GuideInternetRisorse gratis

Le migliori alternative a Microsoft SharePoint

Migliori alternative SharePoint

Quali sono le migliori alternative a Microsoft SharePoint? Questa piattaforma CMS (Contente Management System) permette di creare dei piccoli siti web utilizzati solitamente in ambito aziendale.  Attraverso questi è possibile condividere informazioni o documenti attraverso repository, calendari sincronizzati con Outlook e tanto altro.

Con i file gestiti dal server, questo software permette a due o più persone di agire contemporaneamente sugli stessi documenti, rendendo molto più rapido il lavoro aziendale. Va poi considerato che SharePoint ha l’enorme vantaggio di essere perfettamente integrato con l’ecosistema Microsoft Office e, in questo senso, presenta un utilizzo rapido e privo di qualsivoglia problema di compatibilità.

Migliori alternative SharePoint

Perché cercare alternative a Microsoft SharePoint?

Questo software però, ha un grosso vantaggio da non sottovalutare, ovvero i costi (che possono essere molto elevati). Se per una grande azienda l’esborso si può ammortizzare facilmente, per le piccole o medie attività tali cifre risultano insostenibili. Nonostante ciò, vi è la possibilità di ovviare a questo problema affidandosi a un software “surrogato”. Come vedremo nel proseguo di questo articolo, le alternative a SharePoint non mancano di sicuro.

Atlassian Confluence

Probabilmente il rivale più famoso di Microsoft Sharepoint è Atlassian Confluence, un’app  appositamente ideata per l’ambito aziendale. Questo software dimostra di sapere bene come semplificare le cose quando si tratta di facilitare le collaborazioni sul lavoro, di condividere calendari e molto altro.

Le funzioni sono chiare, semplici e ottimizzate per poter interagire tramite domande e commenti degli altri colleghi, è possibile gestire le idee proponendole al resto del team con grande facilità. A dispetto della sua semplicità però, Confluence presenta anche un alto livello di personalizzazione, con la possibilità di creare campi di dati a seconda delle proprie esigenze. Attraverso l’integrazione del software JIRA (realizzato anch’esso da Atlassian), vengono rapidamente corretti ed eliminati tutti i bug che si possono presentare occasionalmente.

Atlassian si dimostra un duro concorrente per Microsoft SharePoint anche per quanto riguarda i prezzi. Il piano base, con meno di 10 utenti è gratuito. Se si intende usufruire di tutte le funzioni e/o coinvolgere più lavoratori, è possibile sottoscrivere piani di abbonamento dal costo variabile (ma comunque sempre inferiore a quanto proposto da SharePoint).

Bitrix24

Bitrix

Bitrix24 è poco noto al pubblico, anche se offre un pacchetto tra i più completi tra le tante alternative di questa lista. Si tratta di una preziosa piattaforma per quanto riguarda i lavori in ufficio con calendari, funzionalità in stile social network, possibilità di effettuare videoconferenze e altro ancora. Britix24 offre una piattaforma di lavoro digitale che permette a un team di poter lavorare agevolmente e a 360 gradi su qualunque tipo di progetto.

Grazie al lavoro degli sviluppatori, la piattaforma è costantemente mantenuta aggiornata e costituisce una delle più valide alternative a Microsoft Sharepoint. La versione gratuita di questo servizio consente a un massimo di 12 utenti di sfruttare tutte le sue funzionalità.

Slack

Slack è una piattaforma particolarmente famosa, estremamente diffusa per quanto riguarda l’editoria digitale e non solo. Si tratta di una base per un ambiente di lavoro collaborativo, un ampio servizio di comunicazione capace di supportare team anche estremamente numerosi.

La versione gratuita di Slack tiene un registro cronologico degli ultimi 10.000 messaggi del team, consente di creare canali privati e pubblici illimitati e condividere file con gli altri colleghi. (Ha anche un’elegante integrazione dei file in formato GIF) Gli amministratori possono tenere traccia dei tempi di accesso e degli indirizzi IP di tutti, così puoi essere sicuro che le persone lavorino duramente.

Alfresco

Alfresco CMS

Per provare un CMS di alto livello senza sborsare un centesimo, la scelta migliore è forse Alfresco. Si tratta di un ottimo prodotto focalizzato sulla collaborazione aziendale, in grado di offrire i propri servizi a livello gratuito. Con Alfresco, è possibile collaborare su una serie di diversi tipi di documenti, interagendo anche con i membri del team attraverso una sorta di social network privato in miniatura.

Disponibile anche in versione app per mobile, permette di poter interagire con i propri colleghi a prescindere dal luogo in cui ci si trovi in quello specifico momento. Ovviamente il servizio gratuito offre meno opportunità rispetto agli abbonamenti premium.

Samepage.io

Un’altra alternativa degna di nota al pacchetto proposto da Microsoft è costituita da Samepage. L’interfaccia proposta consente di gestire un team di lavoro e qualunque tipo di file possa essere condiviso in questo ambito. Lo spazio di archiviazione, per l’account gratuito iniziale è di 10 GB di spazio cloud.

Questo prodotto, nato come Kerio Workspace, va ben oltre la semplice “imitazione” di SharePoint, proponendo una suite di collaborazione aziendale che fa forte leva sullo spazio d’archiviazione cloud.

Liferay

Liferay

Liferay ha un’interfaccia facile da padroneggiare che consente di interagire con i membri del team sincronizzando tutti i documenti con il minimo sforzo. Liferay è un’app desktop scaricabile, al contrario di altre soluzioni basate su cloud, per quelli di voi che vogliono qualcosa di un po’ più “tangibile”.

L’edizione community (CE) di Liferay è gratuita, mentre la versione Enterprise è a pagamento. Graficamente si tratta di una soluzione user friendly, particolarmente accattivante (anche se, sotto questo punto di vista, nessuna alternativa stona particolarmente).

Nuxeo

Per chi sta cercando di mettere le mani su un CMS open source, Nuxeo rappresenta la soluzione definitiva. Questa piattaforma di gestione dei contenuti collaborativa fornisce tutti gli elementi essenziali necessari per costruire un progetto incentrato su contenuti (qualunque essi siano). L’interfaccia e l’installazione possono essere piuttosto impegnative, ma una volta che si prende una certa manualità, la gestione del lavoro diventa una vera e propria passeggiata.

Il lato negativo di Nuxeo risiede nel lato “social” della piattaforma. Di fatto, questa è assolutamente inesistente e, per interagire con i colleghi, è necessario affidarsi ad altre applicazioni esterne. Come già accennato, si tratta di un progetto open source, dunque potenzialmente personalizzabile da parte di qualunque programmatore. Di contro, questo modello può essere anche piuttosto pericoloso e vedere la potenziale intromissione di hacker.  Infine, va detto che anch’esso può essere utilizzato come app desktop.


Fonte maketecheasier.com

Non perderti le migliori news sulla tecnologia, segui il nostro canale Telegram: t.me/OutOfBitit

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Articolista, scrittore, copywriter, newser e SEO con la passione per sport, informatica e tecnologia. Ho la fortuna di vivere lavorando a tempo pieno su quelle sulle mie passioni.
Potrebbero interessarti
EditorialeInternetNews

Alexa, mi stai spiando? La verità sugli assistenti virtuali

GuideInternetNews

Disney + sbarca in Italia: tutti i dettagli del nuovo servizio streaming

Internet

Acquistare cartucce Epson online: Conviene?

GuideInternetRisorse gratis

I 14 migliori siti torrent del 2020 per scaricare file in sicurezza!