Riparazioni fai-da-te dello schermo graffiato: tra mito e realtà

smartphone generico
Seguici su Google News

Hai graffiato lo schermo del tuo smartphone? Nonostante i materiali utilizzati nel settore siano ormai molto avanzati, questa evenienza è tutt'altro che una rarità.

Per gli appassionati di tecnologia, anche solo a livello estetico, la presenza di queste imperfezioni è a dir poco insopportabile. Ma come è possibile intervenire per la riparazione fai-da-te di uno schermo graffiato? In realtà esistono una marea di metodi, molti dei quali potenzialmente pericolosi.

I risultati, in tal senso, sono nella migliore delle ipotesi, un trattamento inefficace. Sfortunatamente, sono molte le persone che hanno aggravato la situazione, danneggiando ulteriormente lo schermo.

Di seguito andremo ad analizzare le pratiche da adottare con grande attenzione: il consiglio è quello di affidarsi sempre e comunque ai consigli del produttore, senza improvvisare azioni che possono danneggiare il dispositivo.

iPhone 11 nel 2022 - bel display

Gomme magiche

Le gomme magiche vengono solitamente utilizzate per intervenire in diverse situazioni, ma potrebbero ripulire i graffi su uno schermo?

Effettivamente sì, da quanto risulta talvolta può cancellare imperfezioni sui display degli smartphone. Detto ciò, molto dipende dall'entità del graffio e dal tipo di schermo. Tale operazione poi, non è esente da rischi.

Dentifricio

Pulire uno schermo con dentifricio (non del tipo gel ma pasta) stando a molti è utile per riparare gli schermi graffiati.

Alla prova pratica però, questo maldestro tentativo può, nel migliore dei casi, rendere lo schermo più brillante. Non solo: diverse persone segnalano segni di abrasione che si vanno ad aggiungere al precedente graffio: dunque una vera e propria beffa.

La situazione cambia quando si intende agire sulle custodie in plastica che coprono i display. In questi casi infatti, la pasta di dentifricio sembra avere una certa efficacia.

Gomme

Le gomme funzionano benissimo per far sparire i graffi. Risulta possibile testare una gomma da cancellare bianca, ma puoi anche usare il tipo che si trova all'estremità di una qualsiasi matita.

Strofina semplicemente il graffio a sinistra e a destra con la gomma per circa 60 secondi, quindi strofinalo su e giù per 60 secondi. L'attrito ammorbidisce la gomma e potrebbe ridurre l'impatto visivo del graffio. Non premere troppo forte per evitare danni.

Olio di cocco

Secondo quanto si vocifera online, l'olio di cocco può risolvere qualsiasi problema.

Alla prova pratica però, l'esito di questo prodotto non porta a granché, se non a rendere lo schermo del telefono scivoloso. Meglio evitare questo goffo rimedio improvvisato.

Vasellina

L'utilizzo di vasellina per le riparazioni fai-da-te dello schermo potrebbe inquietarti. Applicare una sostanza oleosa sul tuo smartphone non è una buona idea e, questa sensazione, si rivela veritiera alla prova pratica.

Di fatto, utilizzare vasellina in questo modo non farà altro che rendere il tuo dispositivo unto e appiccicoso: evita dunque questo tentativo grossolano di riparare lo schermo.

Banana

Ebbene sì, esistono persone che tentano di riparare il display dei propri dispositivi applicando della buccia di banana.

Nel caso ci sia bisogno di chiarire, questo metodo non farà altro che rendere sporco il tuo schermo.

Detergente in polvere

I detergenti in polvere possono sembrare, a prima vista, un'ottima soluzione per le riparazioni fai-da-te dello schermo.

La loro natura leggermente abrasiva può lasciare intuire come tali prodotti potrebbero lucidare lo schermo, eliminando le imperfezioni. In realtà, proprio questa caratteristica, nella pressoché totalità dei casi, non farà altro che aggiungere altri micro-graffi.

L'importanza della prevenzione

Come abbiamo appurato, i metodi fai-da-te sono quasi sempre dannosi o inefficaci.

In questo contesto, esistono prodotti specifici in grado di prevenire problemi di questo tipo. Se il tuo smartphone è di alto valore e vuoi evitare problemi dunque, puoi intervenire preventivamente con una custodia protettiva , oppure adoperando dei prodotti specifici capaci di aumentare la resistenza del display.

Nota bene: anche in questo caso però, sottolineiamo ancora una volta quanto sia importante affidarsi alle istruzioni del produttore. Non è detto infatti, che tutti i materiali che rivestono i display si comportino allo stesso modo una volta venuti a contatto con certe sostanze.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2021 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram