Ti hanno rubato lo smartphone? Nonostante sia qualcosa di estremamente fastidioso, non si tratta di un caso isolato. Si tratta di oggetti relativamente piccoli, di valore e facili da smerciare caratteristiche che li rendono particolarmente appetibili per i malintenzionati.

Ogni anno sono tantissimi gli smartphone che vengono rubati… ma siamo realmente sicuri che non si possa fare nulla per arginare questa tipologia di crimine? In questo articolo analizzeremo alcune soluzioni per mettere i bastoni tra le ruote dei ladri.

Se ti hanno rubato lo smartphone, cosa puoi fare per recuperarlo?

Al di là della prevenzione, è possibile agire in modo perlomeno di evitare che i dati presenti sullo smartphone non siano accessibili al ladro. Con alcune operazioni di prevenzione infatti, è possibile perlomeno limitare i danni in caso di furto.

Abilita il monitoraggio remoto

Il monitoraggio remoto (chiamato Trova il mio dispositivo su Android e Trova il mio iPhone su iOS) ti dà la possibilità di tracciare la posizione di un telefono e cancellare i suoi dati da remoto. Ciò significa che puoi trovare il tuo telefono se è stato semplicemente smarrito o cancellare i suoi dati se viene rubato.

Se stai utilizzando un telefono Android:

  • vai su Impostazioni
  • apri l’opzione Google
  • scorri verso il basso fino a Sicurezza
  • abilita Trova il mio dispositivo

Puoi quindi rintracciare il tuo telefono o cancellare i suoi dati direttamente dal sito web di Trova il mio dispositivo.

Se stai usando un iPhone:

  • vai su Impostazioni
  • tocca il tuo ID Apple (tuo nome)
  • apri Impostazioni iCloud
  • abilita Trova il mio iPhone

Ora puoi monitorare o cancellare il tuo telefono da iCloud, sempre via sito web.

Usa una password molto complessa

Una password particolarmente complicata della schermata di blocco può essere fastidiosa da digitare, ma è il modo migliore per impedire ai ladri di esplorare il tuo telefono. Idealmente, una password dovrebbe contenere lettere maiuscole, numeri e simboli.

Se non si desidera digitare una password complicata ogni volta che si utilizza il telefono, può essere utile abilitare l’autenticazione biometrica. Face ID e scansione dell’iride o delle impronte digitali sono opzioni eccezionalmente sicure.

La dicitura "Password"

Rendi le notifiche private

Se sei preoccupato che i ladri possano potenzialmente leggere messaggi di testo e notifiche sulla schermata di blocco, puoi nascondere il contenuto di tali notifiche quando questa è attiva.

Su un dispositivo Android:

  • vai su Impostazioni
  • apri Suoni e notifiche
  • trova l’opzione Quando il dispositivo è bloccato e impostalo su Nascondi contenuto di notifica sensibile
  • Se premi Non mostrare notifiche su Tutto

Così facendo non vedrai le notifiche anche quando il telefono è sbloccato (e ciò non è necessariamente una cosa negativa).

Su un iPhone invece:

  • vai su Impostazioni
  • apri il menu Notifiche
  • tocca l’opzione Mostra anteprime

Da qui, puoi nascondere le anteprime delle notifiche nella schermata di blocco o eliminarle del tutto. Se hai un iPhone con Face ID, puoi nascondere le notifiche dalla schermata di blocco fino a quando non sblocchi il telefono per impostazione predefinita. Ciò impedisce a un ladro di vedere le notifiche se non sblocca il dispositivo.

Abilita sincronizzazione cloud

Se vuoi preservare da occhi indiscreti i dati del tuo telefono, dovresti abilitare la sincronizzazione cloud. Cancellare da remoto la memoria del telefono può sembrare un qualcosa di spaventoso, ma è molto meno preoccupante quando sai che tutte le foto e i contatti hanno comunque un backup in cloud.

Per i telefoni Android:

  • vai su Impostazioni
  • seleziona Account e backup
  • abilita Esegui il backup dei miei dati

In questo modo esegui il backup dei contatti, delle informazioni di accesso e delle impostazioni. Quindi, scarica un’app come Dropbox, Google Drive, Google Foto o simili per eseguire il backup di documenti, immagini e video. Le impostazioni del telefono e i contatti si sincronizzano automaticamente con un nuovo telefono. Puoi accedere a foto e video dalla soluzione cloud scelta.

Per iPhone:

  • vai su Impostazioni
  • tocca il tuo ID Apple (tuo nome)
  • apri Impostazioni iCloud
  • vai su Backup iCloud
  • abilita Backup iCloud

Quando ottieni un nuovo iPhone, il processo di configurazione ti chiede se vuoi ripristinare impostazioni, contatti, foto e video da iCloud. Quindi basta ricaricare tutto ciò che è stato precedentemente salvato.

Considerare una polizza assicurativa

Nel caso il proprio smartphone sia particolarmente prezioso o contenga dati importanti in ambito lavorativo, è consigliato affidarsi a qualche formula assicurativa. Queste, generalmente, coprono incidenti, schermi rotti, batterie scariche e, naturalmente, telefoni persi o rubati. Tuttavia, di solito è necessario pagare una franchigia o finire di pagare il telefono originale per ottenere una sostituzione.

Se vuoi un’assicurazione con l’operatore telefonico (non è una necessità, è bello se perdi o rompi un telefono), contatta il tuo operatore telefonico o visita siti web specializzati in questo settore.

Cosa fare in caso di smarrimento o furto del telefono

Sperando che tu non ne abbia mai bisogno, avendo preso le dovute precauzioni, vediamo insieme come comportarsi quando avviene un furto. Il tuo telefono ha una password sicura, è sincronizzato con un servizio cloud ed è accessibile tramite il monitoraggio remoto. Al di là del valore in sé del telefonino, non devi preoccuparti per i dati che contiene se viene rubato.

Nonostante ciò, abbiamo qualche consiglio finale per rendere meno amara possibile tale esperienza. Per esempio:

  • Traccia il tuo telefono: vai alla pagina Trova il mio telefono per individuare il tuo dispositivo. Se è nelle vicinanze o in un’azienda locale, vedi se riesci a recuperarlo.
    Se viene rubato, cancellalo: non ha senso rischiare i propri dati per uno smartphone che è con tutta probabilità irrimediabilmente perso. Se sospetti che sia stato rubato, cancella i dati.
  • Informa il tuo operatore telefonico del furto: dopo aver cancellato il telefono, contatta l’operatore telefonico per segnalare il fatto. In questo modo, la tua carta SIM verrà bloccata e non potrà essere utilizzata su un altro dispositivo. Inoltre, puoi incassare qualsiasi assicurazione che hai eventualmente stipulato in precedenza.
  • Controlla i tuoi account: anche se hai attivato l’autenticazione a due fattori, è una buona idea verificare che nessuno abbia effettuato l’accesso ai tuoi account. Potresti anche voler cambiare le tue password (specialmente per i conti bancari ed e-mail) per ogni evenienza.
  • Rivolgiti alle autorità: se sei sicuro al 100% che il tuo telefono sia stato rubato. Vai avanti e segnalalo alla polizia. C’è un grande mercato per quanto riguarda i telefoni rubati e il ladro potrebbe frequentare l’area con l’intenzione di vendere il tuo smartphone. Le speranze sono davvero minime e, in Italia, sappiamo tutti come funziona la legge… ma non si sa mai che tu riesca ugualmente a recuperare il dispositivo.
SOURCEhowtogeek.com
SHARE
Articolo precedente7 migliori cuffie anti rumore del 2019
Articolo successivoCome usare Firefox ScreenshotGo su Android
Articolista, scrittore, copywriter, newser e SEO con la passione per sport, informatica e tecnologia. Dopo aver cominciato nel 2014 a scrivere semplicemente per svago, ho trovato in questa attività un vero e proprio lavoro. Oggi ho la fortuna di vivere lavorando a tempo pieno su quelle che sono le mie passioni, un vero e proprio sogno avverato!

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome