Un problema collegato agli aggiornamenti del sistema operativo che affligge tantissimi utenti

Talvolta, senza apparente spiegazione, il menu start di Windows 10 non funziona più: cliccando sul tasto Start non accade nulla o, in alcuni casi pur attivandosi, le opzioni non sono selezionabili.

Si tratta di un problema piuttosto diffuso, a volte collegato al passaggio da una versione meno recente del sistema operativo a Windows 10.

Come agire quando il menu start di Windows 10 non si apre o non funziona

Accortasi del problema diffuso, Microsoft è intervenuta con una piccola patch che, nella maggior parte dei casi, assicura una soluzione pratica e immediata. In ogni caso, se l’update non dovesse funzionare o se preferisci mettere mano manualmente al tuo OS, vi sono alcune operazioni piuttosto semplici da seguire.

Prima soluzione: riavvio di Esplora Risorse

Come diversi altri problemi simili, il riavvio del processo explorer.exe può essere la soluzione più semplice. Basta agire sul Task Manager:

  • premi Ctrl+Alt+Canc
  • clicca sulla scheda “Processi”
  • cerca “Esplora Risorse”
  • cliccaci sopra con il pulsante destro del mouse e scegli riavvia

 

In questo modo dovrebbe sbloccarsi la situazione, anche se temporaneamente.

Seconda soluzione: Controllo File di Sistema

Il Controllo File di Sistema è uno strumento presente di default su Windows che permette il ripristino dei file di sistema che, per un motivo o per l’altro, risultano danneggiati o mancanti (e quindi causano problemi).

Premi il tasto Windows e X contemporaneamente e poi clicca sull’opzione “Prompt dei comandi (amministratore)”. Se i problemi al menu Windows vanno ad intaccare anche questa funzione, puoi ugualmente raggiungere lo scopo aprendo il Task Manager (sempre con Ctrl+Alt+Canc), vai su “File”, “Esegui nuova attività” e “Crea una nuova attività”. A questo punto digita cmd e clicca su “OK”.

Fatto ciò ti ritroverai una finestra con il prompt dei comandi in stile vecchio DOS. A questo punto digita il comando sfc /scannow per avviare la scansione dei file di sistema. Al termine dell’operazione riavvia il computer e prova a vedere se il menu start di Windows funziona correttamente.

Terza soluzione: riparare l’immagine del sistema operativo

Una terza via per trovare una soluzione vede l’impiego di un potente strumento: con Gestione e manutenzione immagini distribuzione è possibile fare un rapido aggiornamento dei file e, molto probabilmente, risolvere il tuo fastidioso inconveniente.

Sempre utilizzando il prompt dei comandi è possibile agire con il comando Dism /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth. Quando la procedura è terminata, riavvia il computer per vedere se il problema si è finalmente risolto.

Altre soluzioni poco ortodosse…

Come ultima risorsa per risolvere le bizze del menu start su Windows 10 ne esiste una che definisco poco ortodossa. Perché? Si tratta dello strumento Power Shell e, utilizzando questa strada, si potrebbe andare incontro ad eventuali problemi con le applicazioni di Windows Store.

  1. Dalla barra delle applicazioni di Windows ricerca PowerShell
  2. Clicca sopra la scritta risultante con il tasto destro del mouse e poi opta per “Esegui come amministratore”
  3. Con lo shell aperto digita Get-AppXPackage -AllUsers | Foreach {Add-AppxPackage -DisableDevelopmentMode -Register “$($_.InstallLocation)\AppXManifest.xml”}
  4. Anche in questo caso, quando sarà terminata la procedura, riavvia il sistema e controlla che l’operazione sia andata a buon fine.