La funzione di hotspot per mobile in Windows 10 è già disponibile all’utenza da alcuni anni, ma è una di quelle funzioni che troppo spesso passano in sordina.

Può infatti succedere che, il tuo smartphone, finisca il traffico dati e non abbia a disposizione una rete Wi-Fi adeguata al suo funzionamento: grazie al sistema operativo Microsoft però è possibile realizzare un vero e proprio hotspot per mobile e sfruttare il tuo computer fisso per avere una linea internet anche su smartphone, tablet o qualunque altro dispositivo di questo genere.

In questo articolo affronteremo questa feature poco conosciuta, scoprendo come impostarla e come sfruttarla in caso di necessità.

tutto quello che c'è da sapere sull'aggiornamento dell'anniversario (Anniversary Update) di Windows 10

Come configurare un hotspot per mobile su Windows 10

Innanzitutto, è necessario assicurarsi che il PC che si desidera utilizzare come hotspot sia connesso a una rete esistente, tramite Wi-Fi o cavo ethernet. Devi anche assicurarti che abbia un adattatore Wi-Fi funzionante e che questo sia regolarmente attivato.

Per controllare che l’adattare funzioni, fai clic con il pulsante destro del mouse su Start, quindi fai clic su Gestione dispositivi e scorri verso il basso fino a Schede di rete. A questo punto cerca un adattatore con il nome che contiene termini come Wireless o Wi-Fi su di esso. Se c’è una piccola freccia rivolta verso il basso accanto a questo, fai clic con il tasto destro del mouse e scegli Abilita.

Se ha un punto esclamativo accanto, cliccaci sopra con il tasto destro, fai clic sulla scheda ProprietàDriver, quindi su Aggiorna driver o, nel caso l’aggiornamento non vada a buon fine, Ripristina driver.

Una volta che la scheda Wi-Fi è funzionante e abilitata, fai clic con il pulsante destro del mouse sul pulsante Start, quindi fai clic su Mobile hotspot nel riquadro a sinistra.

Qui, controlla che la rete selezionata nella casella di riepilogo Condividi la mia connessione Internet da sia corretta, quindi fai clic sul dispositivo di scorrimento Condividi la mia connessione Internet, quindi conferma.

La connessione sul PC dovrebbe ora diventare un’opzione Wi-Fi su qualsiasi dispositivo abilitato Wi-Fi che si desidera connettere ad esso (dai telefoni, ai tablet sino ai laptop). Il nome e la password generata a caso dell’hotspot sono visualizzati nella finestra Mobile hotspot sul PC, anche se puoi intervenire manualmente cliccando su Modifica.

dispositivi connessi su reti wifi

Come gestire l’hotspot

Una volta collegato un dispositivo all’hotspot, il nome del dispositivo, l’indirizzo IP e MAC appariranno nelle impostazioni dell’hotspot mobile. Non esiste un modo diretto per escludere determinati dispositivi dal tuo hotspot e per farlo dovrai cambiare la password manualmente come già descritto.

Un’altra utile funzionalità di hotspot è l’opzione che consente ad altri dispositivi Windows 10 di attivarlo direttamente da remoto. Per fare ciò, il tuo hotspot deve essere prima spento da Windows 10. Quando è disattivato, scorri verso il basso nelle impostazioni Hotspot mobile sull’opzione Attiva in remoto e accendilo.

Successivamente, dovrai abbinare i dispositivi da collegare tramite l’hotspot via Bluetooth. Dopo aver eseguito questa operazione, il sistema dovrebbe continuare a essere visualizzato come una rete Wi-Fi disponibile sul dispositivo anche quando l’hotspot vero e proprio è spento. Selezionando questa rete sul dispositivo che stai utilizzando si accenderà automaticamente l’hotspot sul PC principale.

In conclusione…

Nonostante non tutto possa andare liscio come l’olio (su Android si possono registrare alcuni problemi per quanto riguarda la gestione in remoto), si tratta di una soluzione utile in caso di problematiche temporanee legate alla linea. Questo tipo di collegamento infatti, non offre prestazioni particolarmente elevate: non credere che questo hotspot possa essere considerato una vera e propria sostituzione della tradizionale linea Wi-Fi!