Riciclare tecnologia in tempo di crisi è una necessità concreta

In tempo di crisi, fare di necessità virtù e quasi un comandamento. D’altra parte la tecnologia ha un ritmo vitale forsennato e, dopo aver acquistato un laptop, uno smartphone o un tablet, questi diventano vecchi e quasi inutilizzabili nel giro di pochissimi anni (se non mesi).

In passato abbiamo già analizzato come è possibile sfruttare device non più nuovissimi per utilizzi alternativi: quest’oggi ci concentreremo su come  trasformare il tuo vecchio tablet in un vero e proprio baby monitor!

PC Tablet

Trasformare tuo vecchio tablet in baby monitor? È più facile di quanto tu possa credere!

Un sistema di monitoraggio per il tuo bambino tramite tablet è piuttosto semplice da realizzare. Il primo passo è installare Skype sia sul device in questione sia sul computer o smartphone che vuoi utilizzare per tenere sott’occhio il piccolo. Naturalmente avrai bisogno di due distinti account.

A questo punto devi fare in modo che l’account Skype sul tablet accetti automaticamente le tue videochiamate. Il tuo bambino (e tanto meno l’eventuale animale domestico) difficilmente sarà in grado di rispondere a una chiamata… quindi segui questa procedura

  • dalla barra dei menu vai su Strumenti
  • seleziona Opzioni
  • vai su Chiamate
  • scegli Mostra Opzioni avanzate
  • seleziona Rispondi automaticamente alle chiamate in arrivo
  • quindi vai su Avvia i video automaticamente quando sono in conversazione
  • salva il tutto

Risulta importante scegliere un posizionamento adatto per il tablet

Una delle principali difficoltà nel trasformare il tuo vecchio tablet in baby monitor è trovare una giusta collocazione del dispositivo. Non essendo stato ideato a questo preciso scopo, l’operazione potrebbe essere più complessa del previsto.

Scegli un supporto solido e robusto, che si tratti di un qualcosa di improvvisato o di strumenti appositamente ideati per reggere smartphone e tablet. Fai qualche prova, tenendo presente che i cavi utilizzati potrebbero essere pericolosi per il bambino e quindi vanno tenuti a dovuta distanza.

Il baby monitor è pronto!

A questo punto, per poter dare un’occhiata o una parola di conforto al tuo bambino mentre sei in un’altra stanza, non devi fare altro che chiamare l’account Skype assegnato al dispositivo.

Ricorda che non si tratta solo di contatto visivo ma anche audio: in questo modo puoi cucinare chiacchierando con il piccolo, cantandogli una canzone o comunque intrattenendolo.

Naturalmente questo metodo può essere effettuato anche con tablet non per forza vetusti: è possibile acquistare dei dispositivi low cost appositamente con l’intento di creare un baby monitor.

E la sicurezza?

Per evitare intrusioni esterne, è bene prendere qualche piccola precauzione. Oltre ad inserire password sicure sul tuo Wi-Fi casalingo e sul tuo account Skype, esiste un modo piuttosto semplice per far mettere in sicurezza l’account che verrà utilizzato sul tablet:

  • vai su StrumentiOpzioniPrivacy
  • per ogni categoria, seleziona l’opzione solo dalle persone nella mia lista contatti.

Questo assicurerà che solo tu possa contattare il baby monitor usando Skype.