AccessoriAccessoriAndroidAppleRecensioniRecensioni

Recensione Amazfit Bip U Pro: il migliore smartwatch economico

amazift bip u pro recensione


Nel corso del 2018 il primo modello di Amazfit Bip mi aveva entusiasmato e conquistato, tanto da tenerlo al polso per più di 6 mesi, è praticamente un record. Il primo Amazfit Bip si distingueva dalla massa degli smartwatch economici per un buon hardware, un software abbastanza completo, uno schermo con always on ed una batteria infinita capace di durare fino ad un mese.

Nel corso degli ultimi due anni Amazfit ha lanciato molte varianti del Bip fra cui Lite, S, Bip U e successivamente Bip U Pro. Questi modelli riprendono l’idea di fondo del capostipite introducendo hardware più completi ma andando a snaturare l’idea iniziale e togliendo di mezzo due dei punti che avevo amato del primo modello: lo schermo sempre attivo e la batteria infinita.

Nel corso dell’ultimo mese ho portato al posto Amazfit Bip U Pro ed ho quindi avuto la possibilità di testarlo a fondo e capire al meglio tutte le sue peculiarità. Ve ne svelo tutti i segreti nella recensione completa che comprende molti paragoni con l’originale.

1 Mese con Amazfit Bip U Pro

Confezione ed accessori

Recensione Amazfit Bip U Pro - confezione e cavo di ricarica

Niente di eccezionale per quanto riguarda la dotazione di accessori. All’interno della scatola, che si presenta in pieno stile Amazfit, troviamo l’orologio, un piccolo manuale di istruzioni ed il cavo USB con presa proprietaria per la ricarica dello smartwatch. Nessuna sorpresa quindi.

Design e costruzione

Recensione Amazfit Bip U Pro cassa

Sotto il punto di vista del design non abbiamo particolari innovazioni rispetto al Bip originale. Amazfit Bip U Pro si presenta con linee semplici e squadrate ed angoli arrotondati con un design complessivamente pulito e piacevole ed in grado di adattarsi senza problemi a tutte le tipologie di abbigliamento.

La scocca è realizzata interamente in plastica e si caratterizza per i classici sensori nella parte interna e per un singolo pulsante posto sul lato destro. Il tasto fisico funziona bene e ci consente di accendere lo schermo e di gestire i menu. Sulla parte superiore troviamo lo schermo, di cui parliamo nel paragrafo dedicato, ed il logo del produttore. Amazfit Bip U Pro è certificato IP68 ed è quindi resistente ad acqua e polvere e potete utilizzarlo per fare la doccia, in piscina ed al mare per immersioni fino a 50 metri.

Nel complesso l’ergonomia è eccellente grazie alle dimensioni compatte, 40,9 x 35,5 x 11,4 mm, ed al peso di soli 31 grammi (cinturino compreso) che rendono lo smartwatch così comodo da indossare che ci si dimentica di averlo al polso. L’ho portato giorno e notte per più di un mese e devo dire che è molto confortevole da indossare anche durante il sonno.

Rispetto al primo modello migliora anche il cinturino, sempre realizzato in silicone, grazie ad una chiusura più salda che impedisce sganci involontari e sfilamenti del cinturino. Il cinturino è uno standard da 20 mm e quindi potete sostituirlo e personalizzarlo senza problemi grazie ai tanti modelli disponibili.

Hardware e sensori

Recensione Amazfit Bip U Pro hardware e sensori

Il comparto hardware è stato completamente rinnovato ed ora dispone di una serie di sensori completa che permette di tenere traccia di tutte le attività quotidiane, quindi passi, distanze e e calorie, battito cardiaco ed ossigenazione del sangue. La misurazione del battito, attivabile 24 ore su 24, risulta precisa e puntuale, come in tutti i device Amazfit, ed i risultati di Bip U Pro sono sempre risultati in linea con quelli misurati dal mio Apple Watch 6 e non hanno mai mostrato errori o salti ingiustificati nei grafici. Buona anche la misurazione dell’ossigenazione del sangue che mostra dati corretti e validi, va però avviata a mano e non misura costantemente i valori nel corso della giornata.

I sensori riescono a misurare in maniera precisa ed efficace tutti i nostri dati quotidiani e sono in grado di darci un riscontro sul nostro livello di attività fisica grazie all’utile indice PAI e ci forniscono indicazioni sulla qualità del nostro sonno con report completi. Oltre ai classici dati è possibile anche tracciare il ciclo mestruale, misurare lo stress e sfruttare una piccola funzione per la respirazione.

Rispetto ai modelli precedenti troviamo due grandi aggiunte: GPS+Glonass e microfono. Il microfono viene utilizzato per interagire con l’assistente vocale Alexa, ma la mancanza di uno speaker non lo rende particolarmente utile. Il GPS integrato invece segna un bel passo in avanti a livello di tracking dello sport e permette una registrazione impeccabile delle attività fisiche svolte all’aperto con un buon livello di precisione.

La connessione avviene tramite Bluetooth 5.0 e risulta stabile, precisa e veloce e ci consente una ricezione delle notifiche impeccabile.

Display

Recensione Amazfit Bip U Pro display

Lo schermo è l’unico componente ad essere stato completamente stravolto. Il primo Amazfit Bip montava un piccolo display riflettivo che riusciva ad avere una leggibilità eccezionale ed offriva la possibilità di avere lo schermo sempre attivo, al tempo mi era piaciuto moltissimo ed era uno degli elementi caratterizzanti del device. Amazfit Bip U Pro, invece, monta un display più moderno e convincente, ma che perde l’always on in favore di colori più brillanti.

Lo schermo è un pannello IPS LCD da 1,43 pollici con una risoluzione di 302 x 320 pixel e offre colori brillanti e ben tarati ed una valida luminosità massima. Manca un sensore per la regolazione automatica della luminosità, ma devo dire che in questi mesi primaverili anche la luminosità minima (impostata manualmente) è risulta più che sufficiente per un utilizzo anche sotto la luce diretta del sole. Questa buona luminosità minima fa pesare meno l’assenza del sensore e rende la leggibilità buona in ogni occasione.

L’attivazione dello schermo, vista la mancanza dell’always-on, è legata alla rotazione del polso ed alla pressione del pulsante fisico. Non è possibile infatti attivare lo schermo semplicemente andandolo a toccare.

Le possibilità di personalizzazione sono davvero buone, ci viene data la possibilità di scegliere il quadrante fra i 50 disponibili nell’applicazione, alcuni dei quali ulteriormente modificabili, avendo quindi la chance di trovare quello perfetto per ogni gusto e potendo cambiarlo spesso senza troppi pensieri.

Software ed app

Nel corso degli anni il software proprietario degli smartwatch Amazfit è migliorato notevolmente e oggi non ha nulla da invidiare a quello di brand più blasonati. Amazfit Bip U Pro monta lo stesso sistema operativo dei modelli di fascia superiore del produttore ed ha quindi funzionalità paragonabili ad Amazfit GTR 2e ed Amazfit GTS 2e che sono venduti a circa 50 euro in più.

Dal polso possiamo infatti gestire una grandissima serie di funzionalità che ci permettono di utilizzare al meglio lo smartwatch. Con poche gesture infatti possiamo arrivare a tutte le schermate. Scorrendo verso l’alto si arriva al pannello di controllo, da dove gestire impostazioni, modalità non disturbare programmabile, sveglie e luminosità. Con gli swipe laterali si scorre fra i dati giornalieri e le varie misurazioni e da qui si può richiamare l’assistente vocale Alexa e gestire le tracce musicali in riproduzione sullo smartphone. Con uno swipe verso il basso si accede invece alle notifiche. Con la pressione del pulsante fisico si accede al menu delle applicazioni da dove è possibile gestire tutte le funzioni del device.

L’assistente vocale è basato su Alexa e riesce a rispondere a domande di base e non torna particolarmente utile vista l’assenza di uno speaker.

Sul polso, dopo aver impostato tutto nell’applicazione, è possibile ricevere le notifiche di tutte le applicazioni. Ci vengono quindi fornite notifiche complete di chiamate e messaggi, Whatsapp e Telegram comprese ma niente emoticon, oltre a quelle di tutte le altre applicazioni. Le notifiche arrivano puntualmente e sono correttamente sincronizzate con lo smartphone, è però possibile fruirne solamente in lettura e non c’è nessuna possibilità di rispondere. Le notifiche delle chiamate mostrano il nome del chiamante ed è possibile rifiutare o silenziare la chiamate.

Amazfit Bip U Pro si è dimostrato essere anche un valido fitness tracker. Grazie alla presenza del GPS e del sensore per il battito cardiaco è in grado di tracciare in maniera precisa e completa più di 60 tipologie di sport differenti ed è quindi in grado di aiutarci a tenere traccia di tutti i dettagli dei nostri allenamenti. L’ho utilizzato principalmente per corsa, passeggiate e tapis roulant e i dati sono risultati precisi e corretti ed in linea con quelli raccolti da Apple Watch.

L’app Zepp, disponibile per Android ed iOS, consente di gestire al meglio tutte le personalizzazioni dello smartwatch e ci permette di settare quadranti, misurazioni quotidiane, app per notifiche e altri piccoli dettagli. La vera utilità dell’applicazione è però quella di mostrare dati e grafici in maniera completa che ci consentono di poter analizzare al meglio le nostre attività, il sonno e gli allenamenti. L’app nel corso del tempo è migliorata notevolmente ed è ora matura, completa e ben realizzata.

Batteria ed autonomia

Amazfit Bip U Pro monta una batteria da 230 mAh che consente di avere un’autonomia eccellente e che si attesta fra i 7 ed i 10 giorni. L’ho utilizzato per più di un mese e devo dire che con monitor del battito cardiaco, qualche ora di GPS e varie notifiche attive si riesce a coprire un’intera settimana di utilizzo. Limitando le notifiche e l’utilizzo del GPS si riesce ad arrivare anche ad una decina di giorni. Purtroppo i risultati non sono paragonabili ai 25/30 giorni del primo modello ma l’hardware non è paragonabile e l’autonomia è comunque superiore alla media dei prodotti della stessa fascia di prezzo.

La ricarica si effettua tramite la basetta proprietaria che trovate in confezione ed impiega un paio di ore per arrivare al 100%.

Prezzo

Amazfit Bip U Pro viene venduto a 69,99 € ed è un prezzo davvero interessante. Il rapporto qualità-prezzo è eccellente e di fatto per circa 70 euro abbiamo la possibilità di acquistare uno smartwatch completo di tutto.

A chi lo consiglio – Conclusioni

amazift bip u pro recensione

Amazfit Bip U Pro snatura il prodotto originale ma si dimostra essere un device economico ma completo grazie ad una buona costruzione, un valido display, un software completo ed una dotazione di sensori molto valida.

Amazfit Bip U Pro è il migliore smartwatch economico che si può acquistare in questa prima metà del 2021 e lo consiglio di cuore a tutte le persone che stanno cercando uno smartwatch economico completo ed in grado di accompagnarli nel corso delle giornate e nello sport.

Immagini di Amazfit Bip U Pro

Giudizio finale
Confezione
7 / 10
Design e costruzione
8.5 / 10
Hardware e sensori
8.5 / 10
Display
8.5 / 10
Software e app
8 / 10
Batteria ed autonomia
8.5 / 10
Prezzo
9.5 / 10
La nostra opinione

Amazfit Bip U Pro snatura il prodotto originale ma si dimostra essere un device economico ma completo grazie ad una buona costruzione, un valido display, un software completo ed una dotazione di sensori molto valida.

Amazfit Bip U Pro è il migliore smartwatch economico che si può acquistare in questa prima metà del 2021 e lo consiglio di cuore a tutte le persone che stanno cercando uno smartwatch economico completo ed in grado di accompagnarli nel corso delle giornate e nello sport.

8.4 ★★★★☆
Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

Le fotocamere del Galaxy S22 Ultra si ispireranno al design di LG

AppleiPhoneNews

L'iPhone SE 2022 con A15 Bionic, 5G e Face ID? Sembra un sogno, ma...

AndroidNewsSmartphone

Huawei lancia il Nova 9 in Europa (senza servizi Google): dettagli e prezzo

AndroidNewsSmartphone

Il Galaxy Unpacked Part 2 è sulla personalizzazione: le novità di Samsung