Xiaomi non vuole mollare il mercato dei tablet, per questo motivo ha presentato il nuovo tablet Xiaomi Mi Pad 4: un device bello e potente che potrebbe diventare il perfetto compagno da divano e da….ok lo sappiamo tutti che anche tu usi il tablet sulla tazza. Scopriamo assieme tutti i dettagli di Xiaomi Mi Pad 4 nella nostra recensione completa.

Xiaomi Mi Pad 4 recensione

Xiaomi è un’azienda che investe e produce tecnologia in svariati settori. In un momento in cui alcuni dei maggiori produttori mondiali hanno rallentato la produzione e lo sviluppo dei tablet, Xiaomi se ne esce con Mi Pad 4, un tablet in grado di unire design e potenza e che ci ha convinti per la sua qualità realizzativa. Unico difetto di questo prodotto è l’essere commercializzato solo in versione cinese, disponibile su HonorBuy a 219 euro. La presenza del firmware cinese porta alla necessità di installare manualmente le Google Apps (compito facilmente eseguibile in una decina di minuti). Procediamo con ordine ed analizziamo a fondo Mi Pad 4 nella nostra recensione.

Videorecensione Xiaomi Mi Pad 4

Confezione, contenuto ed unboxing

Xiaomi Mi Pad 4 confezione e contenuto

La confezione bianca ha un design semplice e pulito, al suo interno troviamo un contenuto ridotto all’essenziale. Essendo il tablet commercializzato solamente nel mercato orientale troviamo all’interno della scatola, oltre al device, un caricabatterie asiatico da 5V/2A, un cavo USB/USB-C, un pin per lo slot microSD ed un po’ di manualistica. Nella versione fornitaci da HonorBuy è presente anche un adattatore per l’Italia che ci permette di utilizzare senza problemi il caricabatterie originale Xiaomi sulle nostre prese elettriche.

Design e costruzione

Xiaomi Mi Pad 4 retro

Xiaomi Mi Pad 4 è un tablet dal peso leggermente superiore alla media, parliamo di 342 grammi, ma supera la gran parte dei tablet per qualità realizzativa. La qualità costruttiva è molto buona e per la costruzione si combinano metallo e vetro. Il metallo è stato scelto per la parte posteriore e per la scocca che risultano molto solide ed hanno un buon feeling al tatto. Nella parte alta della cover posteriore, vicino alla fotocamera, è presente una banda in plastica che ricopre le antenne, quest’ultima è presente sia nella versione WiFi che in quella LTE. La parte frontale è interamente coperta da vetro Gorilla Glass ed ha un design pulito e sobrio, le cornici non sono le più piccole mai viste su un tablet ma hanno dimensioni medie e non risultano fastidiose durante l’utilizzo. Sul fronte trovano posto la fotocamera frontale, i classici sensori ed il LED di notifica. Sul lato sinistro è presente lo slot per la memoria microSD (e per la SIM nella versione LTE), sul lato destro trovano posto il bilanciere del volume ed il tasto Power. Sui lati corti troviamo, in alto, il doppio speaker stereo, la porta USB-C e, in alto, il jack per le cuffie da 3,5 mm.

Le dimensioni sono in linea con quelli degli altri tablet da 8 pollici, parliamo di 200,2 x 120,3 x 7,9 mm, che lo rendono facile da trasportare e da posizionare all’interno di una borsa o di uno zaino. Le misure compatte lo rendono molto comodo da usare sul divano, a letto ed in bagno (lo so che lo usi anche tu sulla tazza). Il design pulito e moderno lo rendono un tablet molto bello grazie alle linee arrotondate degli angoli, caratteristica che le rende abbastanza ergonomico e comodo da utilizzare.

Hardware

La scheda tecnica di Xiaomi Mi Pad 4 ci mette di fronte ad un hardware interessante ed è sicuramente uno dei punti di forza di questo tablet da 8 pollici. Xiaomi ha scelto il processore Snapdragon 660 octa core da 2,2 GHz in abbinata ad una GPU Adreno 512. La RAM è da 4 GB LPDDR4X-1866 dual channel e la memoria interna, espandibile tramite microSD, è da 64 GB eMMC 5.1, di cui circa 50 GB disponibili. Mi Pad 4 è, inoltre, disponibile in due versioni, una con la sola connettività WiFi (come quella da noi testata) ed una con la connettività WiFi + LTE. Gli assenti sono: NFC, uscita video tramite USB-C e lettore per le impronte digitali.

Le prestazioni offerte dall’hardware di Mi Pad 4 consentono di avere un sistema estremamente fluido e scorrevole. Durante l’utilizzo della MIUI non ho riscontrato nessun rallentamento e tutte le applicazioni funzionano in maniera pressoché perfetta. Le performance rimangono ottime anche durante l’utilizzo del multitasking, la navigazione ed il gaming. Soprattutto con il gaming si ottengono buone prestazioni con la possibilità di giocare al massimo la quasi totalità dei giochi disponibili sul Play Store, solo dopo lunghe sessioni di gioco abbiamo riscontrato qualche leggero problema di surriscaldamento.

Display e multimedia

Xiaomi Mi Pad 4 schermo

Xiaomi ha montato sul nuovo Mi Pad 4 un ottimo schermo da 8 pollici con risoluzione FullHD (1200 x 1920 pixel) con una buona densità di 283 PPI. Lo schermo è basato sulla tecnologia IPS e si caratterizza per il formato 16:10. La qualità del pannello è molto buona: i colori sono ottimamente calibrati, la luminosità massima è alta e la leggibilità è sufficiente anche sotto la luce diretta del sole. Il funzionamento della luminosità automatica è buono e tende a fornire un’illuminazione più che adeguata alle varie circostanze. Il display si comporta bene durante la navigazione e la visione di contenuti multimediali grazie agli ottimi colori ed alla buona risoluzione. Discreto il trattamento oleofobico: mi sono ritrovato spesso a pulire lo schermo dopo qualche decina di minuti di utilizzo.

Nonostante il buon display Mi Pad 4 pecca leggermente sulla riproduzione dei contenuti multimediali: l’assenza del supporto Widevine L1 e l’uscita audio su un solo lato peggiorano l’esperienza utente. Va chiarito che la mancanza del supporto allo standard Widevine L1 impedisce la riproduzione di video streaming in alta definizione, se per esempio usi Netflix non potrai goderti il FullHD ma dovrai accontentarti dei 480p e questo vale anche per tutte le altre applicazioni di video streaming. Per quanto riguarda il supporto a Widevine L1 speriamo che un aggiornamento software possa risolvere presto questo problema.

L’audio è affidato a due altoparlanti stereo posti nella parte bassa del tablet. I due speaker sono di buona qualità ed hanno un ottimo volume massimo, il loro posizionamento peggiora però la qualità complessiva in quanto non è l’ideale per una riproduzione stereofonica.

Software

Come ben sai la MIUI è una delle mie personalizzazioni software di Android preferite. Ne ho parlato in maniera entusiasta nella recensione di Xiaomi Mi Mix 2S ma devo dire che la qualità della MIUI su tablet non è ancora all’altezza della stessa su smartphone. La MIUI 9 basata su Android Oreo 8.1 attualmente preinstallata su Xiaomi Mi Pad 4 è disponibile nella sola versione cinese e non è prevista una versione global. La versione cinese della MIUI si presenta senza applicazioni di Google preinstallate ma è davvero semplice installare il Play Store e le altre applicazioni grazie alle guide presenti sul forum di Xiaomi. Sulla MIUI cinese non è possibile attivare la lingua italiana, anche qui si può facilmente rimediare tramite l’installazione di “More Locale”. Personalmente ho mantenuto il software in lingua inglese visto l’ottima traduzione.

Fatte la dovute premesse, posso affermare che il software si comporta in maniera ottima e le prestazioni, la fluidità e la scorrevolezza sono eccellenti. Questa MIUI sembra una versione alleggerita di quella stessa ROM vista su smartphone, ma sono sempre presenti le migliori chicche software fra cui la possibilità di utilizzare lo schermo intero sfruttando le gesture, lo split screen per utilizzare due app contemporaneamente su schermo ed il double tap to wake per risvegliare il tablet con un doppio tocco sul display. Sono presenti poi altre utili funzioni come la Quick Ball che permette di utilizzare comodamente il device in orizzontale con una sola mano e la Gaming Mode che permette di ottenere il massimo delle performance durante le sessioni di gioco. Mancano le funzioni Dual App, per la duplicazione delle app, e Second Space, per la creazione di due sistemi separati, funzioni che potrebbero aver fatto comodo a molti utenti.

Fotocamera

Xiaomi Mi Pad 4 non è un tablet pensato per le fotografie ma possiede una discreta fotocamera posteriore da 13 megapixel con apertura focale f/2.0 in grado di realizzare scatti buoni con condizioni di illuminazione ottimale, la qualità crolla con il calare della luce. Per la fotocamera frontale si è optato per una ottica da 5 megapixel con apertura focale f/2.0 che permette di realizzare selfie sufficienti. Entrambe le fotocamere possono registrare video in FullHD. Il software della fotocamera è semplice e permette di attivare l’HDR, gestire poche altre impostazioni e di utilizzare i filtri live sugli scatti.

Batteria ed autonomia

Xiaomi Mi Pad 4 monta una batteria da 6000 mAh in grado di garantire un’ottima autonomia. L’ottimizzazione software ha permesso di limitare fortemente i consumi in fase di utilizzo e di azzerare il dispendio energetico durante lo standby. Con un utilizzo intenso si riescono a raggiungere le 7 ore di schermo acceso con circa 2 giorni di autonomia, con un utilizzo saltuario si può arrivare senza problemi a coprire un’intera settimana. Ovviamente con un tablet è possibile fare utilizzi molto diversi fra loro, naturalmente questi andranno  ad influire sull’autonomia del device, autonomia che risulta comunque superiore alla media della categoria.

Prezzo

Mi Pad 4 non è commercializzato ufficialmente da Xiaomi in Italia ma è possibile acquistarlo su HonorBuy all’ottimo prezzo di 219 euro con spedizione dall’Italia. A questo prezzo di vendita la quarta generazione di tablet Xiaomi diventa sicuramente un prodotto interessante da acquistare e con un ottimo rapporto qualità-prezzo.

Conclusioni e giudizio finale su Xiaomi Mi Pad 4

Xiaomi Mi Pad 4 è un tablet da 8 pollici in grado di accompagnarci sia per utilizzi lavorativi sia per gli utilizzi casalinghi. Il buon display e l’ottima realizzazione hardware e software lo rendono un prodotto in grado di accompagnarci durante le nostre giornate, dalla tazza all’ufficio. Mi Pad 4 è un buon tablet senza dei veri e propri difetti e venduto ad un prezzo davvero interessante.

Galleria fotografica

GIUDIZIO FINALE
Confezione
7
Design e costruzione
8
Hardware
7,5
Display
8
Software
7,5
Fotocamera
6,5
Batteria
9
SHARE
Articolo precedenteCome far funzionare Fortnite su OGNI dispositivo Android
Articolo successivoXiaomi Mi Mix 2S riceve l’aggiornamento ad Android 9.0 Pie: molte novità