AppleConfrontiiPhone

5 Cose che iPhone fa meglio di Android

iPhone 6

La scelta di una marca di smartphone o di un sistema operativo specifico è spesso una decisione personale basata sulle tue preferenze o sull’esperienza passata. Con il passare degli anni, si sono creati due fronti contrapposti: chi sostiene i dispositivi Android e chi non può fare a meno dei prodotti Apple.

Al di là dei gusti puramente personali però, vi sono anche alcuni dati di fatto. In questo approfondimento andremo ad analizzare 5 contesti in cui gli iPhone si comportano decisamente meglio dei dispositivi Android.

5 Cose che iPhone fa meglio di Android - android-vs-ios

Feedback tattile

Il feedback tattile è la gestione di quella vibrazione che senti quando interagisci con un telefono. Questa è una di quelle caratteristiche sottili che noti immediatamente quando passi da Android a iOS (o inizia a mancare quando interagisci con un dispositivo Android). L’esperienza di feedback tattile dell’iPhone è un vero e proprio piacere, in quanto sembra più naturale e coerente oltre a fornire sensazioni diverse per interazioni diverse.

Il Taptic Engine di Apple offre un’esperienza di feedback tattile senza eguali, dalla forte vibrazione, in grado persino di imitare la tua suoneria e diventare meno intensa quando sollevi il telefono o quando usi Face ID.

Ancora in dubbio? Vai all’app Torch nel Centro di controllo iOS e muovi il dito su e giù per il cursore per sentire il feedback tattile delicato, quasi invisibile, che ne deriva man mano che aumenti e diminuisci l’intensità della luce. Puoi anche andare all’app Orologio per percepire il feedback cliccabile mentre interagisci con il cronometro o il timer.

Lato Android, il feeling è un po’ meno piacevole. Alcuni dispositivi Android, come Pixel 6, hanno un buon sistema di feedback tattile, mentre altri offrono soluzioni molto semplificate.

La prima configurazione

Apple è più efficace di qualsiasi altra azienda nell’aiutarti a iniziare e a configurare un nuovo telefono. Sebbene Google ti consenta di trasferire alcuni dati e impostazioni da un vecchio dispositivo Android a uno nuovo tramite Google Drive, non è completo o semplice come la soluzione proposte dal colosso di Cupertino.

Con un dispositivo iOS, puoi trasferire tutto utilizzando il tuo ID Apple, dai tuoi contatti e calendari al layout dell’app fino alle impostazioni di sistema. Il tuo nuovo iPhone sembra nuovo ma lo senti tuo già a un primo impatto, con tutto ciò che dovrebbe essere dopo il minimo sforzo.

Apple fa anche un altro passo avanti aiutando le aziende a gestire e distribuire nuovi dispositivi attraverso il suo Device Enrollment Program (DEP). Ciò consente ai reparti IT di preconfigurare facilmente le impostazioni di iPhone e iPad, le app e l’accesso alle risorse aziendali.

iPhone

Sicurezza del software di terze parti

Quando si tratta di sicurezza, qualità e funzionalità delle app, l’App Store supera costantemente Google Play. Ci sono diverse ragioni per cui questa affermazione, così forte, è veritiera:

  1. Apple richiede che tutte le app siano sottoposte a una revisione rigorosa prima di renderle disponibili agli utenti tramite l’App Store. Ciò garantisce che le app soddisfino standard specifici di qualità e sicurezza. Sebbene Google abbia anche un processo di revisione per le app inviate al Play Store, non è completo come quello di Apple, con il risultato che molte app dannose e di bassa qualità riescono comunque ad entrare in libreria.
  2. Il sideload delle app (installandole da app store non ufficiali) è più complicato su iOS che su Android. Di conseguenza, è meno probabile che gli utenti iPhone siano esposti ad app scadenti o dannose.
  3. Gli sviluppatori devono pagare una quota annuale più alta per pubblicare app sull’App Store rispetto al pagamento una tantum per il Play Store. Ciò si traduce in un pool più piccolo di sviluppatori che rendono disponibili app su iOS: tutto ciò, almeno teoricamente, porta a una migliore qualità dei software.
  4. Apple produce hardware e software e ha meno dispositivi da gestire, rendendo più facile per gli sviluppatori ottimizzare le app per iPhone. Ciò si traduce in una migliore esperienza complessiva per gli utenti. Lo stesso non si può dire dei dispositivi Android, disponibili in tutte le forme e dimensioni di vari produttori, il che rende più difficile per gli sviluppatori ottimizzare le proprie app su misura per ciascun marchio. Ciò è particolarmente evidente quando si utilizzano app di social media come Instagram o Snapchat, poiché in genere hanno fotocamere in-app più scadenti su Android rispetto a iOS.

App e funzionalità integrate

Certo, probabilmente non sarai d’accordo se sei un utente iPhone da poco e non sei ancora immerso nell’ecosistema Apple. Potresti obiettare che tali telefoni hanno più bloatware rispetto ai dispositivi Android perché i nuovi iPhone sono dotati di diverse app preinstallate, che potresti trovare non necessarie (come Apple TV, Watch e tante altre). Tuttavia, lo stesso argomento vale anche per alcuni smartphone Android.

Infatti, oltre alle app native fornite con il sistema operativo Android di serie, la maggior parte dei dispositivi Android è preinstallata con altre app di terze parti dei rispettivi produttori e gestori. Molti utenti trovano che queste app non siano altro che un bloatware che occupa spazio di archiviazione e memoria preziosi.

A parte questo, collettivamente, le app e le funzionalità integrate di Apple sono generalmente migliori delle controparti Android. Ad esempio, la funzione di markup integrata di Apple ti consente di aggiungere una firma al tuo documento, iMessage di Apple è la piattaforma di messaggistica superiore e Keychain offre una soluzione di gestione delle password più completa e conveniente rispetto a quella disponibile su Android.

iphone 8 app

Integrazione dell’ecosistema

Se desideri un’esperienza senza interruzioni e integrata su tutti i tuoi dispositivi, allora iOS è la strada da percorrere.

L’ecosistema di Apple è progettato per accogliere i suoi utenti in ogni aspetto del loro viaggio digitale, offrendoti un’esperienza coerente e conveniente, dal modo in cui i tuoi dispositivi comunicano senza interruzioni a come puoi accedere facilmente a vari servizi legati a tale azienda.

Ad esempio, la funzione Handoff ti consente di avviare un’attività su un dispositivo Apple e riprenderla da dove avevi interrotto su un altro. Hai anche AirDrop, che semplifica la condivisione di file tra dispositivi Apple, o iCloud Keychain, che sincronizza le tue password su tutti i tuoi dispositivi.

Mentre Apple è ancora in vantaggio sulla concorrenza, Google sta rapidamente recuperando il ritardo con le sue integrazioni dell’ecosistema. Tuttavia, solo il tempo dirà se sarà mai in grado di superare Apple. Per ora, però, iOS resta la piattaforma superiore in questo senso.

Scegli un iPhone per goderti al meglio queste funzionalità

Chiaramente in questo articolo ci siamo focalizzati su iPhone: ciò non significa che, in assoluto, questo batta Android. In realtà la piattaforma migliore dipende a seconda dell’utilizzo che intendi fare della stessa.

Se attribuisci una grande importanza a una o più funzionalità elencate qui sopra, un iPhone è probabilmente l’opzione migliore per te. Tuttavia, ci sono anche alcuni motivi convincenti per scegliere Android. Quindi, assicurati di valutare attentamente le tue opzioni prima di prendere la decisione finale e acquistare un telefono.


Fonte makeuseof.com

Potrebbero interessarti
AppleiPhoneNews

iOS 16.0.3 sta per arrivare: Apple corregge i bug degli iPhone 14

AppleiPhoneNews

La ricarica wireless inversa sui futuri iPhone? Il brevetto fa sperare

AppleApple watchConfronti

Apple Watch 8 e Apple Watch 7: quale dovresti comprare?

iPhoneNews

Nuovi prodotti a ottobre e iPhone 6 "vintage": tutte le novità di Apple