I proxy sono dei server a cui le richieste dei client vengono girate. Il client in questione, in questa fase, tenta di collegarsi a un altro server per accedere a una pagina web o scaricare contenuti. Attualmente, un server proxy può essere utilizzato per:

proxy

  • Offrire all’utente la possibilità di navigare totalmente in anonimo;
  • Salvare i dati presenti nel server per poterli aprire successivamente anche senza effettuare nuovamente l’accesso;
  • A scopo difensivo, monitorando la connessione e valutando se bloccare o meno una connessione.

proxy

Le prime due funzioni possono risultare particolarmente utili. La terza, altresì, potrebbe contribuire a diminuire la produttività, rendendo l’utente impossibilitato a collegarsi a una specifica pagina web. Esso viene utilizzato spesso nelle scuole, università, uffici o luoghi pubblici. Spesso, anche dei siti web non dannosi e utili vengono bloccati dal proxy e, di conseguenza, sviare questo blocco potrebbe essere un’operazione molto interessante. In questo articolo, tratteremo i migliori metodi di bypass.

Metodo 1: tramite browser

Una prima e semplice soluzione, potrebbe essere la disattivazione dei proxy nei principali browser disponibili. La procedura cambia in base al programma di navigazione utilizzato; scopriamo i principali:

  • Firefox: Per effettuare l’operazione nel browser Mozilla Firefox, dovrai recarti in “Opzioni”, andare in “Avanzate” e, solo successivamente, “Impostazioni di connessione“. L’ultima cosa da fare è ora disattivare la connessione mediante proxy.
lan
La schermata “LAN”
  • Chrome: Se, invece, utilizzi il browser sviluppato da Google, ti toccherà andare in “Impostazioni”, raggiungere la schermata “Avanzate”, scendere fino a “Sistema” e cliccare su “Apri impostazioni proxy“. Si aprirà automaticamente una nuova scheda, chiamata “Proprietà Internet”. Fai click su “Impostazioni LAN” e deseleziona tutto.

Dopo aver concluso questa procedura, in entrambi i casi, dovrai riavviare il browser.

Metodo 2: collegandosi all’IP

Il primo metodo non funziona? Nessun problema! Molto probabilmente il dominio cercato è stato bloccato. Possiamo facilmente sorvolare questo problema, grazie al prompt dei comandi. Ogni dominio, ovvero quello avente struttura www.nome.com, permette di raggiungere un server. Il server in questione, però, è identificato da un indirizzo IP. Collegandosi all’IP, quindi, è possibile accedere ugualmente al server e saltare questo fastidioso blocco.

Il prompt
Il prompt dei comandi.

Apri il prompt dei comandi cercando, grazie al tasto “Start”, la parola chiave “CMD”. Attendi la sua apertura e inserisci il comando:

tracert www.url.com

Ovviamente, dovrai sostituire “www.url.com” con il dominio collegato al sito web che vuoi visitare. Premi il tasto “Invio” e attendi che vengano caricato l’indirizzo IP. Copia il codice appena scoperto e incollalo nella barra di ricerca, quasi sempre posta nella parte alta dei principali browser.

Metodo 3: utilizzando un’estensione Chrome

Questo terzo metodo è indirizzato esclusivamente agli utenti che utilizzano Chrome, il browser sviluppato da Google. Come abbiamo più volte sottolineato, ad esempio nella guida che ti spiega, passo dopo passo, come sfruttare i videogame Android nel PC, è possibile aumentare notevolmente le possibilità di Chrome inserendo delle estensioni gratuite.

Esse sono disponibili in una specifica pagina. Scarica Chrome dal sito web ufficiale, installatelo nel vostro personal computer e lanciatelo. Dopo aver aperto il browser, dovrai cliccare sull’icona che permette di aprire una nuova scheda, o tab. Effettua un click su “App”, pulsante posto nella parte alta, e, solo successivamente, su “Web Store”. Qui, grazie a un semplice campo per effettuare le ricerche, potrete scoprire numerosissime estensioni. Cerca quella di tuo interesse, apri la pagina e clicca su “Aggiungi”. Semplice, vero?

Free VPN: la pagina dell’estensione

L’estensione che ci permetterà di bypassare un server proxy è Free VPN. Dopo aver installato e attivato l’estensione, scegli una specifica nazione e attendi che ti venga associato un indirizzo IP. In questo modo, quasi sempre, potrai saltare il fastidioso blocco rappresentato dal proxy.

Metodo 4: utilizzando nuovi proxy

Spesso, i proxy esterni vengono bloccati. In questo possibile scenario hanno un ruolo molto importante i “nuovi proxy”. Su internet, troverai di certo numerosissime soluzioni. La migliore, probabilmente, potrebbe essere free-proxy.cz.

free-proxy.cz
Il sito web “Free-proxy.cz”.

In questa pagina, come puoi chiaramente vedere nell’immagine precedente, è possibile scoprire l’indirizzo IP, la porta e tutti i dettagli, tra cui anche la velocità stimata.

Ti consigliamo di scegliere il proxy più veloce. Appunta l’IP e il codice che identifica la porta e recati nelle impostazioni LAN. Sostituisci i dati presenti nella scheda con quelli appena copiati e verifica che l’operazione sia andata a buon fine. Ricorda, inizialmente, di inserire la spunta nella casella con a fianco la dicitura “Usare un server proxy per la tua LAN” (o “Use a proxy server for you LAN”, in inglese).

lan2
La pagina della LAN

Metodo 5: sfruttando Tor

Tor è un ottimo browser, basato su Mozilla Firefox, che ti permette di sorvolare i server proxy. Esso è gratuito, scaricabile dal sito web ufficiale, ma non sempre semplicissimo e comodo da utilizzare, specialmente per aprire siti web abbastanza complessi come YouTube.

tor
La pagina per il download di Tor

Metodo 6: Utilizzando Google Traduttore

Questo è un metodo molto semplice che, purtroppo, non sempre funziona. Non dovrai far altro che recarti nella piattaforma “Google Traduttore”, sviluppata proprio dalla società statunitense, e incollare il link del sito web in cui vuoi accedere nella casella dedicata al testo da tradurre.

Google Traduttore
La schermata di Google Traduttore.

Scegli una seconda lingua e clicca su “Traduci”. Dopo che il sito web avrà effettuato questa traduzione, clicca su “Mostra originale” e copia il link appena generato. Questo metodo non è molto potente ma abbastanza semplice.

Metodo 7: Convertendo il sito web in PDF

Un altro metodo, valido solo ed esclusivamente per i siti web con contenuti puramente testuali, è quello di convertire il file HTML in PDF e scaricarlo. In questo modo, avrai il sito web desiderato in versione PDF e potrai addirittura stamparlo. Pdfcrowd potrebbe essere una buona soluzione.

convertire sito
Il sito in cui poter convertire un sito web in PDF.

Metodo 8: Con un semplice sito web

L’ultimo metodo, ti permetterà di sorvolare il blocco sfruttando le potenzialità di un ottimo sito web. Questo trucco è valido specialmente nel caso in cui tu non dovessi avere l’autorizzazione di installare software nel computer.

Recati nel sito web Proxysite.com e inserisci, nella ampia casella che ti troverai davanti, il link della pagina che vorresti visionare. Scegli un server, ti consiglio “EU Server”, e clicca il pulsante arancione con su la parola “Go”.

Conclusione

Questi metodi ti permetteranno di sbloccare tutti i siti web anche se nel computer dovesse essere presente un server proxy. Ti consigliamo di evitare queste procedure nel caso in cui il tuo datore di lavoro, i tuoi docenti o qualcun altro ti abbia vietato di visitare quel determinato sito web.

SHARE
Articolo precedenteI migliori software per gestire team di lavoro
Articolo successivo5 migliori smartwatch Garmin per tutti
Nato a Catania, sin dall'età più tenera ho un forte legame con l'informatica, il mondo del cinema e l'arte. Gli studi che ho deciso di intraprendere (Arti Tecnologiche) mi hanno permesso di accrescere queste passioni. Scrivo di tecnologia, cercando di far appassionare i lettori a questi argomenti. Sono attratto da tutto ciò che è tecnologico o artistico; non posso fare a meno che immergermi nella musica rock.

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome