AccessoriAccessoriAndroidAppleRecensioniRecensioni

Recensione Amazfit Powerbuds Pro: le migliori cuffie TWS?

Amazfit Powerbuds Pro recensione


Le Amazfit Powerbuds Pro arrivano in questa calda estate con una grande serie di funzionalità smart che le rendono delle cuffie TWS Bluetooth davvero interessanti. Oltre ad una qualità audio elevate ed alla ormai classica cancellazione attiva del rumore, le Amazfit Powerbuds Pro ci mettono a disposizione funzionalità per il benessere dell’udito, la protezione della cervicale e la rilevazione del battito cardiaco che le rende le cuffie perfette per chi vuole fare sport.

Ho indossato le nuove cuffie di Amazfit per più di una settimana per ascoltare musica, vedere film e serie TV in streaming e per decine di chiamate e devo dire che rispettano tutte le caratteristiche che abbiamo elencato nella nostra guida all’acquisto delle cuffie e che sono fra le migliori cuffie true wireless che ho provato in questi anni. Scopriamo segreti, pregi e difetti di queste cuffie nella recensione delle Amazfit Powerbuds Pro.

Videorecensione

Confezione

Amazfit Powerbuds Pro contenuto confezione

La scatola delle Powerbuds Pro arriva con il classico stile dei prodotti Amazfit che spicca per semplicità e pulizia. All’interno della confezione troviamo le cuffie, già riposte all’interno del loro case, un cavo USB a USB-C per la ricarica e 3 gommini aggiuntivi, oltre al classico manuale.

I gommini in confezione sono quindi 4: S, M (già montati), L ed XL. Forse poteva essere inserita qualche taglia intermedia in più per accontentare tutti, ma devo dire che sono morbidi, comodi e ben realizzati quindi non avrete problemi a trovarne uno perfetto per i vostri condotti uditivi.

Pairing e primo avvio

Le cuffie arrivano già con una buona ricarica che ci permette di configurare rapidamente sia su iPhone che su Android. Per connetterle allo smartphone basta aprire la loro custodia e procedere al pairing automatico su Android, su iPhone invece va fatto il classico pairing via Bluetooth.

Per poterne usare al meglio tutte le funzionalità è necessario utilizzare l’app Zepp, disponibile per Android ed iOS. Dall’app è facile e veloce aggiungere le cuffie ai dispositivi connessi.

Al primo avvio vi consiglio di procedere all’update del firmware in modo da poterne usare la versione migliore fin dal primo utilizzo.

Dopo aver configurato tutto vi consiglio di dedicare qualche minuto alla ricerca del gommino perfetto che sia in grado di garantirvi una buona stabilità.

Costruzione ed ergonomia

auricolare Amazfit Powerbuds Pro

Le Amazfit Powerbuds Pro si presentano con il classico design a stelo ormai noto ed utilizzato dalla gran parte dei produttore. Lo stile è impeccabile grazie a linee pulite e semplici che rendono gli auricolari sobri e discreti, perfetti per chi deve indossarli per lavoro e non ha la volontà di attirare l’attenzione su di sé.

La costruzione è realizzata interamente in plastica di ottima qualità, sembra quasi morbida al tatto, di colore bianco per la parte esterna e grigio chiaro nella parte interna. Gli ottimi materiali rendono le cuffie particolarmente compatte, parliamo di 35,2 x 16,7 x 23,4 mm, e leggere, 6,7 grammi per ogni auricolare. L’ergonomia è quindi ottima con degli auricolari comodi e leggeri da indossare che non hanno nessun problema di stabilità, anche durante lo sport, e che ci consentono di indossarli a lungo senza mai appesantire o affaticare l’orecchio.

Le cuffie sono certificate IP55 e sono quindi resistenti a polvere e schizzi d’acqua, potete indossarle senza problemi durante lo sport senza il pensiero che qualche goccia di sudore o di pioggia possa danneggiarle.

Sulla parte esterna di ogni cuffia troviamo 3 microfoni dedicati alla registrazione della voce e alla cattura dei rumori ambientali. Nella parte interna dell’auricolare destro è posto il sensore per il rilevamento del battito cardiaco che entra in gioco quando si pratica sport. Internamente sono posizionati i classici sensori che permettono di gestire la pausa automatica e che sono in grado di capire la posizione della nostra testa mentre indossiamo le cuffie per l’analisi del carico sulla cervicale (ne parliamo nel paragrafo app e funzioni smart). Sull’archetto è posizionato un minuscolo tasto soft touch che da accesso alle funzioni smart. Il tasto ha dimensioni davvero minuscole ma, nonostante le apparenze, risulta facile da utilizzare e sufficientemente preciso.

Amazfit Powerbuds Pro cuffie nel case

Eccellente anche la costruzione del case che risulta particolarmente piacevole e sobrio e molto solido. Il case di ricarica è costruito interamente in plastica bianca e si caratterizza per uno stile minimal che ha portato Amazfit a posizionare un singolo LED nella parte frontale. Ho apprezzato la scelta in favore della pulizia del design, scelta che però ci costringe ad aprire l’app ogni volta che dobbiamo controllare la carica residua del case. Nella parte inferiore è posizionata una porta USB-C per la ricarica, nella parte posteriore un tasto fisico con funzioni secondarie (accende il LED frontale ed eventuali reset). Nella parte superiore è presente uno sportello con chiusura magnetica che da accesso al vano di ricarica per le cuffie. Gli auricolari si inseriscono senza problemi, l’estrazione è semplice ma ho provato di meglio.

Il case, oltre ad essere ben realizzato, è comodo e compatto grazie alle dimensioni di 60,4 x 47,3 x 25 mm si riesce ad infilare in tasca senza problemi. Ottimo anche il peso di soli 42 grammi.

Qualità audio, riduzione del rumore ed esperienza d’uso

driver dinamico Amazfit Powerbuds Pro

Le cuffie Amazfit Powerbuds Pro vengono connesse al nostro smartphone tramite una connessione Bluetooth 5.0 che garantisce consumi contenuti ed un buon raggio di funzionamento che va oltre i 20 metri. La connessione, sia al chiuso che all’aperto, rimane sempre stabile e veloce e, anche in situazione limite, non ho mai avuto problemi di disconnessioni o lag.

Entrambi gli auricolari montano dei driver dinamici con diaframma a cristalli liquidi LCP, di cui non sono noti i dettagli tecnici, che riescono a garantire un’ottima qualità sonora. Le Amazfit Powerbuds Pro riescono ad avere una resa audio di elevata qualità con lo spettro sonoro ben coperto: troviamo dei bassi importanti ma non esagerati, dei medi bilanciati e degli alti precisi. Nel complesso la qualità dell’audio è eccellente e riusciamo a goderci stili musicali differenti con riproduzioni accurate di voce e strumenti ed audio privo di distorsioni e caratterizzato da un suono chiaro e pulito. Le ho provate con molti tipi di musica differente, dalla classica all’elettronica, e ne sono rimasto piacevolmente stupido per qualità ed adattabilità.

Per gli audiofili va sottolineata la presenza dell’equalizzatore che consente di creare uno spettro personalizzato o di scegliere uno dei 10 preset basati su stili musicali differenti.

Le cuffie si comportano molto bene in termini di audio, la qualità è alta anche in chiamata. Durante le nostre chiamate ad amici o di lavoro riusciremo a sentire il nostro interlocutore in maniera chiara in ogni contesto e dall’altra parte della cornetta sentiranno la nostra voce pulita e mai distorta grazie all’ottimo funzionamento dei microfoni per la riduzione del rumore in chiamata.

Amazfit Powerbuds Pro esterno dell'auricolare

Le cuffie hanno il classico formato in-ear capace da solo di offrire una buona riduzione del rumore. Le Amazfit Powerbuds Pro dispongono anche della riduzione attiva del rumore ANC che riesce a ridurre efficacemente i suoni di sottofondo fino a 40 dB. I risultati, in termini di riduzione del rumore, sono davvero interessanti: le cuffie riescono ad isolarci efficacemente dal mondo circostante e riescono a far risaltare la qualità dell’audio in riproduzione. L’ANC è configurabile in 4 differenti modalità (adattiva, viaggi, allenamento o al coperto) che riescono a filtrare meglio i suoni esterni dandoci quindi una migliore resa finale.

Oltre alla modalità ANC è presenta la funzione Thru Mode che consente di limitare l’isolamento passivo del rumore andando a riprodurre i suoni ambientali e le voci per permetterci di vivere al meglio l’ambiente circostante anche se abbiamo le cuffie. Il ritardo nella riproduzione dell’audio è praticamente nullo e quindi la modalità risulta perfettamente fruibile.

Funzioni smart ed app

L’app è la solita dei prodotti Amazfit: Zepp ed è disponibile per Android ed iOS. L’app è ben realizzata e si integra perfettamente con gli altri device del produttore. Dallo schermo del nostro smartphone possiamo gestire tutte le funzionalità del prodotto, oltre all’equalizzatore di cui ho già parlato, da qui abbiamo facile accesso ai dati sulla batteria residua dei due auricolari e del case, alle funzioni di controllo del rumore, quindi Thru Mode e ANC) e poi a tutte le altre funzioni.

Fra le funzioni più innovative va segnalata la presenza del rilevamento del battito cardiaco, grazie ad un sensore posto all’interno dell’auricolare destro, che torna utile per chi fa sport. I dati del battito sono condivisibili con altre app e quindi le cuffie risultano perfette  per chi le use durante gli allenamenti, grazie al loro sensore è possibile, infatti, rinunciare alla fascia cardio. Ci sono poi altre due funzioni relative alla nostra salute: salute dell’udito e protezione cervicale. Con salute dell’udito avremo indicazioni sul volume e sulle ore di utilizzo consigliate in una settimana. Con protezione cervicale gli auricolari andranno a monitorare la posizione della nostra testa andando a capire quando forziamo le cervicali mentre indossiamo le cuffie, una funzione particolarmente utile per chi ha problemi in questa zona del collo o passa molte ore al PC.

Non mancano poi le funzioni di rilevamento delle cuffie quando indossate, con la funzione play/pausa automatica, il rilevamento dell’attività fisica (fa partire il tracking del battito), una beat mode che pompa i bassi durante gli allenamenti e la personalizzazione delle gesture.

Tramite le gesture, da compiere coi piccoli tasti soft touch presenti sugli steli, abbiamo facile accesso alle funzioni play/pausa, alla gestione dei brani in riproduzione e possiamo richiamare l’assistente vocale dello smartphone, Siri su Android e Google Assistant sugli smartphone Android. Le gesture funzionano bene anche se ho riscontrato qualche imprecisione utilizzandole in movimento dovute alla piccola dimensione dei pulsanti.

Batteria

Le Amazfit Powerbuds Pro montano due batterie da 68 mAh per ogni auricolare e una batteria da 510 mAh nel case. Gli auricolari hanno un’autonomia fra le 8 e le 9 ore senza ANC, autonomia che scende a circa 5 ore e mezza con ANC attivo. In entrambi i casi l’autonomia è da considerarsi ottima e riesce a coprire un’intera giornata di lavoro.

Il case garantisce altre 30 ore di autonomia aggiuntiva (senza ANC) e porta quindi la capacità a quasi una settimana di lavoro completa.

La ricarica si completa tramite la porta USB-C posta nella parte inferiore del dispositivo e si completa di poco più di un’ora. Manca la ricarica wireless, ma non la ritengo indispensabile in questa tipologia di prodotto.

Prezzo

Le Amazfit Powerbuds Pro hanno un prezzo ufficiale di 129,90 euro, un prezzo giusto visto la qualità dell’audio e le molte funzioni smart offerte.

Il prezzo di vendita le inserisce nei prodotti di fascia medio/alta, ma credo siano fra le migliori della categoria grazie alla ottima qualità generale del prodotto e alle funzioni smart innovative.

Conclusioni – A chi lo consiglio

Amazfit Powerbuds Pro recensione

Le cuffie Amazfit Powerbuds Pro sono molto probabilmente le migliori TWS nella fascia dei 100-150 euro grazie ad una costruzione impeccabile, un’ottima qualità audio e funzioni smart superiori a tutte quelle dei prodotto concorrenti. Amazfit si conferma uno dei migliori produttori sul mercato, non solo nel settore smartwatch, e lo fa grazie ad un prodotto capace di portare qualità ed innovazione al giusto prezzo.

Le Amazfit Powerbuds Pro sono le cuffie perfette per chi cerca degli auricolari perfetti per l’utilizzo sui mezzi, grazie alla riduzione del rumore ANC, ed è alla ricerca di una ottima qualità dell’audio. Sono anche il device perfetto per chi ama la musica e cerca delle cuffie per allenarsi grazie alla presenza del sensore per il battito cardiaco che può andare a sostituire una fascia cardio.

Immagini di Amazfit Powerbuds Pro

Giudizio finale
Confezione e accessori
7 / 10
Pairing e primo avvio
9.5 / 10
Costruzione ed ergonomia
9.5 / 10
Qualità audio
8.5 / 10
Riduzione del rumore
9 / 10
Esperienza d’uso
8.5 / 10
Funzioni smart ed app
9.5 / 10
Batteria
8 / 10
Prezzo
8.5 / 10
La nostra opinione

Le cuffie Amazfit Powerbuds Pro sono molto probabilmente le migliori TWS nella fascia dei 100-150 euro grazie ad una costruzione impeccabile, un’ottima qualità audio e funzioni smart superiori a tutte quelle dei prodotto concorrenti. Amazfit si conferma uno dei migliori produttori sul mercato, non solo nel settore smartwatch, e lo fa grazie ad un prodotto capace di portare qualità ed innovazione al giusto prezzo.

Le Amazfit Powerbuds Pro sono le cuffie perfette per chi cerca degli auricolari perfetti per l’utilizzo sui mezzi, grazie alla riduzione del rumore ANC, ed è alla ricerca di una ottima qualità dell’audio. Sono anche il device perfetto per chi ama la musica e cerca delle cuffie per allenarsi grazie alla presenza del sensore per il battito cardiaco che può andare a sostituire una fascia cardio.

8.7 ★★★★☆
Potrebbero interessarti
AndroidNewsTablet

Nokia lancerà il tablet T20 il 6 ottobre (e forse anche uno smartphone)

AndroidNewsSmartphone

Google dovrebbe presentare ufficialmente i Pixel 6 il 19 ottobre

Apple

Apple lancia iOS 15: tutte le novità e gli iPhone compatibili

AccessoriAppleConsigli per gli acquistiiPhone

Migliori caricabatterie per iPhone 12 e iPhone 13: quale comprare?