In ambito lavorativo e non solo, le video conferenze possono essere molto utili. Per sfruttare le potenzialità delle video chat esistono una serie impressionante di applicazioni, alcune molto generiche come Skype, altre più specifiche come Google Hangout. Se per piccoli lavori o per semplici riunioni tra amici queste app possono essere più che valide, quando si tratta di ambito lavorativo di un certo livello, sono piuttosto limitanti. Quali sono dunque le alternative di profilo elevato, utili per gli ambienti professionali?

I modi migliori per effettuare chiamate in conferenza gratuite

App per videoconferenze: le app ideali per gli ambiti professionali

Perché non optare per Skype? Nonostante software di questo tipo siano funzionali, in certi contesti sono decisamente limitanti. Ai professionisti infatti, può essere utile un tool più flessibile, capace di gestire presentazioni, di condividere facilmente schermate o di utilizzare una lavagna virtuale. Non solo dunque una web chat, ma una serie di strumenti adatti a comunicare e spiegare ad eventuali colleghi e non solo.

In questa lista mostreremo brevemente alcune tra le migliori app per videoconferenze più diffuse e utilizzate dai professionisti del settore. Proprio per questo motivo, la totalità dei tool che elencheremo qui sotto sono a pagamento.

Blue jeans

Cominciamo con un’app molto semplice per video conferenze. Si tratta di BlueJeans e, seppur piuttosto basico, ha l’enorme vantaggio di consentire l’utilizzo dello stesso senza dover installare nessuna app da computer. Questa caratteristica rende l’app piuttosto intuitiva e facile da usare, pur trattandosi comunque di una soluzione più che apprezzabile sotto il punto di vista professionale.

Gli utenti possono provare BlueJeans gratuitamente per 30 giorni. Al termine del mese, è necessario abbonarsi per poter utilizzare ulteriormente il servizio (gli abbonamenti partono da 11,65 euro mensili in su).

GoToMeeting

L’app GoToMeeting consente di effettuare video chiamate e di condividere le schermate con i collaboratori. La funzione che eleva l’applicazioni tra le migliori del suo settore però, è la possibilità di ottenere una trascrizione testuale della conversazione quando questa è terminata.

GoToMeeting è disponibile anche in italiano (e con assistenza nella nostra lingua) ed è utilizzabile gratuitamente per 14 giorni. Al termine di questo periodo è possibile aderire all’abbonamento Starter (fino a 10 partecipanti) da 19 euro al mese, sino a quello Plus (fino a 250 partecipanti) da 49 euro mensili.

Cisco Webex Meetings

Con Cisco Webex Meetings si ha a disposizione tutto ciò di cui una compagnia ha bisogno per poter realizzare videoconferenze. Dunque perché scegliere questa app rispetto alle altre della lista? Semplice: Cisco Webex Meetings mette a disposizione una lavagna condivisa dove tutti i partecipanti possono mettere mano. In alcuni contesti, questa funzione può rivelarsi molto utile.

Anche Cisco Webex Meetings è disponibile gratuitamente per un periodo di prova. Al termine di questo, è necessario abbonamenti che vanno dai 24 dollari (fino a 8 partecipanti alle videoconferenze) sino a 89 dollari (fino a 100 partecipanti).

RingCentral Meetings

RingCentral Meetings rientra pienamente tra le migliori app per videoconferenze. Motivo? Le tante feature offerte ai propri utenti come la condivisione della schermata (anche simultanea), una lavagna virtuale, strumenti utili per le annotazioni e tanto altro.

Oltre alle varie versioni di prova (limitate nel tempo) gli abbonamenti offerti da RingCentral Meetings spaziano per costi dai 19,99 ai 49,99 dollari mensili. Le sottoscrizioni si differenziano per numero di partecipanti e minuti di utilizzo consentiti della videochat.

Zoom

Anche Zoom rientra di diritto nella lista delle migliori app per videoconferenze. Questa app consente di effettuare chiamate, condividere lo schermo e comunicare in altro modo con i tuoi colleghi. Il tutto viene eseguito non via browser come molti altri servizi elencanti, ma tramite un’apposita app a se stante.

Un grande vantaggio di Zoom è che esiste un piano totalmente gratuito, anche se piuttosto limitato. Gli abbonamenti a pagamento invece, risultano da 14,99 e 19,99 dollari al mese.

StarLeaf

Concludiamo il percorso con StarLeaf. Considerare questa app semplicemente un modo per effettuare videoconferenze è decisamente limitante. Si tratta di un software all-in-one, che consente di effettuare chiamate audio e video, oltre che gestire la messaggistica tra i componenti di una squadra di lavoro.

I costi dell’app non sono rivelati dal sito e, per poter comprendere le modalità, è necessario contattare direttamente gli sviluppatori.

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome