AccessoriConsigli per gli acquisti

I migliori TV Box Android per lo streaming disponibili su Amazon

Come scegliere un TV Box Android? Questa tipologia di dispositivo è, ormai da qualche anno, estremamente ricercata. Con il graduale eclissarsi della TV “classica” e il rapido affermarsi di piattaforme come Netflix, la possibilità di trasmettere gli streaming direttamente sul proprio televisore è una tentazione molto forte per qualunque tipo di utente.

Cosa può dunque offrire il mercato in tal senso? In realtà, la scelta è molto vasta. Nel corso degli anni infatti, sono stati sviluppati diversi TV Box che sfruttano Android per poter gestire il flusso dati e potersi gustare gli streaming su TV. In questo articolo andremo proprio a esaminare qual è l’offerta di questo settore e come effettuare la scelta in base alle proprie necessità.

TV Box Android: come scegliere quello più adatto

Per chi non è dotato di una smart TV, fino all’avvento di questi prodotti l’unica alternativa era utilizzare il proprio computer. Se per molti utenti non è un grande problema, per altri si tratta di un ostacolo insormontabile.

Il posizionamento del proprio PC infatti, può rendere molto difficile la fruizione dei contenuti e, al contempo, collegare lo stesso a un normale televisore non è una scelta particolarmente pratica. I TV Box, soprattutto quelli dotati di un sistema operativo Android, hanno dunque raggiunto una vasta fetta di utenza. A patto di aver installato Kodi, questo sistema permette di trasformare un televisore in un mediacenter attraverso cui è possibile usufruire di un numero pressoché sterminato di contenuti.

Al di là di ciò, quali sono i parametri per scegliere un TV Box degno di tale nome? Trattandosi di veri e propri piccoli computer a sé stanti, questi dispositivi presentano una serie di specifiche tecniche piuttosto interessanti e variabili. Di seguito ne illustreremo le principali.

Scheda grafica

Cominciamo soffermandoci sulla GPU. La scheda grafica è alla base, secondo molti, di un mediacenter degno di tale nome. Trattandosi di riproduzione di contenuti video un chip grafico migliore corrisponde a prestazioni migliori, anche se va tenuto conto di un ragionamento troppo spesso sottovalutato. Un TV Box, per la sua natura, non è un PC.

Il costo complessivo di questi dispositivi infatti, risulta generalmente molto più contenuto rispetto anche al computer più economico. Pagando una cifra intorno ai 150 euro, se non di meno, si ha a disposizione un prodotto generalmente dotato di sufficiente capacità computazionale per quanto riguarda lo streaming. Complice anche le continue evoluzioni dell’hardware, sia lato performance che lato miniaturizzazione, la maggior parte di questi prodotti ha abbastanza potenza bruta per riprodurre video senza buffering (anche se in tal senso conta anche molto la connessione).

Connettività

Un altro aspetto da non sottovalutare è la connettività. Anzi, sotto molti punti di vista questa è la caratteristica più importante per un TV Box, sebbene spesso ignorato. Il motivo? Avere un buon numero di porte USB (possibilmente con lo standard USB 3.0) rende più versatile il mediacenter.

Di fatto, ciò permette di collegare, per esempio, anche hard disk esterni per poter ascoltare musica e vedere film o serie televisive. Sotto questo punto di vista va tenuto conto anche della connettività in ottica Wi-Fi, visto che esistono le eventuali possibilità di sfruttare la rete 2.4G o 5G.

CPU e RAM

Trattandosi a tutti gli effetti di veri e propri micro computer, anche i TV Box necessitano di componenti hardware come CPU e RAM. Quando si parla di processore, ovviamente vi è un’ampia scelta, anche se i modelli moderni presentano solitamente dei Quad-Core. La RAM in dotazione è solitamente da 2 o 4 GB. Se questo valore sembra basso, va sempre tenuto conto del lavoro a cui una TV Box Android deve svolgere, ovvero proporre streaming audio e video.

Sistema operativo e versione

Altro aspetto importante è il sistema operativo. O meglio, la versione di Android installata. La motivazione è dovuta al fatto che Google ogni anno circa presenta una nuova versione del proprio sistema mobile. Oltre a nuove funzionalità e a una nuova grafica si ha in genere un miglioramento delle performance. Ciò è dovuto sia al miglioramento della gestione dei carichi di lavoro per ogni risorsa hardware sia all’implementazione di nuovi codec, pensati appositamente per standard di riproduzione video come HDR e 4K.

Inoltre con i TV Box Android è possibile guardare NowTV in streaming, anche se è necessario fare qualche intervento. In passato abbiamo anche realizzato una guida per utilizzare persino SkyGo sui dispositivi Android non compatibili.

Telecomandi e tastiere

Ovviamente poi non mancano alcuni optional più o meno interessanti. I principali riguardano la presenza (praticamente scontata) di un telecomando, che permette di gestire il box anche quando si è sul divano o sul letto. Leggermente meno scontata è invece la presenza di una tastiera che permette, per esempio, di svolgere ricerche su YouTube o sulle altre piattaforme digitando delle parole.

La presenza o meno di una tastiera può essere un fattore determinante in fase di scelta, se si pensa di poterne fare uso con una certa frequenza.

I migliori TV Box Android per vedere contenuti in streaming nel salotto di casa

Passiamo dunque al lato pratico, andando a individuare i principali prodotti attualmente disponibili sul mercato per quanto concerne questo settore specifico.

NVIDIA SHIELD TV Pro

Se volete comprare il miglior TV Box attualmente presente sul mercato per guardare video in streaming su Kodi, il prodotto ideale è Nvidia Shield TV Pro

Nonostante sia presente sul mercato da diverso tempo, NVIDIA Shield TV Pro rappresenta una soluzione di alto profilo per questa particolare esigenza. Si tratta, a dire la verità, di una soluzione che vira decisamente verso il gaming, trasformando una comune televisione in un’ottima postazione da gioco. Nonostante questo prodotto esuli dagli standard del settore, può comunque rientrare tra i migliori TV Box.

Il motivo? Le specifiche tecniche, costituite dai 3 GB di RAM e dai 500 GB di Hard Disk (senza considerare l’eccellente chip grafico) rendono il prodotto ideale anche per chi vuole guardare film, serie TV e sport in streaming. Dulcis in fundo, esso permette di avere piena compatibilità con i principali assistenti vocali sul mercato, come Alexa e Google Assistente.

Q Plus Android 9.0 TV Box

Q Plus Android 9.0 TV Box

Con Q Plus Android 9.0 TV Box trattiamo uno dei prodotti più interessanti dell’intero settore. Si tratta di un dispositivo dotato di sistema operativo Android 9.0 e chipset H6. Rispetto al primo modello illustrato, questo si dedica maggiormente dedicato allo streaming audio/video. Sotto questo punto di vista, va detto come esso sia pienamente compatibile con quasi tutti i formati audio e video più diffusi, tanto da poter far girare persino video in HD 6K.

Non solo streaming: grazie ai 2 GB di RAM e ai 16 GB di spazio d’archiviazione, il prodotto che stiamo trattando si propone anche come una discreta soluzione quando si tratta di giocare con videogiochi che non risultano particolarmente esosi in termini di risorse. In questo senso, il pieno supporto di Google Play Store appare estremamente utile. Q Plus Android TV Box è dotato di supporto al Wi-Fi 2.4G e permette anche la connessione attraverso la classica linea LAN Ethernet.

STRENTER Android 9.0 TV Box Smart

STRENTER tv box

Quando si parla di STRENTER Android 9.0 TV Box Smart si fa riferimento a un prodotto di alta qualità ma in grado di assestarsi su un prezzo alla portata di tutti. Anche in questo caso parliamo di un dispositivo che funziona con il sistema operativo Android 9.0, sfruttando una CPU RK3318 Quad-Core Cortex-A53 con Mali-450 Fino a 750 MHz + GPU. Come appare evidente, ciò offre un adeguato supporto per la riproduzione di qualunque tipo di contenuto audio-video e non solo.

Ritornando a parlare di riproduzione video, questa macchina è in grado di gestire quasi tutti i formati audio e video più diffusi, per offrire i video in HD 4K nel miglior modo possibile. Per quanto concerne la connettività, fa segnalata la compatibilità con il Wi-Fi 2.4G e 5G nonché la più classica LAN Ethernet. Inoltre, il dispositivo mette a disposizione dell’utente una porta HDMI, una porta USB 2.0 e una USB 3.0. Inoltre, vi è la possibilità di collegare il TV BOX con mouse e tastiera (non inclusi) attraverso Bluetooth.


Bqeel Android 9.0 TV Box

Bqeel Android 9.0

Bqeel Android 9.0 TV Box rientra senza dubbio nei migliori prodotti dell’intero settore. Questo dispositivo si affida a un processore Amlogic S905X3 64-bit quad core e GPU G31 MP2, decisamente oltre i soliti standard per questo tipo di macchina. In tal senso, i 4 GB RAM e i 64 GB di spazio d’archiviazione, costituiscono un ulteriore vantaggio e sono in grado di supportare la TV Box non solo durante lo streaming dei video ma anche in caso di sessioni di gaming.

Come è facile intuire dal nome stesso del modello, il sistema operativo adottato è il più moderno Android 9.0, in grado di gestire l’hardware nel miglior modo possibile. La connessione può avvenire sia attraverso cavo Ethernet che via Wi-Fi 2.4G e 5G o attraverso Bluetooth 4.0. Bqeel Android 9.0 TV Box può essere collegato al televisore attraverso cavo HDMI/AV per un utilizzo semplice e un’installazione plug’n play. infine, va segnalata la presenza di un praticissimo telecomando incluso nella confezione al momento dell’acquisto.

HaiFen Android TV BOX

haiFen tv box

 

HaiFen Android TV BOX è l’ennesimo prodotto estremamente interessante tra i tanti presenti sui principali store digitali. Parliamo sempre di una TV BOX Android dotata di sistema operativo Android 9.0. In questo caso, la CPU è una prestante RK3318 Quad-Core 64 bit Cortex-A53 con GPU Penta-Core Mali-450, in grado di garantire prestazioni piuttosto elevate per gestire video in HD 4K.

A supportare il processore, vi sono 4 GB di RAM e 32 GB di spazio d’archiviazione: tanto basta per garantire la possibilità di gestire anche sessioni di gaming piuttosto intense. Il prodotto HaiFen supporta le linee Wi-Fi 2.4G/5.0G e LAN Ethernet. La vera chicca di questo prodotto comunque, resta il supporto al 3D, caratteristica più unica che rara nel settore. Anche in questo caso, i produttori hanno incluso nella confezione un pratico telecomando.

Xiaomi Mi Box S

xiaomi mi box s

Concludiamo questa lista con un prodotto Xiaomi e, più precisamente con Xiaomi Mi Box S. Nonostante si tratti di un dispositivo piuttosto dotato, il rapporto qualità prezzo ne fa comunque un prodotto degno della nostra considerazione. Riguardo il Mi Box S. ci siamo già espressi con un’accurata recensione, di cui riportiamo anche la versione video qui sotto.

Conclusioni

In questo articolo vi abbiamo proposto tre interessanti prodotti per godersi al meglio lo streaming audio e video. Con i modelli elencati in questa lista, sarà possibile finalmente fruire al meglio di piattaforme come Netflix e YouTube, gestendo la visione direttamente da un classico televisore.

Come sempre, durante i prossimi mesi ci occuperemo di aggiornare questo articolo in modo da proporvi sempre quelli che sono, secondo le nostre valutazioni, i migliori TV Box Android disponibili sul mercato.

Fateci sapere cosa ne pensate attraverso i commenti e non dimenticatevi di iscrivervi alla nostra newsletter nel box sulla destra!

Non perderti le migliori news sulla tecnologia, segui il nostro canale Telegram: t.me/OutOfBitit

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Articolista, scrittore, copywriter, newser e SEO con la passione per sport, informatica e tecnologia. Ho la fortuna di vivere lavorando a tempo pieno su quelle sulle mie passioni.
    Potrebbero interessarti
    AccessoriAndroidNews

    Realme, non solo smartphone: ecco Buds Q, le nuove cuffie true wireless

    Consigli per gli acquisti

    5 migliori smartphone compatti sotto i 5 pollici del 2020

    AccessoriAndroidNews

    I prossimi auricolari di OnePlus? Si chiameranno OnePlus Buds e arriveranno a luglio

    Consigli per gli acquisti

    Migliori mouse per PC del 2020 | Guida all’acquisto