Consigli per gli acquisti

5 migliori schede SD per smartphone e fotocamere quale acquistare?

Le migliori schede SD

Quali sono le migliori schede SD? Questo tipo di supporto è ormai estremamente diffuso nei più disparati campi. Tale tipo di tecnologia infatti, garantisce di poter spostare dati ad altissima velocità e, allo stesso tempo, occupa uno spazio estremamente ridotto. Dunque, la sua introduzione nella telefonia o in prodotti come videocamere, ha costituito una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda l’archiviazione dei file.

Anche se si tratta di dispositivi dalle dimensioni ridotte però, questi prodotti non sono tutti uguali. Sul mercato infatti, vi sono innumerevoli marchi che propongono (con più o meno successo) prodotti di questo tipo. In questa guida presenteremo 5 tra le migliori schede SD sul mercato, analizzando poi le principali caratteristiche di tali supporti e in base a quali parametri sceglierne una.

Le migliori schede SD

Le 5 migliori memorie microSD suddivise per fascia di prezzo

Acquistare schede microSD a caso può essere una pessima scelta. Si tratta infatti di una tecnologia particolarmente delicata e, trattandosi dell’ambito archiviazione dati, acquistare un prodotto non adatto potrebbe comportare anche la perdita dei propri dati.

Schede SD o Hard disk esterno?

La scelta tra memoria SD e hard disk esterno non è così scontata come si può pensare. Se è vero che, in alcuni campi, la scelta è praticamente obbligata (come nell’ambito della fotografia) se la necessità è quella di gestire spazio di archiviazione su PC o dispositivi simili, l’opzione del tradizionale hard disk non è da escludere a priori. Se questo tipo di supporto può risultare più lento infatti, va anche detto che il rapporto prezzo-spazio non ha paragoni. Per chi ha necessità di archiviare grandi quantità di file che, presumibilmente, non verranno quasi mai aperti o spostati, optare per un HDD classico appare una scelta tutt’altro che assurda.

UHS-I U3 – SanDisk Extreme Pro

Le migliori schede SD

Questa memoria di tipo UHS-I U3 risulta una delle migliori sotto il punto di vista del rapporto prezzo qualità. Disponibile nei formati da 64 GB e 128 GB, la lettura dei dati su questo supporto può raggiungere i 100 MB al secondo, mentre la scrittura si assesta attorno ai 90 MB. Il tutto si traduce con operazioni estremamente rapide sia in fase di lettura che di scrittura.

UHS-I U3 si conferma come una scheda ideale per chi utilizza dispositivi fotografici. Ciò in virtù delle sue caratteristiche, la scheda è perfetta se usata per salvataggio di scatti a raffica in alta definizione, o per filmati in 4K. Sempre in linea con l’utilizzo legato a videocamere, fotocamere e smartphone, va segnalata la grande resistenza del prodotto che, nonostante urti, acqua e temperature estreme può continuare a svolgere il suo lavoro senza particolari problemi. 

Canvas Select Kingston

Canvas Select di Kingston

 

Una soluzione low cost, ma comunque di qualità è senza ombra di dubbio Canvas Select Kingston. Disponibile in formati che spaziano da 16 GB ai 256 GB (di fatto praticamente quasi quanto un comune hard disk per PC).

Punto di forza di tale supporto è l’affidabilità, grazie alla resistenza a pressoché qualunque tipo di situazione climatica. Di fatto, con Canvas Select Kingston è possibile immergersi sott’acqua (1 metro di profondità per 30 minuti) e la stessa si mantiene funzionante con temperature che variano dai -15 agli 85 gradi. Per quanto riguarda la velocità, i produttori garantiscono fino a 80 MB al secondo in fase di lettura.

UHS-II – Lexar Professional 2000x

Le migliori schede SD

Quando si parla di microSD Lexar Professional 2000x, ci si riferisce a una delle migliori schede SD in assoluto per quanto riguarda le prestazioni. Disponibile in formato da 32 GB, 64 GB e 128 GB, il punto di forza di questo prodotto è senza ombra di dubbio la velocità. In fase di scrittura infatti, essa arriva a ben 200 MB al secondo, mentre in lettura raggiunge un tetto massimo di 300 MB. Cifre difficilmente raggiungibili da altri supporti simili.

MicroSD Lexar Professional 2000x permette di catturare immagini di alta qualità e girare video di lunga durata in full-HD 1080p, 3D e 4K di altissimo livello con fotocamera DSLR, camcorder HD o fotocamera 3D. Nonostante questo concentrato di innovazione, la memoria resta retrocompatibile con dispositivi UHS-I.

Samsung MB-MP32D/EU Scheda Micro SD HC EVO, UHS-1

Le migliori schede SD

Se la velocità non è una priorità così sentita, è possibile optare per memorie leggermente più lente in fase di lettura e scrittura. Con Samsung MB-MP32D/EU Scheda Micro SD HC EVO infatti, la velocità massima di lettura è appena 24 MB al secondo. Nonostante ciò, altre caratteristiche come la resistenza all’acqua e ai raggi X permette comunque di avere a che fare con un prodotto piuttosto valido.

Disponibile nei tagli da 4 GB, 16 GB e 32 GB, si tratta di un supporto che, seppur non particolarmente avanzato, può essere utile per l’archiviazione dei dati (soprattutto se si tratta di documenti e dunque di file poco voluminosi).

UHS-I – Samsung EVO+

Le migliori schede SD

UHS-I – Samsung EVO+ è un’altra microSD sfornata dal colosso coreano. Con questa è possibile leggere e scrivere dati a una velocità di 48 MB al secondo. Non si tratta di una velocità folle, ma comunque sufficiente a chiunque non abbia particolari necessità.

Tale memoria risulta ideale per chi possiede un telefono o una fotocamera compatta e cerca un supporto in grado di garantire il trasferimento dati rapido, senza spendere cifre elevate. Questa scheda SD è resistente ai campi magnetici e raggi X. Nella confezione di vendita incluso è presente un adattatore SD per l’inserimento nei computer e altri dispositivi simili con slot SD.

Le principali caratteristiche delle schede SD

Le migliori schede SD sul mercato sono tantissime e, quanto appena illustrato, è semplicemente un piccolo assaggio per chi ha fretta. In questa fase della guida invece, ci occuperemo delle caratteristiche generali per poter scegliere il prodotto più adatto alle proprie esigenze.

Le classificazioni in base alla velocità

Come abbiamo visto in precedenza infatti, questo genere di dispositivo è solitamente accompagnato da una serie di sigle e codici che, per chi conosce il settore, sono estremamente importanti. La classificazione in uso da più anni è quella che riguarda la velocità di trasferimento dati in base alla classe (detta Class). Si tratta di standard assegnati direttamente dalla SD Association e offre dei valori facilmente comprensibili. Una Class 2, per esempio, garantisce 2 MB al secondo di trasferimenti dati. Una Class 10 invece, arriva a 10 MB di trasferimento.

Questa classificazione però, non è l’unica a cui sono soggetti questi supporti.  La velocità delle schede SD infatti è stata misurata anche con unità di misura più adatte a videomaker e simili. Con il passare degli anni e, oltre alla precedente scala, si è andati a definirne una nuova, ovvero quella UHS. Essa si suddivide in U1 (10 MB al secondo) e U3 (30 MB al secondo). L’evoluzione tecnologica, a sua volta, a portato alle schede UHS-I e UHS-II con velocità che raggiungono i 104 e i 312 MB al secondo.

Molto più recentemente, è stata realizzata una scala adatta ai video ad alta definizione. Questa, definita Video Speed Class, parte da V6 (6 MB al secondo) in su. Come già accennato in precedenza, a seconda dell’utilizzo fatto del supporto, la velocità di trasferimento dati può essere indispensabile o pressoché inutile. Generalmente comunque, è un parametro che va tenuto abbastanza in conto.

La resistenza ai fattori esterni

Come già accennato, la maggior parte delle migliori schede SD attualmente sul mercato, hanno delle certificazioni in grado di testimoniare la loro resistenza a fattori esterni. Acqua, escursione termica e raggi X infatti, possono smagnetizzare o distruggere totalmente un supporto di questo tipo. In tal senso, va fatta grande attenzione alla presenza di certificati in fase di acquisto, soprattutto se si intende utilizzare la scheda sulla propria macchina fotografica o videocamera, dunque oggetti potenzialmente sottoposti agli agenti atmosferici.

Come scegliere SD e micro SD in base ai diversi utilizzi

Ora che abbiamo chiarito come inquadrare a grandi linee le prestazioni di una scheda SD o micro SD, bisogna fare qualche ragionamento per capire quale scegliere in base alle specifiche esigenze. Per poter gestire senza problemi una fotocamera con riprese in 4K per esempio, è necessario scegliere un supporto particolarmente performante sotto il punto di vista della velocità trasferimento dati. Stesso discorso per chi desidera archiviare i propri giochi su smartphone utilizzando questo tipo di scheda.

Se per esempio la utilizzate per semplice archiviazione, potete puntare ad una scheda non troppo perforante (ormai una Classe 10 costa molto poco), mentre se la vostra video/fotocamera gira in 4K o avete intenzione di usare la micro SD su uno smartphone Android, anche per app e giochi, vi conviene puntare in alto. Va comunque considerato che la dicitura “fino a” non garantisce di base quella velocità dunque, prima di procedere con l’acquisto di un preciso modello, è bene informarsi in rete sulle reali performance che garantisce. Ciò è fattibile consultando forum o recensioni del prodotto in questione.

Non hai trovato il regalo giusto per Natale? Consulta la nostra super guida al regalo di Natale tech perfetto!
Bio autore

L'account della Redazione e degli Editori di OutOfBit.
Potrebbero interessarti
AccessoriAccessoriAndroidAppleConsigli per gli acquisti

Smartwatch ed Accessori smartphone: i migliori da regalare per Natale 2019

Consigli per gli acquisti

Migliori console, giochi e accessori da regalare a Natale

Consigli per gli acquisti

Migliori libri e fumetti da regalare a Natale 2019

Consigli per gli acquisti

5 Migliori smartphone compatti sotto i 5 pollici