Volete aumentare le performance della vostra scheda grafica senza correre il rischio di bruciarla? Ecco come procedere all’overclock della GPU.

L’overclock della GPU serve sostanzialmente per ottenere prestazioni grafiche al di sopra della norma, ma non è certamente una missione per deboli di cuore. Il motivo è dovuto al fatto che fra una Nvidia o una AMD potenziata ed un chip grafico bruciato c’è una sottilissima linea di confine dalla quale, ovviamente, non si può tornare indietro.

Overcloccare una GPU, dunque, significa correre il rischio di fare danni serissimi al computer, e questa è una considerazione che dovrete sempre tenere a mente quando penserete a questa operazione.

Altra precisazione necessaria: a fronte di un impegno e di una dose di rischio notevoli, in realtà i guadagni relativi alla performance non saranno mai straordinari: dunque dovrete essere voi a stabilire quanto e se ne vale la pena.

Ma come fare l’overclock della GPU? Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato di come overclockare la CPU e di come procedere al raffreddamento a liquido del PC.

Completiamo dunque la raccolta dedicata alle basi del modding scoprendo i segreti dell’overclock della scheda grafica.



Overclock GPU: alcune premesse

Prima di vedere come fare l’overclock della GPU, occorre partire da alcune premesse. Se davvero i rischi sono così elevati ed il guadagno minimo, perché farla?

Esistono delle valide motivazioni che potrebbero portarvi a questa decisione: magari siete degli amanti del modding abituati a spremere ogni goccia dal proprio PC, oppure siete degli hardcore gamers che vorrebbero sfruttare al massimo le potenzialità latenti della propria scheda grafica.

Certo, potreste anche accontentarvi delle funzioni native per pompare la GPU, come ad esempio il Boost di Nvidia o la Power Tune di AMD, ma questo non vi consentirà mai di aumentare le frequenze del clock della scheda.

Il che significa che non riuscirete mai ad avvicinarvi ai limiti fisici delle GPU, resi inaccessibili per evitare il surriscaldamento ed il rischio che il chip possa bruciarsi.

Come fare l’overclock della GPU?

In questo articolo scopriremo passo passo le istruzioni necessarie per l'overclock della scheda grafica in sicurezza

L’overclock della GPU funziona in modo diverso rispetto a quello della CPU. In questo caso, infatti, conviene sempre scaricare alcuni software da poter utilizzare su Windows: ne esistono davvero tanti, ma voi cercate sempre di selezionare solo i migliori. Ad esempio, potreste utilizzare GPU Tweaks per ASUS, oppure fare come noi ed utilizzare MSI Afterburner .

Questi software sono indispensabili, in quanto vi aiutano a monitorare l’analisi comparativa delle prestazioni prima e dopo l’overclock della GPU, e sono anche dotati di un’interfaccia grafica che li rende anche molto semplici da utilizzare: i suddetti programmi vanno ovviamente avviati durante una sessione in-game, per misurare lo sforzo della scheda grafica.

Una volta avviato il software, l’unica cosa che dovete dare è attivare l’overlay del gioco ed il monitoraggio del frame rate.

Fatto questo, dovrete spingere al massimo il vostro videogioco per testare le prestazioni della vostra GPU: il software attivo vi dirà quale velocità massima è in grado di raggiungere la vostra scheda grafica quando cercate di spremerne al massimo le prestazioni.

Ecco: quello rappresenta il limite della potenza imposto dagli sviluppatori, ed il vostro obiettivo è ovviamente quello di superarlo.

Come aumentare il limite delle prestazioni della GPU?

Il segreto per non danneggiare la GPU durante la fase di overclock è quello di rimanere cauti, modificando poco alla volta i vari parametri per trovare il limite

Adesso è arrivato il momento di capire come fare l’overclock della GPU, in modo tale da aumentare il limite delle prestazioni imposte dai produttori della scheda grafica.

Per farlo, dovrete innanzitutto tornare sul desktop e lanciare MSI Afterburner: il prossimo passo sarà individuare la levetta relativa all’aumento del limite di potenza (Power Limit, in percentuale), fino a raggiungere il 100%.

Questo dovrebbe consentire alla vostra GPU di mostrare tutto il suo potenziale latente, dunque di superare i livelli altrimenti consigliati da Nvidia o AMD.

Ovviamente, la suddetta operazione può portare ad un surriscaldamento della GPU e al raggiungimento di temperature molto elevate, dunque cercate di effettuarla solo se avete installato un ottimo sistema di ventilazione o – ancora meglio – un sistema di raffreddamento a liquido.

Il passo successivo è aumentare la velocità delle frequenze di clock (Clock Speed), effettuando un sovraccarico che possa essere tollerato dalla GPU: solitamente, è sempre il caso di impostare le frequenze intorno ai +240 MHz.

Il passo finale è aumentare il livello del Memory Clock, ad un livello intorno ai +450 MHz. Fatto questo, cliccate su “Applica”, avviate un gioco e controllate come si comporta la scheda grafica: se i livelli impostati in precedenza sono giusti, adesso dovreste poter contare su prestazioni leggermente superiori rispetto a prima.