La nostra selezione dei migliori Mini-PC da acquistare assolutamente per realizzare i vostri progetti tecnologici

mini-pc Raspberry Pi B+

I Mini-PC sono uno dei gadget che un vero geek non può non avere in casa: ogni appassionato del settore si sarà informato almeno una volta riguardo il settore dei Mini-PC (più precisamente single-motherboard computer) e ne avrà valutato l’acquisto. Negli ultimi anni si è avuto un vero e proprio boom in questo settore soprattutto grazie alla nascita di prodotti eccezionali (ad esempio il Raspberry Pi) che hanno saputo attrare anche i non addetti ai lavori: infatti sempre più istituti scolastici, organizzazioni di vario genere e comuni utenti hanno deciso di entrare in questo “mondo magico”.

A causa del “boom” di cui vi ho appena parlato è facile perdersi nella marea di prodotti attualmente disponibili sul mercato: il nostro scopo è quello di proporvi pochi dispositivi (per l’esattezza 4+1) che spiccano rispetto agli altri e che potrebbero fare al caso vostro. Siete pronti a scoprire quali sono?



I migliori Mini-PC secondo OutOfBit

Raspberry Pi B+

Il Raspberry Pi B+ è la scheda adatta per chi vuole iniziare nel mondo dei mini PC grazie all'enorme communityQuando si pensa a un Mini-PC il primo dispositivo che viene in mente è sicuramente il Raspberry Pi: per la gioia di tutti gli appassionati, la Raspberry Foundation ha annunciato il nuovo Raspberry Pi B+.

Allo stesso prezzo del modello precedente (35 dollari), il modello B+ mantiene invariate le caratteristiche hardware principali: chipset ARM-based Broadcom BCM2835 , 512MB di RAM e un processore per le applicazioni low-power ARM1176JZ-F da 700MHz .

I miglioramenti riguardano:

  • Presenza di uno slot per MicroSD al posto di quello per SD in modo da avere maggiore spazio.
  • 4 porte USB 2.0 al posto delle 2 presenti nel Modello B.
  • 40 GPIO pin al posto di 26.
  • Singolo porta a 4 pin per output audio e video.
  • Miglioramento della qualità audio.
  • Minor consumo di energia elettrica (la metà rispetto al modello B).

Il Raspberry Pi può essere usato per moltissimi progetti: dalla creazione di un server fai da te a un HTPC a basso costo passando per robot, centraline meteo e tanto altro.

Raspberry Pi Model B+ è acquistabile su Amazon Italia a €41,50.

HummingBoard SBC Family

mini-pc HummingBoard SBC Family

SolidRun, la casa produttrice di HummingBoard, offre tre diverse soluzioni: HummingBoard-i1 (soluzione meno potente da 44,99 dollari), HummingBoard-i2 (soluzione intermedia da 74.99 dollari) e HummingBoard-i2eX (soluzione più potente da 99,99 dollari). Ai prezzi elencati va aggiunta una spesa di 10 dollari per il caricatore europeo (altamente consigliato) ed eventuali 7 dollari per la MicroSD da 4 GB (che non vi consigliamo di acquistare visto che con una spesa leggermente più alta potrete comprarvi schede con maggiore quantitativo di memoria).

Nonostante il costo sia più alto rispetto a quello del Raspberry Pi, la potenza offerta è di gran lunga maggiore: in base al modello scelto si disporrà di un Freescale i.MX6 con uno o due Cortex-A9 da 1GHz, di una GPU C880 per il modello basso e intermedio o di una GPU Vivante GC2000 per il modello più prestazionale. Per quanto riguarda la RAM, il modello i1 ne ha in dotazione 512 MB mentre gli altri due modelli dispongono di 1 GB di RAM.

Il venditore dichiara che tutti e tre i modelli supportano Android 4.4.X, Ubuntu, FreeBSD, Debian, Yocto e altre distribuzioni.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a consultare la pagina ufficiale del produttore dedicata alle Hummingboard dove potrete anche effettuare l’acquisto.

CubieTruck

CubieTruck mini-PC

CubieTruck, realizzato da CubieBoard, costa 89 dollari ed è molto apprezzato dalle community di smanettoni per la sua estrema versatilità.

La soluzione qui proposta è la più potente dell’azienda nel settore SBC: il SOC è un AllWinner A20 System con CPU dual ARM Cortex-A7 e una GPU ARM Mali400 MP2 .Il dispositivo è dotato anche di 2GB di RAM, un interfaccia SATA 2.0, porta ethernet da 100Mbps, due porte USB 2.0, Wi-Fi e Bluetooth integrato. Il dispositivo, come nel caso del Raspberry Pi B+ presenta uno slot per Micro SD.

CubieTruck è in grado di avviare Android 4.2.2, Fedora 20 e numerose versione di Lubuntu (una versione alleggerita di Ubuntu).

Odroid-U3

Odroid-U3 mini-pc

Tra le soluzioni fin’ora proposte, Odroid-U3 è di sicuro la più prestazione: ha un SOC Samsung Exynos 4412 Prime , CPU da 1.7GHz quad-core ARM Cortex-A9 e un acceleratore 3D Mali-400 Quad Core da 440MHz.

Comprandolo al prezzo di 65 dollari avrete anche 2 GB di RAM, slot MicroSD, 4 porte USB 2.0 e una porta ethernet da 100 Mbps.

Se queste caratteristiche hardware da urlo non vi hanno ancora convinto, il supporto ad Android e a moltissime versioni di Linux vi farà sicuramente cambiare idea.

Arduino

Arduino mini-pc

Arduino è il “+1” del quale vi abbiamo all’inizio di questo post: nonostante non sia un vero e proprio Mini-PC, Arduino è stato uno dei primi dispositivi “open” a permettere la realizzazione di numerosissimi progetti.

Nato nel “remoto” 2005, Arduino ha avuto il merito di introdurre tantissime persone nel nostro fantastico mondo: infatti grazie a un costo accessibile e alle potenzialità infinite numerosi utenti si sono gettati nel mondo dell’elettronica e dell’informatica e non ne sono più usciti.

Il progetto ha avuto successo e ad oggi ci sono ben 20 diverse schede Arduino: alcune sono già pronte all’uso mentre per altre dovrete armarvi di pazienza e saldatore.

Nel caso foste dei novellini vi consigliamo Arduino Original Starter Kit, disponibili a €81.00 con manuale in italiano su Amazon Italia: oltre agli strumenti necessari troverete le istruzioni per realizzare i vostri primi progetti con Arduino e prendere dimistichezza con questo strumento.

Per quanto riguarda il lato informatico, per poter programmare la scheda dovrete scaricare il tool di sviluppo open source Arduino per la scrittura di software (il tool è compatibile con Mac, Linux e ovviamente Windows).

Raspberry Pi 3 Model B

Rispetto alla precedente versione, il Raspberry Pi 3 Model B porta miglioramenti per quanto riguarda CPU e connettività wireless.

Chiudiamo l’elenco così come lo abbiamo iniziato. Diamo il giusto spazio al nuovo arrivato dell’azienda inglese, il Raspberry Pi 3.

Perchè sceglierlo? Ecco la sua scheda tecnica:

  • CPU:  64-bit quad-core ARMv8 da 1.2GHz;
  • Bluetooth: BLE 4.1;
  • Wireless LAN 802.11 n;
  • RAM: 1 GB;
  • 4 Porte USB;
  • 40 GPIO pin;
  • Porta HDMI;
  • Porta Ethernet;
  • Jack audio e video da 3.5 mm;
  • Camera interface CSI e Display interface DSI;
  • Slot MicroSD;
  • Core grafica 3D VideoCore IV.

Il Raspberry PI 3 Model B è disponibile su Amazon a €42,85 nella versione senza alcun accessorio mentre l’Official Starter Kit Black verrà a costare €76,90.

Conclusioni

Vi abbiamo proposto diversi Mini-PC che vi permetteranno di familiarizzare con il fai-da-te tecnologico. Queste schede sono potenti, facili da usare e con una grande community alle spalle. Non c’è modo migliore di entrare nel mondo dell’Internet Of Things!

Una volta acquistata una di queste schede cosa potete fare? Tantissime cose! Una di queste, ad esempio è costruire il vostro mediacenter con Kodi. Grazie ai suoi addon, potrete facilmente vedere in streaming qualsiasi evento!

Per il momento è tutto: voi cosa ne pensate? Quale di questi modelli vi interessa? Fatecelo sapere attraverso i commenti e non dimenticatevi di seguirci sui social network!