PCWindows

Come avviare Windows 11 in modalità provvisoria

Modalità provvisoria Windows

Da tantissimi anni i sistemi operativi Windows propongono la modalità provvisoria ai propri utenti come un’ancora di salvezza in caso di problemi software o hardware.

Si tratta di una soluzione utile in caso di malfunzionamenti di vario tipo. Questa, agisce disabilitando temporaneamente driver e funzionalità non indispensabili, il tutto per garantire un ambiente più stabile, nel quale è più facile individuare eventuali problemi e porvi rimedio.

In questa guida ti spiegheremo come avviare la modalità provvisoria sull’ultima versione del sistema operativo Microsoft.

Windows 11

Come accedere alla modalità provvisoria dall’avvio

Con Windows 7 e versioni precedenti, in genere è possibile avviare la modalità provvisoria premendo un tasto funzione (come F8) subito dopo aver acceso il computer. Va però detto che Microsoft ha rimosso questa funzionalità a partire da Windows 8. Il motivo è piuttosto curioso: grazie alle nuove tecnologie, i tempi di avvio sono diventati troppo rapidi per consentire a qualcuno di raggiungere rapidamente F8 in tempo prima del caricamento del sistema operativo.

Microsoft ha dunque elaborato un nuovo modo di attivare questa modalità. Essa infatti, si attiva automaticamente quando Windows non si carica correttamente e se, per due riavvi di fila, non riesce ad avviarsi.

In ogni caso, un utente può comunque forzare l’utilizzo della stessa, premendo il pulsante fisico di accensione quando appare il logo del produttore. Al secondo intervento di questo tipo, dovrebbe apparire una schermata di avvio avanzata che presenta diverse opzioni legate alla modalità provvisoria.

Come accedere da Windows

Esistono diversi modi per riavviare il computer in una modalità denominata Avvio avanzato su Windows 11 che ti consentirà poi di optare per la modalità provvisoria (dopo diverse scelte).

Il percorso più semplice? Apri il menu Start e fai clic sull’icona di alimentazione nell’angolo in basso a destra. Quindi, tieni premuto il tasto Maiusc sulla tastiera e fai clic su Riavvia.

In alternativa, puoi iniziare il lungo percorso verso la modalità provvisoria tramite l’app Impostazioni. Innanzitutto, avvia Impostazioni premendo Windows + i (oppure puoi trovarlo cercando in Start.). Quando si aprono le Impostazioni, fai clic su Sistema nella barra laterale, quindi seleziona Ripristino.

In Opzioni di ripristino, individua l’opzione Avvio avanzato e fai clic sul pulsante Riavvia ora accanto ad essa. Windows confermerà con una finestra di dialogo pop-up che ti chiede di salvare il tuo lavoro prima di riavviare. Quando sei pronto fai clic su Riavvia ora.

Successivamente il sistema operativo si spegnerà e si riavvierà in una schermata di colore blu intitolata Scegli un’opzione, con un elenco di varie opzioni. Da queste seleziona Risoluzione dei problemi e poi Opzioni avanzate.

Giunto a questo punto seleziona Impostazioni di avvio e Riavvia. Il PC si riavvierà in un menu Impostazioni di avvio con nove opzioni numerate. Premi il tasto 4 sulla tastiera per la modalità provvisoria, 5 per la stessa modalità ma con supporto rete o 6 per la modalità provvisoria con prompt dei comandi. In genere, ti consigliamo di adottare le soluzioni 4 o 5 qui, ma 6 può essere utile per la risoluzione dei problemi avanzata se sei bravo con le righe di comando.

Dopo aver effettuato la selezione, Windows si avvierà finalmente in modalità provvisoria. Il display avrà una risoluzione inferiore e Windows sostituirà l’immagine del desktop con uno sfondo nero che dice Modalità provvisoria negli angoli.

A questo punto puoi eseguire tutte le attività di risoluzione dei problemi che devi eseguire. Quando hai finito riavvia (o spegni) il tuo PC Windows 11 come al solito.


Fonte howtogeek.com

Potrebbero interessarti
PCWindows

Come personalizzare la schermata di blocco di Windows 10 e 11

GuidePCWindows

Come risolvere i problemi di un controller Xbox che non funziona su PC

Consigli per gli acquistiPC

Migliori docking station per ogni tipo di laptop ed esigenza

Consigli per gli acquistiPC

5 migliori dispositivi NAS per archiviare dati