AppleMac

Apple M1 Pro vs. M1 Max: differenze e perfomance

Le novità estetiche più facili da apprezzare sui nuovi laptop MacBook Pro 2021 sono un nuovo design, un nuovo display e novità riguardo le porte. Nonostante ciò, i cambiamenti più importanti sono decisamente meno visibili e vanno a rivoluzionare il mondo dei processori, ed incrementano in maniera notevole il costo di questi incredibili dispositivi.

Sia i MacBook Pro da 14 pollici che quelli da 16 pollici sono disponibili con i nuovi chip Apple. M1 Pro e M1 Max combinano entrambi core CPU e GPU, rispetto ai vecchi modelli di Mac e degli attuali PC Windows che abbinavano una CPU di Intel o AMD con una GPU di AMD o Nvidia.

Dopo aver analizzato le differenze fra le CPU Intel e i nuovi SOC M1, ci concentriamo oggi sulle differenze e sulle performance dei nuovi M1 Pro ed M1 Max.

Ci sono differenti versioni dell’M1 Pro, con 8 o 10 core di CPU e 14 o 16 core di GPU. L’M1 Max ha invece 10 core di CPU ma in ambito GPU la scelta è tra 24 o 32 core.

M1 Nax e M1 Pro a confronto

A livello puramente pratico, M1 Max e M1 Pro differiscono chiaramente in termini di prestazioni massime. Nello specifico, l’M1 Max raddoppia alcuni importanti aspetti tecnici, in particolare il numero di acceleratori hardware ProRes (estremamente importanti per l’editing video professionale) e la larghezza di banda raddoppiata per alcune interfacce interne, come quella tra la memoria e il processore. Tuttavia, ciò non comporterà necessariamente il doppio delle prestazioni a livello concreto.

Di fatto, per chi lavora in ambito amatoriale nell’editing video, nella modellazione 3D e nei progetti Photoshop/Illustrator, sarò difficile trovare una reale differenza di prestazioni.

Qualcosa cambia per i professionisti del settore che, a lungo andare, potrebbero percepire delle considerevoli differenze prestazionali. Secondo quanto rilevato da Joseph Ibrahim, uno specialista nell’ambito dell’illuminazione VFX che ha potuto provare il MacBook Pro da 14 pollici con il chip M1 Pro e l’M1 Pro da 16 pollici con il chip M1 Max, la differenza è chiaramente percettibile.

Il professionista ha renderizzato una scena nel software di progettazione e animazione 3D Houdini e ha scoperto che il tempo di rendering effettivo era lo stesso sia su M1 Pro che su M1 Max, ma entrambi erano molto più veloci dello stesso carico di lavoro su un MacBook con il normale M1. Ibrahim ha anche affermato che il sistema M1 Max sembrava molto più reattivo dell’M1 Pro durante l’utilizzo del software.

Per individuare le differenze della GPU tra M1 Pro e M1 Max, è possibile eseguire alcuni test GPU multipiattaforma. Nel test di calcolo di GeekBench 5 utilizzando Metal, l’API grafica di Apple, c’è una chiara differenza, con l’M1 Max che ottiene un punteggio molto più alto. La stessa cosa succede utilizzando Wildlife Extreme, l’unico benchmark all’interno del più grande strumento 3D Mark che funziona su Mac M1, oltre a Windows, iOS e altre piattaforme. In questo caso, all’M1 Max è stato abbinato a un nuovo Razer Blade 14 con la GPU Nvidia RTX 3080. Tra il Max e il Pro c’era un vecchio laptop da gioco con una Nvidia RTX 2080 Max-Q. Ovviamente la versione Windows di quel test non usa l’API Metal di Apple.

Qual è stato il risultato del test? Secondo quanto provato con test preliminari,  M1 Pro e M1 Max mostrano una differenza di prestazioni, ma solo in casi particolari. La reattività in-app potrebbe effettivamente essere più importante del tempo necessario per completare un’attività in alcuni contesti. Ma se sei un professionista creativo che deve di fare un investimento considerevole, il tuo carico di lavoro specifico potrebbe o meno ottenere un vero aumento dall’utilizzo dell’M1 Max rispetto all’M1 Pro. Tutto dipende da quanto le applicazioni principali a cui ci si affida si appoggiano alla CPU e alla GPU e quale versione di ciascun chip stai confrontando.

Non solo: per le persone che si dilettano con app creative di fascia alta per l’editing video di base, il MacBook Air con alimentazione M1, il MacBook Pro da 13 pollici o l’iMac da 24 pollici sono perfetti anche per l’editing video 4K.


Fonte cnet.com

Potrebbero interessarti
AppleNews

Apple rilascia iOS 16.0.2: niente più fotocamera "tremolante"

AppleGuideMac

Come monitorare lo stato della batteria su Mac

AppleiPhoneNews

Apple lancia la seconda beta di iOS 16.1: tutti i miglioramenti

AppleiPhoneNews

I bug dell'iPhone 14 Pro infastidiscono gli utenti: di cosa si tratta?