Il vostro smartphone Android è una scheggia ma manca il Google Play Store? Scopriamo come installarlo!

Installare il Play Store è una pratica comune per gli acquirenti di smartphone cinesi. Come mai? Questi smartphone hanno spesso delle versioni custom di Android e si appoggiano a dei store interni.

La più celebre è senz’altro Xiaomi, che nelle versioni software pensate per il mercato cinese non mette proprio lo store di Google. Anche lo Xiaomi Mi5s che abbiamo recensito soffre di questo problema, che per fortuna è facilmente risolvibile.

In passato vi avevamo mostrato come installare il Play Store sugli smartphone cinesi tramite root. Essendo questa una procedura non immediata, riteniamo sia il caso di approfondire l’argomento.

Pertanto oggi vi mostreremo come installare il Play Store su un generico smartphone Android senza utilizzare i permessi di root o altre tecniche di modding.



Informazioni utili

Scopriamo come installare il Google Play Store su qualsiasi smartphone Android senza permessi di root!

Per evitare di utilizzare il root dovremo abilitare l’installazione di applicazioni non verificate. Per la guida in oggetto si tratta di utilizzare un file sicuro e provato da migliaia di utenti prima di voi.

Siccome ci teniamo parecchio al tema della sicurezza, vi consigliamo caldamente di riabilitare l’opzione una volta seguita la procedura qui sotto. E’ davvero facile fare un tap sul link/banner sbagliato e avere il telefono infettato.

Prima di procedere con questa guida è buona pratica copiarsi in locale i file più importanti. Non ci sono rischi particolari ma un backup di tanto in tanto non fa mai male!

Procedura per l’installazione del Google Play Store senza root

L'installazione del Play Store proposta da questa guida consiste nel download dello Store di Google sotto forma di apk.

  1. Accedete al portale di APK Mirror per scaricare la versione più aggiornata del Google Play Store. Il file avrà come estensione .apk, la sigla che caratterizza tutti gli applicativi Android.
  2. A distanza di alcune settimane della pubblicazione di questo articolo è di consultare la sezione Play Store del portale: infatti il link potrebbe facilmente essere rimosso o diventare obsoleto.
  3. Nel caso aveste effettuato il download da PC trasferite il file sul vostro telefono. Vi consiglio di metterlo in una cartella visibile, ad esempio Download.
  4. Andate in Impostazioni > Sicurezza e cercate la voce Abilita le sorgenti sconosciute (o qualcosa di simile). Una volta trovata premete su di essa: potrebbe comparirvi un messaggio in cui vi viene ricordato che è una procedura non sicura. Come accennato in precedenza i file sono sicuri ma, dopo l’installazione, vi conviene disattivarla nuovamente per sicurezza.
  5. Localizzate il file APK mediante un file manager presente nel vostro smartphone e apritelo.
  6. Cliccate su Installa: nel caso non lo vedeste subito dovrete scorrere i messaggi che vi comunicano il potenziale rischio degli apk non verificati.
  7. Attendete il completamento dell’operazione.
  8. Una volta terminata l’operazione vedrete il Play Store tra le applicazioni presenti nel vostro dispositivo Android. Avviatelo e iniziate a godere dei servizi Google!