Non ci sono dubbi sul fatto che gli AirPods siano a tutti gli effetti gli auricolari più innovativi tra quelli presenti sul mercato. Almeno fino ad oggi. Obiettivo di questo articolo, pertanto, è quello di descriversi le loro funzioni. Come utilizzare al meglio gli AirPods?

Cosa serve per utilizzare gli AirPods?

Per effettuare l’abbinamento con gli AirPods, vi occorre un dispositivo della Apple, come iPhone, iPad, iPod Touch, Mac o Apple Watch. I sistemi operativi con cui gli auricolari della Apple funzionano sono: iOS 10.1 o successive, watchOS 3 o successive e macOS Sierra o successive.

Configurazione degli AirPods

  • Premete il tasto Home, in modo da sbloccare lo schermo dell’iPhone
  • Aprite la custodia degli AirPods e posizionatela vicino al terminale
  • Visualizzerete l’animazione della configurazione
  • A questo punto tappate prima su “Connetti” e poi su “Fine

Tenete conto che se la configurazione degli AirPods è automatica se dal dispositivo in questione è possibile effettuare l’accesso ad iCloud con lo stesso ID Apple.

E’ possibile configurare gli AirPods anche per i dispositivi non della Apple?

Sì. Ecco cosa fare.

Una volta riposti gli AirPods nella custodia, aprite il coperchio e tenete premuto il pulsante di configurazione, situato sul retro della custodia. A questo punto, l’indicatore dovrebbe essere di colore bianco ed iniziare a lampeggiare. Ebbene, le operazioni da seguire, a questo punto, saranno le stesse utilizzate per la configurazione di un dispositivo Bluetooth con iPhone.

Come ascoltare musica con gli AirPods?

Gli AirPods sono già “operativi” una volta estratti dalla custodia. Quindi, vi basta semplicemente inserirli nelle orecchie. Il bello degli auricolari della Apple è che sono collegati in contemporanea su iPhone e su Apple Watch. L’audio passa in automatico dai due dispositivi. Per poter avviare la riproduzione da un altro dispositivo, dovete seguire queste operazioni su iOS:

  • Aprite il centro di Controllo e controllate l’audio, scorrendo verso sinistra
  • Toccate l’icona raffigurante il triangolo e scegliete il vostro dispositivo fra quelli presenti in lista

Nel caso di Mac, cliccate dalla barra del menù sull’icona raffigurante il segnale dell’audio e selezionate “AirPods

Siri + AirPods: una fantastica combo

E’ possibile anche abilitare il software di assistenza e riconoscimento vocale della Apple. Come? Sono sufficienti due tocchi sull’esterno degli AirPods. Dopodiché, tramite gli auricolari della Apple, potrete procedere con le vostre richieste a Siri. Il bello di Siri è che vi potrà annunciare una telefonata e con due semplici tocchi, potrete rispondere. Con altri due tocchi, potrete chiudere la chiamata o passare ad un’altra telefonata.

Caricamento degli AirPods

Gli AirPods possono essere caricati, inserendoli nella custodia e chiudendo il coperchio. Per caricare AirPods e custodia insieme, è sufficiente collegare quest’ultima ad un cavo da Lightning a USB. In media, gli AirPods funzionano per 5 ore di ascolto e per 2 ore di conversazione (singola carica). Potete monitorare lo stato di carica degli AirPods e della custodia tramite iDevice o Mac. Nel caso di iPhone, vi basta aprire il coperchio della custodia degli AirPods e tenerla accanto del melafonino. Dopo qualche secondo, visualizzerete lo stato di carica degli AirPods e della custodia di ricarica.

Considerate, inoltre, che potete monitorare lo stato di carica degli AirPods tramite il widget “Batterie del dispositivo iOS”. Lo stesso dicasi per la custodia, a patto che al suo interno vi sia almeno un AirPods.

Pulizia degli AirPods

Apple consiglia di ricorrere ad un panno morbido per pulire gli AirPods e la custodia. E’ essenziale solo che non ricorriate a spray e solventi vari e che non entri umidità nelle aperture.