AndroidRecensioniSmartphone

Recensione Redmi Note 8 Pro: il re della fascia media

xiaomi redmi note 8 pro - recensione

Nel corso del 2019 sono arrivati, anche in Europa, un numero decisamente esagerato di smartphone Xiaomi molto simili fra loro. Il risultato è stato quello di creare confusione fra gli utenti, ed anche fra noi addetti ai lavori. Si sono susseguiti un gran quantitativo di smartphone, alcuni onestamente inutili, fra questi non rientra certamente il nuovo Redmi Note 8 Pro: uno smartphone ottimo sotto tutti i punti di vista e pieno di senso. Redmi Note 8 Pro è il degno successore di Redmi Note 7, uno degli smartphone più venduti del 2019, ed è in vendita su Honorbuy a 239 euro (SCONTO 5 EURO: OUTOFBIT5) ed è uno dei migliori smartphone di fascia media del 2019!

Confezione e contenuto

xiaomi redmi note 8 pro - contenuto confezione

Per i nostri test abbiamo utilizzato la versione cinese, ma il contenuto della confezione è perfettamente paragonabile a quello della versione europea. Nella scatola trovano posto: telefono, cover morbida in silicone, caricabatterie USB veloce, cavo USB-C ed gli immancabili manuali.

Design, costruzione ed ergonomia

xiaomi redmi note 8 pro - retro completo

Lo stile di Redmi Note 8 Pro non è sicuramente un elemento di distinzione ma il device si presenta con un design classico e senza particolari punti di differenziazione. Redmi Note 8 Pro è però un bel telefono, costruito ottimamente e realizzato con vetro (Gorilla Glass 5) e plastica. La plastica scelta da Xiaomi è davvero buona e a prima vista è facilmente confondibile con l’alluminio. Il retro è realizzato in vetro, materiale che dona eleganza e stile al dispositivo, buono anche il trattamento oleofobico che impedisce alla cover di catturare troppe impronte e ditate.

Nella cover posteriore è posizionata centralmente la fotocamera quadrupla a semaforo che regala simmetria al device. Il blocco fotografico sporge e fa oscillare il device quando è appoggiato su una superficie piana, problema aggirabile con la cover in confezione. Lo scalino creato dalle fotocamera però ha anche un lato positivo, facilita il raggiungimento del sensore per le impronte digitali che risulta più facile da individuare a tatto.

Nella parte inferiore dello smartphone trova poto una USB Type C, un jack audio da 3,5 mm (fa sempre piacere trovarlo) ed uno speaker di sistema con buon volume e discreta qualità. Sul lato destro sono posizionati il bilanciere del volume ed il tasto di accensione. Sull’altro lato trova posto il carrellino per le due SIM o per la combinata microSD e Nano Sim. Nella parte alta sono posizionati il microfono con soppressione dei rumori ed il sensore ad infrarossi tanto caro a Xiaomi.

Per quanto riguarda l’ergonomia Redmi Note 8 Pro non brilla a causa delle dimensioni non propriamente compatte (76,4 x 161,3 x 8,8 mm) ma nella norma visto che parliamo di uno smartphone con display da 6,5 pollici, e dei 199 grammi di peso. Il device non scivola e si tiene saldamente in mano, anche con un buon feeling al tatto, ma le dimensioni generose non consentono di usarlo agilmente con una sola mano.

Hardware

xiaomi redmi note 8 pro - jack usbc e speaker

L’hardware di Redmi Note 8 Pro segna un passo avanti rispetto ai modelli precedenti, non tanto per potenza ma per la completezza delle componenti a disposizione. Xiaomi e Redmi per il processore hanno puntato su Mediatek Helio G90T Octa Core, al quale sono affiancati 6 GB di RAM e 64 o 128 GB di memoria interna espandibile. La memoria è basata sulla tecnologia UFS 2.1, non la migliore sul mercato ma la più veloce utilizzata sui dispositivi di fascia media. Queste specifiche tecniche garantiscono buone performance a tutto il software che risulta sempre pronto e scattante, anche sotto stress ed in condizioni di multitasking.

La connettività è completa, troviamo a bordo: LTE fino a 600 Mbps, Wi-Fi AC dual band, Bluetooth 5.0, chip NFC, radio FM, jack da 3,5 mm e porta ad infrarossi. Questo comparto è davvero completo e ci permette di utilizzare lo smartphone per i più disparati compiti, come telecomando fino ai pagamenti contactless.

Sul retro trova posto un ottimo sensore per le impronte digitali che risulta facile da trovare, ben posizionato, veloce e preciso. Il comparto audio è nella media con un singolo speaker mono posizionato nella parte bassa del device che riproduce suoni e musica con una buona qualità. Unico punto poco convincente è il motorino di vibrazione che riproduce una vibrazione secca e leggermente fastidiosa, in questo si sarebbe potuto fare meglio.

Display

xiaomi redmi note 8 pro - schermo

Redmi Note 8 Pro monta un display HDR di grandi dimensioni con una diagonale da 6,53 pollici con risoluzione FullHD+ in formato 19:9. Lo schermo è basato su di un pannello IPS di qualità media in grado di soddisfare pienamente le richieste della fascia media del mercato. Il pannello non vanta i neri degli Amoled ma ha un ottimo livello di contrasto, più di 7000:1, ed una buona luminosità massima in grado di superare i 500cd/mq. Le cornici dello schermo non sono sottilissime ma non esagerate. Il notch a goccia è di piccole dimensioni ed occupa poco spazio utile. Lo schermo, grazie alle sue grandi dimensioni ed alla buona luminosità, riesce a regalare un’ottima esperienza visiva con una qualità generale più che sufficiente.

La leggibilità sotto la luce diretta del sole è buona. Lo schermo supporta il risveglio con doppio tocco o al sollevamento ma non è compatibile con l’always-on display. Lo schermo di Redmi Note 8 Pro è HDR e ci permette quindi di vedere in alta definizione i contenuti in streaming, anche su YouTube e Netflix.

Fotocamera

xiaomi redmi note 8 pro - blocco fotocamere

Redmi Note 8 Pro monta ben 4 fotocamere a semaforo centrate nella parte posteriore della scocca. L’ottica principale monta un sensore da 64 megapixel Samsung Isocell GW1 in grado di scattare ottime foto da 12 megapixel grazie alla tecnologia pixel binning che migliora la resa, i colori e nel complesso la qualità e la definizione delle foto. È possibile anche scattare foto a 64 megapixel ma si vanno a perdere i miglioramenti dovuti all’HDR automatico ed all’intelligenza artificiale. La fotocamera principale permette di scattare foto molto buone con buona luce, con risultati paragonabili a quelli di smartphone di fasce superiori. Al calare della luce scende leggermente la qualità ma le foto rimangono più che sufficienti grazie all’utilizzo della modalità notturna.

Le foto scattate a 64 megapixel hanno senso di esistere se si ha intenzione di zoomare intensamente sui dettagli dello scatto. Con questa risoluzione si riescono a raccogliere ed immortale molti più dettagli e si riesce ad ingrandire l’immagine senza perdere precisione.

La seconda ottica è una grandangolare equivalente 13 mm da 8 megapixel in grado di scattare buone foto con grandangolo in condizioni di buona luce, di notte i risultati sono quasi insufficienti. La terza e quarta ottica sono rispettivamente due fotocamere da 2 megapixel: la prima utilizzata per l’effetto sfocatura, la seconda per le macro. La loro utilità nell’utilizzo quotidiano è dubbia e sono più un esercizio tecnico ed un modo per migliorare le specifiche tecniche che un’aggiunta utile allo smartphone. La lente macro permette di scattare e mettere a fuoco foto a distanza ravvicinata, inferiore ai 2 centimetri, ottenendo scatti interessanti ma poco utili alla grandissima parte degli utenti.

I video vengono girati con risoluzione massima 4K a 30 fps con una discreta stabilizzazione elettronica che sostituisce quella ottica. I risultati sono discreti e i video migliori si ottengono registrando in FullHD a 60 fps, in questo modo si ottengono video di qualità superiore e con maggior fluidità.

La fotocamera frontale monta un sensore da 20 megapixel con apertura focale ƒ/2.0 e permette di realizzare selfie molto buoni con buona luce e comunque sempre sufficienti anche se scattati in condizioni difficili.

Il software fotografico di MIUI funziona bene ed è ricco di funzioni, molte dedicate ai social, e modalità di scatto. Fra queste ultime è interessante citare Breve Video che consente di combinare scatti differenti e creare una animazione in pochi secondi.

Software

Redmi Note 8 Pro è arrivato sul mercato con MIUI 10 ma è possibile aggiornarlo fin da subito alla nuova versione di MIUI 11, basata ancora su Android 9 Pie. MIUI 11 introduce alcune piccole migliorie e degli abbellimenti grafici ma la sostanza resta la stessa. Il sistema personalizzato da Xiaomi rimane fluido, veloce, scattante, molto bello da vedere grazie allo stile minimal e comodo da utilizzare grazie alle tante funzionalità e alle pratiche gesture.

MIUI 11 mi ha convinto durante queste settimane di utilizzo, manca ancora il drawer delle applicazioni (ma dovrebbe arrivare a breve), ma ci sono tutte le funzioni indispensabili, qualche utile aggiunta. Non mancano la modalità scura, il dual space, lo split screen e la modalità ad una mano.

Batteria ed autonomia

Redmi Note 8 Pro monta una batteria da 4.500 mAh, dimensione maggiorata rispetto alla media della categoria, che consente di ottenere ottimi risultati in termini di autonomia. Grazie ai bassi consumi e all’ottimizzazione software si riescono a raggiungere le 7 ore di schermo acceso e con uso intenso si arriva a sera con un 25% di autonomia residua. Con un uso più blando si possono arrivare a coprire quasi due giornate intere.

Manca la ricarica wireless ma in confezione troviamo un caricabatterie USB-C veloce compatibile con QuickCharge 4.0 a 18W che permette di effettuare una ricarica completa in meno di 2 ore.

Prezzo

Il prezzo ufficiale di Redmi Note 8 Pro è di 259 euro per il taglio da 64 GB. È possibile acquistarlo su Honorbuy a 239 euro a cui è possibile aggiungere 5 euro di sconto con il coupon OUTOFBIT5. Il rapporto qualità prezzo è davvero buono e per circa 250 euro ci si porta a casa uno smartphone completo con una fotocamera paragonabile a quella di un top di gamma.

Conclusioni e giudizio finale

xiaomi redmi note 8 pro - recensione

Redmi Note 8 Pro è il nuovo padrone della fascia media, un device bello e completo (prestazioni, memoria, microSD, NFC, jack audio e molto altro) con un ottimo display ed una batteria superiore alla media a cui si aggiunge una fotocamera quasi paragonabile a quella dei top di gamma. Per noi di OutOfBit è il nuovo re della fascia media ed il degno successore di Redmi Note 7.

Immagini e foto di Redmi Note 8 Pro

Giudizio finale
Confezione
7.5 / 10
Design e costruzione
8.5 / 10
Hardware
9 / 10
Display
7.5 / 10
Fotocamera
8.5 / 10
Software
9 / 10
Batteria
8.5 / 10
Prezzo
8 / 10
La nostra opinione

Redmi Note 8 Pro è il nuovo padrone della fascia media, un device bello e completo (prestazioni, memoria, microSD, NFC, jack audio e molto altro) con un ottimo display ed una batteria superiore alla media a cui si aggiunge una fotocamera quasi paragonabile a quella dei top di gamma. Per noi di OutOfBit è il nuovo re della fascia media ed il degno successore di Redmi Note 7.

8.3 ★★★★☆

CANALE TELEGRAM_OUTOFBIT

Bio autore

Il fondatore di OutOfBit. Recensore e presunto blogger poco tecnico ma tenace. Perito informatico, Dottore in Economia e Commercio.
Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

Huawei Nova 6 e Nova 6 5G, ufficiali i due nuovi smartphone: dettagli e prezzi

AndroidNewsSmartphone

Nokia 9 PureView riceve l'aggiornamento ad Android 10 (con le patch di novembre)

AndroidNewsSmartphone

Nokia 2.3 è ufficiale: doppia cam sul retro, Helio A22 e batteria da 4000 mAh

AndroidNewsSmartphone

Oppo Reno 3 Pro imminente (con Snapdragon 765G). Nel 2020 un top di gamma con Snapdragon 865