Xiaomi Mi Mix 2S è la naturale evoluzione di Mi Mix 2, uno smartphone quasi perfetto che migliora il modello precedente sotto vari aspetti. Ne scopriamo assieme tutti i dettagli nella nostra recensione.

Alla fine dello scorso anno abbiamo definito Xiaomi Mi Mix 2 come il telefono della “grande bellezza” e come il migliore smartphone mai realizzato da Xiaomi. Dopo circa 6 mesi da lancio di Mi Mix 2, il produttore cinese ha deciso di rilasciare la versione aggiornata del suo flagship. Arriva quindi sul mercato Xiaomi Mi Mix 2S, device che segna l’arrivo ufficiale di Xiaomi in Italia e che può essere finalmente acquistato comodamente su Amazon.

Confezione, contenuto ed unboxing


Nelle confezioni dei prodotti Xiaomi ci siamo abituati a vedere il minimo indispensabile, come appunto dicevo nella recensione di Xiaomi Mi Band 3. All’interno della scatola nera di Xiaomi Mi Mix 2S trova, invece, posto tutto il necessario per godersi al meglio questo splendido smartphone: caricabatterie 12V da 2,5 A, cavo USB/USB-C, adattatore da USB-C a jack audio da 3,5 millimetri, una buona cover in plastica e un po’ di manualistica di base. Nella scatola mancano solo le cuffie. L’aggiunta della cover, come da abitudine per tutti i prodotti cinesi, è una gradita aggiunta, anche se con il suo utilizzo si sacrifica l’estetica del device, ed permette di evitare ulteriori acquisti. Nel caso in cui la cover nella confezione non ti basti ti invito a leggere la nostra selezione delle migliori cover per Xiaomi Mi Mix 2S.

Design e costruzione

Recensione Xiaomi Mi Mix 2S retro

Xiaomi Mi Mix 2S è, a mio modesto avviso, lo smartphone top di gamma dal design migliore di questo 2018. La mancanza del notch, le cornici sottili su 3 lati e la combinazione di ceramica e alluminio lo rendono uno degli smartphone più belli che ho provato negli ultimi anni.

A prima impressione sembra di avere fra le mani un Mi Mix 2. La versione S cambia poco rispetto al modello precedente e ne mantiene invariate la parte frontale ed i bordi laterali. La parte frontale si presenta con cornici ridotte ai minimi termini su 3 lati, nella parte bassa invece si trova una cornice leggermente più spessa, scelta costruttiva necessaria la fine di ospitare i vari sensori, la fotocamera frontale ed il led di notifica. Ad aver subito le maggiori modifiche è la parte posteriore: il sensore per le impronte digitali è rimasto al centro del device mentre la fotocamera, ora con doppia ottica in verticale, è stata posta a lato. I materiali costruttivi sono spettacolari e combinano il metallo opaco per la scocca esterna (a sguardo attento si notano le antenne) e la ceramica con effetto specchiato per il retro. La scelta della ceramica risulta vincente in termini di resistenza: questo materiale non è soggetto a micro graffi e permette di utilizzare Xiaomi Mi Mix 2S senza cover. C’è da dire che la cover posteriore si sporca facilmente ma che altrettanto facilmente si riesce a pulire. L’ergonomia rimane discreta: le grandi dimensioni (150,9 x 74,9 x 8,1 mm) ed il peso di 191 grammi non lo rendono il più comodo dei device da utilizzare ma, grazie alle buone finiture ed alla modalità ad una mano, si riesce ad utilizzare senza problemi. Come per il modello precedente non è resistente ad acqua e polvere, forse l’unica vera grande assenza su questo ottimo smartphone.

Hardware

Recensione Xiaomi Mi Mix 2S sensore impronte

I passi in avanti rispetto a Xiaomi Mi Mix 2 li troviamo anche nel comparto hardware. Xiaomi Mi Mix 2S monta un hardware degno di un vero top di gamma: processore Snapdragon 845 octa core da 2,8 GHz affiancato da una coprocessore grafico Adreno 540 e da 6 o 8 GB di memoria RAM LPDDR4X in base al modello. Top in tutto. La memoria interna, non espandibile, è disponibile con due tagli di memoria: 64 e 128 GB UFS 2.1.

La connettività è completa e realizzata su misura per il mercato internazionale, quindi non ci sono limitazioni o problemi con le connessioni LTE. Le connessioni comprendono WiFi a/b/g/n/ac, LTE di Cat. 12 fino a 1024 Mbps, Bluetooth 5.0, NFC e GPS. Il carrellino per le SIM prevede un doppio slot per due Nano SIM ma non è utilizzabile per espandere la memoria interna.

Il comparto sensori è completo e sono presenti: accelerometro, giroscopio, magnetometro e barometro. Sul retro trova posto, in posizione centrale, il preciso e veloce sensore per le impronte digitali. Nella cornice bassa della parte frontale trova posto il LED di notifica, ed anche i sensori di prossimità e luminosità e la fotocamera anteriore.

Manca il jack audio e nella parte bassa dello smartphone è posizionata la porta USB Type C da utilizzare per la ricarica e le cuffie. L’uscita USB-C non supporta lo standard 3.1 e non è quindi utilizzabile come uscita video. L’audio dello speaker stereo inferiore è buono e risulta ben bilanciato.

Display

Lo schermo di Xiaomi Mi Mix 2S è identico a quello del modello precedente. Ci troviamo di fronte ad un display da 5,99 pollici FullHD+ con risoluzione da 2160 x 1080 pixel e rapporto 18:9. Lo schermo è basato sulla tecnologia IPS. La luminosità dello schermo è ottima ed altrettanto buono è il funzionamento della luminosità automatica. La leggibilità sotto il sole è molto buona ed altrettanto validi sono gli angoli di visione. I colori risultano naturali e sono ben bilanciati e tarati, c’è comunque la possibilità di modificarli, secondo i propri gusti personali, dal menu delle impostazioni. Altri pregi dello schermo sono i piacevoli angoli arrotondati e la mancanza del notch che permettono di godersi al meglio i quasi 6 pollici del display. Lo schermo è complessivamente molto buono anche se non riesce riesce a raggiungere la qualità offerta dagli OLED montati sugli altri top di gamma.

Software

Recensione Xiaomi Mi Mix 2S MIUI home

La versione internazionale di Xiaomi Mi Mix 2S monta un sistema operativo basato su Android Oreo 8.0 con MIUI 9. Al momento della recensione è disponibile la versione 9.6 della MIUI stabile che risulta perfettamente funzionante e che arriva con le G Apps preinstallate: sarà quindi possibile utilizzare fin dal primo avvio il proprio account Google, il Play Store e tutte le altre applicazioni di Google (a riguardo ti invito a vedere il video del primo avvio che trovi nella sezione Unboxing ad inizio articolo). La MIUI nel corso degli ultimi anni ha avuto una spettacolare evoluzione e credo sia ad oggi una delle migliori personalizzazioni di Android disponibili. Il sistema scorre fluido e veloce e non ho mai riscontrato bug, problemi o rallentamenti anche in situazioni di stress.

La personalizzazioni della MIUI sono utili, funzionali e belle da vedere e da utilizzare. Fra le molte feature del sistema ce ne sono alcune davvero degne di nota. La funzione che mi ha maggiormente convinto è la possibilità di nascondere la barra di navigazione e di utilizzare le gesture, come già visto nella recensione di Redmi Note 5, e di sfruttare quindi a pieno i 5,99 pollici del display. Le gesture funzionano davvero molto bene e rendono l’utilizzo del software intuitivo e molto veloce. Secondo spazio consente di creare una seconda partizione separata sul telefono per duplicare il sistema e le applicazioni e mantenere le memorie dei due sistemi separate. Esistono poi modalità per l’utilizzo semplificato, per il blocco delle applicazioni e per duplicazione delle app. Torna sempre utile la classica modalità ad una mano che riduce lo schermo, a 3,5, 4 o 4,5 pollici, al fine di renderlo più facile da gestire ed utilizzare quando si ha una sola mano libera. Ci sono poi molte altre aggiunte fra le quali: le possibilità personalizzazione tramite i vari menu e l’utilizzo dei temi, la presenza di molte applicazioni Xiaomi fra cui la gestione della memoria e delle notifiche e del risparmio energetico.

Lo sblocco col volto, non disponibile se avete impostato come regione l’Italia – per attivare il Face Unlock su Mi Mix 2S segui questa guida -, funziona bene ed in maniera veloce. I problemi con lo sblocco facciale però si presentano di notte in quanto non è presente un sistema di illuminazione. Bisogna far presente che durante i primi giorni di utilizzo capita spesso di coprire la fotocamera anteriore con la mano visto il suo posizionamento nella parte bassa del dispositivo.

Fotocamera

Il più grande passo in avanti rispetto al modello precedente è stato fatto nel comparto fotografico. Xiaomi Mi Mix 2S monta una doppia fotocamera posteriore sul retro, il sensore è un Sony IMX 363 e le due ottiche sono da 12 megapixel. La prima fotocamera da 21 mm ha un’apertura focale da ƒ/1.8 ed è stabilizzata otticamente, la seconda ha invece un’apertura ƒ/2.4 con zoom 2X. Lo zoom della seconda fotocamera torna molto utile quando si ha la necessità di fare scatti da lontano e dovete per forza di cose ricorrere allo zoom via smartphone.

La doppia fotocamera principale consente di scattare foto ottime con qualità comparabile a quelle degli altri top di gamma. Gli scatti sono davvero buoni anche grazie alla presenza dell’ottima messa a fuoco Dual Pixel e alla buona gestione dell’HDR. Solamente in condizioni di scarsa illuminazione la qualità delle immagini scende leggermente e si presenta un po’ di rumore, ma la qualità risulta comunque più che sufficiente. Con la fotocamera posteriore è possibile girare anche video in 4K e di sfruttare la stabilizzazione elettronica ottenendo buoni risultati.

La fotocamera frontale monta un’ottica da 5 MP con apertura ƒ/2.0 e permette di scattare dei selfie sufficienti. Relativamente a questa camera c’è da sottolineare che è posizionata in basso e che per ottenere dei selfie centrati è necessario ruotare il telefono sottosopra, ma a ricordarcelo sarà lo stesso software della fotocamera.

Il software della fotocamera è migliorato ulteriormente e permette ora di sfruttare al meglio la doppia ottica posteriore e di poter personalizzare le varie modalità di scatto grazie a funzioni avanzate. Interessante e piacevole è anche l’aggiunta dell’intelligenza artificiale che permette di rilevare automaticamente la scena al fine di ottenere un ottimale bilanciamento dei dettagli. La AI funziona bene e permette di migliorare la qualità delle foto.

Batteria ed autonomia

Xiaomi Mi Mix 2S monta una batteria da 3400 mAh non removibile. La buona ottimizzazione del firmware consente di ottenere ottime prestazioni in termini di autonomia e si arriva tranquillamente a fine giornata con utilizzo molto intenso e fino a due giorni con un uso medio dello smartphone. Da segnalare anche la presenza della ricarica rapida e l’introduzione della ricarica wireless.

Prezzo

Xiaomi Mi Mix 2S viene venduto online su vari siti ad un prezzo inferiore ai 450 euro nella versione con 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna. Un prezzo di vendita decisamente inferiore a quello degli altri top di gamma che aiuta questo smartphone di Xiaomi ad essere ancora più appetibile. Lo puoi acquistare anche comodamente su Amazon al miglior prezzo del web:

Conclusioni e giudizio finale su Xiaomi Mi Mix 2S

Xiaomi Mi Mix 2S migliora il modello precedente in moltissimi aspetti ed ha ora una fotocamera all’altezza degli altri top di gamma. La qualità costruttiva è ottima ed il design è fra i più belli del 2018 grazie agli splendidi materiali ed all’assenza del notch. La doppia fotocamera, il nuovo processore e l’introduzione della ricarica wireless lo rendono uno smartphone quasi perfetto ed è in vendita ad un prezzo da must buy.

Galleria fotografica

GIUDIZIO FINALE
Confezione
8
Design e costruzione
9
Hardware
9
Display
8,5
Software
9
Fotocamera
8
Batteria
9
Prezzo
9
SHARE
Articolo precedenteLG G7 One e LG G7 Fit verranno presentati durante l’IFA 2018
Articolo successivoCome creare e gestire password sicure su iOS 12