Scopriamo il significato e la funzione delle sigle WEP, WPA e WPA2 che vediamo nelle nostre connessioni WiFi a casa ed in ufficio. Capiamo come sono protette le nostre connessioni e come funzionano i diversi protocolli di cifratura.

connessione wifi - evoluzione

Nell’ultimo approfondimento ti ho spiegato quali sono le differenze fra le connessioni wireless a 2,4 e a 5 GHz, oggi ti spiego cosa vogliono dire le sigle WEP, WPA e WPA2 e ti spiego a cosa servono nella sicurezza della connessione WiFi che usi a casa, al lavoro e nei luoghi pubblici.

Ormai tutti i tuoi dispositivi hanno la connessione WiFi, anche la tua TV, il frigo ed il climatizzatore ce l’hanno

Con l’utilizzo della connessione wireless non sei più obbligato ad utilizzare i cavi e puoi connetterti ad internet senza fili usando il tuo PC o il tuo smartphone. Ormai tutti i tuoi dispositivi hanno la connessione WiFi, anche la tua TV, il frigo ed il climatizzatore ce l’hanno, e si possono connettere fra di loro ed anche ad Internet, questo porta molti vantaggi ma devi sempre pensare anche alla sicurezza.

La mancanza del cavo, il buon vecchio filo per connetteva il tuo PC al modem, ha aperto nel corso degli anni vari problemi di sicurezza e per questo motivo devi stare attento alla protezione dei tuoi dispositivi che sono connessi ad internet ed alla tua rete wireless.

Un buon modo per iniziare a capire qualcosa in più sulla sicurezza della tua connessione WiFi è quello di capire le sigle ed i diversi livelli di protezione e cifratura, oggi ti spiego come proteggere la connessione wireless e ti spiego anche cosa significa WEP, WPA e WPA2. Ti spiego anche come evitare di prendere qualche fregatura sulla tua rete e come evitare che il vicino ti rubi la connessione WiFi.

Cosa significa WEP? E’ la protezione più debole e che ti sconsiglio di usare

dispositivi connessi su reti wifi

L’acronimo WEP sta per Wired Equivalent Privacy, ovvero privacy equivalente alla rete cablata, è una delle prime parti dello standard di sicurezza IEEE 802.11. Creato nel 1999 viene utilizzato per la sicurezza e la crittografia delle connessioni WiFi al fine di renderle equiparabili a quelle delle normali reti LAN via cavo.

Agli inizi del 2000 questo standard era facoltativo e molte delle connessioni non lo utilizzavano rimanendo così senza protezione contro gli attacchi

Agli inizi del 2000 questo standard era facoltativo e molte delle connessioni non lo utilizzavano rimanendo così senza protezione contro gli attacchi. Oltre a questo difetto bisogna segnalare che questo livello di protezione è ormai obsoleto ed in pochi minuti è possibile forzare la password, anche utilizzando uno smartphone, ed entrare nella connessione.

I difetti del WEP lo rendono un protocollo di sicurezza debole e ti sconsiglio di utilizzarlo. Un malintenzionato potrebbe scoprire la password della tua connessione e potrebbe anche vedere quali siti visiti e rubarti dei dati.

Nel corso degli anni successivi al 2000, più precisamente nel 2003 e nel 2004 sono stati sviluppati i protocolli WPA e WPA2 che ti spiego qui sotto.

Cosa significa WPA? E’ la protezione più diffusa e universale

Visti i difetti del WEP, nel corso del 2003 è stato rilasciato il protocollo WPA, l’acronimo di Wi-Fi Protected Access, e fa parte dello standard IEEE 802.11i. L’obiettivo del WPA è quello di migliorare la sicurezza, lo fa attraverso la crittografia moderna e la scelta di password complesse.

Per la tua connessione di casa quasi sicuramente, anche se non lo sai, starai utilizzando il protocollo WPA-PSK, è un un normale protocollo WPA protetto da password (quella che usi per connetterti).

La connessione protetta con WPA resta naturalmente esposta agli attacchi ma è ben protetta e la puoi utilizzare in tutta sicurezza per la tua connessione di casa. Un hacker potrebbe effettuare un attacco provando a trovare la tua password. Per questo motivo ti consiglio di scegliere una password difficile da indovinare e che contenga lettere maiuscolo e minuscole, qualche numero e magari anche un simbolo speciale.

Il WPA è quindi un buon protocollo, anche se non recentissimo, che puoi utilizzare per connettere in sicurezza i tuoi dispositivi wireless.

Cosa significa WPA2? La miglior protezione per la tua connessione WiFi.

Nel corso degli anni il protocollo WPA è stato sostituito dal più moderno WPA2 che risulta essere il miglior sistema di protezione per le reti senza fili. WPA2 offre una profondità di cifratura elevata, combina contemporaneamente AES e CCMP, che riesce a creare una protezione più efficace contro gli attacchi a dizionario.

Le connessioni WPA2-PSK sono ideali per l’utilizzo domestico grazie alla protezione dell’accesso tramite password ed all’ottima qualità della cifratura. Se ha casa hai degli smartphone e dei PC abbastanza recenti ti consiglio di utilizzare questa protezione per tenere al sicuro i tuoi dati, la tua privacy ed i tuoi dispositivi.

Quale protezione devo usare per la mia connessione WiFi

Adesso che hai capito la differenza fra le varie protezioni della tua connessione WiFi, è ora di decidere quale usare. Ti sconsiglio fortemente di usare il protocollo WEP, saresti indifeso e i tuoi dati sarebbero in pericolo. Se hai un PC recente ed anche uno smartphone allora ti consiglio di utilizzare il protocollo WPA2, altrimenti usa le reti WPA. Con WAP e WAP2 i tuoi dati saranno al sicuro e sarai protetto durante la navigazione su Internet.

Come cambio il livello di protezione della mia connessione WiFi?

Quando hai deciso quale connessione utilizzare devi andare ad impostare il livello di protezione del tuo WiFi passando dal tuo modem. Per modificare la protezione del tuo WiFi devi andare sul pannello di controllo del tuo modem, o del tuo router, e trovare la giusta impostazione. Per accedere al pannello apri il tuo browser, per esempio Google Chrome o Firefox, e scrivi nella barra degli indirizzi, la trovi in alto, uno di questi numeri:

  • 192.168.1.1
  • 192.168.0.1
  • 192.168.1.254

Se il numero che hai digitato è corretto arriverai su un pagina web dove troverai tutte le impostazioni del tuo modem e della connessione. Per accedere alle varie impostazioni dovrai effettuare il login, devi cercare sul manuale o nella scatola del tuo modem nome utente (di solito è admin) e password.  Una volta effettuato l’accesso al pannello di configurazione devi cercare la sezione relativa alla “Sicurezza WiFi”, le pagine e le descrizioni sono diverse da modem a modem ma troverai quello che cerchi nella sezione relativa alla sicurezza. Da qui puoi impostare il livello di protezione, quindi la tipologia di cifratura, della connessione WiFi, scegli la protezione WPA2-PSK, in alternativa puoi usare la combinazione fra WPA e WPA2.

livello di cifratura WPA WPA2

Se stai utilizzando le connessioni WiFi 2,4 GHz e 5 GHz dovrai andare a modificare la cifratura su entrambe le connessioni, in questo modo avrai il massimo livello di protezione su entrambe le reti WiFi.

Che cifratura sto usando nella mia connessione WiFi?

Se ti sei fatto questa domanda allora vediamo di capirlo insieme. Come ti ho spiegato poco sopra devi aprire il pannello di controllo e dalla sezione della sicurezza potrai vedere la protezione che stai utilizzando sulla tua connessione wireless. Se, invece, stai usando una connessione pubblica o una connessione per la quale non puoi accedere al pannello allora ti puoi affidare ad un’app per il tuo smartphone, come WiFiAnalyzer, che ti consente di scoprire le informazioni e la cifratura della rete a cui sei connesso.

Consigli finali

Abbiamo quindi visto cosa sono i vari livelli di cifrature WEP, WPA e WPA2 e ti ho spiegato quale protezione ti convien utilizzare. Ti do un paio di consigli finali: