Le app per fare i backup su Android risultano estremamente utili per qualunque tipo di utente. Con gli smatphone moderni infatti, arriviamo a salvare un sacco di foto, appunti e dati vari di grande importanza. La malaugurata perdita di queste informazioni può danneggiarci notevolmente e quindi, sempre più persone, ricorrono ai backup per scongiurare il peggio.

I produttori, consci di questa necessità, stanno proponendo una serie di applicazioni a dir poco interessanti. Ma quali sono le più scaricate e quelle considerate migliori?

android

App per fare i backup su Android: quali sono le migliori disponibili?

Come è più che comprensibile, la scelta è piuttosto vasta. Per cercare di fare chiarezza però, abbiamo riunito in questo articolo alcune delle app più diffuse in questo settore.

Ognuna ha caratteristiche leggermente diverse, il che rende impossibile definire un software come universalmente migliore degli altri. Non resta che provare le diverse opzioni, seguendo quelle che sono le tue principali esigenze.

Helium

Helium è un’app leggera con una dimensione inferiore a 5 MB, capace di funzionare anche su dispositivi non rootato. Se il dispositivo non è rootato, risulta però necessario eseguire la versione PC o l’estensione di Chrome.

All’apertura dell’app ti verrà chiesto se desideri abilitare il supporto per Google Drive. Non è necessario se si intende salvare i dati sul computer o sull’unità SD del telefono. Con Helium puoi spostare i contatti da un telefono all’altro, oltre a sincronizzare qualunque tipo di dati.

La versione gratuita di questa app ha caratteristiche eccellenti, ma se si desidera il caricamento in cloud di backup o la pianificazione di backup, è necessaria la versione a pagamento. L’aggiornamento, che costa 4,99 dollari, rimuove anche gli annunci. In passato abbiamo parlato in maniera decisamente più accurata di Helium e di come funziona.

G Cloud

G Cloud è un servizio di facile utilizzo specificamente progettato per il backup di dispositivi mobili. Ti consente di scegliere i tipi di file di cui eseguire il backup e puoi salvare qualsiasi cosa, dai file multimediali ai registri delle chiamate. È anche possibile eseguire il backup dei file video, peculiarità non facile da individuare in altre app per fare i backup su Android.

G Cloud salva le impostazioni del telefono come la suoneria, lo sfondo e le impostazioni di connessione, semplificando il ripristino del telefono. L’utilizzo della versione gratuita dell’app ti offre 1 GB di spazio di backup, quantità di spazio che può raggiungere i 10 GB facendo iscrivere altre persone al servizio. Per eliminare ogni tipo di limitazione, basta sottoscrivere la versione a pagamento al costo, più che ragionevole, di 3,99 dollari.

Va puntualizzato come, a dispetto del nome, G Cloud non fa in alcun modo parte di Google.

Super Backup

Un’altra app per fare i backup su Android estremamente valida nonché diffusa è Super Backup. Si tratta di un software in grado di agire indistintamente su smartphone rootati o meno. Essa permette di memorizzare i dati del dispositivo Android, inclusi i messaggi SMS. Se il sistema Android in questione è rootato, salva anche le impostazioni del telefono e le applicazioni.

L’app ha la possibilità di salvare i file di backup sulla scheda SD, sulla memoria interna del telefono o sul computer. Un’altra funzione è l’opzione di inviare dati tramite Gmail o di archiviarli su Google Drive o altre piattaforme di archiviazione cloud. Funzionalità notevoli di questa app includono la possibilità di scegliere la cartella in cui vengono salvati i tuoi dati. Dispone di backup automatici e mostra l’ora e la data dell’ultimo backup sul telefono.

Su un nuovo telefono è possibile utilizzare Super Backup per ripristinare completamente i dati dal vecchio telefono a quello nuovo. Basta scaricare l’app e utilizzare l’opzione di ripristino. Il software di cui stiamo parlando offre grandi servizi ed è del tutto funzionale senza sborsare un euro. Nel caso si intenda però eliminare ogni sorta di pubblicità o sostenere gli sviluppatori, è possibile acquistare Super Backup per 1,99 dollari.

Titanium Backup

Titanium Backup funziona solo su dispositivi rootati. Questo rende tale software particolarmente completo e profondo. Se a ciò si aggiungono i frequenti aggiornamenti, è facile intuire perché venga considerata una delle migliori app per fare i backup su Android in assoluto.

Titanium Backup ha la capacità di organizzare backup e ripristino senza particolari limiti, oltre alla possibilità di rimuovere bloatware ed effettuare l’ibernazione delle app. Esso esegue il backup delle applicazioni nel dispositivo con i propri dati e, quando si utilizza la funzionalità di ripristino, riporta il telefono esattamente allo stato precedente. L’app è ottima per le persone che installano frequentemente ROM personalizzate sui propri dispositivi perché non è necessario installare e configurare app ripetutamente.

La versione Pro dell’applicazione, disponibile al costo di 5,99 dollari, presenta funzionalità extra come il ripristino batch 1-click e la sincronizzazione dello storage cloud.

App Backup

App Backup di Buggy_Apps è un’app di backup che si concentra più che altro sul salvataggio delle applicazioni. Con questo strumento puoi copiare i file APK nella memoria interna o nel cloud storage di cui hai bisogno.

Puoi anche condividere gli APK, controllare il loro nome, la versione dell’app e la data di installazione. Alcune opzioni aggiuntive includono, tra le altre cose una voce di disinstallazione dell’app e una funzione di backup automatico nel caso in cui vuoi rendere tutto ancora più semplice. App Backup non è potente come altri software di questa lista, ma risulta comunque molto utile per chi deve gestire uno smartphone non rootato.

App Backup è disponibile su Google Store al prezzo di 3,89 euro.

Backup Your Mobile

Backup Your Mobile esegue il backup di app, impostazioni di sistema, SMS, MMS nonché registri delle chiamate, funzionando sia su sistemi rootati che su quelli che non lo sono. Gli utenti che usano dispositivi rootati possono eseguire il backup di dati delle app, password Wi-Fi e altre impostazioni di sistema piuttosto delicate.

Con questo software è possibile pianificare i backup da eseguire automaticamente per archiviare i dati a livello locale oppure caricare le informazioni su Google Drive, Dropbox o OneDrive. Backup Your Mobile è un’app completamente gratuita, senza alcun tipo di versione a pagamento.

Easy Backup

Come dice il nome stesso dell’app Easy Backup è un programma incentrato sulla semplicità d’uso. Esso è in grado di eseguire il backup dei tuoi contatti, funzionando offline e includendo il supporto per VFC.

A ciò vanno aggiunte altre peculiarità come la possibilità di inviare il backup direttamente su una piattaforma di cloud storage, su una casella email o sul tuo PC. Simpler supporta qualsiasi tipo di provider: Google, Exchange, Yahoo, Facebook, LinkedIn, Gmail, iCloud e Outlook. L’app, tra le tante cose, supporta anche 15 lingue.

Resilio Sync

Terminiamo la lista di app per fare i backup su Android con un tool gratuito, ovvero Resilio Sync. Si tratta di un app piuttosto funzionale, che funziona come la maggior parte di servizi cloud.

Tuttavia, invece di eseguire il backup su qualche server misterioso da qualche parte, si esegue il backup dei file sul proprio computer. Ci vuole un po’ di tempo per configurare perché è necessario collegare il telefono e il computer tra loro in modo che possano sincronizzarsi. Nonostante ciò, va detto che i file ottenuti tramite la copia di riserva sono crittografati. Questa caratteristica rende Resilio Sync particolarmente sicuro.

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome