Il desktop del tuo computer è il posto ideale per sistemare shortcut e collegamenti vari: qui puoi avere tutto a portata di un semplice clic, senza fare alcun passaggio intermedio. Il problema che però spesso sorge è che dopo qualche settimana (nei casi peggiori dopo qualche giorno) il sovraffollamento di icone potrebbe creare un caos incredibile.

In questo articolo affronteremo il problema per cercare una soluzione a questo annoso problema, tenendo in ordine il desktop e soprattutto mantenendolo pulito e facile da utilizzare.

tutto quello che c'è da sapere sull'aggiornamento dell'anniversario (Anniversary Update) di Windows 10

Mettere ordine sul tuo desktop nascondendo le icone

Se non usi molto il tuo desktop, ma i programmi che installi continuano a creare scorciatoie, ecco una soluzione rapida: nascondi tutto per ottenere un desktop perfettamente pulito.

Per attivare o disattivare le icone del desktop, fai clic con il pulsante destro del mouse sul desktop e seleziona VisualizzaMostra icone del desktop. Così facendo, Il desktop apparirà totalmente vuoto.

Per visualizzare nuovamente le icone, fai nuovamente clic sull’opzione Mostra icone del desktop. Oppure, è possibile aprire una finestra Esplora risorse e fare clic sulla cartella Desktop per visualizzarne il contenuto in una finestra.

Questa è l’opzione estrema, ovviamente. D’altronde il desktop, se usato e gestito a dovere, è effettivamente un punto forte di qualunque versione di Windows: forse è il caso di cercare soluzioni meno drastiche.

Come ordinare rapidamente le icone del tuo desktop

Spesso non è tanto il numero di icone su schermo a risultare disorientante, quanto la disposizione caotica.

Per organizzare al meglio le scorciatoie che affollano il desktop, puoi cliccare con il tasto destro del mouse su qualunque punto dello schermo e selezionare la voce Ordina per, quindi scegliere un criterio come Nome, Data modifica, Dimensione, Tipo elemento eccetera.

Questo genere di operazione rende più facile trovare ciò che stai cercando se il tuo desktop è molto disordinato. Puoi anche utilizzare le opzioni nel menu Visualizza per scegliere la dimensione delle icone del desktop e decidere se allinearle in una griglia.

Se deselezioni Disposizione automatica icone, puoi trascinare le icone ovunque tu voglia. Se questa opzione è abilitata le icone saranno sempre raggruppate una dopo l’altra.

Utilizzare le cartelle per ordinare icone e shortcut vari

Un’altra soluzione piuttosto valida per mettere ordine nel caos del tuo desktop è l’utilizzo di cartelle che contengano le varie icone presenti. Si tratta di un principio piuttosto basico, che sta alle basi del sistema a finestre dei moderni sistemi operativi.

Per creare una cartella, fare clic con il pulsante destro del mouse sul desktop, seleziona NuovoCartella e assegna un nome ad essa. Trascina e rilascia elementi dal desktop direttamente sulla cartella per portarli al suo interno.

È possibile fare doppio clic su una cartella sul desktop per aprirla, quindi ci vogliono ancora qualche clic per aprire i file, ma comunque può essere considerato un buon compromesso tra ordine e praticità.

Naturalmente è importante raggruppare le icone in cartelle apposite, divise per tema. In questo modo, oltre a ridurre drasticamente la confusione su schermo, avrai un discreto ordine sul desktop.

Usa il desktop come area di lavoro temporanea

Il desktop è un ottimo spazio di lavoro, visto che ti offre un luogo molto visibile in cui archiviare i file con cui lavorare. Ad esempio, potresti archiviare fogli di lavoro su cui stai lavorando, documenti che hai scansionato, foto che hai appena scattato o cose che hai appena scaricato sul desktop.

Utilizzarlo in questo modo però, ha un prezzo piuttosto pesante: nel giro di qualche giorno, ti ritroverai con uno schermo pieno di documenti alla vista tutti uguali e un caos pazzesco.

Per mantenere il desktop utile in tal senso e impedirgli di diventare troppo disordinato, prova a memorizzare i file sul desktop solo per il tempo necessario a svolgere uno specifico lavoro. Quando hai finito con un progetto o un’attività, sposta i file associati in un’altra cartella, magari dividendoli per estensione o tipologia di file.

Utilizza la barra delle applicazioni

I programmi spesso aggiungono scorciatoie al desktop quando vengono installati, il che rende il desktop sempre più ingombrante nel tempo. Prova a posizionare le scorciatoie del programma altrove, per esempio sulla barra delle applicazioni o nel menu Start.

Per aggiungere un collegamento al programma sulla barra delle applicazioni, fai clic con il pulsante destro del mouse e seleziona Aggiungi alla barra delle applicazioni. Appare sempre come un’icona sulla barra delle applicazioni e puoi trascinare l’icona verso sinistra o destra per posizionarla.

Per ottenere più spazio per le icone sulla barra delle applicazioni, è possibile rimuovere alcuni elementi per liberare spazio (se hai un portatile o comunque se usi una risoluzione bassa, potrebbe essere molto utile). Per esempio, per nascondere la casella di ricerca Cortana su Windows 10, fai clic con il pulsante destro del mouse sulla barra delle applicazioni e selezionare CortanaNascosto.

Il menu start

Puoi anche inserire scorciatoie direttamente nel menu Start. Per farlo, fai clic con il pulsante destro del mouse su un collegamento e seleziona Aggiungi all’avvio:

  • in Windows 10, verrà visualizzato come riquadro sul lato destro del menu Start
  • su Windows 7, apparirà come una scorciatoia sul lato sinistro del menu Start.

Puoi anche bloccare le app direttamente dal menu Start: fai clic con il pulsante destro del mouse su un collegamento nell’elenco di tutte le app nel menu Start e seleziona Aggiungi a Start oppure trascina l’icona nell’area delle app aggiunte.

Su Windows 10, puoi trascinare e rilasciare le scorciatoie dell’applicazione appuntate nel menu Start per organizzarle in gruppi e fare clic sull’intestazione nella parte superiore del gruppo per assegnargli un nome.

Inoltre, se utilizzi Windows 10, puoi sbloccare tutte le app bloccate che Microsoft ha sistemato lì di default sul menu Start.

Dopo aver spostato tutte le scorciatoie che desideri nella barra delle applicazioni e nel menu Start, puoi eliminarle dal desktop.

Se si elimina accidentalmente un collegamento e si desidera ripristinarlo sul desktop, apri il menu Start e cerca il collegamento nell’elenco di tutte le applicazioni installate. Trascina e rilascia la scorciatoia sul desktop.

Utilizzare dei software appositi

Se tutti i precedenti espedienti non ti hanno portato a risultati decenti, forse è il caso di affidarti a un software specifico.

Pur esistendone diversi, quello che spicca maggiormente è Fences di Stardock. Questa utility comodissima crea rettangoli (definiti fence, in italiano recinto) sul desktop. Puoi creare tutti i riquadri che vuoi, rinominarli e assegnargli anche colori diversi. Questo programma funziona in modo simile alla funzione Stacks che Apple ha aggiunto in macOS Mojave.

Spostando file, cartelle e scorciatoie dentro e fuori da queste recinzioni tramite il pratico metodo drag and drop, puoi riordinare il tuo desktop con estrema facilità. Se crei un fence troppo piccolo per tutto ciò che hai inserito, sul bordo di esso si verrà a creare una barra di scorrimento che puoi usare per scorrere il suo contenuto.

Fences aggiunge anche altre due piccole caratteristiche. Innanzitutto, puoi fare doppio clic su qualsiasi spazio aperto sul desktop per nascondere tutte le recinzioni e le icone che contengono. Un rapido doppio clic consente di rivedere tutto.

L’altra cosa interessante è che i riquadri creati ricordano sempre la loro posizione sul desktop. Se hai mai giocato a un gioco e hai dovuto cambiare la risoluzione del tuo monitor, sai che ciò può sconvolgere la disposizione delle icone sul desktop. Con i riquadri di Fence, le icone rimangono sempre e comunque dove le hai sistemate.

Fences costa 10 dollari, con la possibilità di provare il programma in via del tutto gratuita per 30 giorni. Si tratta di gusti personali: se ti trovi particolarmente a tuo agio con questa app, la spesa è assolutamente più che giustificata.