Guide

Come verificare se Microsoft Office riceve ancora aggiornamenti di sicurezza

microsoft office aggiornamenti sicurezza

Il pacchetto Microsoft Office necessità, come qualsiasi altro software, di costanti aggiornamenti di sicurezza. Si tratta di un aspetto molto importante che spesso viene trascurato dagli utenti. In un mondo iper-connesso e con documenti che vengono scambiati con una frequenza elevata, poter contare su aggiornamenti di sicurezza costanti è fondamentale e consente di proteggersi contro diverse tipologie di attacchi informatici in grado di utilizzare file Office (.docx, .xlsx etc.) per bypassare le difese del proprio dispositivo.

Gli aggiornamenti di sicurezza sono, quindi, molto più importanti di quanto si possa credere. Solo alcune versioni di Office, però, possono contare su di un supporto ancora attivo da parte di Microsoft che permette di ricevere periodici aggiornamenti di sicurezza in grado di risolvere bug e chiudere falle potenzialmente pericolose per l’intero sistema. Per utilizzare il pacchetto Office senza rischi è necessario verificare se la versione in proprio possesso venga ancora supportata da Microsoft.

Ecco, quindi, come fare per verificare se Microsoft Office riceve ancora aggiornamenti di sicurezza:

Aggiornamenti di sicurezza e tipologie di supporto offerte da Microsoft

La ricezione degli aggiornamenti di sicurezza, così come di nuove funzionalità software, per una qualsiasi versione di Office è strettamente collegata alla tipologia di supporto che Microsoft offre per la specifica versione del software che si sta considerando. La casa americana, in linea generale, si impegna a rilasciare aggiornamenti per i propri software, compreso tutto il pacchetto Office, per un certo periodo di tempo. Terminato il supporto, il rilascio degli aggiornamenti si interromperà.

La tipologia di supporto offerto ad un determinato software può essere di tre tipologie:

  • Supporto Mainstream
  • Supporto Extended
  • Oltre la data di fine del supporto

Una versione di Office che si trova nella fase di supporto Mainstream riceverà aggiornamenti costanti mentre una versione che si trova nella fase di supporto Extended otterrà solo alcuni update. Come facile intuire, invece, se il software si trova nella fase “Oltre la data di fine del supporto” non verranno rilasciati aggiornamenti anche se, come vedremo, potrebbero esserci delle eccezioni.

Supporto Mainstream

Il supporto Mainstream messo a disposizione da Microsoft per le varie versioni di Office, oltre che per altri suoi software, garantisce la possibilità di ricevere sia aggiornamenti di sicurezza che aggiornamenti non relativi alla sicurezza. In questa seconda tipologia di update rientrano anche gli aggiornamenti mirati all’introduzione di nuove funzioni. Di fatto, il supporto Mainstream coincide con la prima fase del ciclo di vita di un prodotto. Per le varie versioni di Office questa tipologia di supporto si estende per diversi anni, garantendo la possibilità di contare su software sempre aggiornato e sicuro.

Supporto Extended

Un software che si trova in una fase di supporto Extended riceverà meno aggiornamenti rispetto ai software dotati di supporto Mainstream. In questo caso, infatti, saranno garantiti soltanto gli aggiornamenti di sicurezza. L’accesso ad aggiornamenti non di sicurezza, in base alla tipologia di software, potrà avvenire a pagamento. Per il pacchetto Office, questo tipo di supporto dura circa due anni a partire dalla fine della fase di supporto Mainstream.

Oltre la data di fine del supporto

Le versioni di Office che rientrano in questa terza categoria non riceveranno aggiornamenti, sia per quanto riguarda la sicurezza che le nuove funzionalità. La possibilità di ottenere ugualmente aggiornamenti di sicurezza è vincolata all’accesso al programma Aggiornamento di sicurezza esteso (ESU). Tale programma prevede l’acquisto di periodi di supporto aggiuntivo ed è riservato, generalmente, a clienti aziendali che necessitano di utilizzare software “legacy”, normalmente non più supportato dall’azienda.

Per quanto tempo viene supportata una versione di Microsoft Office

Microsoft aggiorna periodicamente il tipo di supporto disponibile per le varie versioni di Office. La tipologia di supporto, oltre al periodo di rilascio della prima versione stabile, dipende anche dal sistema operativo. Ad esempio, le versioni di Office per dispositivi macOS, al termine del periodo di supporto Mainstream, non potranno contare sul supporto Extended entrando direttamente nella fase che Microsoft definisce “Oltre la data di fine del supporto”. Per avere supporto maggiore, in questo caso, è necessario verificare le alternative a Microsoft Office su macOS.

Ecco, quindi, quali sono le versioni di Office che possono contare su aggiornamenti di sicurezza periodici:

  • Office 2019 (per Windows): gli aggiornamenti di sicurezza sono previsti fino al 14 ottobre 2025, data in cui è prevista la fine del supporto Extended, mentre il supporto Mainstream terminerà il prossimo 10 ottobre 2023
  • Office 2019 (per macOS): gli aggiornamenti di sicurezza sono previsti fino al 10 ottobre 2023; non è prevista una fase di supporto Extended
  • Office 2016 (per Windows): il supporto Mainstream è terminato il 13 ottobre 2020; gli aggiornamenti di sicurezza per questa versione di Office termineranno il 14 ottobre 2025
  • Office 2013 (per Windows): il supporto Mainstream è terminato il 10 aprile 2018; gli aggiornamenti di sicurezza per questa versione di Office termineranno l’11 aprile 2023 (solo se è installo il Service Pack 1)

Le date indicate per la fine del supporto alle varie versioni di Office potrebbero variare, senza preavviso, in base a decisioni in tal senso di Microsoft. Chi ha una versione specifica di Office può consultare le seguenti pagine prodotto ufficiali per ottenere informazioni sempre aggiornate:

Di seguito, invece, andiamo a riepilogare le versioni di Office che non sono più supportate e, quindi, non possono contare su aggiornamenti di sicurezza (al netto di eventuali programmi di supporto esteso a pagamento):

  • Office 2016 (per macOS): gli aggiornamenti di sicurezza sono terminati il 13 ottobre 2020
  • Office 2011 (per macOS): gli aggiornamenti di sicurezza sono terminati il 10 ottobre 2017
  • Office 2010 (per Windows): gli aggiornamenti di sicurezza sono terminati il 13 ottobre 2020 mentre il supporto Mainstream è terminato il 13 ottobre 2015
  • Office 2007, 2003, XP, 2000, 97, 95 e tutte le altre versioni di Office: gli aggiornamenti di sicurezza sono terminati; l’ultima versione a registrare la fine del supporto, per quanto riguarda gli aggiornamenti di sicurezza, è stata Office 2007 (il supporto è terminato il 10 ottobre 2017)

Office con Microsoft 365: le applicazioni sono sempre aggiornate

Per poter contare sul pacchetto Office sempre aggiornato, sia in termini di funzionalità che di patch di sicurezza, è possibile ricorrere a Microsoft 365. Il servizio in abbonamento di Microsoft prevede una sottoscrizione mensile (o annuale) con possibilità di interruzione del rinnovo automatico in qualsiasi momento e senza alcun costo. Si tratta di una soluzione completamente differente rispetto al tradizionale acquisto una tantum del pacchetto Office che però include diversi vantaggi.

Con l’abbonamento Microsoft 365 si potrà accedere alle versioni “Premium” e sempre aggiornate di tutti i software che compongono il pacchetto Office disponibili su Windows, macOS e, tramite app dedicate, su Android ed iOS. Il pacchetto Office sarà utilizzabile su di un massimo di 5 dispositivi per account. Tra i servizi aggiuntivi inclusi nella sottoscrizione c’è anche 1 TB di spazio d’archiviazione su OneDrive. Grazie a Microsoft 365, tutte le applicazioni di Office, sia su desktop che su mobile, riceveranno aggiornamenti costanti. L’utente potrà sfruttare sempre l’ultima versione stabile del pacchetto Office.

Il servizio Microsoft 365 è disponibile in diverse versioni, tra cui è possibile scegliere la sottoscrizione più in linea con le proprie esigenze. La versione “consumer” di Microsoft 365 è, a sua volta, disponibile in due varianti:

  • Personal: disponibile per 1 persona al costo di 7 euro al mese o 69 euro all’anno
  • Family: disponibile per 2-6 persone al costo di 10 euro al mese o 99 euro all’anno (ogni utente ottiene 1 TB di spazio d’archiviazione in cloud su OneDrive)

I prezzi indicati sono quelli “di listino”, praticati, salvo rare offerte, dal sito ufficiale Microsoft. Basta una veloce ricerca online per trovare offerte più vantaggiose ed acquistare l’abbonamento annuale, sia in versione Personal che Family, a prezzo scontato. Su Amazon Italia, ad esempio, Microsoft 365 viene solitamente proposto in sconto o con 3 mesi gratis aggiuntivi che vanno a sommarsi all’abbonamento annuale. Ecco alcune delle principali offerte per l’attivazione del servizio:

Come attivare gli aggiornamenti automatici per Microsoft Office

Tutte le versioni moderne di Office presentano l’opzione per gli aggiornamenti automatici attivata di default. Le app di Office vengono aggiornate automaticamente seguendo il normale canale d’aggiornamento delle applicazioni su Android ed iOS. Le versioni per Windows e macOS di Office possono contare su aggiornamenti automatici in modo analogo ad altre applicazioni desktop. Se, per qualsiasi motivo, tali aggiornamenti risultassero disattivati sarà possibile riattivarli rapidamente.

Su Windows, ad esempio, è sufficiente avviare uno dei software del pacchetto Office ed andare in File > Account > Opzioni di aggiornamento > Aggiorna adesso. In questo modo, l’intero pacchetto verrà aggiornato all’ultima versione disponibile (se il software è ancora supportato da Microsoft). In questo modo è anche possibile disabilitare i futuri aggiornamenti, visualizzarne la cronologia e ottenere informazioni sugli update disponibili e sulla versione di Office installata.

aggiornamenti

Su macOS, invece, è necessario, dopo aver aperto una delle applicazioni di Office, andare in ? > Controlla aggiornamenti. Successivamente, sarà possibile attivare l’opzione Mantenere automaticamente aggiornate le app Microsoft per ricevere gli update in modo automatico. Se Office è stato scaricato dal Mac App Store si dovrà aprire l’applicazione dello store, dal Dock o dal Finder, e andare in Aggiornamenti nel menu a sinistra per poi scegliere Aggiorna tutto oppure Aggiorna accanto all’app che si desidera aggiornare. Di solito, le applicazioni di Office scaricate dal Mac App Store si aggiornano in automatico.

Cosa fare se Office non riceve aggiornamenti

Utilizzare una qualsiasi applicazione non più supportata non è mai una buona idea. Se la propria versione di Office non dovesse ricevere più aggiornamenti, bisognerà agire di conseguenza e valutare tutte le alternative a propria disposizione per poter contare su di un software aggiornato, completo e sicuro. Trascurare l’assenza degli aggiornamenti di sicurezza espone a rischi considerevoli. Fortunatamente, le opzioni per poter utilizzare Office in versione aggiornata non mancano di certo.

La prima soluzione da considerare è rappresentata dall’attivazione di Microsoft 365. Il servizio garantisce la possibilità di sfruttare tutte le applicazioni Office in versione Premium con tutte le patch di sicurezza disponibili e tutte le nuove funzionalità sviluppate da Microsoft. Il costo mensile (o annuale) può essere facilmente ammortizzato puntando sull’abbonamento Family. Per chi fa un utilizzo intensivo del pacchetto Office, puntare su Microsoft 365 può essere un’ottima soluzione.

In alternativa, c’è sempre la possibilità di acquistare la versione completa di Office. Si tratta del sistema “tradizionale” utilizzato per accedere ai vari programmi di produttività di Microsoft. L’acquisto del pacchetto completo permetterà di avere aggiornamenti di sicurezza per un lungo periodo di tempo. L’ultima versione attualmente disponibile, Office 2019, sarà supportata, come abbiamo visto in precedenza, fino ad ottobre 2025 (la versione macOS fino a ottobre 2023).

Per utilizzare il pacchetto Office in versione aggiornata ed in modo gratuito, invece, è possibile utilizzare le applicazioni online messe a disposizione da Microsoft. Tali applicazioni riprendono quasi tutte le funzionalità delle app complete del pacchetto. Basterà accedere al sito Office.com ed effettuare il login con il proprio account Microsoft. Grazie anche all’integrazione con OneDrive si potrà accedere con la massima semplicità ed in modo completamente gratuito alle versioni online dei software del pacchetto Office.

Le alternative a Microsoft Office

Per poter contare su di un pacchetto Office sempre aggiornato è possibile valutare anche delle alternative alle opzioni di Microsoft Office. In rete, infatti, è possibile trovare svariati pacchetti Office gratis, da scaricare gratuitamente per utilizzare le applicazioni per la scrittura, i fogli di calcolo, le presentazioni etc. Tra le principali soluzioni da valutare troviamo LibreOffice e WPS Office. Questi pacchetti sono scaricabili gratuitamente e potranno contare su periodici aggiornamenti, sia in termini di funzionalità che di sicurezza. Da notare che questi software sono disponibili anche su Linux e non solo su Windows e macOS e sui dispositivi mobili risultando, quindi, delle ottime alternative gratuite.

A disposizione degli ci sono anche servizi online gratuiti che consentono l’accesso ai vari programmi che di solito compongono il pacchetto Office. Tra questi troviamo le applicazioni di Google come Documenti, Fogli e Presentazioni che possono essere utilizzate gratuitamente con il proprio account Google. Grazie all’integrazione con Google Drive sarà possibile utilizzare funzionalità analoghe a quelle viste per le applicazioni online di Microsoft Office integrate con OneDrive. Per chi fa un utilizzo molto basilare delle varie applicazioni di produttività, le soluzioni online, integrate con un servizio di cloud storage, possono rappresentare una buona soluzione.

Potrebbero interessarti
Guide

L'audio bluetooth lossless è (quasi) realtà: ecco cos'è

Guide

Come disattivare gli annunci pop-up su Steam

Guide

8 considerazioni da fare prima di acquistare dispositivi ricondizionati

Guide

Come abilitare il parental control su PlayStation, Switch e Xbox