GuidePCWindows

Schermata Verde su Windows 11? Scopri come risolvere!

Il 24 giugno 2021, con un evento speciale, Microsoft ha presentato al mondo il nuovo sistema operativo Windows 11 e il 28 giugno 2021 è stata rilasciata la prima beta ufficiale nel canale Dev per Windows Insider. Windows 11 è riuscito a catturare l’attenzione di molti sviluppatori, esperti e super appassionati del settore che si sono affrettati ad installare l’ultimo sistema operativo. Tuttavia, usando Windows 11 a diversi utenti è capitato di imbattersi in una Green Screen of Death (GSOD).

La Green Screen of Death è una schermata di errore verde che va ad aggiungersi alla più nota Blue Screen of Death (che nel frattempo non era più di colore blu ma nero!) Se sei stato tra coloro che si sono trovati davanti ad una GSOD durante l’installazione di Windows 11 Insider Preview, in questo articolo potrai trovare alcune risposte e alcune soluzioni su come risolvere il problema della schermata verde.

Come eliminare lo Schermo Verde in Windows 11

Lo Schermo Verde o Green Screen of Death non è diverso dal Blue Screen of Death (BSOD), poiché entrambi trasmettono un errore fatale che impedisce al tuo PC di funzionare correttamente. Lo schermo verde appare solo per le build di Insider Preview e mostra praticamente gli stessi codici di errore del BSOD. Microsoft ha deciso di differenziare il colore della Screen of Death tra le versioni stabili e quelle beta, in modo da far capire all’utente di che tipo di errore si tratta. L’aspetto più importante, quando ci capita davanti una GSOD, è di segnarsi l’errore che compare nella schermata per cercare in Internet una soluzione specifica per quel problema.

In questo articolo troverai delle indicazioni su delle soluzioni generali che puoi adottare quando ti trovi davanti ad una schermata verde.

Schermata verde windows

1. Aggiorna i driver della scheda video

I driver video obsoleti possono fare molti danni al tuo PC. Quindi, prima di provare a installare Windows 11, o eseguire applicazioni specifiche su di esso, è meglio assicurarsi di disporre dei driver più recenti. Se disponi di una scheda grafica Nvidia puoi scaricare il driver più recente da www.nvidia.com altrimenti per le unità grafiche AMD fai clic sul link www.amd.com.

In alternativa puoi aggiornare i driver della scheda video dal tuo Device Manager. Fai clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante “Start” nell’angolo in basso a sinistra dello schermo e seleziona “Gestione dispositivi”. In alternativa puoi premere “Windows + R” per visualizzare Esegui e cercare “devmgmt.msc” per caricare Gestione dispositivi. Espandi la sezione “Schede video”, fai clic con il pulsante destro del mouse sulla scheda grafica e fai clic su “Aggiorna driver”.

Ora seleziona “Cerca i driver nel mio computer”. Nella pagina successiva fai clic su “Fammi scegliere da un elenco di driver disponibili sul mio computer” e Windows estrarrà il driver del display piuttosto facilmente. Infine, seleziona il driver della scheda grafica e clicca su “Avanti”. Il driver dovrebbe venir installato all’istante. Ricorda che puoi anche aggiornare i driver in modalità provvisoria. Innanzitutto, premi “Windows + R” per richiamare Esegui e poi cerca “msconfig”. A questo punto vai alla scheda “Avvio” e attiva l’opzione “Avvio sicuro”, scegli l’opzione di avvio “Minimal” e riavvia il PC in modalità provvisoria.

Aggiorna i driver della scheda video

2. Rimuovere le applicazioni indesiderate

Avere un sacco di applicazioni che non usi può non solo avere un impatto sulle prestazioni del tuo sistema ma anche occupare risorse preziose e persino portare al Green Screen of Death. Quindi, se ti imbatti nello schermo verde un po’ troppo frequentemente ti consigliamo di disinstallare le applicazioni indesiderate. Per rimuovere le app, prima vai su “Impostazioni” e poi fai clic su “Apps”.

A questo punto seleziona “Apps e funzionalità” e qui individua l’applicazione interessata e fai clic sull’icona con “3 puntini” nell’angolo in alto a destra. Dalle opzioni che si presenteranno seleziona “Disinstalla”, Microsoft farà aprire una finestra che ti chiederà la conferma della scelta. E questo è tutto! L’app verrà ora disinstallata dal sistema.

disinstallare app sistema

3. Scollegare le periferiche esterne

Anche se potrebbe non sembrare, il collegamento di periferiche esterne al PC Windows a volte può creare dei problemi. Quindi, se c’è una pen drive, un mouse, una tastiera USB o qualcos’altro collegato al tuo PC il consiglio è di provare a scollegarli. Una volta scollegati tutti i dispositivi dalle porte USB ti consigliamo di riprovare ad avviare il PC. Il problema dello schermo verde potrebbe così risolversi facilmente.

4. Disinstallare il software antivirus/firewall

Windows Defender è un’applicazione di sicurezza molto valida che viene fornita in bundle con il sistema operativo Windows 11. Quindi, a meno che non visiti frequentemente siti Web ambigui o poco raccomandabili, non c’è alcun motivo per cui dover installare un antivirus di terze parti. Avere un software antivirus o un firewall di terze parti è stato spesso causa di comparsa del Green Screen, per questo il nostro consiglio è quello di disinstallare questi software e provare ad avviare nuovamente Windows 11.

Per disinstallare un’applicazione premi “Windows + I” sulla tastiera così si aprirà la scheda Impostazioni. Qui clicca prima su “Apps” e poi su “Apps e funzionalità”. Ora trova l’antivirus che desideri disinstallare e fai clic sull’icona con “3 puntini” nell’angolo a destra dello schermo. A questo punto clicca su “Disinstalla” e poi conferma nuovamente la tua scelta nella finestra che si aprirà i automatico. A questo punto il programma dovrebbe disinstallarsi e una volta fatto puoi provare a riavviare Windows.

5. Disattiva l’accelerazione hardware

L’accelerazione hardware è un processo per cui le applicazioni scaricano determinate attività sull’hardware del sistema per accelerare tale attività e migliorare le prestazioni. Ad esempio il browser utilizza l’accelerazione hardware ogni volta che ne ha la possibilità e anche se nel complesso questa è una funzionalità utile potrebbe talvolta farti incorrere in errori occasionali. Il nostro consiglio, quindi, è quello di disattivare l’accelerazione hardware sul browser.

Per disattivare l’accelerazione hardware in Google Chrome prima fai clic sul pulsante con i puntini di sospensione verticali nell’angolo in alto a destra e poi vai su “Impostazioni”, scorri la pagina fino alla fine e clicca su Avanzate. Qui all’interno della scheda troverai il bottone per disattivare l’accelerazione hardware. Una volta disattivata l’opzione fai clic su “Riavvia”. Questo potrebbe aiutarti ad evitare una schermata verde.

Chrome accelerazione

Su Firefox, invece, puoi disattivare l’opzione tramite la barra del menù nella parte superiore dello schermo, facendo prima clic su Firefox e poi su Preferenze. A questo punto seleziona il pannello Generale e alla voce Prestazioni deseleziona la casella “Utilizza l’accelerazione hardware”.

acceleraizone hardware

6. Metti in pausa il servizio di aggiornamento di Windows

Quando compare una schermata GSOD subito dopo aver effettuato l’accesso a Windows 11 potresti ritenere responsabile dell’inconveniente il servizio Windows Update. Un componente di aggiornamento potrebbe essere danneggiato rendendo il sistema operativo instabile pochi istanti dopo l’inizializzazione. Per aggirare questo problema, dovrai interrompere il servizio immediatamente utilizzando Windows PowerShell.

Quando sei sul desktop fai clic su “Windows + S” per visualizzare la barra di ricerca e digita “Powershell”, una volta visualizzato nei risultati di ricerca fai clic su “Esegui come amministratore”. In seguito esegui il seguente comando: “netto stop wuauser”. Questo dovrebbe bloccare il servizio di aggiornamento di Windows. Ricorda che dovrai ripetere questo passaggio ogni volta che riavvii il sistema.

7. Usa il Ripristino all’avvio di Windows

Il Ripristino all’avvio di Windows (in inglese startup repair) è uno strumento che permette di diagnosticare e correggere eventuali errori o problemi che possono causare l’avvio di Windows. Quando viene rilevato un problema di avvio, Windows esegue una scansione del PC per cercare di trovare la causa del malfunzionamento. Se l’errore viene trovato e risolto il sistema viene ripristinato in maniera automatica, mentre se non è possibile attuare un ripristino, il sistema viene ricondotto all’ultimo stato funzionante.

8. Reinstallare Windows 10

Se ottieni lo schermo verde mentre stai tentando di aggiornare Windows 10 a Windows 11 Insider Preview è probabile che la tua copia di Windows 10 abbia dei problemi. Quindi, è meglio se installi una nuova copia di Windows 10 e poi provi ad aggiornarla a Windows 11 Insider Preview.

reinstallare windows

Per installare una nuova copia da Windows 10 vai su Impostazioni premendo “Windows + I” sulla tastiera e in seguito vai su “Windows Update” alla tua sinistra. Fai clic prima su “Opzioni avanzate” e poi su “Ripristino”. Dal momento che stai per eseguire una nuova installazione dovrai fare clic sull’opzione “Rimuovi tutto”. In seguito potrai scegliere tra “Re-installazione locale” o “Download dal cloud” per ottenere una nuova copia di Windows 10.


Fonte nerdschalk

Potrebbero interessarti
PCRecensioni

Recensione sedia da gaming Trust GXT 707 Resto

PCWindows

Windows 11 è più sicuro di Windows 10: ecco perché

PCWindows

Come cambiare il browser predefinito su Windows 11

PC

Acer presenta i nuovi Chromebook: dettagli e prezzi dei quattro modelli