Cosa rallenta il tuo Wi-Fi e cosa puoi fare per risolvere

Seguici su Google News

Al giorno d’oggi usiamo Internet per qualsiasi cosa, dal lavoro all’intrattenimento. Con una presenza così costante e così importante, non si può non concordare con il fatto che la lentezza della velocità del Wi-Fi sia un aspetto davvero fastidioso.

Proprio per questo motivo, nel nostro odierno approfondimento affronteremo alcune cause comuni dei problemi al Wi-Fi e cosa fare per risolverli.

Valutare la propria rete in generale

Prima di addentrarci nei motivi più comuni per cui le prestazioni del Wi-Fi sono inferiori alle aspettative, chiariamo alcuni aspetti in modo da poter risolvere meglio i problemi di velocità.

Innanzitutto, è bene non affidarsi a uno smartphone (o a un computer portatile che utilizza il Wi-Fi) per il test di velocità. Il test di velocità con lo smartphone non è certo un modo accurato per verificare la velocità della connessione a Internet.

Quindi, prima di puntare il dito contro il Wi-Fi come fonte dei problemi, assicurati di eseguire prima un test di velocità corretto sulla connessione Internet per escludere eventuali problemi più gravi con il proprio ISP o con il modem a banda larga.

In secondo luogo, sappi che la velocità del Wi-Fi è ingannevole. Ciò che l’hardware Wi-Fi dichiara di poter fare, per quanto riguarda la pubblicità e l’etichettatura, e ciò che può fare in condizioni reali sono profondamente diverse! Anche con una connessione in fibra che soddisfa o supera le velocità pubblicizzate del router Wi-Fi, non si otterrà la velocità pubblicizzata per il telefono o il portatile.

Se poi le prestazioni non sono quelle che ci si aspetta, è possibile esaminare l’elenco seguente ed escludere i colli di bottiglia artificiali che portano a un’esperienza Wi-Fi scadente.

I router Wi-Fi obsoleti incidono sulle prestazioni

Tutti odiano spendere soldi ed è frustrante sostituire un hardware funzionale, anche se poco performante. Ma la realtà è che l’hardware Wi-Fi si è evoluto in modo piuttosto costante nel corso degli anni.

Se stai ancora usando un vecchio router o un poco efficiente router Wi-Fi integrato nell’unità combinata router/modem via cavo che ti ha fornito il tuo provider, probabilmente non otterrai grande soddisfazione dalla velocità della connessione.

Soprattutto per chi ha un hardware altrimenti nuovo – nuovi smartphone, una nuova smart TV, ecc. – ha senso effettuare l’aggiornamento verso un componente più efficiente, considerato che l’accoppiamento di dispositivi più recenti con hardware vecchio ne ostacola le prestazioni.

wi-fi

Il cattivo posizionamento del router riduce la potenza del segnale

L’unica cosa peggiore di avere un router Wi-Fi vecchio è posizionarlo in un luogo sconveniente. Per esempio, se hai bisogno di un’illuminazione particolarmente luminosa in soggiorno, non metteresti certo la tua lampada da lavoro a LED ad alta potenza in un angolo del seminterrato!

Ebbene, con lo stesso criterio, se desideri un Wi-Fi davvero funzionale, per utilizzare al meglio i tuoi dispositivi Wi-Fi, non mettete il router Wi-Fi in cantina con la lavatrice.

Spostare il router Wi-Fi è una soluzione semplice. Assicurati solo di posizionarlo dove il segnale è più centrale per le tue attività quotidiane ed evita di metterlo vicino a quegli elementi che bloccano il segnale Wi-Fi.

Troppi dispositivi bloccano l’hardware sottopotenziato

Uno dei maggiori vantaggi dell’hardware Wi-Fi più recente non è solo la maggiore velocità che si ottiene con ogni nuova generazione di tale componente, ma anche un aumento generale della potenza e del numero di dispositivi che il router Wi-Fi può gestire.

Sottolineiamo che è sul numero di dispositivi e non sul numero di utenti che bisogna concentrarsi. Sempre più spesso i dispositivi, anche quando non sono in uso, hanno un sovraccarico di larghezza di banda piuttosto elevato e impongono alla rete richieste che non ci si aspetterebbe.

Le telecamere di sicurezza basate su cloud utilizzano per esempio molta larghezza di banda, così come gli altri dispositivi domestici intelligenti. Se poi si sommano tutti i computer, i tablet, gli smartphone, le console, i dispositivi di streaming, le smart TV, gli accessori per la casa smart e altro ancora presenti in una casa moderna, si ottiene un elenco che raggiunge o supera facilmente la capacità dei router più vecchi.

Usare il Wi-Fi per tutto? Ecco perché non dovresti…

Mentre parliamo di troppi dispositivi sulla rete Wi-Fi, ti invitiamo a pensare di togliere i dispositivi dalla tua rete Wi-Fi. Non si tratta di vivere con una Xbox o una smart TV completamente scollegate da Internet, ma semplice di passare tutti i dispositivi possibili alla rete Ethernet per liberare spazio per i dispositivi Wi-Fi rimanenti.

Hardware e cavi vecchi riducono la velocità

Questo aspetto è facile da trascurare se non si è molto esperti di reti. Sebbene il router Wi-Fi stesso e le capacità Wi-Fi dei dispositivi endpoint, come lo smartphone o la smart TV, sono una parte importante del puzzle delle prestazioni Wi-Fi, non bisogna trascurare i semplici componenti fisici che collegano la rete.

Se hai cavi Cat5 o uno switch di rete 10/100 obsoleti insieme all’hardware di rete, stai involontariamente ostacolando la tua velocità di rete. Chi ha una banda larga inferiore a 100 Mbps potrebbe non accorgersi del vecchio switch che compromette le prestazioni, ma chi ha una banda larga più veloce, i vecchi cavi e l’hardware ridurranno la velocità massima potenziale.

L’uso di uno switch di rete rallenta la mia connessione a Internet

Per evitare questo problema, controlla i cavi di rete fisici che collegano tra loro i diversi componenti della rete per assicurarvi che siano almeno Cat5E o, meglio ancora, Cat6. E se si utilizzano switch di rete, aggiornarli da switch 10/100 a switch gigabit. Gli switch gigabit non gestiti e i cavi patch Cat6 costano pochissimo e possono arricchire di efficacia la propria rete.

wi-fi

La congestione dei canali compromette le prestazioni del Wi-Fi

La congestione dei canali Wi-Fi si verifica quando più dispositivi Wi-Fi utilizzano la stessa frequenza, o canale, nello stesso spazio. Se il tuo vicino ha un router Wi-Fi configurato in modo simile al tuo router Wi-Fi e vivi abbastanza vicino da far sì che il tuo router trasmetta nel suo spazio vitale e viceversa, questo può influire negativamente sulla tua rete.

Questo è un problema che riguarda più i dispositivi sulla banda 2,4 Ghz che quelli sulla banda 5 Ghz, ma è bene prestare attenzione a questo aspetto anche se si vive in un appartamento o in un quartiere densamente popolato. Dovresti individuare i canali più congestionati e consultare la documentazione del tuo router per passare a canali meno congestionati.

Gli amplificatori Wi-Fi aumentano la portata, ma riducono la velocità

Se avete avuto problemi con il Wi-Fi, come velocità ridotte o copertura insufficiente, è molto probabile che abbiate preso in considerazione l’uso di un extender Wi-Fi e che ne abbiate uno in casa.

Nonostante la loro popolarità, dal punto di vista delle vendite gli extender Wi-Fi hanno una cattiva reputazione per quanto riguarda le prestazioni effettive della rete.

Se infatti da un lato possono certamente estendere la portata della rete quando vengono utilizzati correttamente, dall’altro possono introdurre una congestione di rete, una latenza e una velocità ridotta.

Per escludere l’extender Wi-Fi come fonte di problemi della rete Wi-Fi, basta provare a scollegarlo temporaneamente. Con l’extender disattivato, si dovranno verificare le prestazioni complessive della rete con i dispositivi collegati direttamente al router Wi-Fi principale. Se le prestazioni migliorano in modo significativo, è probabile che ci siano due problemi in gioco, probabilmente in tandem.

In primo luogo, l’extender Wi-Fi potrebbe essere configurato e utilizzato in modo errato. In secondo luogo, la copertura extra fornita dall’extender e tutti i dispositivi aggiunti alla rete grazie a questa copertura estesa potrebbero essere troppo impegnativi per il router principale, anche con l’aiuto dell’extender.

In questo caso, è probabilmente una buona idea abbandonare la configurazione router + extender e sostituirla con una rete mesh più robusta. Passare a una rete mesh è come aggiornare contemporaneamente il router e accoppiarlo a estensori Wi-Fi sovralimentati.

Fin qui, alcuni suggerimenti che speriamo siano stati utili per verificare la bontà delle prestazioni della propria rete domestica e intervenire nel caso in cui ci sia qualcosa che non va. Siamo convinti che applicando questi suggerimenti e facendo le brevi prove che abbiamo sopra descritto, sarà possibile in breve tempo aggiudicarsi la disponibilità di una rete Wi-Fi sempre più performante e in grado di soddisfare adeguatamente le proprie aspettative.

Nel caso in cui le cose non dovessero andare per il verso giusto, invece, sarà opportuno contattare il proprio provider e domandare maggiori informazioni sull’effettiva capacità prestazionale di quanto installato.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech
Argomenti:

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2023 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram