iPad Air 2 e Nexus 9 sono ufficialmente i due tablet top di gamma del momento, uno per la categoria iOS l’altro per Android, vediamone il confronto e le differenze a livello hardware.

ipad air 2 contro nexus 9 confronto

Vi abbiamo già parlato approfonditamente negli ultimi due giorni di iPad Air 2 e di Nexus 9, i nuovi tablet di Apple e Google, che si preparano a contendersi il mercato delle tavolette fino al termine del 2015. Mettiamo a confronto le caratteristiche hardware dei due prodotti al fine di trovarne differenze e similitudini.

iPad Air 2 contro Nexus 9: il confronto hardware

LEGGI ANCHEAndroid Lollipop è ufficiale: tutte le novità del nuovo sistema operativo di Google

Design:

Entrambe le compagnie hanno puntato molto sul design, sicuramente uno dei tratti caratteristici di Apple e di HTC (produttore del Nexus 9 in collaborazione con Google). iPad Air 2 rispecchia il design visto sul modello precedente, di cui mantiene eleganza e sobrietà, a cui abbina materiali raffinati fra cui l’alluminio, da segnalare anche la presenza degli speaker sul retro. Passi in avanti invece per Nexus 9, che rispetto alle precedenti versioni in cui veniva utilizzata principalmente la plastica, che grazie al tocco di classe di HTC si ritrova ad utilizzare alluminio per la scossa esterna, design apprezzabile a cui si aggiunge la presenta degli speaker frontali Boomsound.

HTC Nexus 9 si presenta al pubblico con un profilo di soli 7,9 millimetri ma è il prodotto di Apple a regnare in questo settore con soli 6,1 mm.

Display:

Gli schermi, nonostante il marchio “Retina” di Apple sono simili, entrambi utilizzano pannelli IPS LCD ed entrambi hanno una risoluzione di 2048 x 1536 pixel. Troviamo la differenza nelle dimensioni del display, quello di Air 2 da 9,7 pollici, quello di Nexus 9 da 8,9. La stessa risoluzione unita alla differenza delle dimensioni dello schermo rende la densità di pixel differente sui due device, con Nexus 9 a farla da padrone con 288 ppi contro i 264 ppi di iPad.

Air 2 viene venduto con un nuovo schermo anti-riflesso che garantisce il 56% di riflessi in meno rispetto ad Air 1. Google Nexus 9 monta invece il Corning Gorilla Glass 3 che lo rende più resistente ai graffi.

Processore e memoria:

tegra k1 vs a8x confronto

Nexus 9 monta l’incredibile Nvidia Tegra K1 a 64 bit, un processore dual-core basato sull’archiettetura CPU Denver e con un clock a 2.3 GHz. Al Tegra si affianca il Kepler DX1 con clock a 950 MHz e performance massime fissate a 364.79 Gflops.

Il processore di iPad Air 2 è il nuovo dual-core A8X – stranamente non adottato su iPhone 6 e 6 Plus – con clock a 1,4 GHz e basato sull’architettura ARMv8-a a 64 bit. Il chipset a 20 nm è 12 volte più veloce rispetto al primo iPad e il 40% più veloce rispetto alla versione A7X utilizzata su iPad Air 1.

Nexus 9 avrà a disposizione 2 GB di RAM che consentiranno un massiccio uso del multi-tasking, Air 2 avrà un solo GB che risulterà più che sufficiente grazie all’ottimizzazione di Apple.

Interfaccia e funzionalità:

android-lollipop-vs-ios-8

Inutile fare un confronto fra due sistemi operativi tanto diversi, per tutti i dettagli su Android L e iOS 8 vi rimandiamo ai nostri approfondimenti:

Camera:

Sappiamo che le fotocamera dei tablet non sono all’altezza di quelle degli smartphone ma questi due nuovi device sembrano riscrivere le regole del settore visto che entrambi i device montano fotocamera da 8 MP.

La iSight di Apple Air 2 permetterà di scattare fotografie con una risoluzione massima di 3264 x 2448 pixel e, come per iPhone, di registrare video in slow motion a 120 frame al secondo. Ottima anche l’ottica di Nexus 9 con sensore f/2.4 con flash LED.

La camera frontale del tablet di Apple ha un’ottica FaceTime HD da 1,2 MP mentre quello di casa Google un sensore da 1.6 MP.

Prezzi:

Nexus 9 sarà disponibile sul Play Store con i seguenti prezzi:

  • Versione 16GB Wi-Fi 399€
  • Versione 32GB Wifi 489€
  • Versione 32GB LTE 569€

Mentre Air 2 sarà disponibile al pubblico su Apple Store con prezzi superiori:

  • Versione 16GB WiFi – 499 euro
  • Versione 64GB WiFi – 599 euro
  • Versione 128Gb WiFi -699 euro
  • Versione 16GB LTE – 619 euro
  • Versione 64GB LTE – 719 euro
  • Versione 128GB LTE – 819 euro

Andando a confrontare l’unica versione simile, ovvero quella da 16 GB WiFi, possiamo dire che i device di casa Apple saranno messi in vendita con un prezzo di 100 euro superiore.

Conclusioni e aspettative:

Fare confronti fra prodotti profondamente diversi sotto il profilo software non è mai facile ed evitiamo volontariamente di confrontare i sistemi operativi.

Per quanto riguarda lo stretto confronto hardware Nexus 9 risulta leggermente superiore al rivale di casa Apple grazie ad uno schermo con una densità di pixel maggiore, un processore con clock più elevato ed un GB di RAM in più. Come tutti sapete il confronto hardware per device che utilizzano sistemi diversi risulta pressoché inutile, scegliete quindi il device che preferite in base al sistema che preferite utilizzare ed anche in base alle vostre disponibilità economiche.

Via

Guida ai regali di Natale 2017 - banner - outofbit .
  • Matteo Fadi

    Lo pensavo da ieri. Google ha fatto le stesse cose di Apple. Questi tablet sono uguali , tranne per 1 cm di schermo . Il nexus 6 è come il 6plus dell’iphone (pure lo stesso numero !!!) La tv . insomma . Che google torni al tempi andati … no alle padelle ! 😀

    • Ci riflettevo fin che scrivevo l articolo. Ok che il mercato sta andando in quella direzione mq Google e Apple sembrano aver prodotto gli stessi device solo con sistemi operativi differenti

      • Jay S

        Al di la di Google e Apple che ormai si differenziano più per la filosofia del sistema operativo che per cosa fanno in se, c’è da dire che tutti hanno seguito Samsung che è stata la prima a tirare fuori le padelle… Apple fino all’anno scorso era sfottuta perché era l’unica che faceva ancora telefoni con schermi formato Tamagochi! Quindi la colpa semmai è della Koreana che fa un modello ogni mezzo pollice 😛

        • Samsung è l’esagerazione fatta produttore di telefoni, hanno una politica di produzione a mio parare assurda. Va dato loro il merito però di avere creato i phablet