PCWindows

Pianificazione GPU con accelerazione hardware: cos’è e come attivarla

Caratteristiche tecniche monitor per il gaming

La Pianificazione GPU con accelerazione hardware è una funzionalità introdotta da Microsoft in Windows 10 per favorire le prestazioni dei computer durante il gaming. Nel nostro approfondimento cerchiamo di capire cos’è la Pianificazione GPU, a cosa serve e come sfruttarla al meglio sui nostri PC con Windows 10.

Cos’è la Pianificazione GPU

Questa funzione, poco conosciuta, consente alla GPU di gestire autonomamente autonomamente la propria memoria, andando ad alleggerire il sistema operativo ed il processore di questo gravoso compito. Il risultato di tale soluzione, come prevedibile, sono prestazioni complessivamente più elevate, con FPS maggiori e dunque una riproduzione grafica più fluida.

Questa funzione realizzata da Microsoft non è l’unica soluzione votata a migliorare il lato videoludico del sistema operativo: essa infatti, si va ad aggiungere alla Modalità gioco e altre soluzioni per favorire il gaming su Windows 10.

Nel caso della Pianificazione GPU però, va detto che questa di default è disabilitata (principalmente per motivi di compatibilità). In questo articolo andremo ad analizzare cos’è e come funziona questa utility che potrebbe fare la felicità di qualunque PC gamer.

Come funziona la Pianificazione GPU per farti giocare al meglio

La pianificazione della GPU con accelerazione hardware rappresenta un cambiamento fondamentale nella gestione dell’elaborazione grafica di Windows 10.

L’idea degli sviluppatori Microsoft è quella di creare un processore di pianificazione basato su GPU dedicata che Windows può utilizzare per scaricare la maggior parte della sua elaborazione grafica, senza fornire preziose risorse della CPU. Lo fa impedendo al sistema operativo dall’utilizzo della VRAM della scheda grafica. Ciò consente alla GPU di gestire la propria VRAM invece di dipendere dalla CPU.

Con alcuni titoli che mettono particolarmente sotto pressione l’hardware, come Cyberpunk 2077, questa soluzione può realmente fare la differenza.

Cosa serve per utilizzarla

Microsoft descrive il lancio di questa funzione come “la ricostruzione delle fondamenta di una casa, mentre si vive al suo interno“. Questo perché le modifiche dirette alla GPU potrebbero facilmente avere effetti negativi sul tuo sistema operativo nel caso di problemi di compatibilità. Inoltre, Microsoft non è stata particolarmente chiara su quali processori supportano questa funzione e quali no (e quali saranno supportate in futuro).

Attualmente, l’aggiornamento risulta applicabile solo con macchine che eseguono driver grafici Nvidia GeForce. Di seguito è riportato un elenco di prerequisiti necessari per abilitare la pianificazione GPU con accelerazione hardware su un computer:

Nota bene: puoi utilizzare i driver Nvidia solo se sul tuo dispositivo è installata la scheda grafica con lo stesso produttore. Per controllare la scheda grafica, fare clic sul menu Start e digitare dxdiag. Nella nuova finestra seleziona Schermo dal pannello superiore. Qui puoi vedere il nome del driver grafico installato.

Come attivare la Pianificazione GPU con accelerazione hardware

Una volta installati i driver giusti ed effettuati gli aggiornamenti di Windows, puoi procedere e abilitare la funzione direttamente dalle impostazioni del tuo dispositivo. Per fare ciò, segui questo processo:

  • Apri le Impostazioni di Windows 10;
  • clicca su Sistema;
  • vai su Schermo;
  • seleziona Impostazioni grafiche.

A questo punto, la voce da cercare è Programmazione GPU con accelerazione hardware. Se scheda grafica e driver sono adatti, apparirà un interruttore disattivato. Basta dunque un semplice clic per attivare la funzione. Per rendere effettiva l’attivazione, infine, basta riavviare il computer.

Problemi legati alla funzione

Come è facile intuire, buona parte di GPU e schede grafiche non supportano totalmente questa funzione. Il risultato potrebbe essere totalmente inverso rispetto a quanto ci si aspetta, con FPS che si riducono e problemi di vario tipo.

Nel caso si registrino problemi, è possibile fare un passo indietro semplicemente ripercorrendo il precedente percorso e disattivando la voce dalla scheda Impostazioni grafiche.

Ovviamente poi, tieni sempre presente che una semplice utility non può fare miracoli: senza una scheda grafica degna di tale nome difficilmente potrai fare girare i titoli tripla A di ultima uscita in maniera anche solo accettabile.

Potrebbero interessarti
GuidePC

Dissipatore PC: meglio il raffreddamento ad aria o a liquido?

GuidePCWindows

Attivazione Windows 7 senza crack e codici seriali | Guida

GuidePCWindows

Le migliori alternative a CCleaner per pulire il PC

GuidePC

Come aggiungere il Bluetooth al tuo PC in pochi passi