Il vostro PC Windows mostra un utilizzo del 100% anche nei momenti più tranquilli? Scopriamo come risolvere.

Windows è sicuramente il prodotto software più conosciuto al mondo. Il sistema operativo di Microsoft, infatti, gira su praticamente qualsiasi computer in commercio ed è diventato parte quotidiana della nostra vita.

Sviluppare un sistema operativo non è di certo l’operazione più semplice al mondo e tutti noi ci siamo imbattuti in qualche difetto software.




Oggi ci occuperemo di questo problema : l’utilizzo disco eccessivo in idle.

In alcune situazioni l’hard disk del vostro PC desktop o portatile risulta essere al 100% di utilizzo. Se questo è normale durante l’installazione di programmi, trasferimenti di file e attività particolari, è assolutamente insolito che avvenga quando il computer è poco utilizzato.

Mi sono imbattuto personalmente in questo bug e ho notato che in rete le informazioni per la risoluzione del problema erano frammentarie e incomplete.

Nel mio caso succedeva qualcosa di ancora più particolare. Il problema si presentava solamente quando il PC era acceso e non utilizzato. Andando in Gestione Attività (il vecchio Task Manager, raggiungibile mediante la combinazione CTRL-ALT-CANC) la sezione Disco segnava come utilizzo il 100%.

Guardando il dettaglio dei processi, però, non si vedeva alcun processo particolarmente pesante. Un hard disk regge un massimo di 100-120 MB/s e il totale dei miei processi arrivava si e no a 15 MB/s

Essendo riuscito a riportare l’utilizzo del disco a livelli normali, voglio condividere voi gli step da seguire per evitare che Windows utilizzi al 100% il vostro hard disk nei momenti di tranquillità.

Come correggere il problema dell’utilizzo disco al 100% su Windows

Come evitare che Windows utilizzi l'hard disk al 100% anche in idle.

Per risolvere questo problema una delle seguenti operazioni potrebbe fare al caso vostro. Il consiglio che mi sento di darvi è che, a meno di particolari esigenze, compiate tutte le operazioni.

I passaggi che ho seguito per risolvere il problema del hard disk utilizzato al 100% sono:

Rimozione antivirus di terze parti

Bitdefender ha alcuni problemi di compatibilità con Windows 10 e la stessa Microsoft pare aver confermato i problemi di compatibilità con alcuni antivirus.

Ciò è dovuto a Windows Defender, che tende ad andare in conflitto con questi servizi di protezione.

Il mio consiglio è quello di fare affidamento unicamente a Windows Defender e Windows Firewall, visto che per le esigenze quotidiane vanno più che bene;

Deframmentazione disco (NON su SSD)

La deframmentazione disco permette di alleggerire il carico sul vostro PC.

Il prossimo step prevede la deframmentazione del disco su cui è installato il sistema operativo.

Questa operazione serve per posizionare in maniera continua blocchi di informazioni correlati, in modo da ridurre il numero delle rotazioni del disco per accedere a tutte le informazioni. Questo si tramuta in una maggiore velocità di accesso alle informazioni e a un sistema più stabile.

Per farlo scrivete, dopo aver premuto sul tasto Start, “deframmentazione” e cliccate su “Utilità di deframmentazione dischi”. Si tratta del strumento ufficiale presente su Windows da diverse versioni (sul celebre XP era già presente e ben collaudato).

Questa procedura è da seguire SOLO se disponete di un hard disk meccanico. In caso aveste un SSD non avrete problemi di frammenti di file sparsi ovunque e avviando una deframmentazione rovinereste solamente la vostra unità a stato solido.

Modificare il file di paging (Se avete un SSD saltate questo punto)

Andate in Pannello di Controllo > Sistema > Impostazioni Avanzate > Avanzate > Prestazioni > Impostazioni > Avanzate > Memoria virtuale.

Cliccando su “Imposta” vi apparirà un box in cui verranno mostrati i valori impostati. Spuntate la voce “Personalizza” e inserite manualmente i dati.

Nel primo box dovrete scrivere la dimensione della vostra RAM in MB (1024 x Numero GB RAM) mentre nel secondo box raddoppiate la quantità del primo box.

Modificare/disattivare alcuni servizi Microsoft

Ci sono alcuni servizi di Microsoft che girano costantemente e determinano un numero eccessivo di scritture sul vostro hard disk. Cliccate sul menù Start, digitate “Servizi” e premete Invio.

Per cambiare il comportamento dei servizi Microsoft vi basterà cliccare con il tasto destro sul nome del servizio, andare in Proprietà e cambiare la tipologia di avvio da automatico a manuale.

I servizi da modificare sono:

  • Windows Search;
  • Windows Update;
  • Ottimizzazione avvio (Windows in italiano)/Superfetch. Potete anche disabilitare questo servizio senza problemi.

Non ho raccomandato anche la disabilitazione di Windows Search e Windows Update perchè a seconda delle vostre necessità potrebbero tornarvi utili.

Windows Search influisce sulla velocità con cui avviene la ricerca dei file presenti su disco mentre Windows Update permette la ricerca di aggiornamenti del sistema operativo in background.

Conclusioni

Per il momento è tutto. Nel caso non vi fosse chiaro un punto di questa guida o necessitaste di qualche informazione aggiuntiva vi invitiamo a utilizzare la sezione commenti presente qui sotto.

Se voleste saperne di più sulla risoluzione dei problemi del sistema operativo Microsoft vi consigliamo di leggere la nostra sezione Guide Windows.