Le batterie del MacBook sono realizzate per coprire quanto più possibile una giornata lavorativa. A dispetto delle fatiche di Apple però, i dispositivi leggermente più datati e più usurati possono vedere una graduale riduzione di questa durata.

La soluzione di portarsi batterie di riserva dietro è piuttosto scomoda, visto che ciò va a inficiare sulla comodità di portarsi dietro un device portatile. Come si può fare dunque per preservare le batterie e riuscire ad allungarne quanto più possibile la durata?

macbook pro o air

La batteria del tuo MacBook non rende più come una volta? Ecco cosa fare

Un ottimo modo per allungare la durata delle batterie (non solo su MacBook) è di utilizzare con coscienza le applicazioni e le preferenze disponibili sul sistema operativo.

Fortunatamente, macOS High Sierra offre diversi strumenti integrati di monitoraggio e gestione dell’energia per aiutarti in questa missione. Disattivare il Wi-Fi e il Bluetooth potrebbe essere uno dei primi passaggi: entrambi utilizzano una discreta quantità di energia durante la ricerca di connessioni wireless, ma è necessario decidere se si intende sacrificare, con la linea, anche l’utilizzo di app come AirDrop, iCloud Drive e iMessage prima di decidere.

Diminuire la luminosità

Come per un qualsiasi dispositivo portatile, anche per il tuo MacBook la luminosità costa parecchio a livello di batterie: ridurla, potrebbe essere un passo successivo per poter guadagnare parecchio in termini di energia consumata.

Utilizzare i tasti della luminosità (contraddistinti dall’icona a forma di sole stilizzato): premi il tasto per aumentare la luminosità o per diminuirla, cercando di trovare un giusto equilibrio.

Volendo, puoi anche fare scegliere a MacOS automaticamente come regolare la luminosità: in tal caso scegli menu ApplePreferenze di Sistema e fai clic su Monitor, quindi scegli MonitorRegola automaticamente la luminosità.

Il consiglio, per chi vuole risparmiare energia, è di scegliere personalmente sacrificando il possibile.

Disattiva i servizi di localizzazione

Normalmente il tuo MacBook utilizza servizi che facilmente non ti sono particolarmente utili. Se vuoi compiere un’azione che ti consente di guadagnare ulteriormente un pizzico di energia, devi disattivare tutto ciò che è superfluo.

Per esempio, per disattivare le funzioni GPS (che però andranno a disattivare anche la preziosa feature Trova il mio Mac), devi entrare nelle preferenze di sistema, inserire la password del tuo account e disabilitare i servizi di localizzazione.

Sacrifica le notifiche

Ennesimo fattore che influisce negativamente sulla batteria del tuo MacBook sono le notifiche. Per disattivarle, è necessario entrare nelle Preferenze di Sistema, cliccare su Notifiche e scegliere manualmente dalla lista che appare quali di queste mantenere e quali no.

Il consiglio è di mantenere solo quelle estremamente importanti per il tipo di utilizzo che fai del dispositivo.

Chiudi tutto ciò che è superfluo

Questa è una regola generale, valida per qualunque tipo di dispositivo elettronico: chiudi tutto ciò che non usi.

Per questo vi è il controllo delle schermate in background appena si accende il dispositivo. Controlla attentamente i programmi in uso e, se trovi qualcosa che non ti serve, non esitare a chiuderlo senza pietà!