Banner pubblicitari, popup e molto altro infastidiscono spesso la navigazione su smartphone. È pur vero che molte bellissime realtà che circolano in rete vanno avanti grazie alla pubblicità ma altrettanto spesso capita che queste alerts non di rado siano ingannevoli. Si pensi al caso dell’attivazione di servizi a pagamento per il semplice tap della finestra pubblicitaria.

foto_adblock_plus

Come installare su Android Adblock Plus:

Per la gioia degli haters dei banner pubblicitari, vi spiegheremo a breve come inibire questi fastidiosi intoppi della navigazione su smartphone tramite l’installazione di Adblock Plus. Sulla falsariga della comunissima estensione per Chrome da PC, Adblock Plus compirà il medesimo servizio sul vostro smartphone.

Diversamente da quanto si potrebbe pensare, Adblock Plus non va scaricata dal Play Store. Tempo fa, gli sviluppatori hanno estromesso l’applicazione dal celebre market di Big G, perché considerata illegittima proprio in relazione all’attività di Google stessa. Perciò, l’installazione dell’app avviene manualmente.

Adblock Plus è reperibile direttamente sul suo sito ufficiale. Da qui non dovrete fare altro che scaricare l’eseguibile, che nel caso di Android è un file .apk. Prima di eseguire l’installazione, assolutamente innocua per il vostro device, assicuratevi di aver disattivato l’opzione “Origini sconosciute”, che solitamente si trova nel menu “Impostazioni”, quindi nel sottomenu “Sicurezza”.

A questo punto, una volta scaricata l’applicazione tramite il browser del device, non dovrete fare altro che installarla facendoci tap sopra. Una volta completata l’installazione, l’app risulterà completamente funzionante grazie a una piccola icona che visualizzerete nella barra notifiche del vostro smartphone.

Come ultimo step, dovrete configurare il server proxy della vostra connessione Wi-Fi. Entrate quindi nelle impostazioni di rete, selezionate la rete attiva, quindi “Modifica” e infine attivare le impostazione avanzate e inserire come proxy “localhost” e porta 2020. Ora la vostra applicazione sarà completamente funzionante. L’aggiornamento dei contenuti dell’app avviene sia manualmente che automaticamente. Le modalità di update verranno scelte di volta in volta dall’utente, a seconda delle sue esigenze.