Guide

Cos’è la certificazione DisplayHDR? Scopriamo insieme la sua importanza

DisplayHDR

Nella scelta del miglior monitor da acquistare, soprattutto andando oltre le proposte di fascia bassa, è necessario valutare con attenzione le caratteristiche tecniche del pannello utilizzato in modo da assicurarsi la possibilità di acquistare il prodotto migliore in rapporto al prezzo. Valutare solo i monitor 4K oppure i monitor Ultrawide è utile ma non offrirà un quadro completo sulle potenzialità di un pannello. In quest’ottica, infatti, è importante considerare anche i monitor con display HDR.

Queste soluzioni sono sempre più diffuse sul mercato e sono sempre più interessanti per gli utenti finali, non solo per i professionisti che lavorano con immagini e video ma anche chi cerca un pannello di qualità per giocare e visualizzare contenuti multimediali. Per aiutare l’utente nella scelta del prodotto giusto è possibile puntare sulla certificazione DisplayHDR che rappresenta un importante strumento per la scelta del monitor.

HDR è l’abbreviazione di High Dynamic Range. Si tratta di una tecnologia in grado di migliorare la gamma dinamica dei colori, rendendo quindi le immagini visualizzate dal display più vivide, esaltando i contratti e, più in generale, offrendo una resa visiva più appagante e soddisfacente. I display con HDR possono, quindi, contare su immagini più realistiche ed in grado di offrire una visione migliore, sia per quanto riguarda le tonalità chiare che per le tonalità scure.

Per poter identificare un monitor dotato di display HDR è possibile sfruttare l’apposito sistema di certificazione VESA (Video Electronics Standards Association), una rete globale di produttori che ha definito standard ben precisi per i pannelli HDR, proposti in contrapposizione con i più comuni monitor SDR (Standard Dynamic Range). I monitor con questa tecnologia possono contare sulla certificazione DisplayHDR.

Vediamo quali sono le caratteristiche dei display HDR e come fare ad identificare il modello giusto grazie al sistema di certificazione DisplayHDR:

Cos’è l’HDR e quali vantaggi offre all’utente

Come abbiamo visto in apertura, HDR sta per High Dynamic Range e rappresenta uno standard nato in contrapposizione con l’SDR, ovvero Standard Dynamic Range. In line generale, si tratta di un insieme di tecnologie in grado di garantire una gamma cromatica più ricca permettendo ai display di visualizzare bianchi più luminosi e neri più profondi. Un qualsiasi pannello che supporta questa tecnologia potrà offrire una resa cromatica migliore all’utente.

La possibilità di sfruttare una gamma dinamica di colori consente, infatti, di accedere a diversi vantaggi, garantendo colori più vividi ed esaltando i contrasti per un’esperienza più appagante. Scegliere un display HDR, quindi, offre l’opportunità di poter contare su di una qualità grafica amplificata e migliore, con immagini più realistiche e immersive.  Il mercato propone una vasta gamma di monitor e display dotati di pannelli HDR.

Per poter orientarsi al meglio nel settore è possibile poter contare sulla certificazione VESA che ha introdotto, nel 2017, lo standard DisplayHDR con l’obiettivo di offrire agli utenti gli strumenti giusti per poter individuare il prodotto più in linea con le proprie esigenze. Il sistema di classificazione DisplayHDR punta a chiarire al consumatore finale la qualità dell’HDR garantito da un dispositivo come un monitor per PC o un notebook. Il sistema VESA prevede una serie di livelli con vari parametri presi in considerazione.

DisplayHDR: come identificare facilmente le caratteristiche di un monitor grazie alla certificazione

Il sistema di certificazione DisplayHDR di VESA consente un’identificazione semplice delle caratteristiche di un pannello che ha ricevuto questo tipo di certificazione. Per chiarire le caratteristiche di monitor, pannelli di laptop e altri dispositivi certificati è previsto un sistema su cinque livelli per i display LCD e su tre livelli per i display OLED. Il sistema a livelli permette all’utente di valutare, con precisione, le caratteristiche tecniche di un pannello.

displayhdr

La certificazione DisplayHDR è utile in quanto permette di fornire un’indicazione chiara sulle prestazioni HDR di un monitor, di un TV o del display di un laptop. Non si tratta di uno standard HDR (come l’HDR10/HDR10+, l’HLG e il Dolby Vision) ma di un sistema di classificazione che permette di valutare le capacità di un dispositivo commercializzato dal produttore come “conforme all’HDR”. Il sistema in questione evidenzia la luminosità di picco, la gamma cromatica e altri aspetti tecnici di un pannello.

Questi sono i livelli in cui vengono suddivisi di pannelli LCD con HDR secondo il sistema DisplayHDR:

  • DisplayHDR 400: si tratta del livello “base” a cui può accedere un monitor o un qualsiasi altro pannello compatibile HDR con 400 che indica il picco di luminanza che il display può raggiungere; questo dato è espresso in cd/m2 (candele per metro quadrato), unità di misura detta anche nit; secondo lo standard, un pannello certificato Display HDR 400 presenta una gamma di colori sRGB con una luminanza del nero pari a 0,4 cd/m2; questo livello è l’unico in cui è richiesto il “global dimming” mentre per i livelli successivi è necessario il “local dimming” con la presenza di zone di attenuazione che permettono differenti livelli di illuminazione in base all’immagine da visualizzare
  • DisplayHDR 500: con il secondo livello si registra un miglioramento della luminanza che arriva a 500 nit; da notare che con questo secondo livello migliora anche il livello di luminanza del nero che risulta pari a 0,1 cd/m2, offrendo un contrasto ancora maggiore; da questo livello viene introdotta la gamma di colori Wide Color Gamut (WCG) che garantisce uno spettro più ampio; per ottenere la certificazione con questo livello è necessaria la presenza del local dimming
  • DisplayHDR 600: il terzo livello del sistema di classificazione, rispetto al livello precedente, spinge la luminanza massima del pannello fino a 600 nit, garantendo, rispetto al livello precedente, immagini più luminose e realistiche
  • DisplayHDR 1000: questo livello porta la luminanza di picco fino a 1000 cd/m2 e la luminanza del nero a 0,05 cd/m2
  • DisplayHDR 1400: l’ultimo livello per i pannelli LCD registra un valore di luminanza di picco fino a 1400 cd/m2 e la luminanza del nero a 0,02 cd/m2; attualmente, il numero di prodotti in grado di raggiungere questo livello è estremamente ridotto

I livelli DisplayHDR True Black 400, 500 e 600 sono utilizzati per definire tecnologie come l’OLED. In questo caso, non ci sono aree di local dimming (il sistema di illuminazione è a livello del singolo pixel e non di aree del pannello), il nero è assoluto e il contrasto è praticamente infinito. La differenza tra i tre livelli, in base al sistema di certificazione DisplayHDR definito da VESA, è legata sostanzialmente alla luminosità di picco del pannello utilizzato che può arrivare fino a 600 cd/m2.

La tabella qui di seguito riassume i vari livelli previsti dalla certificazione DisplayHDR per giudicare la qualità di un pannello HDR.

DisplayHDR

Come verificare se un monitor ha la certificazione DisplayHDR

Poter contare sulla certificazione DisplayHDR è un importante plus per un qualsiasi monitor. Questo sistema di certificazione è riconosciuto a livello internazionale e rappresenta un parametro fondamentale per poter giudicare, con precisione, la qualità di un pannello, identificando rapidamente le soluzioni di fascia più alta sulla base delle capacità HDR del pannello. Verificare se un monitor ha la certificazione DisplayHDR è semplice. 

A disposizione degli utenti c’è il sito ufficiale DisplayHDR che consente di accedere ad un elenco dei vari prodotti certificati per i vari livelli previsti dal sistema. Questo tipo di certificazione, in ogni caso, rappresenta un motivo di vanto per i produttori e, dal punto di vista del marketing, rappresenta, sicuramente un aspetto da mettere in evidenza per sostenere le vendite e catturare l’attenzione dei consumatori.

Di conseguenza, la presenza del bollino DisplayHDR sui prodotti che rispettano i requisiti previsti dal sistema di classificazione è praticamente garantita. Basterà consultare il materiale informativo del prodotto, il sito ufficiale del produttore o del rivenditore per poter ottenere tutte le informazioni necessarie sul rispetto dei requisiti di questo standard. Il sistema di classificazione VESA consente di orientarsi in modo preciso, indicando anche le differenze tra due pannelli HDR ed aiutare l’utente nella scelta.

Potrebbero interessarti
Guide

Come impostare la dark mode su Google Chrome

Guide

Come sistemare Google Play Store se non funziona su Chromebook

Guide

Il tuo Fitbit non si sincronizza? Ecco dieci modi per risolvere  

Guide

Come aggiornare gratis i giochi PS4 alla PS5