GuideInternet

Come utilizzare un cloud storage per salvare i tuoi file

cloud storage

I servizi di archiviazione cloud, o cloud storage, rappresentano uno dei modi migliori per salvare i tuoi file senza occupare spazio sui tuoi dispositivi.

Grazie a tale spazio di archiviazione, potrai salvare tutti i tuoi documenti digitali, inclusi file multimediali e foto, su Internet.

Questa tipologia di servizio, inoltre, ti consente di accedere rapidamente ai tuoi file ovunque ti trovi. Non si tratta di un salvataggio legato ad un dispositivo: avrai accesso ai dati archiviati da qualunque strumento connesso ad Internet.

Ecco come puoi utilizzare un servizio di cloud storage per archiviare i tuoi dati ed avere i tuoi file sempre a disposizione.

Cloud storage: di cosa si tratta

Se ti stessi chiedendo come funziona, con esattezza, un servizio di archiviazione cloud, è presto detto. I dati che deciderai di salvare sul tuo spazio virtuale verranno salvati su un sistema di archiviazione remoto.

Una volta archiviati, i dati saranno sempre a tua disposizione e potrai utilizzarli ogni qualvolta disporrai di una connessione ad Internet per recuperarli.

Si tratta, insomma, di un modello che consente il deposito di dati digitali, i quali vengono archiviati virtualmente da terze parti.

Questa tipologia di archiviazione presenta numerosi vantaggi, che vanno oltre il semplice risparmio di spazio di archiviazione sul tuo dispositivo. Poter accedere ai propri dati e gestirli sempre e ovunque, in aggiunta ai costi di gestione di solito contenuti, rappresentano i maggiori punti di forza dei cloud storage.

I diversi tipi di cloud

Esistono varie tipologie di archiviazione cloud. I servizi di cloud storage, infatti, si suddividono in pubblici, privati ed ibridi.

Per quanto riguarda l’archiviazione pubblica, questa si basa sul salvataggio dei file presso un data center gestito da terze parti. Spesso i dati archiviati in questa tipologia di cloud storage vengono suddivisi e distribuiti in server localizzati in diversi continenti. Il tutto per garantire maggiore sicurezza.

Generalmente, questa tipologia di archiviazione cloud garantisce ai fruitori una grande flessibilità. Potrai infatti pagare il servizio in base al tuo effettivo utilizzo. Di solito, i servizi di archiviazione cloud pubblici prevedono un pagamento in base alla frequenza di accesso o all’effettivo spazio di archiviazione utilizzato.

Ma, in base all’utilizzo che intendi farne e, soprattutto, in base alla tipologia di dati che intendi salvare, un cloud storage pubblico potrebbe non essere la soluzione ideale.

Se tu avessi bisogno di maggiore protezione per i tuoi dati, ad esempio se si tratta di file che hanno a che fare col tuo lavoro, dovresti considerare un cloud di tipo privato.

A coloro che optano per un cloud privato, infatti, viene dedicato un sistema di server dedicato. Sarai tu l’unica persona ad avere accesso ai tuoi dati, che verranno protetti tramite firewall.

Di solito questa tipologia di archiviazione è la scelta d’elezione da parte delle aziende, per garantire privacy e controllo totale sui propri dati.

Ci sono, poi, anche dei sistemi di archiviazione cloud ibridi. In questo caso, si ha un mix di archiviazione su storage pubblico gestito da terze parti e cloud privato.

Il cloud storage ibrido, negli ultimi anni, ha acquisito grande popolarità perché può garantire i vantaggi di entrambe le tipologie di archiviazione analizzati.

Offre cioè la sicurezza sui dati garantita da un sistema di archiviazione privato, unita alla flessibilità e alla personalizzazione garantita dai cloud pubblici.

crittografia su nas e cloud

Come salvare, scaricare e gestire documenti e file

Sebbene sul mercato siano disponibili tantissimi servizi di archiviazione cloud, si tratta di servizi simili tra loro.

L’unica differenza sta in piani offerti e prezzi, che dovrai valutare in base alle tue esigenze.

In linea di massima, comunque, salvare e scaricare i tuoi documenti sul cloud storage non è affatto difficile. Basterà autenticarti con le tue credenziali per avere accesso al tuo spazio di archiviazione virtuale.

Al suo interno, potrai vedere tutti i documenti che hai salvato precedentemente, puoi modificarli, rinominarli e, qualora non ti servissero più, cancellarli.

Allo stesso modo, potrai salvare i tuoi file semplicemente effettuando l’upload sullo spazio di archiviazione virtuale.

Tuttavia ci sono anche dei servizi aggiuntivi di cui potrai fruire se deciderai di utilizzare uno spazio di archiviazione cloud.

La maggior parte dei cloud storage ti permette infatti di condividere i tuoi documenti già salvati con altri utenti.

Si tratta di un’opzione molto utile, soprattutto nel caso in cui tu abbia bisogno di condividere un file per ottenere la firma elettronica di altri utenti. La firma elettronica serve, in varie situazioni, per richiedere eventuale approvazione ad un determinato documento.

Avente valore legale, al pari di una firma apposta ad un documento cartaceo, potrebbe esserti molto utile in ambito lavorativo.

Infine, moltissimi servizi di archiviazione forniscono degli strumenti per la conversione dei file archiviati.

Ricorda, comunque, che puoi effettuare la conversione dei tuoi file prima di salvarli sul tuo cloud storage. Ad esempio, se intendi salvare un file di testo, ma temi che vengano apportate delle modifiche accidentali, non salvare il tuo file in formato DOC. Usa invece il formato PDF, convertendo il tuo file anche prima di salvarlo.

Se tu non volessi che il tuo file venga modificato, ma devi utilizzarlo solo per la condivisione, il formato PDF è la scelta migliore.

Conclusioni

Archiviare i tuoi dati sfruttando uno spazio di archiviazione cloud ti garantirà moltissimi vantaggi, primo tra tutti la fruizione di tali dati da remoto.

Tuttavia, ci sono ancora delle sfide che i vari provider dovranno affrontare nei prossimi anni, e che dovrai considerare prima di sfruttare un servizio simile.

Innanzitutto, l’accesso ai tuoi file dipenderà dalla tua connessione ad Internet. Se, per qualche motivo, non potrai connetterti al web, non avrai modo di recuperare i tuoi file.

In secondo luogo, seppur abbastanza sicuri, i cloud storage hanno comunque una certa quota di vulnerabilità. Questa, ovviamente, è una problematica propria dei servizi cloud pubblici dato che, come già detto, quelli privati sono generalmente protetti mediante firewall.

Infine, in base allo spazio di archiviazione utilizzato, potresti dover affrontare costi di gestione variabili, che dovrai necessariamente considerare.

Ad ogni modo, i vantaggi relativi all’utilizzo di un cloud storage superano di gran lunga gli svantaggi. Per chi ha la necessità di salvare e condividere un gran numero di file, questa tipologia di archiviazione è, dunque, la più appropriata.

Potrebbero interessarti
GuideInternet

9 modi per sistemare i Reel di Instagram che non funzionano

GuideInternet

Sicurezza informatica per bambini: 5 consigli utili

GuideInternetRisorse gratis

I 22 migliori canali Telegram del 2022

GuideInternet

Sicurezza su Internet: consigli per una navigazione senza pensieri