Posso mantenere nome e password Wi-Fi su un nuovo router?

come scegliere un router WiFi
Seguici su Google News

L'acquisto di un nuovo router Wi-Fi dovrebbe comportare un miglioramento della connessione o comunque dei vantaggi rispetto al modello precedente.

La sostituzione però, almeno potenzialmente, mette in luce anche una potenziale scocciatura: il processo di configurazione di un nuovo router infatti, non è così piacevole.

In questo articolo vedremo cosa devi sapere rispetto al riutilizzo del vecchio nome e password della linea Wi-Fi.

adattatori wifi

Perché riutilizzare lo stesso nome e password?

Storicamente, cambiare il nome della rete Wi-Fi (SSID) e la password non era il compito assolutamente arduo che è oggi.

Quando è stato introdotto il Wi-Fi, la maggior parte delle persone aveva solo una manciata di dispositivi e periferiche wireless a disposizione. Stiamo parlando dei primi smartphone con supporto Wi-Fi, forse un laptop o al massimo una console di gioco che supportava questa tecnologia agli albori.

In ogni caso, aggiornare la password su questi pochi device non era un'impresa così titanica.

Adesso la situazione è però un po' diversa. Tra tutti gli smartphone, tablet, computer, console di gioco, smart TV e una miriade di dispositivi per la casa intelligente, il cambio in massa di nome e password può essere un'impresa non da poco.

Non è insolito che le case abbiano dozzine di dispositivi wireless, il che può richiedere tempistiche molto ampie per una sostituzione di massa. In questo senso dunque, poter mantenere i dati di accesso anche su un nuovo router può risultare utile per risparmiare tempo.

Quindi ha senso riutilizzare il vecchio nome e password della rete Wi-Fi quando si configura un nuovo router per bypassare tutte le riconfigurazioni.

Tutto quello che devi fare è seguire le istruzioni di configurazione per il tuo nuovo router, collegare lo stesso nome di rete Wi-Fi nello slot SSID e impostare la password identica a quella che hai utilizzato in precedenza con tutti i tuoi dispositivi.

Se utilizzi lo stesso protocollo di crittografia di prima, tutto dovrebbe procedere senza intoppi. Se esegui l'aggiornamento a un protocollo migliore (e quando possibile dovresti farlo) alcuni dispositivi proveranno semplicemente l'SSID e la password adattandosi, mentre altri creeranno problemi.

Questa pratica dunque, può essere vantaggiosa ma nasconde anche degli imprevisti da non sottovalutare.

Quando non dovresti riutilizzare le tue credenziali Wi-Fi?

Riciclare lo stesso nome di rete e la stessa password è, senza dubbio, il modo più semplice per ridurre al minimo i tempi relativi alle riconfigurazioni del tuo network domestico.

Prima di farlo, tuttavia, considera le seguenti situazioni: in alcune situazioni infatti, questa scelta potrebbe non essere la migliore.

Il tuo vecchio nome di rete Wi-Fi era comune o facile da intuire

Se non hai molti vicini il fatto che il nome della tua rete Wi-Fi abbia un nome comune o meno non è qualcosa di cui dovresti preoccuparti.

Il nome della rete infatti, può essere un problema solo se hai dei protocolli di sicurezza molto vecchi e se hai una password debole. Se hai un dispositivo che usufruisce di una crittografia piuttosto recente però, non dovresti avere particolari problemi a riguardo.

Ma se vivi in ​​un condominio densamente popolato, avere lo stesso SSID simile o uguale a quello dei tuoi vicini può causarti un bel mal di testa. Quindi, se il tuo vecchio SSID era qualcosa di estremamente comune come linksys, attwifi, wireless o qualcosa di anonimo, dovresti sceglierne uno nuovo.

La tua password Wi-Fi è debole

Riciclare lo stesso nome di rete non è un grosso problema, ma farlo con una password breve e debole è un grosso errore. Le parole d'accesso deboli rappresentano sempre un rischio per la sicurezza e se la tua password è inferiore a 12 caratteri o contiene informazioni personali e/o facili da intuire, dovresti comunque cambiarla.

I consigli, in tal senso, sono gli stessi da attuare per qualunque tipo di password. Oltre al numero di caratteri, alterna minuscole e maiuscole, utilizza caratteri speciali e numeri. In questo modo realizzerai una parola d'accesso difficile da individuare e renderai più protetta la tua rete.

Attenzione alla crittografia obsoleta

Se il tuo nuovo router supporta protocolli di crittografia migliori rispetto al tuo vecchio router, ora è il momento di fare un upgrade a livello di sicurezza e modificare le impostazioni di rete.

Sebbene la crittografia WPA2 sia migliore di WPA (ed entrambe sono sicuramente migliori dell'antico protocollo di crittografia WEP), WPA3 è sempre più comune sui router più recenti e dovresti usarlo se è disponibile sul tuo dispositivo.

Sempre sotto questo punto di vista poi, può essere una buona idea cambiare almeno il tuo SSID e aggiornare la tua password quando passi a WPA3 per forzare tutti i tuoi dispositivi a ricominciare da capo con le nuove credenziali di rete.

crittografia su nas e cloud

Non avevi una rete guest con il precedente router

Se in precedenza non avevi utilizzato una rete guest per le persone che visitavano la tua casa e che avevano bisogno dell'accesso Wi-Fi, ma invece hai concesso loro l'accesso diretto alla rete Wi-Fi principale, potresti prendere in considerazione l'utilizzo di questa come un'opportunità per aggiornare il tuo Wi-Fi.

La stragrande maggioranza dei router moderni supporta le reti ospiti, quindi ora è il momento perfetto per selezionare un nuovo nome/password per la rete principale e per configurare una rete ospite con dati d'accesso diversi per un uso futuro. Quando configuri la rete ospite, assicurati di utilizzare anche in questo caso le suddette direttive per rendere sicura la password.

Se hai qualche dubbio relativo alla sicurezza o se hai pochi dispositivi wireless collegati alla rete Wi-Fi, a prescindere da tutto, il consiglio è quello di fare uno sforzo e aggiornare i dati. In questo modo sarai molto più sicuro della sicurezza della tua rete.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2021 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram