Vediamo oggi la recensione di un cinafonino acquistato direttamente dalla Cina: ecco la recensione completa e la scheda tecnica del Doogee DG550 Dagger.

Doogee DG550 Dagger

Si ringrazia il nostro admin del forum Koburn per la recensione.

Questo è il mio primo acquisto fatto dalla Cina e la scelta è caduta su un “padellone” da 5,5”.
Acquistato su Chinavasion, pagato con PayPal e spedito con DHL. Ho avuto la sfortuna di pagare la dogana (23 €) ma pazienza.
Veniamo dunque alla recensione dello smartphone Doogee DG550 Dagger.
[pullquote align=left]

Doogee DG550 Dagger: la nostra prima recensione di un cinafonino.

[/pullquote]

Anzitutto vado a sottolineare che la mia “necessità” era quella di avere uno smartphone con un grande display ed un piccolo prezzo; la potenza non era assolutamente la mia priorità al momento della scelta. Guardandomi attorno nella giungla dei cinafonini ho ritenuto un ottimo compromesso qualità/prezzo questo Doogee DG550 (tra l’altro esiste un venditore che lo spedisce direttamente dall’Italia).

Scheda tecnica:

  • Display: IPS da 5,5”, 1280*720, 16000k colori, 267 dpi
  • Dual sim: 1 micro sim, 1 sim normale
  • Slot per la micro sd
  • Reti: GSM 850/900/1800/1900MHz WCDMA 850/2100MHz
  • CPU: MTK6592, Cortex-A7 Octa core, 1.7GHz
  • GPU: Mali-450
  • Fotocamera: 13MP back camera + 5MP front camera
  • RAM: 1 GB
  • ROM: 16 GB
  • S.O.: Android 4.2.9
  • Batteria: 2600mAh

 

Recensione e pareri personali su Doogee DG550 Dagger:

Doogee DG550 Dagger scatola e contenuto

La confezione è di un colore poco accattivante a dir la verità, ma nel complesso semplice ed apprezzabile. Un parallelepipedo color legno senza molti fronzoli. All’apertura si presenta subito in tutta la sua “grandezza” il nostro Doogee, subito sotto il telefono troviamo ben riposti il cavo USB di tipo piatto ed elegante (per me meno comodo rispetto ai cavi standard), la presa caricabatterie da muro e le cuffiette auricolari di discreta qualità. Per chi poi ama le pellicole salvaschermo, vi comunico la presenza di una bustina da lettera piccolina con all’interna una pellicola nuova di zecca pronta a proteggere il display del vostro nuovo device.

Doogee DG550 Dagger lato

Veniamo alla linea. Nella sua semplicità (mia madre ha detto: che ha di bello? è un rettangolo…) risulta essere comunque un oggetto accattivante e dal design curato. Le barre decorative in metallo attorno al telefono, aumentano la sensazione di una buona qualità costruttiva, sia dal punto di vista estetico che dei materiali. Il device, nonostante le dimensioni rimane maneggevole, la differenza tra un 4,7” e questo DG550 si avverte, ma si percepisce più l’aspetto positivo del grande display rispetto a quello negativo del maggiore ingombro. I punti sfavorevoli vanno invece ricerca sul lato posteriore del device dove il coperchio per il vano batteria, con la sua chiusura/apertura a scatto e la sua (credo necessaria) flessibilità risultano di una qualità inferiore rispetto alla parte frontale soprattutto in fatto di solidità, nulla di preoccupante se non andrete ad aprire e chiudere il telefono centinaia di volte.

Doogee DG550 Dagger retro

Andorid 4.2.9 installato ed il launcher di default, non rendono al meglio l’esperienza del sistema operativo di casa Google. Probabilmente una più mirata ottimizzazione sarebbe auspicabile per le prossime versioni. Effettuato però l’aggiornamento a KitKat ed installato un semplice launcher alternativo, la situazione cambia radicalmente. Il telefono diventa immediatamente più fluido, i lag sono quasi inisistenti e il device si scalda davvero poco con un utilizzo normale. Venendo da un device con 2gb di ram, non ho notato grosse differenze di prestazioni, velocità o quant’altro. Per l’aggiornamento software è disponibile un video abbastanza chiaro sulla pagina FB di Doogee, dato che l’aggiornamento via OTA non sembra ancora funzionare correttamente. Alcuni utenti hanno lamentato un audio eccessivamente basso in capsula (completamente inutilizzabile) ma nel device che abbiamo acquistato fortunatamente non abbiamo riscontrato nessun problema e vi possiamo assicurare comunque che sembra essere un problemino risolvibile con il root e l’app Mobileuncle MTK Tools che permette di modificare i valori dell’audio.

Doogee DG550 Dagger info

Le fotocamere da 13 megapixel e da 5 megapixel svolgono il loro lavoro egregiamente, va solo fatto un appunto al flash led che risulta essere molto debole, di conseguenza le foto con poca presenza di luce un po’ ne risentono. Dal mio personalissimo punto di vista, ritengo che le foto siano molto buone, sicuramente utenti più avessi di fotografia o con preteste un po’ più alte delle mie potrebbero rimanere deluse.Doogee DG550 Dagger display

Eccoci alla fine. Punto dolente del device. La batteria.

 

Su un display da 5,5 pollici, una batteria da 2600 mah, mi sembra sottodimensionata. Si arriva a fine giornata, ma con a patto di mantenere un uso standard del telefono: whatsapp, un poco di FB, qualche chiamata e qualche foto, 3g e wifi sempre attivi. Già un uso che comprenda il navigatore o un qualche gioco, riduce la vita della batteria in modo più che significativo. Comunque non lasciatevi spaventare eccessivamente dalla mia critica “energetica”, siamo d’accordo che è un limite, ma se il telefono in questione deve essere usato come telefono, agenda elettronica, lettore di email nell’orario lavorativo classico, non comporta particolari disagi. Il limite lo si nota nel momento in cui andiamo ad usare il telefono come un media center o come console. Nel complesso, alla batteria darei comunque una sufficienza d’incoraggiamento.

Alla fine dei conti, come mi sono trovato con questo telefono?

Bene. Non mi aspettavo un fulmine o un aggeggio maneggevole ed invece sono stato piacevolmente smentito. Un telefono, ripeto ancora una volta, per un uso standard, senza fronzoli o altro, davvero buono. Al prezzo di 131€ (a cui poi dobbiamo però aggiungere le 23€ di dogana che sfortunatamente ho pagato) spedito (e giunto in 5 giorni, dimenticavo) non credevo di poter fare un bell’acquisto come è stato.