Con questa guida vi illustrerò come installare e avere un sistema operativo OsX perfettamente funzionante su un normale PC fisso o portatile.


Innanzitutto una premessa. Installare sistemi operativi dei quali non si dispone della licenza (leggasi piratati) o che violino le clausole di contratto (tipo questa guida) è illegale e ne io, ne lo staff ci assumiamo la responsabilità delle vostre azioni, danni a persone o cose, NSA che vi preleva nel mezzo della notte e ti brucia l’Hackintosh. Tutto quanto è scritto a scopo puramente illustrativo/didattico e non è in nessun modo un incitamento alla pirateria o a commettere violazioni di copyright. Se leggete una guida su come creare una catapulta, NON dovete andare ad assediare il vostro vicino, vi basta essere felici sapendo che siete in grado di farlo.

Comunque, iniziamo a fare il vostro Hackintosh!

Allora abbiamo capito cos’è un Hackintosh. La domanda seguente è perchè dovrei farlo? Alcuni veniali attaccati al vil denaro direbbero perchè con un terzo del prezzo di vendita di un MAC ti crei un Hackintosh come vuoi tu. Ma noi non siamo attaccati alla pecunia e lo facciamo solo per amor della conoscenza.

Hackintosh

Passiamo alle prestazioni. Un sistema creato per uno specifico Hardware non potrà mai andar bene su un volgare PC. ERRORE. Dal 2005 Apple ha annunciato il passaggio dai processori PowerPC a quelli Intel, rendendo praticamente nulla la differenza tra Mac e Pc a livello hardware. Tradotto: un processore intel i5 può adattarsi benissimo a un PC o a un MAC. Per quanto riguarda invece le reali prestazioni: velocità, tempi di boot, ecc. Vi rimando a un estratto di Wikipedia

 

Le prestazioni di un hackintosh, come quelle di qualsiasi computer, variano a seconda dei componenti hardware. I fattori che influenzano le prestazioni sono, classicamente, la quantità di memoria RAM e la sua frequenza, il processore, tenendo conto maggiormente del numero dei core, la sua frequenza e processo produttivo e la scheda video con la sua quantità di memoria, la frequnza della memoria e il clock del core, oltre a questo conta molto la velocità e il tipo di hard disk e se è IDE o SATA, se si usa un SSD o un HDD Inoltre, data la particolare natura della combinazione hardware-software, è evidente che il sistema risulterà tanto più funzionale quanto più le sue caratteristiche (classe di processore, chipset, …) si avvicinano a quelle di un Macintosh “Originale”

In generale, ad ogni modo, partendo da un hardware sufficientemente vicino ad un Macintosh, la maggior parte degli utenti dichiara di riscontrare un comportamento molto prossimo, se non a volte superiore a quello di un computer originale Apple. Partendo dal fatto che un Macintosh è potente di per se già dal sistema operativo, usando un hardware più potente è possibile avere un hackintosh con prestazioni quasi doppie rispetto ad un normale Macintosh

 

Per ulteriori informazioni andate sulla pagina di Wikipedia su Hackintosh qui.

Se siete ancora convinti allora proseguite nella lettura.

DIFFERENTI METODI D’INSTALLAZIONE

Sostanzialmente le iso Hackintosh sono due: OSX puro e OSX modificato.

  • Il primo è letteralmente il DVD originale comprato dalla Apple con sopra il sistema operativo.
  • Il secondo invece è un file .dmg o .iso adattato per avviarsi direttamente su PC, a differenza del primo.

Noi andremo a vedere il secondo metodo, per il semplice motivo che è infinitamente più facile.

Allora, cosa occorre?

  • Un PC (fisso o portatile) con processore Intel. (NB: è possibile installare OsX anche su AMD con particolari kernel modificati ma ora noi vedremo la parte Intel, che è quella più semplice)
  • Un DVD vuoto.
  • Una copia di OsX Hackintosh. Le principali sono la iAtkos (per Lion e successivi) e la iDeneb (per Snow Leopard). Google is your friend.

Ora avete tutto!

ISTRUZIONI

  • Masterizzate il file .dmg sul vostro dvd vuoto usando un programma come TransMac. Sempre alla minima velocità
  • Inserite il DVD nel vostro PC.
  • Fate il boot da periferica ottica
  • OPZIONALE. Con questa procedura cancelleremo tutti i dati su Hard Disk, quindi o vi fate un backup o lo partizionate. A voi la scelta.
  • Attendete che si sia avviato.

Hackintosh

  • Scegliete la lingua.
  • In alto comparirà la classica barra OSX. Cliccate su Utilies. Poi su Disk Utility.
  • Ora selezionate il vostro Hard Disk o partizione. Poi su Partiziona. Su Formato selezionate: MAC OsX Extended (Journaled). E infine cliccate su Partiziona. ATTENZIONE. Questa operazione cancellerà tutti i tuoi dati.
  • Dopo aver Partizionato, chiudete Disk Utility.
  • Cliccate sempre avanti finchè non arrivate alla finestra dove scegliere dove installare il Sistema Operativo.
  • Su “Personalizza” è possibile installare una serie di kext (i driver del MAC) nel qualcaso abbiate problemi. Ma per un installazione pulita ( o se non sapete cosa fare) cliccate su installa.
  • Bene. Ora attendete. Anche fino a un ora. Fate un caffè, giocate con il cellulare.
  • Quando avrà finito l’installazione si riavvierà in automatico e vi farà inserire in vostro Username e Password
  • Congratulazioni. Ora avete un MAC su PC!! Un vero Hackintosh!!

NOTE:

Se non dovesse funzionare Audio o Wifi è sufficiente cercare su Google il nome della vostra periferica e kext ( ad esempio: TP-Link TL-WN851ND kext).

Se non dovesse avviarsi correttamente o dovesse essere eccessivamente lento provate ad avviare con uno dei seguenti bootflag all’avvio (quando fate il boot premete f8 quando ve lo dice) e inserite: -v -f -x cpus=1. Provate a inserirli uno alla volta o a combinazioni (es: -v cpus=1).

 

Se avete bisogno di qualsiasi chiarimento o informazione sul vostro Hackintosh, scrivete pure!