GuidePCWindows

Come partizionare pendrive USB e periferiche rimovibili, la guida definitiva

Come partizionare pendrive USB e periferiche rimovibili,

Guida dettagliata su come artizionare pendrive USB e periferiche rimovibili, ecco tutti i passaggi da seguire

Come partizionare pendrive USB e periferiche rimovibili,

Nel tutorial di oggi, dopo avervi recentemente proposto come ridurre le dimensioni di più immaginii migliori droni del 2017 acquistabili su Amazon Italia, vedremo come partizionare pendrive USB e periferiche rimovibili. 

Se per svariate motivazioni vi siete cosi all’improvviso ritrovati nell’obbligatorietà di partizionare una normale penna USB o una qualunque periferica rimovibile, vi sarete senza dubbio resi conto che con il sistema operativo Windows di casa Microsoft non è fattibile mettere in atto il tutto a causa del removabile bit settato sulla periferica. Come si fa dunque per arginare tale problema? Andiamo a scoprirlo insieme.

Per risolvere una volta per tutte il fastidioso problema, potete semplicemente procedere al cambio del bit, in maniera che la piattaforma di Redmond riconosca senza problemi la periferica come locale e non come rimovibile. Il programma che viene in vostro soccorso è uno dei più popolari e dunque più utilizzati in circolazione, parliamo di Lexar USB Format. Il tool di cui vi stiamo parlando è portabile dunque questo vuol dire non è richiesta alcuna installazione e può essere utilizzato facilmente per configurare nel miglior possibile il removable bit oppure eventualmente formattare la penna USB o scheda SD o ancora renderla bootabile – basta settare la partizione come Active e il gioco è fatto -.

Da sottolineare come il tool non può essere utilizzato per partizionare il dispositivo USB. Nel caso, noi personalmente vi consigliamo di affidarvi al disk management tool di Windows XP o Windows Vista oppure scaricare direttamente l’interessante software chiamato GParted Live CD ( viene interamente rilasciato gratis, disponibile se lo si vuole come live CD avviabile da qualunque computer – oppure ancora altri due programmi molto popolari come Partition Magic o Acronis Disk Director che purtroppo sono offerti a pagamento ).

Il tutorial è giunto alla sua conclusione. Per qualunque problema o dubbio non abbiate paura e scriveteci senza alcun problema qui sotto dove è presente l’apposito box dei commenti.

Potrebbero interessarti
GuidePCWindows

Microsoft Start, il nuovo feed di notizie è realtà: ecco come personalizzarlo

GuidePC

Come controllare quantità, tipo e velocità della RAM su Windows 11

Consigli per gli acquistiPC

Migliori Hard Disk esterni e SSD per Windows e Mac

GuidePC

Le modifiche del registro di Windows 10 che devi assolutamente fare