa attività il Mac trova errori allora ti proporrà delle soluzioni per riparare il disco, a quel punto ti basterà cliccare su esegui per attivarle.

Come creare un’immagine disco utilizzando Utility Disco

Un’immagine disco (file .dmg) è un file che si presenta e funziona come un volume o dispositivo attivabile. Puoi utilizzare Utility Disco per creare un’immagine disco, ossia un file contenente altri file e cartelle che puoi quindi trasferire su un altro Mac o archiviare su qualche supporto.

È simile alla compressione della cartella in un archivio zip, ma il vantaggio è che non solo puoi utilizzare la compressione dell’immagine del disco per risparmiare spazio, ma puoi anche sfruttare la crittografia di Apple.

  1. Nell’app Utility Disco vai su File > Nuova immagine > Immagine vuota.
  2. Inserisci un nome file per l’immagine disco e scegli la posizione in cui salvarla.
  3. Inserisci i dati richiesti come Nome, dimensione e formato
  4. Per codificare l’immagine disco, fai clic sul menu Codifica e seleziona un’opzione di codifica.
  5. Clicca sul menu a comparsa Partizioni e scegli un layout partizione.
  6. Fai clic sul menu “Formato immagine” e scegli un’opzione
  7. Una volta fatto clicca su Salva.

Ricorda che con lo stesso procedimento puoi anche creare un’immagine disco da un disco esterno o da un dispositivo collegato come un dispositivo USB.

Usare Utility Disco per partizionare un disco

Potresti voler partizionare un disco per dividerlo in contenitori separati o perché desideri installare più sistemi operativi. Il modo in cui lo fai dipenderà dalla versione di macOS in esecuzione. È davvero facile fare una partizione sul tuo Mac in High Sierra (se hai una flash o SSD) o in Mojave grazie ad APFS. In questo ultimo caso anche se puoi ancora partizionare il tuo Mac questo non è più necessario puoi semplicemente creare un volume aggiuntivo APFS utilizzando Utility Disco all’interno di una singola partizione. Grazie ad APFS puoi avere una gestione flessibile dello spazio e puoi persino installare un’altra versione di macOS su un volume APFS.

Nell’app Utility Disco sul Mac, seleziona un volume nella barra laterale. A questo punto comparirà un grafico a torta con un’area più scura che rappresenta la quantità di dati archiviati nel volume e un’area più chiara che rappresenta la quantità di spazio libero disponibile.

Fai clic sul pulsante Aggiungi presente sotto il grafico a torta e poi inserisci il nome e il formato del volume. A questo è possibile inserire la dimensioni o tramite il grafico impostare le dimensioni della partizione aggiunta. Una volta fatto clicca su partizione e una volta terminata l’operazione fai clic su Fine.

aggiungere partizione

Proteggere un dispositivo di archiviazione con una password

Quando formatti un dispositivo di archiviazione (interno o esterno) puoi decidere di proteggerlo con una password. Se codifichi un dispositivo interno, dovrai digitare una password ogni volta che vuoi accedere al dispositivo e alle relative informazioni. Se codifichi un dispositivo esterno ti verrà richiesta una password quando colleghi il dispositivo al computer.

  1. Nella barra laterale, seleziona il dispositivo di archiviazione che desideri codificare.
  2. Fai clic sul pulsante Inizializza nella barra degli strumenti.
  3. Inserisci un nome per il volume.
  4. Clicca sul menu a comparsa e scegli “Mappa delle partizioni GUID”.
  5. Seleziona dal menu a comparsa Formato e poi scegli un formato di file system codificato.
  6. Inserisci una password e poi fai clic su Scegli.

È possibile modificare la password più tardi, selezionando il volume nella barra laterale e poi andando su File > Modifica password.


Fonte macworld

Potrebbero interessarti
AppleMac

Cosa fare se la batteria del MacBook non si ricarica

AppleiPhoneNews

iPhone 14, confermati molti aspetti: stessi prezzi degli iPhone 13?

AppleiPhoneNews

iPhone 14, cosa aspettarci? Design, chip, fotocamera: tutti i dettagli

AppleiPhone

Come correggere il problema dei contatti non visualizzati in iOS