AndroidApp androidApp iOS

14 trucchi di Google Maps per utilizzarlo al meglio

Google Maps

Google Maps è da tempo considerata una delle app più apprezzata in assoluto, tanto che ha quasi del tutto “pensionato” i cari vecchi GPS.

Che tu stia cercando un nuovo ristorante attraverso il tuo smartphone o stia progettando il percorso della tua vacanza da computer, si tratta di un software estremamente utile e semplice da utilizzare. Lanciato nell’ormai lontano 2005, questo servizio ha tra i tanti punti di forza il consentire piena fruibilità sia tramite app mobile che da sito Web, con un’interfaccia intuitiva anche per i meno esperti.

icona di navigazione in Google Maps

I trucchi di Google Maps per utilizzare al meglio la piattaforma

Nonostante la sua complessiva semplicità, tale servizio ha anche dei lati e delle funzioni meno visibili alla maggior parte degli utenti. In questo articolo andremo proprio a scovare alcuni trucchi di Google Maps per spingere questo software al massimo, ottenendo tutto ciò che ci può fornire.

1- La funzione Timeline

Google Maps Timeline è una delle funzionalità più interessanti, sottovalutate e forse problematiche dell’app, ma è importante che tu sappia come utilizzarla e cosa può fare. In sostanza, ti mostra ovunque sei stato con il tuo telefono, a patto di aver attivato la cronologia delle posizioni. Può essere utile per quelle volte in cui stai cercando di ricordare un percorso effettuato in passato o un luogo che hai visitato, ma in molti casi può apparire troppo invasivo della privacy.

Per vedere la tua cronologia, tutto ciò che devi fare è aprire Google Maps sul tuo telefono, toccare il tuo profilo e selezionare la voce Cronologia. Lì puoi vedere ovunque sei andato con il tuo telefono in un certo lasso di tempo. Naturalmente, se non desideri che Google memorizzi queste informazioni, puoi sempre cancellare le tue ricerche sulla piattaforma e la cronologia delle posizioni, oppure attivare la modalità di navigazione in incognito interna.

Google ha aggiunto una funzionalità relativamente nuova in Timeline chiamata Insights, che ti fornisce una rappresentazione visiva delle modalità di viaggio che hai utilizzato e dei tipi di luoghi che hai frequentato.

2- Modificare mappe esistenti

Nessuna mappa è perfetta. Nuove strade vengono costruite periodicamente, altre vengono dismesse e le opere di urbanistica cambiano continuamente il modo in cui navighiamo nei centri urbani e non.

Per fortuna, Google ha creato un modo per inviare modifiche alle mappe esistenti, in modo da correggere queste incongruenze. Gli utenti possono “disegnare” strade nuove o mancanti tramite Google Maps (solo in ambiente desktop). Tutto quello che devi fare è fare clic sul pulsante del menu laterale, quindi su Modifica la mappa e selezionare Strada mancante.

Qui puoi correggere l’errore e inviare ulteriori feedback a Google. Questa funzionalità non è ancora disponibile per gli utenti di tutto il mondo ma, nel giro di qualche anno, sarà disponibile a tutte le latitudini.

3- Nascondi la tua casa

Google Street View è un ottimo strumento per esplorare un luogo nuovo e sconosciuto prima di visitarlo, ma ci sono momenti in cui potresti non volere che altre persone vedano luoghi a te cari, come ad esempio dove vivi di preciso.

Se non ti senti a tuo agio con la tua casa che appare nei risultati di ricerca di qualsiasi utente del mondo, non temere. C’è un’opzione per nascondere la tua casa da Google Street View: come per la funzione di disegno di nuove strade, è meglio lavorare in questo senso da un browser Web in ambiente desktop, in modo da non compiere errori.

Sappi solo che se Google accetta la tua richiesta, la cancellazione è permanente.

4- Dividi lo schermo

Una delle migliori caratteristiche di Android è che molti dispositivi ti consentono di utilizzare e visualizzare più app contemporaneamente dividendo lo schermo. Tuttavia, fino a poco tempo fa, non potevi sfruttare appieno questa funzionalità in Google Maps su queste piattaforme.

Ora bastano pochi tocchi e puoi vedere sia i dettagli dell’indirizzo del luogo che ti interessa sia la sua vista stradale, il tutto tenendo aperte anche altre app contemporaneamente.

5- Individua le stazioni di ricarica

Con i veicoli elettrici sempre più popolari, pianificare un percorso adeguato all’autonomia della nostra auto sta diventando sempre più importante per i viaggiatori. Diversi nuovi veicoli elettrici con Android Auto integrato stanno acquisendo la capacità di pianificare i percorsi di viaggio più efficienti in base alla posizione delle stazioni di ricarica disponibili.

A livello puramente pratico, Google Maps ti mostrerà dove si trovano queste stazioni di ricarica e, naturalmente, come raggiungerle.

 

6- Trova servizi igienici neutrali rispetto al genere

Google Maps, tra le diverse funzioni offerte, aiuta anche a trovare servizi igienici neutrali per quanto riguarda il genere. In questo modo, qualunque utente può trovare un luogo adatto alle proprie esigenze senza sentirsi a disagio.

Nonostante ciò, solo perché un’azienda non ha questa designazione elencata nei suoi servizi, non significa che non ne sia dotata. Molti non hanno ancora aggiornato le informazioni di Google Maps per adeguarsi a questa nuova funzionalità.

7- Sostieni le imprese eco-sostenibili

Seguendo quanto appena detto, Google Maps ha anche aggiunto una funzione che consente alle aziende di indicare se accettano articoli da riciclare e quali tipi di oggetti possono trattare in questo modo.

Non solo: anche gli utenti possono aggiungere informazioni o note rispetto attività commerciali in tal senso, in modo da far sapere agli altri quali attività sono rispettose dell’ambiente.

8- Controlla gli orari dei trasporti pubblici

Tra i tanti servizi offerti da Google Maps, sapevi che ne esiste uno anche per vedere le tempistiche dei trasporti pubblici? I passeggeri possono ora osservare in tempo reale quanto sono affollate e/o occupate le linee di autobus, treni o traghetti.

Pertanto, ora puoi ottenere una stima realistica di quanto tempo impiegherai a coprire il tuo tragitto giornaliero, potrai farti un’idea di quanto piacevole sarà ed eventualmente optare per un’alternativa.

9- Trova un centro vaccini

Digitando nel campo di ricerca qualcosa del tipo vaccini vicino a me è possibile, in alcune località potrai individuare i più vicini centri di vaccinazione e informazioni a riguardo (orari di apertura, se è necessario chiedere un appuntamento e tanto altro).

10- Fatti aiutare dall’Assistente Google

Se non sei abbastanza fortunato da avere un veicolo con Android Auto integrato, puoi comunque sfruttare la navigazione a mani libere di Google Maps attraverso Assistente Google. Basta attivare questa funzione nelle impostazioni dell’app e sarai in grado di iniziare a navigare usando la tua voce a condizione che tu abbia attivato Google Maps per le indicazioni stradali e il tuo telefono sia in verticale.

Ricorda solo che far funzionare il telefono in modalità GPS costante può essere provante per la batteria, quindi potresti aver necessità di un adeguato power bank a portata di mano.

11- Condividi la tua posizione

Gli utenti di iPhone possono condividere la loro posizione con amici e persone care tramite l’app Dov’è, ma sapevi che hai un’app predefinita e preinstallata su Android che fa la stessa cosa? È Google Maps!

Puoi condividere la tua posizione per un determinato periodo di tempo, o indefinitamente, con un contatto fidato. Questo non deve nemmeno utilizzare un telefono Android o avere installato Google Maps, in quanto può usare direttamente il sito Web per la rilevazione.

12- Salva le tue mappe offline

A volte, i tuoi viaggi ti portano in luoghi senza un segnale cellulare o in zone senza servizio Wi-Fi, ma potresti voler comunque sapere dove stai andando. In altri casi, il tuo traffico mobile può essere finito e potresti non poter affidarti alla rete per gestire i tuoi movimenti.

In queste occasioni, puoi cercare la tua posizione in anticipo, scaricare e salvare mappe dei dintorni per utilizzarle quando il telefono non si connette al Web. Questo non è solo un buon modo per avere sempre a portata di mano una mappa, ma può anche consentirti di risparmiare la batteria.

In tal senso, se sai a priori di non avere segnale, attiva la modalità aereo e usa le tue mappe offline!

13- Cancella i tuoi dati

Ne abbiamo fatto riferimento in precedenza, ma se desideri sfruttare i vantaggi di Google Maps ma non ti senti a tuo agio con Google che memorizza i tuoi dati, puoi eliminarli manualmente o programmare per l’eliminazione automatica.

Questo può essere fatto da un browser desktop o direttamente sul tuo dispositivo Android/iPhone senza particolare difficoltà, seguendo la procedura del punto 1 e smarcando tutte le voci relative alla cronologia e alla privacy.

14- Le ultime chicche

Google aggiorna continuamente le funzionalità di Maps, ma alcune cose particolarmente interessanti sono in serbo per i futuri utenti Android 12, una volta che sarà ufficialmente disponibile.

A quanto pare, una delle nuove funzionalità aiuterà la circolazione stradale, cercando di ridurre le situazioni di traffico difficili per spostamenti più sicuri e veloci. Gli sviluppatori, stando alle indiscrezioni, stanno anche aggiungendo funzionalità per aiutarti a navigare meglio negli spazi interni e trovare ancora più facilmente i parcheggi.


Fonte androidcentral.com

Potrebbero interessarti
AndroidAppleGuideGuideGuide

Come usare WhatsApp su 2 telefoni diversi contemporaneamente

AndroidNewsTablet

Microsoft rinnova la linea Surface: ufficiali Duo 2, Pro 8 e Go 3

AndroidNewsSmartphone

Xiaomi lancerà la nuova serie CIVI il 27 settembre

AndroidNewsSmartphone

Il Galaxy S21 FE 5G è davvero imminente: lo conferma Google (per errore)