AccessoriApple

AirPods: come gestire al meglio gli auricolari

Gli Apple AirPods Pro

Apple AirPods, gli auricolari distribuiti dalla società di Cupertino, sono dei prodotti incredibilmente interessanti. Molti, però, non riescono a sfruttare al massimo le potenzialità offerte da questi piccoli prodotti. In questo articolo abbiamo quindi deciso di parlare proprio di questo argomento.

Imparerai, in pochissimo tempo, a rendere davvero unica l’esperienza con i tuoi auricolari wireless.

Apple AirPods: cosa sono?

Prima di tutto, sarebbe bene sapere di cosa stiamo parlando. AirPods sono degli auricolari prodotti da Apple a partire dal 2016, proprio durante il lancio di iPhone 7 e iPhone 7 Plus. Il prodotto ha subito riscosso un ottimo successo, vista l’alta qualità e il prezzo abbastanza contenuto. Il crescente numero di richieste ha quindi spinto la società produttrice a ideare due versioni successive:

  • AirPods di seconda generazione: sono una versione migliorata e con un design totalmente rivisto. Sono state lanciate lo scorso marzo.
Gli Apple AirPods di seconda generazione

Queste sono gli auricolari Apple AirPods di seconda generazione, ancora molto simile al modello precedente, ma con alcune modifiche sostanziali.

  • AirPods Pro: arrivati a ottobre 2019, questi auricolari offrono la cancellazione attiva dei rumori. Per perseguire questo obiettivo, il brand ha quindi aggiornato il design, che è ora in-ear. Non manca comunque la “modalità trasparente”, grazie alla quale è possibile ascoltare i suoni dell’ambiente intorno a noi.
La erza generazione degli auricolari

Apple AiPods Pro, invece, rappresentano un vero e proprio salto in avanti, dato che sono in-ear e dotate di riduzione del suono esterno.

Entrambi sono inoltre compatibili con Siri, l’assistente virtuale sviluppato da Apple, in modo tale da poter accedere a questo strumento in pochissimi secondi. La durata della batteria è di circa 5 ore e possono essere ricaricati anche grazie alla base wireless con cui gli iPhone di ultima generazione possono essere alimentati.

Come abbiamo già detto, questi piccoli dispositivi nascondono molte più funzioni rispetto a quello che potremmo pensare. Ecco perché abbiamo deciso di raccoglierle in un singolo articolo.

Dove posso effettuare l’acquisto?

Nel mercato esistono diverse possibili alternative, spesso di bassa qualità. Per evitare i prodotti falsi, che sono purtroppo molto comuni, ti consigliamo di affidarti a negozi sicuri, come Amazon. Come precedentemente detto, esistono due diversi modelli usciti a distanza di pochi mesi. Entrambe le soluzioni sono molto valide. Ecco dove poter compiere l’acquisto in piena sicurezza:

Gli auricolari stanno andando a ruba, quindi ti consigliamo di non lasciarti sfuggire questa occasione!

Come effettuare l’accoppiamento?

Apple AirPods di prima generazione

Il primo modello degli auricolari true wireless che hanno cambiato il mondo. Il loro design è stato molto apprezzato e ancora oggi contribuisce a rendere riconoscibili questi piccoli prodotti.

Per effettuare l’abbinamento con gli AirPods, vi occorre un dispositivo della Apple, come iPhone, iPad, iPod Touch, Mac o Apple Watch. Basterà aprire la confezione dedicata alla ricarica e avvicinarla al dispositivo, in cui saranno ora disponibili le cuffiette.

  • Premi il tasto Home, in modo da sbloccare lo schermo dell’iPhone
  • Apri la custodia degli AirPods e posizionatela vicino al terminale
  • Visualizza l’animazione della configurazione
  • A questo punto clicca prima su “Connetti” e poi su “Fine

Tieni conto che se la configurazione degli AirPods è automatica se dal dispositivo in questione è possibile effettuare l’accesso ad iCloud con lo stesso ID Apple.

Come ascoltare musica con gli AirPods?

Apple AirPods vicino a uno smartphone

Gli auricolari true wireless possono essere utilizzati per ascoltare la musica.

Gli AirPods sono già “operativi” una volta estratti dalla custodia. Quindi, ti basta semplicemente inserirli nelle orecchie. Il bello degli auricolari della Apple è che sono collegati in contemporanea su iPhone e su Apple Watch. L’audio passa in automatico dai due dispositivi. Per poter avviare la riproduzione da un altro dispositivo, devi seguire queste operazioni su iOS:

  • Apri il centro di Controllo e verifica l’audio, scorrendo verso sinistra;
  • Tocca l’icona raffigurante il triangolo e scegli il tuo dispositivo fra quelli presenti nella lista.

Nel caso di Mac, cliccate dalla barra del menù sull’icona raffigurante il segnale dell’audio e seleziona “AirPods”. Questo argomento verrà comunque trattato successivamente.

Come caricare gli auricolari?

Gli AirPods possono essere caricati, inserendoli nella custodia e chiudendo il coperchio. Per caricare AirPods e custodia insieme, è sufficiente collegare quest’ultima ad un cavo da Lightning a USB. In media, gli AirPods funzionano per 5 ore di ascolto e per 2 ore di conversazione (singola carica). Puoi monitorare lo stato di carica degli AirPods e della custodia tramite iDevice o Mac. Nel caso di iPhone, vi basta aprire il coperchio della custodia degli AirPods e tenerla accanto del melafonino. Dopo qualche secondo, visualizzerai lo stato di carica degli AirPods e della custodia di ricarica.

Considera, inoltre, che potete monitorare lo stato di carica degli AirPods tramite il widget “Batterie del dispositivo iOS”. Lo stesso dicasi per la custodia, a patto che al suo interno vi sia almeno un AirPods.

Come pulire gli AirPods?

Apple consiglia di ricorrere ad un panno morbido per pulire gli AirPods e la custodia. E’ essenziale solo che non ricorriate a spray e solventi vari e che non entri umidità nelle aperture. Per approfondire il discorso, non perdere l’articolo dedicato.

Come fare l’associazione rapida?

Gli Apple AirPods possono essere rapidamente collegati ai tuoi dispositivi. Per farlo, dovrai semplicemente aprire la base per la ricarica e attendere che essi vengano riconosciuti dal tuo device. La procedura richiede solitamente pochi secondi.

Inoltre, gli auricolari wireless si collegheranno al tuo account iCloud, così da connettersi quasi immediatamente con tutti gli altri dispositivi prodotti da Apple, come il Mac, lo smartwatch e iPad. Questa caratteristica consente quindi di effettuare un’associazione rapida, risparmiando così tempo.

Possono essere abbinati a prodotti non Apple?

Una delle domande più comuni tra coloro i quali vorrebbero acquistare un esemplare di questi auricolari è “Posso collegarlo a un dispositivo non Apple?”. La risposta è più semplice di quanto tu possa immaginare: . I produttori permettono infatti agli utenti di associare AirPods anche ad altri dispositivi, come gli smartphone su cui gira Android.

Apple AirPods con Android

Gli auricolari Apple AirPods 2 e AirPods Pro possono essere utilizzati con un dispositivo non Apple, anche gli smartphone Android. Per farlo, basterà premere il tasto collocato nella parte posteriore della base di ricarica.

Come prima cosa, afferra i tuoi auricolari wireless e inseriscili all’interno della custodia di ricarica. Nella parte posteriore dovresti vedere quasi immediatamente un piccolo pulsante: premilo fino a quando la luce bianca non inizia a lampeggiare. Da questo momento, gli auricolari saranno visibili a un po’ tutti i dispositivi, collocati dentro un certo range, compatibili con la tecnologia Bluetooth.

Purtroppo, Apple, forse per rendere gli auricolari legati ad iPhone, ha deciso di limitare le funzionalità qualora venga utilizzato un prodotto su cui non appare la celebre mela morsicata. Non potrai quindi gestire la musica attraverso i comandi touch, utilizzare l’assistente virtuale e sfruttare altre funzionalità secondarie.

Come risparmiare la batteria?

Gli Apple AirPods assicurano un’autonomia di parecchie ore, circa 5. Non è quindi semplice scaricarli, tranne se vengono utilizzati da utenti che si trovano a dover effettuare molte telefonate. Una soluzione, destinata a far raddoppiare l’autonomia, esiste ed è molto semplice. Puoi infatti decidere di utilizzare esclusivamente una cuffietta, lasciando l’altra all’interno dell’apposito contenitore. Così facendo, qualora la prima si scarichi completamente, potrai passare immediatamente alla seconda. Ogni singolo auricolare può infatti essere utilizzato da solo grazie alla connessione Bluetooth.

La foto di AirPods

Queste ottime cuffie targate Apple hanno un’autonomia media di ben 5 ore. Adottando specifici accorgimenti, è però possibile accrescere questo numero, se non addirittura raddoppiarlo.

Ovviamente, questa procedura è valida esclusivamente qualora tu decidessi di sfruttare gli auricolari per effettuare telefonate, dato che non potrai ottenere una qualità eccellente del suono. Qualora tu lo volessi, potresti anche utilizzare un singolo auricolare per ascoltare qualche podcast. Ricorda che:

  • Lanciando il secondo pezzo nella base di ricarica, otterrai un suono abbastanza deciso esclusivamente in un auricolare;
  • Estraendoli entrambi e inserendone solo uno nell’orecchio otterrai l’effetto “Stereo”.

Come verificare la batteria di Apple AirPods?

Sei un possessore di un iPhone o di un iPad? In questo caso potrai verificare la batteria residua in uno dei seguenti modi:

  • Avvicina la base di ricarica, con gli auricolari al suo interno, al dispositivo con cui e associato. Dovrebbe apparire automaticamente un messaggio pop-up con l’energia residua.
  • Puoi decidere di inserire il widget alla schermata Oggi, così da ottenere questa informazioni quando preferisci. Per scoprire come fare, ti consigliamo di leggere il nostro articolo in cui spieghiamo come utilizzare widget in iPadOS, ovvero il nuovo sistema operativo sviluppato da Apple.

I possessori di Apple Watch potranno invece scoprire la batteria residua in un modo altrettanto semplice. Inserisci gli auricolari nella base di ricarica e apri il cofanetto. Avvicina l’orologio al supporto, accedi a “Control Center” e recati nella sezione dedicata alla batteria. Qui, oltre alle informazioni riferite allo smartwatch, troverai i dettagli sull’autonomia degli auricolari.

Come usare l’assistente virtuale?

Apple AirPods 2 e AirPods Pro sono entrambi compatibili con l’assistente virtuale Siri, nato nel 2012. Lo strumento è molto utile specialmente per coloro i quali utilizzano gli auricolari insieme a un iPhone. Per attivarlo, non dovrai far altro che pronunciare la frase “Ehi, Siri!”. Il suono diminuirà e questo ti farà capire che potrai iniziare a utilizzare Siri.

Siri negli auricolari

Gli auricolari Apple sono compatibili con l’assistente virtuale Siri. Per attivarlo, non occorre far altro che pronunciare una specifica frase o lasciare premuta l’area touch.

Potrai controllare la riproduzione musicale, quindi cambiare pezzo, mettere in pausa e molto altro. Inoltre, qualora vi sia un iPhone collegato, potrai effettuare chiamate, inviare SMS e compiere altre utilissime azioni, semplicemente con i comandi vociali.

Siri può leggere i messaggi?

L’arrivo di iOS 13.2 e iPadOS 13.2 ha incluso una funzione molto interessante, basata su Siri. Quando riceverai un messaggio potrai ascoltarlo e, qualora tu lo volessi, potrai decidere di rispondere con un messaggio vocale. Ovviamente, questo consiglio è valido anche per i dispositivi in cui è installata una versione successiva dei sistemi operativi.

Posso cambiare il nome di AirPods?

Stranamente, Apple non ha pensato a nessuna funzionalità o applicazione che consenta di cambiare il nome dei propri auricolari. Esiste però un trucco. Collega gli AirPods al tuo iPhone tramite Bluetooth, recati in “Impostazioni” e scegli la sezione “Bluetooth”. Vicino agli auricolari troverai una “i”, classica icona che corrisponde alle “Informazioni”: effettua un click su di essa. Nell’area “Nome” potrai ora inserire il nuovo nome delle AirPods, che verrà così visualizzato in tutti i tuoi dispositivi.

Posso personalizzare i controlli?

Gli utenti possono controllare gli auricolari anche mediante i controlli fisici. Qualora lo volessero, essi potranno anche decidere di personalizzare questi comandi, dopo aver collegato AirPods al proprio iPhone o iPad. Recati quindi, dal tuo dispositivo, in “Impostazioni” e accedi alla schermata “Bluetooth”. Effettua un click su “i” e, nella pagina successiva, scegli tutte le varie indicazioni per la parte destra e per quella sinistra, in base alle tue preferenze.

AirPods può essere utilizzato come un apparecchio acustico?

L’arrivo di iOS 12 ha introdotto una funzionalità perfetta per chi ha problemi di udito e per le aspiranti spie. Collegando gli auricolari Apple al proprio iPhone o iPad sarà possibile, in diretta, catturare il suono e replicarlo in AirPods. La procedura richiede alcuni minuti, ma è davvero molto semplice.

Nel tuo dispositivo, dovrai recarti nelle impostazioni e aprire “Centro di controllo”. Scegli quindi la voce “Personalizza controlli” e, vicino ad “Audizione”, clicca sul simbolo “+”. Scegli AirPods e attiva la funzionalità riconoscibile dalla dicitura “Live Listen”. Per disattivare questa funzionalità, non dovrai far altro che ripetere la guida, arrestando però lo strumento.

Posso utilizzare AirPods con un Mac?

Gli utenti possono utilizzare gli auricolari Apple anche con il proprio Mac. Per farlo è possibile seguire una tra due strade:

  • Attivare il Bluetooth nel computer, recarsi in “Bluetooth”, seleziona“AirPods” e clicca su “Connetti.
  • È possibile anche sfruttare AirPlay, all’interno dell’applicazione “Musica”. Scegli quindi, tra tutte le varie impostazioni che appariranno in questa area, la voce “AirPods”.
Le cuffiette e un Mac

Le cuffiette di cui stiamo oggi parlando possono essere utilizzati anche con un Mac, grazie alla semplice procedura. Tutti i modelli recenti del computer Apple sono compatibili con gli auricolari.

L’ipotesi migliore è forse la prima. La seconda, infatti, presenta spesso alcune interferenze che potrebbero rendere l’esperienza non molto piacevole.

Gli sconosciuti possono utilizzare AirPods?

Gli auricolari Apple AirPods sono dotati di una limitazione che assicura agli utenti la massima sicurezza. Saranno esclusivamente loro, infatti, a poter utilizzare gli auricolari. Se qualcun altro dovesse provare a effettuare la connessione, apparirebbe immediatamente un messaggio d’errore. In questo modo, i malintenzionati sarebbero scoraggiati e potrai evitare che gli altri usino i tuoi AirPods.

Come gestire il microfono?

Apple AirPods sono dotati di due microfoni, ma è possibile utilizzarne solo uno. Quando, quindi, ti troverai a dividere gli auricolari con qualcuno e riceverai una chiamata, entrambi ascolterete ciò l’interlocutore dirà, ma solo uno dei due potrà utilizzare il microfono.

Un uomo indossa Apple AirPods

Apple AirPods sono dotati di due microfoni che permettono di effettuare anche chiamate, ma è possibile utilizzare solo una fonte.

Sarai tu a decidere in quale auricolare attivare il ricevitore. Farlo è molto semplice: collega le auricolari ad iPhone o iPad, recati in “Impostazioni”, scegli la voce “Bluetooth” e premi sul simbolo “i”, collocato vicino al nome degli auricolari. Qui potrai decidere il microfono da attivare.

Posso condividere l’audio con qualcuno?

Da iOS 13 e iPadOS, gli utenti potranno decidere di condividere l’audio con altri utenti. La procedura varia in base alle cuffie o auricolari utilizzati. Qualora il tuo amico dovesse possedere AirPods, non dovrai far altro che cliccare su “Condividi audio” e selezionare gli auricolari di riferimento. In questo modo, l’altra persona potrà ascoltare l’audio dello smartphone insieme a te.

Conclusione: gli auricolari imperdibili

Insomma, Apple AirPods 2 e AirPods Pro fanno certamente parte della lista degli auricolari true wireless più interessanti attualmente in commercio. Essi ti permettono infatti di ottenere un audio di altissima qualità, oltre alle funzionalità di cui abbiamo oggi parlato.

Gli auricolari

Gli AirPods di Apple vengono scelti da sempre più utenti, forse attratti dalla loro qualità, resistenza e dalle non poche funzionalità disponibili.

La società produttrice, visto il sempre maggior interesse degli utenti, sta incrementando sempre più la distribuzione di questi due modelli, segno che gli auricolari senza fili conquistano sempre più persone.

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Sin dall'età più tenera ho un forte legame con l'informatica, il mondo del cinema e l'arte. Gli studi che ho deciso di intraprendere mi hanno permesso di accrescere queste passioni.
    Potrebbero interessarti
    App iOSAppleGuide

    Come aggiungere l'autenticazione Face ID all'app Google Drive su iOS

    AppleiPhoneNews

    iPhone 12, trapela la data: ufficiali l'8 settembre. Anche altri prodotti nell'evento online

    AppleGuideMac

    Come collegare un controller Nintendo Switch al Mac | Guida

    AccessoriAccessoriAndroidAppleConsigli per gli acquisti

    Migliori smartwatch e guida all’acquisto del 2020