Guide

Microsoft Edge vs Brave: quale scegliere?

Brave vs Edge

Scegliere il browser web che userai sul tuo pc non è sicuramente un’impresa semplice. La scelta è davvero ampia e quasi tutti i browser sono dotati di una specifica funzionalità che li rende molto diversi tra loro. La situazione si complica ancora di più quando ti trovi a dover scegliere tra Microsoft Edge e Brave, due browser popolarissimi e molto validi.

Ma niente paura: con questa guida ti aiuteremo a capire quali sono le differenze fondamentali tra i due browser e come scegliere quello più adatto alle tue esigenze. In particolare, analizzeremo alcuni elementi fondamentali che, a nostro parere, sono in grado di caratterizzare meglio Edge e Brave. Cominciamo!

Interfaccia utente

Brave vs Edge

Pur essendo basati entrambi su Chromium, sia Microsoft Edge che Brave sono in grado di regalarti un’esperienza utente personalizzata. Nello specifico, Edge è dotato di diverse funzionalità, quasi tutte orientate al sistema operativo Windows. In linea generale, l’esperienza d’uso di Edge è abbastanza positiva. Dal canto suo, invece, Brave offre un’interfaccia utente più pulita rispetto a Edge ed è molto simile a Google Chrome.

Quale scegliere tra i due? Ebbene, dipende molto dai tuoi gusti personali: se desideri un’interfaccia utente più pulita, allora dovresti optare per Brave. Viceversa, Microsoft Edge può fare al caso tuo se punti ad un’esperienza utente più funzionale e performante.

E’ bene sottolineare che, entrambi i browser, ti permettono un’ampia personalizzazione anche se Edge è in grado di offrire temi diversi ed eterogenei che puoi facilmente applicare al browser. Usando Brave, invece, avrai una scelta di temi più limitata e circoscritta a quelli disponibili sul Chrome Web Store.

Microsoft Edge vs. Brave: parliamo di sicurezza

Brave

Il secondo aspetto da considerare per scegliere un browser piuttosto che un altro sono le funzioni di sicurezza. In particolare, Brave è famoso per le sue numerose ed eterogenee funzionalità incentrate sulla privacy e sulla sicurezza. Ma anche Mircosoft Edge è stato aggiornato con svariate funzioni volte proprio a proteggere la privacy e la sicurezza degli utenti.

Andiamo più nello specifico. Con Microsoft Edge puoi bloccare i tracker ed abilitare una protezione speciale che ti permette di verificare la presenza di siti web non attendibili e dannosi. Certo, a quanto pare la funzione anti-tracciamento non è così ottimale come quella offerta da Brave ma Microsoft Edge ti permette di utilizzare alcune funzionalità in più.

Un esempio? Perfetta è l’integrazione tra Edge e le funzionalità di sicurezza di Windows: il browser ti permette inoltre di utilizzare un servizio DNS sicuro. Sempre con Edge, puoi bloccare il download di applicazioni indesiderate ed abilitare i controlli di typosquatting.

Brave, invece, è in grado di offrire interessanti funzionalità per bloccare i tracker e migliorare la tua privacy online. Più aggressiva rispetto a Microsoft Edge è la funzione anti-tracciamento di Brave. Da ciò ne deriva che, se hai bisogno di funzionalità più avanzate per proteggere la tua sicurezza, allora Brave è il browser che fa al caso tuo.

E non è finita qui perché Brave offre anche svariate impostazioni avanzate come, ad esempio, la possibilità di attivare o disattivare una politica di gestione IP WebRTC oppure abilitare e disabilitare il servizio di messaggistica push di Google.

Infine, se tutto ciò non dovesse bastarti, puoi anche stabilire una connessione Tor direttamente tramite Brave per navigare su internet in maniera del tutto anonima. Ovviamente, in questo caso, dovrai avvalerti del browser Tor per poterti godere un’esperienza web completamente privata.

Supporto IPFS

Potresti non sapere come usarlo nella maniera giusta ma devi sapere che PFS è un protocollo decentralizzato che ti permette di aggirare la censura. Attraverso di esso, puoi condividere facilmente i file in privato senza doverti preoccupare di alcuna restrizione. E il browser Brave ti permette di farlo. Ecco perché è uno dei più utilizzati in tutto il mondo.

Puoi anche abilitare il supporto IPFS utilizzando l’estensione Chrome complementare IPFS ma, ovviamente, non potrai godere del supporto completo offerto invece da Brave.

Sync Code

Microsoft Edge

Microsoft Edge ti permette di accedere utilizzando il tuo account Microsoft (o qualsiasi account aziendale) per sincronizzare tutte le impostazioni e i dati relativi alla navigazione. Brave, invece, non offre la stessa esperienza ma ti permette di sincronizzare soltanto avvalendoti di un codice di sincronizzazione da un altro dispositivo per una maggiore sicurezza.

In parole povere, non puoi sincronizzare il browser su nessun’altra piattaforma a meno che tu non abbia accesso a uno dei tuoi sistemi che già eseguono Brave. Si tratta di un elemento che potrebbe non piacere a molti utenti ma è un modo davvero sicuro per sincronizzare i tuoi dati.

Dunque, Edge potrebbe essere il browser che fa al caso tuo se hai  bisogno della funzionalità di sincronizzazione basata su cloud e non hai problemi ad associare i dati di navigazione ad un account Microsoft.

Microsoft Edge vs Brave: le prestazioni

Brave è la scelta ideale se desideri un’esperienza di navigazione fluida, veloce e in grado di utilizzare le risorse in maniera efficiente. Anche Microsoft Edge, comunque, offre un’ottima esperienza di navigazione. In ogni caso, non è semplice stigmatizzare nel dettaglio l’effettiva differenza tra le prestazioni dei due browser ma possiamo dire che sia Edge che Brave sono davvero ottimi.

Ma c’è una differenza: Edge, infatti, è dotato di alcune utili opzioni che ti permettono di modificare alcune prestazioni del browser, ad esempio, per consumare meno risorse e per ibernare le schede se sono inattive.

Supporto multipiattaforma

Prima di scegliere un browser predefinito, ti consigliamo sempre di controllare se esso sia disponibile su tutte le piattaforme che utilizzi. Ebbene, la buona notizia è che sia Edge che Brave sono disponibili per Windows, macOS (Intel e ARM) e Linux nonché supportano anche dispositivi mobili Android e iOS.

Le caratteristiche extra di Edge e Brave

Microsoft Edge può essere la scelta migliore se utilizzi Windows come sistema operativo principale e disponi di un account Microsoft. In questo caso, ad esempio, potresti avvalerti dell’utile funzione Family Safety per tenere sempre sotto controllo le attività sul web dei tuoi figli e per impedire loro l’accesso a siti web potenzialmente pericolosi per la loro crescita.

Dal canto suo, purtroppo, Brave non offre queste funzionalità ma ti permette di avvalerti di un portafoglio crittografico: certo, non è una funzione che tutti riescono a padroneggiare ma potrebbe essere interessante esplorarne le caratteristiche.

Microsoft Edge vs. Brave: allora, qual è la scelta migliore per te?

Puoi optare per Microsoft Edge se usi Windows come piattaforma principale: questo browser ti permette infatti di accedere ad una serie di funzionalità extra e garantisce anche una buona esperienza utente. Se invece sei alla ricerca di un’esperienza utente pulita e di precise funzionalità per tutelare la tua privacy, allora potresti optare per Brave.

E se sei ancora indeciso? Beh, ti consigliamo di provarli entrambi in modo da capire quale si adatta meglio alle tue esigenze!


Fonte Makeuseof

Potrebbero interessarti
Guide

Come sistemare Google Play Store se non funziona su Chromebook

Guide

Il tuo Fitbit non si sincronizza? Ecco dieci modi per risolvere  

Guide

Come aggiornare gratis i giochi PS4 alla PS5

Guide

Come disattivare i trigger adattivi e il feedback aptico della PS5