PCRecensioniWindows

Recensione HP Zbook Studio G8: la workstation per lavorare in mobilità

HP Zbook Studio G8 scocca


HP ZBook Studio G8 è il notebook perfetto per chi cerca una workstation potente ed affidabile per lavorare in mobilità, grazie all’ottimo hardware e al bel display si trasforma, nel tempo libero, in un’eccellente laptop da gaming.

Dopo aver testato il portatile HP Pavilion Gaming Laptop – 16-a0014nl, ho avuto la fortuna di poter provare questo nuovo Zbook Studio G8 per alcune settimane. L’ho utilizzato per un intero mese per lavorare, per svago e per il gaming nella configurazione con processore i7-11850H 2.50GHz (11th gen), scheda video Nvidia RTX A3000 con 4 GB di memoria GDDR6, 32 GB di RAM DDR4 e SSD PCIe NVMe da 1 TB. Vi racconto com’è andata nella recensione di HP ZBook Studio G8 dopo un mese di utilizzo.

Videorecensione

Cosa c’è nella confezione

HP Zbook Studio G8 contenuto della confezione

La scatola di HP ZBook Studio G8 ha il classico stile sobrio delle confezione HP. All’interno della scatola in cartone troviamo il PC, ben protetto da eventuali urti, ed un caricabatteria di ottima qualità. L’alimentatore ha dimensioni medio/grandi e si caratterizza per la presenza di un piacevole cavolo in tessuto e per un’impressionante potenza di ricarica da 200W. Vista la potenza erogata dall’alimentatore, HP ha dovuto forzatamente adottare un connettore proprietario, lo standard USB-C, infatti, non arriva ancora a questi livelli di potenza.

Il cavo dell’alimentatore ha una classica presa europea, non vi serviranno quindi adattatori o ciabatte per utilizzarlo.

Design: Semplicemente bello

HP Zbook Studio G8 scocca

Dal momento in cui si estrae HP ZBook Studio dalla confezione ci si rende conto di avere fra le mani un portatile di fascia molto alta, la qualità realizzativa è eccellente ed il design davvero piacevole.

La scocca del notebook è realizzata interamente in plastica grigio scura di qualità eccellente, il feeling al tatto è piacevole e si nota una estrema cura nei dettagli. Tutti i componenti, le scocche, gli angoli ed i minimi dettagli sono realizzati con assoluta precisione ed il design di ZBook Studio ne esce esaltato.

Le linee semplici e pulite donano al computer uno stile sobrio e minimal bello per davvero. Non mancano dettagli di carattere come la Z lucida sulla parte superiore della scocca, il piacevole speaker forellato sopra la tastiera e i lati corti frontali inclinati a formare una Z.

Oltre ad essere bello, l’HP G8 risulta solido ma leggero e facile da trasportare. Con un peso di 1,81 kg e le dimensioni di 35,4 x 23,46 x 1,79 cm, si riesce a inserire facilmente in uno zaino senza particolari problemi.

La qualità costruttiva è in linea col prezzo di vendita, il notebook di HP è realizzato in maniera eccellente e non mancano dettagli e tocchi di stile.

Hardware al top per i professionisti

HP Zbook Studio G8 lettore impronte

Chi lavora in mobilità, o semplicemente si è ritrovato a dover abbandonare la postazione fissa in favore di un portatile più agevole per lo smart working, sa quanto sia importante avere un computer potente e performante. Il mondo delle workstation è spesso relegato ai computer desktop, ma HP con ZBook Studio G8 è riuscita a realizzare una workstation portatile performante e capace di reggere il confronto con i PC da ufficio di fascia alta.

L’hardware è disegnato su misura per chi ha bisogno di un notebook potente, il processore Intel Core i7-11850H 2.50GHz (11th gen) è affiancato da 32 GB DDR4-SDRAM (3200 MHz), da una scheda video NVIDIA RTX A3000 (4 GB di GDDR6 dedicata) e da un SSD PCIe NVMe da 1 TB.

Il comparto hardware è davvero solido e molto concreto in termini di prestazioni. Grazie agli 8 core e ai 32 GB di RAM riusciamo ad avere prestazioni eccellenti in ogni tipologia di utilizzo, dal gaming all’ufficio. La scheda video RTX A3000 con 4 GB di memoria non è la più potente vista su un laptop di questa fascia di prezzo, ma risulta sufficientemente veloce per poter eseguire applicazioni 3D, lavorare su grafica e video senza problemi e di giocare. L’SSD NVMe da 1 TB offre prestazioni eccellenti in fasi di lettura e scrittura, ho apprezzato la decisioni di optare per il taglio da 1 TB visto le dimensioni che possono raggiungere i programmi professionali.

L’hardware è perfetto per chi cerca una workstation solida e capace di performare ottimamente con ogni applicativo o gestionale, senza disdegnare impegni lavorativi nel settore foto/video.

Il sistema di raffreddamento è affidato ad un doppio sistema di ventole che riescono a rimanere generalmente silenziose. Nell’utilizzo medio il PC rimane molto silenzioso, solamente di tanto in tanto si sente un brusio pacato per qualche minuto. Sotto sforzo, in rendering o in gaming, le ventole tendono però a spinnare a frequenze elevate andando a creare un costante brusio di sottofondo, riescono però a tenere a bada le temperature. La scocca tende a scaldarsi in alcune situazioni, ma mai tanto da diventare fastidiosa. La rumorosità generale non è problematica ma è un fattore di cui tenere conto se vi trovate a lavorare in open space con altre persone o in luoghi particolarmente silenziosi.

Risultati dei benchmark

Connettività molto buona e audio super

HP Zbook Studio G8 porte lato sinistro

Chi lavora in mobilità sa quanto è importante avere una buona connettività. Lo sa ancora meglio chi, come me, si ritrova a doversi muovere, ma quando è a casa connette il portatile alla sua postazione fissa per avere il massimo di comodità e performance.

Su HP ZBook Studio G8 troviamo una connettività completa ed una dotazione di porte davvero completa che comprende:

  1. 1 jack audio da 3,5 mm combo per cuffie/microfono
  2. 1 porta USB 3.1 Type-A SuperSpeed con velocità di trasmissione di 5 Gbps
  3. 1 lettore di memorie SD 7.0
  4. 2 porte USB-C
  5. 1 porta mini display
  6. 1 slot per blocco di sicurezza Nano
  7. Combo Intel AX201 Wi-Fi 6 (802.11ax) e Bluetooth 5

Il numero di porte è quindi più che buono e ci consente di lavorare in postazione o in mobilità senza particolari problemi. Da un prodotto di questo tipo però mi sarei aspettato altre due porte: Ethernet e HDMI 2.1. La porta ethernet è molto usata dai professionisti, soprattutto da chi lavora connesso alla rete ed ha la necessità di avere sempre la migliore connessione disponibile. La porta HDMI è ancora lo standard più diffuso sul mercato per la connessione di monitor e TV, in una workstation potrebbe risultare fondamentale per il collegamento del monitor in ufficio o per collegare un proiettore in sala riunioni. Molto comoda ed utile il veloce lettore di memorie SD.

HP Zbook Studio G8 porte lato destro

Bene la connettività senza fili, il WiFi 6 è stabile e veloce e ci consente di avere una connessione sicura su cui lavorare.

Nella cornice superiore del display troviamo una webcam da 720p di media qualità, mi sarei onestamente aspettato una webcam, magari da 1080p, di qualità superiore visto il prezzo di vendita. Sicuramente questo è un punto su cui HP deve lavorare per mettersi al pari con la concorrenza. Sufficiente l’audio raccolto dai microfoni, non ha una qualità professionale e non è utilizzabile per registrazioni e voice over ma è più che sufficiente per lavoro e videochiamate. Sempre utile la presenza del jack audio da 3,5 mm.

Per lo sblocco ci si può affidare al riconoscimento facciale tramite Windows Hello o al veloce e preciso lettore di impronte digitali posto sul lato inferiore destro della tastiera.

Il grande speaker frontale Bang&Olufsen riesce a fornire un audio di ottima qualità con un volume massimo sufficientemente elevato da essere utilizzato per ascoltare musica, film e serie TV. L’ho trovato abbastanza preciso e con un buon bilanciamento dello spettro sonoro.

Tastiera e touchpad sono perfetti

HP Zbook Studio G8 tastiera e touchpad

Passo gran parte del tempo al PC a scrivere, mi alterno fra tante mail, articoli e file di Excel, sono quindi un grande utilizzatore di tastiere. La tastiera di HP Zbook Studio G8 si comporta in maniera eccellente e permette di avere un buon feeling fin da subito e regala una scrittura liscia, agevole e senza typo. L’ho usata davvero tanto, anche per scrivere questa recensione, e mi è piaciuta molto e mi ha trasmesso lo stesso piacere di utilizzo della mia Logitech Craft. La disposizione dei tasti ad isola con escursione corta è realizzata in maniera impeccabile, la pressione dei tasti è assolutamente precisa e veloce e ci consente di evitare errori di battitura.

La retroilluminazione bianca può essere regolata tramite i pulsanti fisici sulla tastiera e permette di avere 2 livelli di differente illuminazione. La diffusione dell’illuminazione è uniforme e permette di scrivere al buio in scioltezza.

Piccola chicca: la tastiera ha un foro di drenaggio che consente di far fuoriuscire liquidi e piccole infiltrazioni dal fondo.

Il touchpad è di grandi dimensioni ed è preciso e puntuale nelle risposte. Il supporto al multi touch permette di avere un’eccellente riconoscimento delle gesture, queste ci consentono di navigare all’interno di Windows e delle applicazioni in maniera agevole. Ottima la precisione di input, anche sui bordi. Convincenti le dimensioni abbondanti che lo rendono molto comodo e ci consentono movimenti più fluidi e senza limitazioni.

Il display è perfetto per il lavoro

HP Zbook Studio G8 recensione

Lo schermo è sicuramente uno dei punti di forza dei portatili HP. Lo Zbook Studio conferma questa buona tradizione grazie ad un ottimo display basato su un pannello IPS da 15,6 pollici (39,6 cm di diagonale) con risoluzione Full HD (1920 x 1080 pixel).

Lo schermo riesce ad offrire una calibrazione dei colori perfetta ed una luminosità massima di 400 nits. La resa dei colori lo rende perfettamente fruibile anche da chi ha la necessità di lavorare nel campo della grafica e da ottimi risultati in termini di qualità della riproduzione di foto e video. La luminosità massima è sufficiente per un utilizzo all’aperto sotto la luce diretta del sole e ci permette di lavorare senza problemi in ambienti molto luminosi.

Lo schermo è davvero molto buono ed è perfettamente bilanciato per una workstation.

Va però tenuto in considerazione il prezzo di vendita, in un prodotto di questa fascia di prezzo si sarebbe potuto montare un display 4k e con un refresh rate superiore ai 60 Hz. Molto probabilmente la scelta del FHD è stata tarata in termini di autonomia. Resta comunque un display eccellente capace di rendere al meglio nel lavoro da ufficio.

Come va per il lavoro

Ho usato Zbook Studio G8 per quasi un mese come computer principale, per la gran parte del tempo l’ho utilizzato in modalità portatile, ma per varie ore è rimasto connesso al mio monitor 4k.

Per il mio tipo di lavoro, che consiste in una media di 30 pagine di Chrome aperte, cliente mail sempre attivo e montaggio video, l’ho trovato assolutamente solido nelle prestazioni, sempre pronto e scattante e addirittura anche troppo performante per le mie esigenze da utente medio. La gestione dei programmi, i tempi di accensione e di avvio delle app, la fruibilità delle stesse è tutto eccellente, prestazione che si traducono in un prodotto ideale per chi ha la necessità di un PC pronto e scattante.

Durante le sessioni di lavoro il PC risulta sempre abbastanza silenzioso, di tanto in tanto le ventole si attivano senza però risultare troppo rumorose. Durante il rendering dei video però spingono parecchio e tendono a rendere il computer mediamente rumoroso.

Valutare una workstation però è davvero difficile, solo un professionista sa nel dettaglio quali sono le performance che cerca e se puntare su CPU o GPU per i propri software. Nel complesso però le prestazioni del G8 sono assolutamente convincenti, anche la scheda video da “soli” 4 GB riesce a performare al meglio e risulta largamente sufficiente per editing di foto e video non troppo spinti. La CPU e la RAM invece sono potenti in abbondanza e garantiscono prestazioni sempre elevate.

Come si comporta in gaming

La triade i7-11850H, 32 GB di RAM e NVIDIA RTX A3000 non è una configurazione pensata per il gaming, ma devo dire che è capace di reggere l’urto e di fornire buone esperienze di gaming con un valido livello di dettagli ed una buona scorrevolezza.

L’ho usato nel tempo libero per giocare a due dei titoli più in voga del momento: Warzone e League of Legends. Con COD, andando ad impostare un livello di dettaglio medio, sono riuscito ad ottenere prestazioni molto buone e con un frame rate stabile. Il livello di dettaglio e la fluidità mi hanno consentito di godermi l’esperienza di gioco e di passare qualche ora online senza problemi.

I risultati sono migliori, naturalmente, con League of Legends dove si riesce a giocare senza problemi con un elevato livello di dettagli e con un ottimo frame rate.

Tastiera e touchpad si comportano bene anche durante il gaming. La tastiera è precisa e veloce in fase di input e risulta quindi una valida alleata per le nostre partite. Il pad è veloce e preciso ma non sarà mai all’altezza di un mouse, in questo caso vi consiglio di usarne uno senza fili se ci tenete particolarmente alle vostre performance.

Durante il gaming le ventole fanno del loro meglio per contenere le temperature, i risultati sono soddisfacenti ma ogni sessione di gaming risulta sempre accompagnata del brusio dello spinning sotto la scocca.

Nel complesso quindi lo Zbook Studio G8, nonostante sia una workstation pensata per utilizzi differenti, riesce ad offrire performance in gaming largamente valide che ci consentono di usare anche il PC nel tempo libero.

Quanto dura la batteria

Un altro punto difficile da valutare in una workstation è l’autonomia. L’HP G8 monta una batteria da 83 Wattora che consente di avere un’autonomia più che sufficiente. Durante i miei test ho sempre superato le 5 ore di display acceso durante sessioni di utilizzo abbastanza intense, con rendering e molte schede di Chrome aperte. Durante momenti di svago o meno intensi sono riuscito a superare anche le 7 ore di schermo.

Molto interessante la presenza della ricarica rapida che, grazie al potente alimentatore da 200W, ci consente di ricaricare il 50% della batteria in soli 30 minuti. Un dettaglio che tornerà sicuramente molto utile a chi lavora in mobilità ed ha la necessità di ricaricare al volo il PC, magari durante una pausa pranzo o caffè.

Qui molto dipende dalle vostre necessità e dalle applicazioni che andate ad utilizzare. Generalmente un valore dell’autonomia con medio carico è da considerarsi sulle 5 ore.

Conclusioni – A chi lo consiglio

HP Zbook Studio G8 dettaglio z lucida

L’HP Zbook Studio G8 è una workstation completa capace di offrire performance interessanti in ogni ambito di utilizzo, dal classico lavoro da ufficio, passando per l’editing video ed arrivando anche al gaming. Il notebook di HP può contare un un hardware capace di offrire solide prestazioni, un eccellente display e su un’ottima costruzione, tutte caratteristiche perfette per essere definita una ottima workstation portatile pensata e realizzata per i professionisti.

Il prezzo di vendita è decisamente elevato, parliamo di circa € 2900 sul sito di HP, e lo rende un prodotto dedicato esclusivamente ai professionisti che sono alla ricerca di un laptop/workstation capace di garantire prestazioni di alto livello.

Immagini di HP Zbook Studio G8

Giudizio finale
Design e costruzione
9 / 10
Hardware
9 / 10
Connettività e audio
8.5 / 10
Tastiera e touchpad
9.5 / 10
Display
9 / 10
Prestazioni lavorative
9.5 / 10
Prestazioni gaming
8 / 10
Batteria
7 / 10
La nostra opinione

L’HP Zbook Studio G8 è una workstation completa capace di offrire performance interessanti in ogni ambito di utilizzo, dal classico lavoro da ufficio, passando per l’editing video ed arrivando anche al gaming. Il notebook di HP può contare un un hardware capace di offrire solide prestazioni, un eccellente display e su un’ottima costruzione, tutte caratteristiche perfette per essere definita una ottima workstation portatile pensata e realizzata per i professionisti.

Il prezzo di vendita è decisamente elevato, parliamo di circa € 2900, e lo rende un prodotto dedicato esclusivamente ai professionisti che sono alla ricerca di un laptop/workstation capace di garantire prestazioni di alto livello.

8.7 ★★★★☆
Potrebbero interessarti
PCRecensioni

Recensione Trust GXT 863 Mazz: una tastiera meccanica economica valida

GuidePC

Come recuperare il codice Product Key di Windows 10

GuidePCWindows

Come pianificare il riavvio su Windows Update in Windows 11

GuidePC

Notebook sempre collegato alla corrente: è un problema per il PC?