Un Apple Watch non è solo un dispositivo tecnologico ma anche un oggetto che si sposa pienamente con il tuo look. Per questo motivo è possibile personalizzarlo, sostituendo il cinturino a seconda dei nostri gusti.

In questa breve guida affronterò l’argomento, mostrandoti come è possibile fare questa semplice operazione tramite 4 passaggi.

Migliori smartwatch da uomo: Apple Watch Series 3

Tutti passaggi per cambiare il cinturino del tuo Apple Watch

Rispetto ad altri smartwatch, Apple Watch può montare solo accessori proprietari. Alcuni dispositivi della concorrenza infatti, possono essere facilmente adattati a cinturini da 22 mm, comunissimi e utilizzabili anche sugli orologi più classici.

A dispetto di ciò,  questa guida ti spiegherà come cambiare il cinturino su qualsiasi versione di Apple Watch poiché all’interno del brand, non vi sono comunque differenze significative anche con modelli diversi.

Naturalmente, esistono delle versioni create da terze parti ma i cinturini in questione potrebbero creare problemi: consiglio sempre e comunque di affidarsi a prodotti ufficiali o comunque fare acquisti oculati.

Perché questa considerazione? Semplice: avere un cinturino difettoso può causare rotture ed eventuali cadute del dispositivo con effetti terrificanti sulla sua integrità. Sei sicuro di voler correre questo rischio?

Come staccare un cinturino

Capovolgi il tuo Apple Watch e, nella parte superiore e inferiore, vedrai due piccoli pulsanti sul limite del rivestimento.

Premendone uno si rilascia la banda su quel lato (non è necessario provare a premere entrambi contemporaneamente). Una volta premuti questi piccoli bottoni, puoi semplicemente far scivolare fuori quella parte della cinghia. Piuttosto semplice, vero?

Prezzi e alternative

Se le operazioni di sostituzione sono simili tra tutti i modelli, i cinturini non lo sono: esistono infatti Apple Watch con cinturini da 38 mm e 42 mm. Fai dunque attenzione ad acquistare il prodotto giusto per il tuo gadget.

Il ragionamento ti porterebbe facilmente a rivolgerti direttamente all’Apple Store più vicino: non è una brutta idea ma ricordati sempre che i costi di questi cinturini non sono così economici come potresti pensare.

I più economici, in silicone, costano quasi 50 euro… se poi vuoi comprare qualcosa di particolare puoi facilmente andare ben oltre i 100. Niente male come prezzi, vero?

Le soluzioni alternative però non mancano. Al di là dei prodotti di terze parti che, come già detto talvolta non sono propriamente il massimo, esistono degli adattatori per i cinturini standard. Si tratta di piccoli supporti che consentono di attaccare dei cinturini standard da 22 mm al tuo Apple Watch.

Si tratta di prodotti realizzati da terzi che, nella maggior parte dei casi, utilizzano minuscole viti per collegare il cinturino al dispositivo. Questa soluzione è la più adatta per la maggior parte di utenti.

La sostituzione vera e propria

Una volta ottenuto il cinturino da sostituire è il momento di agire. Non è un’operazione così complicata!

Basta farlo scorrere fino a quando non si sente un clic, un rumore che sta a significare come la cinghia si sia agganciata allo smartwatch. L’Apple Watch utilizza un sistema di fissaggio magnetico, in cui un elemento metallico nella band viene letteralmente risucchiato da una rientranza appositamente costruita nel dispositivo.