Consigli per gli acquistiPC

Migliori mouse verticali sul mercato | Guida all’acquisto

Mouse verticali

Quali sono i migliori mouse verticali sul mercato e perché potrebbe essere molto utile acquistarne uno?

Queste particolari periferiche, seppur poco conosciute, stanno gradualmente conquistando una considerevole fetta del mercato. Si tratta, a tutti gli effetti, di mouse da un design particolare, che vengono utilizzati con un’impugnatura diversa (appunto, tendente al verticale) rispetto ai classici dispositivi di questo tipo. Una soluzione bizzarra, ma per nulla immotivata.

Come vedremo in seguito infatti, dietro questo tipo di prodotto, può risultare molto utile per utenti che passano svariate ore davanti al computer. Un mouse verticale, in tale contesto, va ad arricchire la dotazione ergonomica che dovrebbe prevedere altre soluzioni come tastiere, sedie da scrivania e quant’altro.

Mouse verticale

Perché optare per i mouse verticali?

I migliori mouse sul mercato presentano varie caratteristiche da considerare, come la precisione (misurata in DPI), la tipologia di collegamento (wireless o cablato) e l’eventuale autonomia. Troppo spesso però, si considera poco l’aspetto ergonomico.

Mantenere la mano in una posizione scomoda per ore e ore, può infatti avere ripercussioni piuttosto gravi non solo sulla mano, ma anche su tutto il braccio. Fenomeni come il tunnel carpale o il tunnel cubitale, sono fastidiosi, limitanti e difficili da sconfiggere. In questo caso, un mouse verticale può essere utile sia per prevenire che durante la fase di lunga convalescenza in seguito a trattamenti medici.

Con un’impugnatura verticale, o comunque obliqua, si va infatti a sovraccaricare in maniera minore i nervi dell’avambraccio e della mano. In questo modo, è possibile utilizzare il mouse per più tempo senza ripercussioni.

Ovviamente, la disposizione dei tasti è leggermente diversa rispetto ai mouse classici e, per abituarsi a tale periferica, è necessario qualche giorno. Una volta abituati a questo tipo di impugnatura però, i benefici per l’arto coinvolto saranno veramente notevoli. Alcuni utenti, una volta provato questo tipo di prodotto, pur non avendo problemi al braccio, lo adotta come standard definitivo.

Quali sono i modelli di mouse verticale più interessanti?

I parametri da tenere in considerazione per i mouse verticali, come già accennato, non si discostano più di tanto dalla controparte standard. Nonostante ciò, per chi si avvicina a questa nicchia di mercato, consigliamo di cominciare con un prodotto piuttosto economico.

Il feeling, a livello di impugnatura, va infatti provato “con mano” proprio per poter comprendere se questa soluzione ergonomica può costituire un reale vantaggio a livello lavorativo e, perché no, anche per il gaming.

Mouse EasyULT

EasyULT Mouse Verticale

Per chi intende prendere dimestichezza con questa tipologia di prodotto, il mouse verticale EasyULT rappresenta un ottimo livello entry. Si tratta di un dispositivo super economico ma estremamente interessante per i neofiti.

Rimanendo concentrati sul design, EasyULT offre un prodotto ideato appositamente per idearsi alla forma della mano e del polso. Il suo utilizzo prolungato dunque, non va ad appesantire la mano, favorendo movimenti più fluidi e sforzando meno il braccio. A favorire la comodità vi è il funzionamento wireless, che adotta uno standard 2.4G. La tecnologia di tracciamento ottico può essere regolato secondo varie risoluzioni, con DPI variabili tra 800, 1200 e 1600. Come la pressoché totalità di mouse sul mercato, anche questo è dotato di tasti di scelta rapida, che permettono di effettuare alcune operazioni basiche in maniera automatica.

Altro punto di forza del mouse EasyULT è la funzione sleep automatica, ideale per preservare la batteria del dispositivo. Dopo 8-10 minuti di inutilizzo infatti, la periferica va automaticamente in standby. Dulcis in fundo, il mouse trattato funziona con un’ampia gamma di piattaforme, spaziando dai sistemi Windows a quelli Linux, fino a Mac (dove però i pulsanti di scelta rapida non funzionano).

In conclusione, EasyULT offre un prodotto estremamente basico che, seppur non paragonabile con i migliori prodotti del settore, permette di provare un mouse verticale per pochi euro.

Mouse Anker

Mouse Anker

Il mouse verticale Anker rappresenta uno step successivo a livello di qualità, pur costando appena qualche euro in più rispetto al modello precedente.

Anche in questo caso si tratta di un prodotto appositamente realizzato per una posizione ottimale di mano, polso e braccio. Soluzione simile alla precedente per quanto riguarda i DPI, con possibilità di gestire gli stessi a seconda delle necessità tra i valori 800, 1200 e 1600. Anche la distribuzione dei tasti per la pagina successiva o precedente, sono posizionati in maniera di richiedere il minimo sforzo per la pressione.

Anker ha fornito il dispositivo di una funzione standby, attivata automaticamente dopo 8 minuti di inattività. Dopo aver aspettato questo lasso di tempo, il mouse si “addormenta” e viene risvegliato con un semplice clic. Per funzionare, il mouse necessita di 2 batterie AAA non incluse che, proprio grazie alla suddetta funzione, hanno una durata piuttosto lunga. Grazie al ricevitore USB 2.4G, è possibile utilizzare la periferica anche a 10 metri di distanza.

La garanzia di 18 mesi, l’esaustivo libretto di istruzioni e l’ottima assistenza, completano un prodotto economico ma pienamente funzionale.

Mouse verticale cablato Veeki

Mouse Veeki

Il mouse verticale cablato Veeki si propone come un dispositivo capace di distinguersi dalla massa principalmente per due motivi. Oltre ad essere cablato infatti (il che può essere considerato un vantaggio o uno svantaggio, a seconda del caso) si tratta di un prodotto particolarmente votato al gaming.

Ovviamente, non manca di una grande attenzione per quanto riguarda il lato ergonomico, con una presa che allevia la tensione su polso e mano. Come già detto, si tratta di uno strumento ideale per il gaming, sia per l’alta sensibilità (con DPI settabili tra 1200, 1600, 2400 e 3200) che per la latenza praticamente nulla, proprio grazie al collegamento via cavo.

Non solo: la periferica di Veeki propone anche ben 6 pulsanti che, oltre ai 2 classici e alla rotellina, propongono funzioni utili per la navigazione internet e non solo. Se a tutto ciò si aggiunge un costo tutt’altro che accessibile, è facile intuire come tale mouse sia piuttosto apprezzato dagli utenti.

Mouse DELUX

mouse delux

Il prodotto proposto dall’azienda DELUX rappresenta un ottimo rapporto tra qualità e prezzo.

Rispetto a tanti altri modelli di mouse verticali wireless, questo non funziona attraverso pile ma direttamente con una batteria agli ioni di litio da 1000 mA. Una ricarica completa del dispositivo richiede 2-3 ore e permette allo stesso di funzionare per 2-4 settimane. La ricarica avviene attraverso un cavo di tipo C e presa USB-C, con il mouse che risulta pienamente funzionante anche se è in fase di ricarica. Al di là di questa peculiarità, il focus vede come sempre in questi casi la priorità sul design. Si tratta di una periferica ergonomica, capace di adattarsi alla stretta della mano per garantire un’impugnatura comoda e capace di evitare l’affaticamento della stessa e del braccio.

I DPI sono regolabili attraverso i valori 800, 1200, 1600 e 2400, con il risultato che il modello in questione è anche utilizzabile in ambito gaming. Esiste anche un sistema di illuminazione RGB, capace di illuminare il desktop e di rallegrare l’ambiente. Qualche parola va anche spesa per i materiali, con l’impiego di ABS di alta qualità in grado di garantire una durata prolungata del prodotto.

Il mouse DELUX funziona attraverso ricevitore USB 2.4G, risultando pienamente compatibile con dispositivi Windows, Android e Mac (anche se quest’ultimo con alcune limitazioni legate ai tasti).

Logitech MX

Logitech MX

Infine, concludiamo la lista dei migliori mouse verticali, con Logitech MX. Si tratta di un dispositivo piuttosto costoso, ma in grado di offrire un livello di comfort inarrivabile per la quasi totalità di prodotti della concorrenza.

Questo mouse mantiene la posizione naturale della mano, riducendo lo sforzo muscolare del 10%, oltre a favorire la posizione ergonomica. La pressione sul polso dunque, viene ridotta notevolmente, così come la postura del pollice. Si tratta di caratteristiche apparentemente trascurabili, ma che vanno a influenzare nervi, tendini e muscoli di tutto il braccio.

Per quanto concerne il lavoro vero e proprio della periferica, va tenuto conto come il tracciamento è talmente ottimizzato da permettere la riduzione di 4 volte lo sforzo durante l’utilizzo (rispetto a un classico mouse da 1000 DPI). La stessa velocità di scorrimento, può essere gestita attraverso un pulsante. Ovviamente, non mancano i tasti di scelta rapida, in grado di ridurre ulteriormente il carico sull’arto.

Logitech MX, oltre a una invidiabile fattura, risulta compatibile con un vasto numero di sistemi operativi, come iPadOS 13.1, Windows 8, macOS 10.13 e tutte le versioni successive degli stessi. Per chi conosce i mouse verticali piuttosto bene, questo prodotto rappresenta probabilmente la scelta migliore in assoluto.

❄️Cerchi una idea per un regalo di Natale coi fiocchi? Ecco per te la selezione dei migliori Regali di Natale tecnologici! regali di natale tecnologici 2020 - outofbit

Non perderti le nostre guide e recensioni, seguici su Telegram: t.me/OutOfBitit

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Articolista, scrittore, copywriter, newser e SEO con la passione per sport, informatica e tecnologia. Ho la fortuna di vivere lavorando a tempo pieno su quelle sulle mie passioni.
    Potrebbero interessarti
    GuidePC

    Non riesci a caricare file o video su Google Drive? Ecco le soluzioni

    GuidePC

    9 cose da fare prima di utilizzare un nuovo computer

    Consigli per gli acquisti

    Regali di Natale 2020: la guida per il regalo tecnologico perfetto

    Consigli per gli acquisti

    Migliori eBook Reader | Guida all'acquisto e alla scelta