AppleConsigli per gli acquistiMacWindows

Le migliori alternative a Photoshop economiche o gratuite

migliori alternative economiche a photoshop

Quali sono le migliori alternative a Photoshop? Il software proposto da Adobe è senza ombra di dubbio il programma di editing fotografico per eccellenza.

Le tante funzioni, la potenza di elaborazione e le innumerevoli guide e tutorial e rendono Photoshop il re incontrastato del settore. A rafforzare questa posizione poi, vi è anche il fatto che tale programma è da qualche tempo disponibile anche per iPhone ed iPad. Perché dunque affannarsi a cercare un’alternativa? Il difetto principale di questa soluzione è senza ombra di dubbio il prezzo!

Ovviamente, per chi lavora come professionista nel settore della fotografia questo non è un problema. Per chi invece si avvicina al settore o, più semplicemente, ha il piacere di modificare le foto delle proprie vacanze, il fattore costo può essere determinante.

Per fortuna, che si tratti di soluzioni economiche o gratuite, le alternative a Photoshop non mancano di sicuro. Si tratta di software o di piattaforme direttamente fruibili dal browser in grado di non far rimpiangere il software Adobe.

migliori alternative economiche a photoshop

Le principali alternative a Photoshop economiche e funzionali

Chiunque pensi di cercare un’alternativa a Photoshop e di ritrovarsi tra le mani un semplice surrogato è decisamente sulla strada sbagliata. Negli ultimi anni, infatti, gli sviluppatori hanno investito tempo ed energie per realizzare soluzioni in grado di competere con tale software.

Oltre al prezzo infatti, Photoshop non brilla di certo a livello prestazionale. Computer particolarmente lenti o datati potrebbero avere grandi difficoltà a fare girare tale applicazione. Pertanto anche in questo caso ricorrere alle alternative può essere un’ottima scelta!

GIMP

GIMP viene considerato in assoluto come una delle migliori alternative a Photoshop. Questo software possiede la maggior parte degli strumenti di editing contenuti dal noto software della Adobe, ma non vi chiederà mai un Euro in cambio. Il programma è infatti totalmente gratuito, pur risultando una soluzione estremamente potente a livello di editing di immagini, anche se non è del tutto privo di difetti.

Nello specifico, questo software non è esattamente facilissimo da utilizzare, soprattutto per i neofiti del settore, complice un interfaccia non molto chiara. Ovviamente questo non è un ostacolo insormontabile: con un po’ di pazienza e qualche tutorial, questo può facilmente sostituire Photoshop in qualunque occasione. GIMP è scaricabile gratuitamente dal sito ufficiale.

Paint.net

Paint.net

Anche se non è neanche lontanamente paragonabile con le altre alternative a Photoshop, Paint.net merita senza ombra di dubbio di entrare in questa lista.

Ad essere sinceri, vista l’essenzialità del software in questione, si tratta più di una alternativa a Paint di Windows che al potente programma di Adobe. Per chi non ha particolari necessità, ma ha bisogno semplicemente di uno strumento facile da gestire per ridimensionare, tagliare, incollare e ottimizzare immagini, questa soluzione è forse la migliore sul mercato. Gratuito, poco dispendioso in termini di risorse, Paint.net si conferma una soluzione ideale per chi lavora in rete e ha bisogno di un software discreto, capace di svolgere i lavori più semplici nell’ambito del fotoritocco.

Pixlr x

Pixlr

Pixlr x è la versione più recente di Pixlr, software piuttosto apprezzato dall’utenza. Questo rappresenta una novità rispetto ai precedenti programmi illustrati, in quanto si tratta di una piattaforma fruibile direttamente attraverso il browser (anche se non è l’unica soluzione di questo tipo di cui parleremo).

Basato su HTML5, questo programma funzionerà bene su qualsiasi browser moderno e a prescindere dal sistema operativo usato. Nonostante non si tratti di un software a se stante, Pixlr x è in grado di offrire inaspettatamente un’interfaccia elegante e moderna, completa di combinazioni di colori scuri e chiari, il tutto disponibile in lingua italiana. Ovviamente non è paragonabile a livello di potenza con Photoshop, ma risulta comunque un “surrogato” di tutto rispetto.

Nonostante questa piattaforma sia accessibile liberamente a titolo gratuito, per fruire delle funzioni avanzate è necessario mettere mano al portafogli. In tal senso esistono due formule con diverse features, ovvero la Premium e la Professional, rispettivamente da 3,99 e 14,99 dollari al mese.

Sumopaint

sumopaint

Un’alternativa a Photoshop gratuita ma al contempo piuttosto interessante è Sumopaint.

La possibilità di lavorare su più strati, i numerosi strumenti di modifica e i tanti tipi di pennelli, rendono questo strumento un’opzione da prendere in considerazione. Anche in questo caso parliamo di una piattaforma fruibile online, direttamente attraverso il proprio browser. Niente installazioni o simili dunque, ma un sistema basato interamente sulla tecnologia cloud.

I formati trattabili sono GIF, JPEG e PNG, ma anche l’estensione SUMO, nativa del programma che stiamo analizzando. Pur non risultando paragonabile al top del settore, Sumopaint risulta una soluzione ideale per piccole e rapide modifiche da effettuare alla proprie foto/immagini.

Photopea

Photopea

Photopea è un altro strumento totalmente disponibile a titolo gratuito, in grado di funzionare su browser (dunque senza installazioni di sorta).

Nonostante questa sua natura “light” si propone con potenzialità estremamente elevate, potendo lavorare con file PSD e offrendo una serie di strumenti difficilmente individuabili in altre piattaforme sul web. L’interfaccia molto simile a quella proposta da Photoshop poi ed è in grado di offrire un ambiente di lavoro user friendly.

Photopea si dimostra uno degli strumenti più duttili di questa lunga lista, lavorando agevolmente con formati come XD, Sketch, RAW, JPG, PNG, GIF, XCF e persino su file PDF.

Canva

Logo Canva

Simile a Photopea, Canva è uno strumento gratuito e fruibile completamente via browser. È un’app ricca di migliaia di meravigliosi elementi di design, tra cui un ampio archivio di immagini, layout e caratteri.

Molti di questi elementi sono gratuiti. Per alcuni elementi (non indispensabili per fruire pienamente di Canva) è richiesta una tariffa minima da pagare, comunque molto meno di quanto pagheresti per un’immagine da un sito web di foto stock.

Con la semplicità di questo strumento e un po’ di pazienza, è possibile creare un biglietto d’auguri, un biglietto da visita o un banner di qualunque tipo nel giro di pochi minuti.

Sketch

Sketch

In ambiente Mac, Sketch è un nome piuttosto conosciuto, si tratta di un’app di grafica vettoriale, particolarmente amata da chi si occupa di grafica.

Il team di sviluppo dietro Sketch lo ha reso, con l’evolversi delle versioni, uno strumento estremamente flessibile. Tra le feature introdotte con il tempo spicca il supporto allo lo zoom infinito e forme vettoriali perfette per più risoluzioni. Risulta possibile creare dei disegni anche molto complessi partendo da forme primitive o dare libero sfogo alla propria fantasia grazie ai tool Vettore o Matita.

Sketch ha un’interfaccia utente piacevolmente semplice, con varie caratteristiche simili a quelle di Photoshop e Illustrator, inclusi livelli, sfumature, selettore di colori e impostazioni di stile. La sua popolarità è dimostrata anche dall’elevato numero di plugin realizzati dalla community, aggiunte che rendono ancora più intrigante questa soluzione.

Ovviamente, la mancanza di compatibilità con sistemi operativi al di fuori di macOS è piuttosto limitante, ma nonostante ciò Sketch resta una delle principali alternative a Photoshop. Il costo di 99 dollari, poi, non è per niente eccessivo e sicuramente più contenuto rispetto al software Adobe appena citato.

Acorn

Acorn app

Sempre in ottica macOS, vi è un altro software piuttosto interessante (anche sotto il punto di vista del prezzo).

Si tratta di Acorn, app lanciata sul mercato nel 2007 e capace di soddisfare la maggior parte di utenti, siano essi professionisti che utenti occasionali. Questa soluzione prevede una serie di strumenti che strizzano chiaramente l’occhio a Photoshop con stili di livello, filtri, curve e livelli, metodi di fusione e tante altre soluzioni.

Nella sua ultima versione, questo software ha incluso ulteriori tool utilizzabili come ridimensionamento e trasformazione, la possibilità di utilizzare lo strumento Clona e la possibilità di integrare emoji nei lavori.

Il costo di Acorn, intorno ai 30 dollari, lo rende una soluzione ideale per chi ha un budget ristretto a disposizione.

Corel PHOTO-PAINT 2020

Corel PHOTO PAINT

Un’altra alternativa a Photoshop degna di nota è senza ombra di dubbio PHOTO-PAINT, editor fotografico legato al CorelDRAW Graphics Suite.

Questa suite è stata aggiornata per il 2020, con nuove funzionalità di collaborazione migliorate e tutti gli strumenti professionali di illustrazione vettoriale, gestione layout, fotoritocco e tipografia di cui un grafico potrebbe avere bisogno. La suite è predisposta per funzionare perfettamente con Windows 10, offrendo pieno supporto ai display 4K.

Pur non trattandosi di una delle soluzioni più economiche, va comunque detto che è possibile tastare con mano le potenzialità dell’app attraverso un periodo trial.

ArtRage

ArtRage

ArtRage è progettato per garantire agli artisti di dare libero sfogo alla propria creatività. Offre oli realistici, matite, acquerelli, trame di tela e altri strumenti di pittura multimediale ma dal chiaro sapore tradizionale, molti dei quali risultano completamente personalizzabili.

L’interfaccia minimalista del programma risulta funzionale allo scopo e, quando si inizia a dipingere, questa scompare per offrire massima concentrazione. Gli strumenti popolari sono immediatamente visibili, con altre funzionalità meno utilizzate nascoste nei pod per evitare di occupare spazio su schermo. Per funzionalità e layout si tratta di un’opzione molto apprezzata anche da chi utilizza tavolette grafiche.

Per chi si sta avvicinando alla pittura digitale e cerchi un programma intuitivo e conveniente, ArtRage è un’opzione che vale la pena prendere seriamente in considerazione. Ciò anche grazie al prezzo contenuto, inferiore ai 50 dollari.

Potrebbero interessarti
AppleiPhoneNews

iPhone 13, le batterie sono davvero migliorate: capacità e durata

GuidePCWindows

Come visualizzare il conteggio dei cicli di carica della batteria su Windows

AppleApple watchiPadiPhoneNews

iPhone 13, Apple Watch Series 7 e nuovi iPad: Apple alza il sipario

AndroidAppleGuideGuide

Cosa sono gli APN e come impostarli