Rendere il sistema operativo Android il più sicuro possibile è molto semplice per chiunque, non è un compito cosi arduo come in molti pensano. Cosa c’è da dire sulla piattaforma operativa di Google? Questo sistema ha una particolarità che lo differenzia dalla massa: è praticamente uguale in ogni sua versione ma ci sono delle caratteristiche che lo diversificano una dall’altra. La sua natura lo porta ad essere un sistema altamente personalizzabile e ad oggi è il più utilizzato in circolazione.

Come rendere Android il più sicuro possibile

Distinguere le versioni installate è un gioco da ragazzi, ad esempio, su un device Nexus piuttosto che sui terminali di casa Sony o Samsung o un device cinese di una marca nota. In ogni caso, dei mirati consigli generali possono notevolmente andare a migliorare la sicurezza di qualsiasi smartphone Android il che è molto importante.

A seguire andiamo a vedere nel dettaglio i consigli migliori cosi da rendere una volta per tutte Android più sicuro tenendo il giusto equilibrio tra comodità e sicurezza. Vi consigliamo anche la lettura delle 7 migliori app del 2018 per registrare lo schermo su Android.

Analizzare con attenzione le autorizzazioni concesse alle app

E’ consigliato, prima di tutto, scaricare e installare le applicazioni che provengono da sviluppatori riconosciuti o affidarsi alle raccomandazioni che lo stesso Google propone. In secondo luogo, prima di procedere all’installazione controllate le autorizzazioni concesse alle applicazioni cosi da sapere cosa richiedono con esattezza. Se una qualunque applicazione per sfondi o videogiochi vuole accedere ai vostri account, messaggi, Internet ecc…, allora qualcosa non va per il verso giusto.

Tutto questo vi da una grossa mano ad evitare di essere infettati da un virus. Come si imposta? Al momento di installare una qualsiasi app, vengono mostrate sul display le autorizzazioni da concedere o si trova anche una sezione dove poterle analizzare attentamente. Se avete già installato un’app sospetta, potete virare la vostra attenzione su “Impostazioni > “App abilitate” e disattivate quelle non desiderate.

Effettuare il download di app esclusivamente dal Play Store di Google

Se tanto dobbiamo essere sinceri, il pericolo maggiore non è rappresentato dal sistema operativo Android in se’, quando dalle varie applicazioni che l’utente decidere di installare a bordo del proprio dispositivo. Diversamente da quanto accade su iOS, sulla piattaforma di Google è molto facile installare in tutta autonomia un’app senza fare affidamento allo store ufficiale. Per questo noi personalmente ci sentiamo di consigliarvi di non installare per nessuna ragione al mondo app da piattaforme o siti di terze parti in quanto potrebbero essere applicazioni piene di virus e malware di varia natura. E’ semplicissimo disattivare del tutto questa funzione e, al tempo stesso, attivare il controllo integrato di sicurezza di ogni applicazione. In conclusione, meglio lasciar perdere l’accesso root, che aumenta moltissimo il rischio di usare app infette.

Tutto questo vi può dare una grossa mano a ridurre notevolmente le possibilità di essere infettati da un malware. Come si imposta? Basta seguire questo semplice percorso: “Impostazioni” > “Sicurezza”, deselezionare la casella “Sorgenti sconosciute” e spuntare la casella “Verifica app”.

Cercate di utilizzare password toste

Un consiglio valido non solo per quanto riguarda la sicurezza di Android ma anche per tantissime altre cose. E’ sempre di vitale importanza usare password robuste per bloccare lo smartphone e non un classico codice PIN o un blocco schermo con segno. La miglior soluzione in questo caso è quella di creare una password che sia minimo di 10 caratteri, tra minuscole, maiuscole, numeri e vari simboli. Inserite una password comoda e sicura in modo da ricordarla facilmente anche se complessa. Tra l’altro, un altro ottimo consiglio che in tanti trascurano è quello di cambiare la password spesso e impostare un intervallo di tempo basso passato il quale si bloccherà il display.

Come vi può aiutare questo consiglio? Aiuta tantissimo a ridurre la possibilità che persone non autorizzate abbiano accesso al vostro smartphone Android e a quello che contiene al proprio interno.

Impostare il tutto è molto semplice, ecco il percorso che bisogna seguire alla lettera: “Impostazioni” > “Sicurezza” > “Blocco schermo” > “Password” per impostare la password. Andare poi su “Impostazioni” > “Sicurezza” e deselezionare la casella “Password visibili”. 

I dati vanno criptati

Un consiglio spesso sottovalutato ma al tempo stesso di vitale importanza. Un consiglio banale ma diretto. Se qualsiasi dato sul telefono risulta essere criptato, sappiate che nessuno riuscirà ad averne l’accesso anche se il device viene rubato o smarrito. In questo caso meglio scegliere una password sicura al posto del tradizionale PIN in quanto nell’ultima versione di Android la crittografia si basa solo su password/PIN; optare per una password robusta, dunque, è di vitale importanza.

Come vi può dare una mano questo consiglio? E’ utile per riuscire a proteggere i dati in caso il proprio telefono si smarrisce o viene rubato. Impostare il tutto è molto facile: “Impostazioni” > “Sicurezza” > “Esegui crittografia telefono”. Spuntare anche la casella “Crittografia SD”.

Affidatevi a connessioni WI-FI sicure

Di base, il sistema operativo Android prova a connettersi alle reti WI-FI a cui vi siete già collegati precedentemente. In caso di punti di accesso aperti senza password, potrebbe succedere di collegarvi non ai classici hotspot a cui siete abituati ma hotspot ideati da malintenzionati. Per questa semplice motivazione, sarebbe di gran lunga consigliato non connettersi per niente a hotspot gratuiti e pubblici e, spesso e volentieri, verificare quali connessioni WI-FI sono memorizzate e alle quali il telefono potrebbe collegarsi in automatico. Tra l’altro, un altro consiglio non di poco conto è quello di disattivare l’opzione di ricerca automatica di reti wireless aperte.

Come vi può aiutare questo consiglio? Abbassa drasticamente la possibilità di connettersi per errore a connessioni WI-FI molto pericolose. Impostare il tutto è facilissimo, ecco come fare: andare su “Impostazioni” > “Wireless e reti”, premere sul nome di un hotspot precedentemente memorizzato per eliminarlo. Inoltre, in “Impostazioni avanzate”, deselezionare la casella “Scansione sempre disponibile”. 

Cercate di fare affidamento sempre alle reti VPN

Questo consiglio è molto importante se siete abituati a usare un hotspot pubblico o una rete non di fiducia. La VPN è in grado di proteggere perfettamente i dati che vengono trasferiti e, al tempo stesso, riesce ad avere accesso alle risorse a cui, per diverse ragioni, non si può accedere tramite le reti pubbliche. Ormai l’accesso a VPN sicure non costa più come un tempo e gli ultimi router presenti in commercio adatti per la casa vantano server VPN propri di altissima qualità; in questo caso l’accesso alle reti private virtuali è gratuito al 100%. Non abbiamo terminato, per prevenire fughe di dati, prima di stabilire una qualsiasi connessione VPN tenete sempre bene a mente di selezionare l’opzione di connessione continua a VPN o di disattivare l’opzione di sincronizzazione automatica delle applicazioni in VPN.

Questo consiglio in cosa vi è utile? Per criptare al meglio i dati in uscita e entrata. Si imposta in questa maniera: andare su “Impostazioni” > “Altro” > e selezionare VPN in “Reti e connessioni wireless”. Nel menu contestuale selezionare “Sempre con VPN” e scegliere la connessione; la sincronizzazione automatica può essere disabilitata in “Impostazioni” > “Account”. 

Ci sarebbero tantissimi altri consigli ma noi abbiamo riportato i migliori. Queste scelte aumenteranno tantissimo il livello di sicurezza sul vostro dispositivo Android. Una piccola raccomandazione finale prima di salutarvi: state sempre sugli attenti, non abbassate mai la guardia!