AppleiPhoneRecensioni

Recensione iPhone 12 Pro Max dopo 3 mesi di utilizzo

copertina apple iphone 12 pro max recensione

Nel corso degli anni ho alternato alcuni iPhone a tanti tanti tanti smartphone Android. L’ultimo iPhone che ho avuto è stato l’X e, devo essere sincero, non mi sono sono lasciato bene con Apple.

Le limitazioni di iOS, le pagine della home statiche e la difficoltà nello spostare agilmente contenuti da e verso lo smartphone mi aveva causato parecchi problemi e non poche ore di nervosismo. A questo si era aggiunto un primo approccio non idilliaco col Face ID che mi dava diversi grattacapi con gli occhiali da sole che avevo all’epoca. Al tempo mi ero sbarazzato del mio iPhone deciso a tornare ad utilizzare Android, piattaforma perfetta per il me giovane smanettone, con la promessa che non sarebbe stato un addio.

Ed infatti non lo è stato. Il giorno della presentazione di iPhone 12 mi sono lasciato conquistare dalla nuove linee e dalle novità di iOS 14. É finita che al day one mi sono subito fiondato su iPhone 12 Pro Max nella nuova colorazione blu. Ho avuto notevoli sfighe e problemi nel riceverlo fra cui un pacco perso dal corriere ed una consegna errata (una Switch Lite anziché lo smartphone), ma al terzo tentativo è andata bene e finalmente sono riuscito a tornare fra le braccia della cara mamma Apple. Come successo recentemente per la recensione di Apple Watch 6, ho deciso di utilizzare per 3 mesi lo smartphone prima di pubblicarne la recensione. L’idea era quella di valutare al meglio le novità di iOS 14 e capire al meglio le evoluzioni ed i cambiamenti che mi ero perso dal vecchio iPhone X e confrontarlo con il mio precedente smartphone, Galaxy Note 20 Ultra. Nell’articolo di oggi sono finalmente pronto a presentare al mondo la mia recensione di iPhone 12 Pro Max dopo 3 mesi di utilizzo.

Videorecensione iPhone 12 Pro Max dopo 3 mesi: la recensione onesta

Premesse: amo gli smartphone, tutti gli smartphone

recensione iphone 12 pro max - display cornici e notch

Nel corso degli ultimi anni ho utilizzato principalmente utilizzato smartphone Android, ma non ho disdegnato qualche esperienza con gli smartphone Huawei HMS (senza servizi Google) ed ho sempre bazzicato attorno a qualche iPhone. L’ultimo iPhone che ho utilizzato per più di 3 mesi è stato l’X e devo dire che al tempo alcune limitazioni di iOS mi avevano convinto a tornare da mamma Google. Nella seconda metà del 2020 ho avuto un rapporto di amore ed odio (per la batteria) con Samsung Note 20 Ultra, ma quando ho visto la presentazione di iOS 14, con le sue nuove funzionalità, e dei nuovi iPhone 12 è partita la scimmia e sono tornato in Apple.

I primi giorni con iPhone 12 Pro Max non sono stati facili, mi mancavano le tante funzionalità del Note 20 e del suo pennino. Però non ho mollato, continuando ad utilizzare l’iPhone per tutti questi lunghi mesi: dopo alcuni giorni difficili è pian piano tornato a fiorire l’amore per lo smartphone di mamma Apple.

Come fatto per Apple Watch 6, lascio le recensioni tecniche ai recensori bravi davvero, che poi i dettagli tecnici e tutte le minchiate sui processori e le ottiche le avete già lette, viste e sentite. In questa recensione preferisco quindi darvi un parere personale ed onesto sugli aspetti positivi e su quelli negativi di iPhone 12 Pro Max. Vamos!

Dimenticavo, lasciamo da parte la polemica sui caricabatterie che mancano nella confezione. Ne ho già parlato nell’articolo sui migliori caricabatterie per iPhone 12.

Cosa mi è piaciuto – Pro e pregi di iPhone 12 Pro Max

recensione iphone 12 pro max - qualità costruttiva

Iniziamo la recensione di iPhone 12 Pro Max parlando dei suoi pregi e delle cose che mi hanno convinto. Questi sono i punti che mi hanno convinto di aver fatto un buon acquisto e che confermano la bontà dei prodotti Apple.

L’incredibile scorrevolezza di iOS 14

iOS è pieno di vincoli e limitazioni, ma cavolo gira che è uno spettacolo! Il sistema operativo di iPhone 12 Pro Max è puro piacere. Tutto gira alla perfezione, tutti i dettagli sono curati fin nei minimi particolari, la fluidità del sistema è pazzesca e la velocità di apertura delle applicazioni è praticamente istantanea. Le app sono così rapide in fase di avvio che alcune volte mi è venuto il dubbio che fossero già in esecuzione. Altrettanto buono il funzionamento del multitasking che permette di passare da un’app all’altra in un solo gesto con interruzioni minime sui flussi di utilizzo.

Oltre alla fluidità, iOS risulta finalmente (un po’) personalizzabile. I nuovi widget sono realizzati perfettamente e, mi dispiace dirlo, sono superiori a quelli di Android che ormai li integra da più di 10 anni. Il funzionamento dei widget è pratico ed utile e ci permette di dare finalmente un aspetto più moderno a quelle home che per troppi anni sono rimaste tristi ed anonime negli iPhone passati.

Il sistema è pieno di piccole chicche che rendono l’esperienza utente sempre fluida e piacevole. iOS si è sempre contraddistinto per i vincoli posti sulle sue funzionalità, ma nonostante questo la gabbia d’oro creata da Apple risulta un posto confortevole dove vivere e permette a chiunque, anche al meno smanettone, di godersi appieno tutte le funzioni dello smartphone senza dover ricorrere ad alcun tipo di procedura particolare. La possibilità di fare tutto in qualche tap è davvero piacevole e rende l’esperienza sempre godibile ed alla portata di tutti.

La qualità costruttiva spettacolare

Ho avuto tanti, quasi tutti, i top di gamma nel corso degli anni ed ho sempre ritenuto la qualità costruttiva ed il livello di dettaglio estetico degli iPhone superiori a tutti gli altri produttori. iPhone 12 Pro Max mi ha fatto innamorare fin dalla prima volta che l’ho preso in mano. Le linee squadrate che ricordano gli iPhone 4 e la combinazione di vetro ed acciaio mettono fra le mani uno smartphone spettacolarmente bello che sembra forgiato a mano da un artigiano che ha voluto realizzare un pezzo da collezione solamente per noi.

Amo utilizzare gli smartphone senza cover, solitamente mi limito al vetro temperato, e devo dire che impugnare iPhone 12 Pro Max e poterne tastare materiali e solidità è un vero piacere.

Le fotocamera è perfetta per il punta e scatta

Sono un utente semplice: prendo in mano lo smartphone, inquadro il mio soggetto e scatto. Raramente mi metto a smanettare con le impostazioni, l’esposizione e tutti i parametri fotografici da pro. La grandissima parte di chi scatta foto con uno smartphone lo fa semplicemente premendo il dito sullo schermo per scattare, molto spesso senza guardare la luce, la messa a fuoco su un punto ed altri dettagli. iPhone è perfetto per chi scatta in questo modo e consente a tutti di fare foto ottime senza aver nessuna conoscenza del mondo della fotografia. Ma chi vuole di più si ritrova fra le mani un’applicazione completa e ricca di molte funzionalità, che permette agli utenti più esperti di personalizzare le modalità di scatto qualora lo desiderassero.

Nel corso degli anni ho sviluppato (per colpa delle fotocamere degli smartphone) il brutto vizio di fare le foto doppie, per essere sicuro che almeno una delle due fosse perfettamente messa a fuoco. Ho iniziato a perdere questo brutto vizio con Note 20 Ultra, ma l’ho perso definitivamente da quando utilizzo iPhone 12 Pro Max. Il software permette di avere delle foto perfette anche col semplice punta e scatta, grazie agli algoritmi sviluppati da Apple e la bontà delle ottiche che ci consentono di avere sempre dettagli precisi, colori bilanciati e, soprattutto, messe a fuoco perfette. Questo dettaglio consente di fare una singola foto senza il pensiero che possa essere riuscita male.

I video sono realizzati in maniera eccellente e la stabilizzazione dell’ottica principale è davvero eccellente e ci permette di realizzare video che sembrano stabilizzati con un gimbal. La qualità video di iPhone 12 Pro Max è davvero eccellente e mi ha finalmente permesso di accantonare la mia videocamera per la realizzazione dei video per OutOfBit.

L’autonomia è mostruosa

Sono una persona che con lo smartphone ci lavora e che lo utilizza per il 90% dei compiti quotidiani. Questo mi ha portato nel tempo a diventare molto selettivo nell’acquisto degli smartphone, puntando sempre a top di gamma con una batteria che fosse in grado di portarmi a sera senza problemi.

Devo ammettere che iPhone 12 Pro Max ha superato le mie aspettative. Anche nelle giornate di utilizzo assolutamente inteso, il massimo del massimo, sono sempre arrivato alla fine della giornata (utilizzo dalle 7 alle 24) con almeno un 30% di batteria residua. Nei giorno di utilizzo blando arrivo al 50-60% e mi permetto di andare a dormire senza ricaricarlo e riesco così a far durare una ricarica 2 giorni. Uno spettacolo per uno smartphone top di gamma.

Sottolineo che solamente grazie all’ottima autonomia ho deciso di non citare la mancanza di una ricarica rapida competitiva fra i punti negativi.

Cosa non mi è piaciuto – Contro e difetti di iPhone 12 Pro Max

recensione iphone 12 pro max - porta lightning

Passiamo ora ai punti negativi, ovvero a quei dettagli di iPhone 12 Pro Max che non mi hanno convinto.

Cornici e notch sono ferme al 2017

Mentre gli altri produttori mettono sul mercato display a tutto schermo, curvi e pieghevoli Apple ci rifila ancora display con cornici enormi ed un notch dalle dimensioni anacronistiche.

Le cornici attorno al display sono ormai roba degli anni passati su tutti gli smartphone Android top di gamma. Apple nel 2020 (2021 nel momento della stesura della recensione) continua a produrre schermi con cornici davvero importanti, che danneggiano il design dello smartphone e riducono lo spazio utile che si potrebbe invece dedicare allo schermo. Sono svariati anni che la concorrenza produce display a tutto schermo e sarebbe ora di adeguarsi.

Questo benedetto notch è grande quanto quello introdotto originalmente in iPhone X, vuoi dirmi che non possono ridurne le dimensioni? Capisco la presenza del FaceID e di tutti i suoi sensori, ma una tacca di quelle dimensioni ormai non è più accettabile, mi sarei aspettato quanto meno una riduzione delle dimensioni, ma ancora nulla.

Non se ne può più della porta Lightning

Le porte lightning sono il male! Il mondo utilizza lo standard USB-C da anni, e lo fa anche Apple su iPad e Mac, ma si ostina a montare su tutti gli iPhone queste stupide porte lightning.

So che nel giro di qualche anno vedremo un iPhone senza porte, ma nel frattempo sarebbe carino utilizzare l’universalmente accettata porta USB-C. In questo moto tutti potranno utilizzare liberamente tutti i caricatori, cavi ed accessori comprati negli anni passati senza dover acquistare prodotti appositamente realizzati per funzionare solo con un iPhone.

Costa una follia

In ogni recensione dei prodotti Apple che scrivo metto il prezzo fra i punti negativi, anche se so che la bottega di Cupertino è un negozio bello caro. Mi lamento sempre a priori dei prezzi degli smartphone perché nel corso degli ultimi anni abbiamo visto una continua e preoccupante ascesa dei prezzi di vendita, che a mio modo di vedere non coincide con un aumento proporzionale delle funzionalità. Oltretutto quest’anno manca pure il caricabatterie.

Conclusioni – A chi lo consiglio

copertina apple iphone 12 pro max recensione

iPhone 12 Pro Max è uno dei migliori smartphone sul mercato e la scelta obbligata per chi cerca il meglio di iOS e dei prodotti Apple. La costruzione è sublime, il comparto fotografico semplicemente spettacolare e iOS 14 si conferma completo, funzionale e pazzescamente fluido. Ci sono anche alcuni punti negativi ormai anacronistici come il notch, le cornici e la porta Lightning che gli impediscono di raggiungere la perfezione. Va però detto che sono solo piccoli nei in un prodotto davvero eccellente.

Se avete un iPhone e volete passare ad un nuovo modello potete puntare ad occhi chiusi su iPhone 12 Pro Max e vi ritroverete fra le mani uno smartphone in grado di accompagnarvi per almeno 4 o 5 anni senza alcun problema.

Se volete passare ad iPhone ed avete uno smartphone Android di fascia media e bassa questo potrebbe essere l’iPhone perfetto per voi. Beneficerete sicuramente dell’hardware di fascia alta ed apprezzerete le eccellenti prestazioni e l’ottima fotocamera. Se però avete uno smartphone Android di fascia alta e siete abituati a sfruttare al massimo le funzionalità del sistema operativo Google e tutte le possibilità di personalizzazione potreste scontrarvi con le limitazioni di iOS. In quest’ultimo caso valutate attentamente prima di fare questo grande salto.

Cosa vorrei vedere in iPhone 12s (o iPhone 13)

Se potessi mandare una mia personalissima lista di upgrade ad Apple comprenderebbe questi punti:

  • Il display ha bisogno di innovazione: i nuovi schermi OLED di tutti gli iPhone 12 sono display di altissima qualità con ottime risoluzioni, luminosità eccellente e consumi ridotti. Hanno ancora una frequenza di aggiornamento a 60 Hz mentre la concorrenza corre veloce e i nuovi Samsung arrivano senza problemi ad utilizzare refresh rate variabili da 10 a 120 Hz, questo si traduce in una migliore fluidità nelle fase di utilizzo più intense, penso in particolare allo scorrimento dei menu e al gaming. Non è un problema così importante ad essere sinceri, l’esperienza resta fluida e lo schermo davvero piacevole da utilizzare, ma sapere che c’è chi fa meglio, molto meglio, dovrebbe spingere Apple ad aggiornare i display nei prossimi iPhone 12s o iPhone 12, magari introducendo anche l’always-on display.
  • Cornici azzerate e notch ridotto: è giunta l’ora di azzerare le cornici e di produrre il primo iPhone con un display in grado di coprire la parte frontale del dispositivo. Oltre a questo, mi piacerebbe davvero vedere un notch più compatto, o nascosto al di sotto del display.
  • USB-C o wireless totale: continuare ad utilizzare la porta Lightning non ha più senso nemmeno per Apple. In iPhone 12s mi piacerebbe tanto poter utilizzare una porta USB-C che metterebbe fine a tutti il casino di doppi cavi che tutti gli utenti ormai sono stufi di utilizzare. Alternativamente potrebbe essere una valida alternativa quella di eliminare completamente ogni porta e sfruttare solamente ricarica e connettività wireless.

Immagini di iPhone 12 Pro Max

Non perderti le nostre guide e recensioni, seguici su Telegram: t.me/OutOfBitit

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Il fondatore di OutOfBit. Perito informatico, Dottore in Economia e Commercio, ma non capisco niente nè di una nè dell'altra.
    Potrebbero interessarti
    AndroidAppleGuideGuide

    Di quanta RAM ha davvero bisogno uno smartphone?

    AppleiPadMacNews

    Apple lancerà i primi iPad e MacBook con display OLED nel 2022

    AppleGuideGuidePC

    Come spostare automaticamente i file da una cartella all'altra su Windows e Mac

    AppleiPadNews

    Apple potrebbe lanciare l'iPad mini Pro 5G entro marzo: si parla di uno schermo "tra 8,5 e 9 pollici"