Guide

I 22 trucchi per utilizzare al meglio il tuo Chromebook

Chromebook

I Chromebook hanno conquistato una vasta fetta di mercato negli ultimi anni. Si tratta di strumenti leggeri, poco ingombranti ed economici che permettono di svolgere al meglio tutte le operazioni basiche legate ai PC.

I migliori Chromebook sul mercato sono strumenti raffinati, in grado di competere con i laptop per potenza e utilità. Se sei possessore di uno di questi straordinari prodotti però, probabilmente non lo stai utilizzando al massimo delle sue possibilità.

In questo articolo abbiamo raccolto 22 consigli per spingere al massimo la tua macchina.

da chromebook a iphone

1- Usa DNS di terze parti

Ci sono molte ragioni per usare DNS di terze parti quando sei sul web e a prescindere da quale tipo di computer stai utilizzando. Alcuni dicono che sono più veloci, alcuni affermano di essere più sicuri, altri ancora li utilizzano per evitare blocchi legati alla provenienza del proprio IP.

Sta di fatto che, attivarli sul tuo Chromebook, è tutt’altro che complicato. Apri la pagina delle Impostazioni e fai clic sul nome della rete che desideri modificare. Nella finestra che appare, scegli la scheda di rete. In basso, puoi scegliere quali server dei nomi utilizzare. Vedrai le opzioni automatiche o quelle offerte da Google, oppure puoi inserirne alcune manualmente se sai esattamente come si fa (se sei novizio, limitati alle due precedenti scelte per evitare di combinare guai).

2- Come digitare caratteri Unicode

Il tuo Chromebook ha una tastiera completa, ma a volte vuoi digitare un carattere che non ha un proprio tasto, come æ o Ü o ancora ʓ. Puoi persino metterne insieme diversi per ottenere divertenti “emoji”: per farlo, dovrai digitare quello che viene chiamato un carattere Unicode.

Sapere cosa sono i caratteri Unicode non è qualcosa di fondamentale, visto che l’unica informazione di tuo interesse è il codice Unicode per il simbolo di tuo interesse. Una volta noto, digitarli è facile: è sufficiente premere Ctrl + U + i numeri del caso, e in quella precisa posizione apparirà il carattere specifico.

3- Panoramica sull’utilizzo di Chrome

C’è una modalità panoramica integrata sul Chromebook che ti consente di vedere ogni finestra aperta con un singolo colpo d’occhio. Se hai mai usato un Mac, è l’equivalente di Expose, anche per quanto riguarda l’estrema utilità.

Sulla riga superiore della tastiera, premi il tasto [ ] (sopra il tasto 6) o scorri dall’alto verso il basso con tre dita sul trackpad o sul touchscreen per accedere alla funzione. Facendo clic su una delle miniature si aprirà quella finestra e facendo clic in uno spazio vuoto si tornerà all’ultima finestra che si stava visualizzando. Se ti ritrovi con molte app in finestra sempre in esecuzione, questo è un ottimo modo per risparmiare tempo.

Non solo: mentre sei in modalità panoramica, puoi digitare per filtrare ciò che stai vedendo. Ad esempio, digitando Google verranno visualizzate solo le finestre con la parola Google nel titolo.

4- Vedi tutte le tue scorciatoie da tastiera

Ormai sai che Chrome OS è pieno di comode scorciatoie da tastiera per cose come ricaricare una pagina o andare alla tua home page nel browser. In effetti, ce ne sono così tante che è quasi impossibile tenerne traccia.

Per fortuna esiste una modalità che ci viene in soccorso: premi Ctrl + Alt + ? e vedrai un elenco di tutte le shortcut disponibili sul tuo Chromebook.

5- Aggiorna la cache di Google Drive

Il logo di Google Drive, un celebre cloud storage

I Chromebook possono utilizzare Google Drive come spazio di archiviazione aggiuntivo e tutto ciò funziona in maniera molto simile a un comune hard disk/SSD locale. Se sai che c’è una modifica nei file di Google Drive salvati ma non la vedi, potresti aver bisogno di aggiornare manualmente la cache di Drive locale dal tuo Chromebook.

In Omnibar, digita chrome://drive-internals/ e fai clic sul pulsante Cancella cache locale. La prossima volta che apri il file manager, esegui nuovamente la sincronizzazione e il problema dovrebbe essersi risolto.

6- Approfitta dei vantaggi del Chromebook

Parte del valore di un Chromebook risiede negli extra che si ottengono con l’acquisto di questa macchina. Quando acquisti un computer con Chrome OS, non ricevi solo un computer: Google ti offre anche alcuni omaggi alquanto interessanti. Per prendere visione direttamente dei perks offerti da Google, ti consigliamo di visitare l’apposita pagina dedicata alle offerte.

Tra le tante possiamo citare:

  • Uno sconto fino al 15% su un dispositivo di archiviazione Western Digital o SanDisk applicabile al tuo Chromebook
  • Prova di un mese di Simplifi di Quicken
  • Prova di tre mesi di SoundCloud Go+
  • Un mese gratuito di Artboard Studio
  • Un mese gratuito di Codeacademy
  • Un mese gratuito di Framer
  • Due mesi gratuiti di Clipchamp Business Platinum
  • Due mesi gratuiti di DocuSign
  • Tre mesi gratuiti di Stadio Pro
  • Tre mesi gratuiti di Clip Studio Paint
  • Due mesi gratuiti di Adobe Spark
  • Una copia gratuita dell’app Tayasui Sketches
  • Tre mesi gratuiti di Canva Pro
  • Due mesi gratuiti di Kapwing Pro
  • Tre mesi gratuiti di YouTube Premium
  • 12 mesi di spazio di archiviazione Google One da 100 GB
  • Prova di un mese di PicsArt Gold
  • Una copia gratuita di Old School Runescape
  • Due mesi gratuiti di BeFunky Plus
  • Tre mesi gratuiti di KineMaster Premium
  • 12 mesi di abbonamento a VSCO
  • Sei mesi gratuiti di Squid Premium
  • 12 mesi di spazio Dropbox da 100 GB
  • Una copia gratuita di Project Highrise.

Nota bene: le offerte scadono 60 giorni dopo aver associato per la prima volta un account Google al Chromebook, quindi assicurati di utilizzarle prima che si esauriscano. Cambiano anche di tanto in tanto, ma troverai sempre degli interessanti omaggi su cui vale sicuramente la pena mettere le mani.

7- Cambia la posizione dello shelf

Per impostazione predefinita, lo shelf del Chromebook (la barra delle applicazioni) si trova nella parte inferiore dello schermo, ma puoi anche impostarlo sul lato destro o sinistro.

Basta fare clic destro su di esso e selezionare il menu Posizione shelf per scegliere un posizionamento più adatto alle tue esigenze.

8- Usa una scheda SD per ulteriore spazio di archiviazione

La maggior parte dei Chromebook offre uno slot per schede SD, siano esse microSD o standard. Sebbene lo slot per schede SD sia utile per trasferire immagini dalla fotocamera e caricarle su Google Drive o per spostare file tra computer, per molte persone può essere più utile come memoria esterna semipermanente.

Poiché spesso non avrai più di 32 GB di spazio di archiviazione interno (a meno che tu non abbia già effettuato un “upgrade”) sul tuo Chromebook, potresti trovarti a volerne di più. Nel caso di aggiunta, la scheda SD viene visualizzata nell’app File, proprio come un’altra cartella, che puoi dunque utilizzare come preferisci.

9- Mostra file e cartelle nascosti

Il file manager nasconde i nomi di cartelle e file che iniziano con un punto (come .Filename, ad esempio). Di solito sono file e cartelle che non dovresti modificare a meno che tu non sappia cosa stai facendo.

Se vuoi vedere i file nascosti, apri il File Manager e premi Ctrl + . (punto) in modo da visualizzarli insieme agli altri file e cartelle.

10- Condividi il tuo Chromebook con altri (in sicurezza)

sicurezza informatica flop tecnologico

Quando configuri il Chromebook per la prima volta, sembra che sia vincolato al tuo account Google personale. Uno dei vantaggi di Chrome OS però è la possibilità per qualsiasi macchina di funzionare con qualsiasi account Google.

Quando sei nella schermata di blocco del tuo Chromebook, puoi fare clic su Esci nell’angolo in basso a sinistra e consentire a qualcun altro di accedere con il proprio account Google. Non avranno accesso al tuo account principale e tutte le loro attività precedenti su qualsiasi altro dispositivo Chrome verranno configurate su questo nuovo computer nel proprio profilo.

Se vuoi semplicemente consegnare il tuo Chromebook a qualcun altro per una rapida ricerca o per qualcosa di semplice, usa la modalità ospite dalla schermata di blocco. Nulla di quanto fatto in modalità ospite sarà legato al tuo account Google e tutto verrà completamente cancellato non appena l’account ospite si disconnette.

Se preferisci bloccare il Chromebook in modo che solo persone specifiche (o solo tu) possano accedere, accedi al menu delle impostazioni e, nell’area Utenti, limita l’accesso sul dispositivo solo ad account specifici.

11- Fai uno screenshot

Puoi acquisire uno screenshot su un Chromebook con la stessa facilità con cui puoi su qualsiasi altro computer. Sia che tu abbia bisogno di salvare un’informazione o semplicemente di aiutare qualcuno mostrando un’immagine di ciò che succede sul tuo display, catturare una schermata risulta estremamente semplice.

Tieni premuto il tasto di controllo e premi il tasto di cambio attività []]] per catturare lo schermo. Riceverai una notifica sul desktop per fare clic e visualizzare lo screenshot, oppure puoi sempre individuare lo “scatto” in un secondo momento, aprendo l’app File.

12-  Visualizza tutte le informazioni sul tuo sistema

Questa opzione può essere considerata un filo nerd, visto che permette di approfondire in maniera quasi maniacale le caratteristiche del sistema in uso.

Nella Omnibox, digita chrome://system per vedere una GUI piena di informazioni di sistema. Troverai tutto ciò che c’è da sapere sulla tua CPU, sulla memoria, l’attuale sessione e altro ancora: è tutto strutturato in modo facile da leggere e scoprirai tutti i “segreti” del tuo Chromebook.

Non possiamo prometterti che capirai tutto ciò che vedi lì dentro, in quanto Google non si è spesa troppo per spiegare accuratamente ogni voce, ma molte di queste informazioni possono essere utili per comprendere le reali potenzialità del Chromebook.

13- Usa Powerwash per ripristinare il Chromebook

Se desideri rimuovere il tuo account Google e le informazioni dal Chromebook e ripristinarlo al suo stato originale, sono sufficienti solo due clic del mouse nelle impostazioni per utilizzare una funzione chiamata Powerwash.

Vai nelle tue impostazioni e cerca Powerwash nella barra di ricerca, oppure vai alle impostazioni avanzate e trovalo in basso. Fai clic sul pulsante, quindi conferma e il Chromebook si resetterà, tornando esattamente come il giorno in cui l’hai estratto dalla confezione.

14- Apri una nuova scheda in modo semplice

Ogni volta che sei nel browser web e vuoi aprire una nuova scheda, c’è un modo semplice per farlo!

Passa il mouse sul collegamento, usa il gesto del tocco con tre dita sul trackpad. Questo è molto più veloce del fare clic con il pulsante destro del mouse (con due dita sul trackpad) e scegliere di aprire il collegamento in una nuova scheda.

15- Impara ad amare il launcher

Chromebook migliori giochi

Chrome OS ha un launcher proprio come un telefono Android: si tratta di una sorta di “cassetto” che si apre ogni volta che tocchi cerca o fai clic sull’icona circolare vicino all’angolo in basso a sinistra dello schermo. Ed è piuttosto utile come funzione.

Un ottimo consiglio è sapere che non appena si apre, puoi iniziare a digitare (proprio come l’interfaccia del tasto Win di Windows 10) cose come “Quanto sono 20 gradi Celsius in Fahrenheit?” oppure “quanto fa 112.564 diviso 11?” e avrai una risposta veloce. Le ricerche possono essere interne al sistema operativo oppure effettuate direttamente sul Web.

16- Apertura rapida delle tue app

Puoi aggiungere qualsiasi app allo shelf del Chromebook facendo clic con il pulsante destro del mouse (due dita sul trackpad) sulla sua icona mentre l’app è aperta e scegliendo l’apposita voce dal menu. Questo lascerà l’icona lì come scorciatoia anche quando chiudi l’app.

Puoi anche aprire rapidamente queste app premendo il tasto Alt e il numero dell’app, secondo la posizione in cui si trova nello shelf. Ad esempio, premendo Alt e 2 si aprirà la seconda app che hai aggiunto allo shelf. Ovviamente, questa scorciatoia funziona per un massimo di nove app.

17- Controlla le tue finestre aperte

Mentre hai una finestra aperta, puoi agganciarla al bordo dello schermo usando la tastiera. Mentre il cursore del mouse è ovunque all’interno della finestra, premi Alt e [ per farlo scattare a sinistra o Alt e ] per farlo scattare a destra.

Puoi ridurre a icona qualsiasi finestra aperta premendo Alt e o ingrandire qualsiasi finestra premendo Alt e =. La ripetizione di uno di questi comandi riporterà la finestra alle dimensioni e alla posizione in cui si trovava prima.

18- Organizza le tue cartelle

Proprio come il launcher di Android, puoi organizzare le app all’interno di cartelle che vengono visualizzate nel launcher, questo è davvero utile per tenere insieme app (o giochi) simili.

Basta trascinare l’icona di un’app sopra un’altra icona e verrà creata la cartella, che puoi quindi nominare facendo clic su di essa e aprendola. Per spostare un’app fuori da una cartella, prendila e trascinala in uno spazio vuoto all’interno della finestra di avvio.

19- Bloccare il tuo Chromebook

Quando devi allontanarti e non vuoi che nessuno possa buttare un occhio sul tuo Chromebook mentre è connesso ai tuoi account, puoi attivare la schermata di blocco premendo Cerca e L. Tutte le tue app e finestre sono ancora aperte, ma per accedere a qualsiasi cosa , dovrai accedere di nuovo al dispositivo.

Se hai bisogno di fare un ulteriore passo avanti, premendo Ctrl Shift e Q due volte si chiuderanno tutte le app e ti disconnetterai completamente dall’account.

20- Prendi il totale controllo delle tue notifiche

Le migliori app per Android per Chromebook

Se le notifiche cominciano a stancarti o se ti disturbano durante il lavoro, esiste una modalità Non disturbare attivabile sul tuo Chromebook.

Per attivarla, apri il pannello delle notifiche e fai clic sull’icona che sembra un cerchio barrato. Per disattivarlo, fai nuovamente clic sulla stessa icona. Per un controllo preciso su quali app possono inviarti una notifica, fai clic sulla parola Notifiche nel pannello delle notifiche. Vedrai un elenco di app che possono inviare una notifica. Deseleziona quelli che non ritieni necessarie per avere un ambiente di lavoro con meno disturbi.

21- Proteggi i tuoi occhi

Chrome ha una modalità Luce notturna integrata, ideale quando utilizzi il Chromebook al buio e anche l’impostazione di luminosità più bassa è eccessiva. Funziona in maniera pressoché identica rispetto a quanto avviene con gli smartphone, con il sistema operativo che agisce modificando la temperatura del colore del display (rende i bianchi più arancioni e meno affaticanti).

Per attivarlo, trova il pulsante Luce notturna nel pannello Impostazioni rapide. Puoi personalizzarlo un po’ e configurarlo per l’accensione o lo spegnimento automatico in base all’ora del giorno nella sezione Display del menu Impostazioni del Chromebook.

22- Oscura anche la tua tastiera!

Se il tuo Chromebook ha una tastiera retroilluminata, puoi regolare la luminosità emessa dalla stessa.

Basta premere il pulsante Alt e utilizzare i pulsanti di aumento della luminosità e diminuzione della luminosità nella riga superiore, personalizzando a tuo piacimento il livello di luce.


Fonte androidcentral.com

Potrebbero interessarti
Guide

11 meravigliose impostazioni di Waze che tutti dovrebbero usare

Guide

L'audio bluetooth lossless è (quasi) realtà: ecco cos'è

Guide

Come disattivare gli annunci pop-up su Steam

Guide

8 considerazioni da fare prima di acquistare dispositivi ricondizionati