AccessoriConsigli per gli acquisti

I migliori TV Box per lo streaming disponibili su Amazon

I TV Box sono una tipologia di dispositivo estremamente ricercata da ormai qualche anno. Con il graduale eclissarsi della TV “classica” e il rapido affermarsi di piattaforme come Netflix, la possibilità di trasmettere gli streaming direttamente sul proprio televisore è una tentazione molto forte per qualunque tipo di utente.

Cosa può dunque offrire il mercato in tal senso? In realtà, la scelta è molto vasta. Nel corso degli anni infatti sono stati sviluppati diversi TV Box che sfruttano Android, Windows e dispositivi Apple per poter gestire il flusso dati e potersi gustare gli streaming su TV. In questo articolo andremo proprio a esaminare qual è l’offerta di questo settore e come effettuare la scelta in base alle proprie necessità.

TV Box: come scegliere il dispositivo più adatto?

Per chi non è dotato di una smart TV, fino all’avvento di questi prodotti l’unica alternativa era utilizzare il proprio computer. Se per molti utenti non è un grande problema, per altri si tratta di un ostacolo insormontabile.

Il posizionamento del proprio PC può rendere molto difficile la fruizione dei contenuti e, al contempo, collegare lo stesso a un normale televisore non è una scelta particolarmente pratica. I TV Box hanno dunque raggiunto una vasta fetta di utenza. Se quelli Android sono stati i primi a diffondersi, non mancano dei mini-computer appositi che sfruttano Windows o altri sistemi operativi al fine di riprodurre in maniera efficace contenuti audio-video.

A patto di aver installato Kodi, questi sistemi permettono di trasformare un televisore in un vero e proprio media center attraverso cui è possibile usufruire di un numero pressoché sterminato di contenuti.

Al di là di ciò, quali sono i parametri per scegliere un TV Box degno di tale nome? Trattandosi di veri e propri computer, questi dispositivi presentano una serie di specifiche tecniche che suoneranno piuttosto familiari a chi è pratico di hardware PC. Di seguito ne illustreremo le principali.

Scheda grafica

Cominciamo soffermandoci sulla GPU. La scheda grafica è alla base, secondo molti, di un media center degno di tale nome. Trattandosi di riproduzione di contenuti video, un chip grafico migliore corrisponde a prestazioni più elevate, anche se va tenuto conto di un aspetto troppo spesso sottovalutato: un TV Box, per sua natura, non è un PC vero e proprio.

Il costo complessivo di questi dispositivi risulta generalmente molto più contenuto rispetto anche al computer più economico. Pagando una cifra intorno ai 150 euro, se non di meno, si ha a disposizione un prodotto dotato di sufficiente capacità computazionale per quanto riguarda lo streaming. Complice anche le continue evoluzioni dell’hardware, sia lato performance che lato miniaturizzazione, la maggior parte di questi prodotti ha abbastanza potenza bruta per riprodurre video senza buffering (anche se in tal senso conta molto la connessione Internet).

Nell’ambito delle schede grafiche quindi, a meno di non voler giocare a titoli videoludici di recente uscita, è possibile optare per qualcosa di contenuto a livello di pura potenza.

Connettività

Un altro aspetto da non sottovalutare è la connettività. Anzi, sotto molti punti di vista questa è la caratteristica più importante per un TV Box. Il motivo? Avere un buon numero di porte USB, possibilmente con lo standard USB 3.0, rende più versatile il media center.

Di fatto, ciò permette di collegare, per esempio, anche hard disk esterni per poter ascoltare musica e vedere film o serie televisive in locale (chi ha problemi di down della linea sa bene come un supporto fisico di questo tipo possa essere comodo!). Va tenuto conto anche della connettività in ottica Wi-Fi, visto che esistono le eventuali possibilità di sfruttare la rete 2.4GHz o la più recente 5.8 GHz.

CPU e RAM

Così come i classici PC, anche i TV Box necessitano di componenti hardware come CPU e RAM. Quando si parla di processore, ovviamente vi è un’ampia scelta, anche se i modelli moderni presentano solitamente dei Quad-Core. La RAM in dotazione è di norma tra i 2 e i 4 GB. Se questo valore sembra basso, va sempre tenuto conto del lavoro che una TV Box deve svolgere, ovvero principalmente eseguire lo streaming di audio e video.

Telecomandi e tastiere

Ovviamente poi non mancano alcuni optional più o meno interessanti. I principali riguardano la presenza (praticamente scontata) di un telecomando, che permette di gestire il box anche quando si è sul divano o sul letto. Leggermente meno scontata è invece la presenza di una tastiera che permette, per esempio, di svolgere ricerche su YouTube o sulle altre piattaforme digitando parole. La presenza o meno di una tastiera può essere un fattore determinante in fase di scelta se si pensa di poterne fare uso con una certa frequenza.

I migliori TV Box Android

I primi TV Box di cui parleremo sono quelli che fanno girare Android. In tal senso, è bene fare attenzione alla versione del sistema operativo installata. La motivazione di questa considerazione è dovuta al fatto che Google ogni anno presenta una nuova versione del proprio sistema mobile.

Oltre a nuove funzionalità e a una nuova grafica si ha in genere un miglioramento delle performance. Ciò è dovuto sia al miglioramento della gestione dei carichi di lavoro per ogni risorsa hardware, sia all’implementazione di nuovi codec, pensati appositamente per standard di riproduzione video come HDR e 4K.

Inoltre con i TV Box Android è possibile guardare NowTV, anche se è necessario fare qualche intervento. In passato abbiamo anche realizzato una guida per utilizzare persino SkyGo sui dispositivi Android non compatibili.

NVIDIA SHIELD TV Pro

Se volete comprare il miglior TV Box attualmente presente sul mercato per guardare video in streaming su Kodi, il prodotto ideale è Nvidia Shield TV Pro

Nonostante sia presente sul mercato da diverso tempo, NVIDIA Shield TV Pro rappresenta una soluzione di alto profilo per questa particolare esigenza. Si tratta, a dire la verità, di un prodotto che vira decisamente verso il gaming, trasformando una comune televisione in un’ottima postazione da gioco. Nonostante questo prodotto esuli dagli standard del settore, può comunque rientrare tra i migliori TV Box.

Il motivo? Le specifiche tecniche, costituite dai 3 GB di RAM e dai 500 GB di Hard Disk (senza considerare l’eccellente chip grafico) rendono il prodotto ideale anche per chi vuole guardare film, serie TV e sport in streaming. Dulcis in fundo, esso permette di avere piena compatibilità con i principali assistenti vocali sul mercato, come Alexa e Google Assistant.

Q Plus Android 9.0 TV Box

Q Plus Android 9.0 TV Box

Con Q Plus Android 9.0 TV Box trattiamo uno dei prodotti più interessanti dell’intero settore. Si tratta di un dispositivo dotato di sistema operativo Android 9.0 e chipset H6. Rispetto al primo modello illustrato, questo è maggiormente dedicato allo streaming audio/video. Sotto questo punto di vista, va detto come esso sia pienamente compatibile con quasi tutti i formati audio e video più diffusi, tanto da poter far girare persino video in 6K.

Non solo streaming: grazie ai 2 GB di RAM e ai 16 GB di spazio d’archiviazione, questo prodotto è una discreta soluzione quando si tratta di giocare con videogiochi che non risultano particolarmente esosi in termini di risorse. In questo senso, il pieno supporto di Google Play Store appare estremamente utile. Q Plus Android TV Box supporta il Wi-Fi 2.4GHz e permette anche la connessione attraverso la classica porta LAN Ethernet.

Xiaomi Mi Box S

xiaomi mi box s

Concludiamo questa lista con un prodotto Xiaomi e, più precisamente con Xiaomi Mi Box S. Nonostante si tratti di un dispositivo piuttosto datato, il rapporto qualità prezzo ne fa comunque un prodotto degno della nostra considerazione. Riguardo il Mi Box S ci siamo già espressi con un’accurata recensione, di cui riportiamo anche la versione video qui sotto.

I migliori TV Box Windows e Apple

Ovviamente le soluzioni Android, pur essendo le più diffuse, non sono le uniche disponibili. Di seguito andremo ad analizzare le principali alternative per quanto concerne gli ambienti Windows e Apple. Per chi ha già dimestichezza con queste piattaforme e non si trova a proprio agio con Android le seguenti alternative possono risultare molto appetibili.

Mini PC MINIS FORUM

MINISFORUM PC

Quando si parla del Mini PC MINIS FORUM, si fa riferimento a un computer di dimensioni contenute ma dalle prestazioni piuttosto apprezzabili. È presente Windows 10 preinstallato per quanto riguarda il sistema operativo nonché un componentistica hardware notevole.

Si parla di un processore Intel x5-Z8350, un disco rigido mobile da 2 TB (oltre a uno slot libero per scheda SD), 4 GB di RAM mentre la scheda grafica è una integrata capace di supportare 2 monitor e dotata di porte HDMI e VGA. Di fatto, si tratta di una soluzione ideale per quanto concerne la fruizione di servizi streaming e/o file audio-video.

Beelink BT3

Beelink BT3

Un altro mini computer che può vantare Windows 10 preinstallato è Beelink BT3.

Questo può vantare una CPU Intel Atom x5-Z8350 (clock fino a 1,92 GHz) e processore Intel HD Graphics 400. Queste soluzioni, già di per sé, permettono di capire quanto Beelink BT3 sia funzionale per riprodurre file video o streaming ad alto livello. La presenza di 4 GB di RAM e di 64 GB di spazio per l’archiviazione file permettono anche di poter giocare con questa piattaforma, seppur con titoli non particolarmente pesanti.

Il computer in questione offre il supporto dual-band WiFi 2,4GHz + 5.8GHz e Gigabit Ethernet 1000MB LAN, per avere una connessione locale sempre e comunque fluida, a prescindere dalla qualità della propria linea.

Apple TV

Apple TV di quarta generazione

Anche la casa di Cupertino si presenta come valido competitor in questo settore. La Apple TV è un dispositivo piuttosto interessante che offre una fruibilità simile alle controparti Windows e Android.

Questo elegantissimo mini PC offre una serie di soluzioni appositamente ideate per essere performanti durante la riproduzione audio-video. In tal senso, si parla della tecnologia 4K High Dynamic Range (Dolby Vision e HDR10) per una qualità delle immagini eccezionale. Lato audio invece, Apple ha optato per la tecnologia Dolby Atmos, con il suo suono tridimensionale ricco e avvolgente.

Sempre in ottica grafica, segnaliamo la presenza del Chip A10X Fusion per grafica e prestazioni ultraveloci. Apple TV è disponibile in due formati, che si differenziano per lo spazio di archiviazione: uno da 32 GB e uno da 64 GB.

Le alternative

Esistono alternative ai TV Box finora mostrati? Effettivamente sono disponibili alcuni dispositivi che, pur non rientrando del tutto in questa categoria, valgono sicuramente la nostra attenzione.

Amazon Fire TV Stick

Amazon B07PVCVBN7

 

Con Fire TV Stick, anche Amazon dimostra di voler competere in questo ambito.

In questo caso, si parla di un prodotto costituito da un telecomando e da un dongle USB. Va tenuto conto che, essendo prodotto dalla stessa azienda, questo sistema è totalmente compatibile con l’assistente vocale Alexa.

Con Fire TV Stick è possibile fruire di servizi di streaming come Prime Video, Netflix, YouTube, DAZN, Infinity, RaiPlay, Disney+ e tanto altro, grazie anche ad un certo spazio per eventuali app e giochi che si vogliono installare sullo stesso (si parla di 8 GB). Il dispositivo si può collegare al televisore tramite HDMI e, rispetto ai modelli precedentemente mostrati, occupa uno spazio ancora più esiguo.

Chromecast

La soluzione Chromecast si avvicina in egual misura ai TV box e ai precedenti Fire TV Stick. Si tratta di un dongle con sistema operativo Android, in grado di fornire, al costo di pochi euro, accesso alla maggior parte delle piattaforme di streaming presenti.

Ovviamente, esistendo vari modelli, con alcuni è possibile anche fruire di app più complesse, nonché eventualmente di utilizzare alcuni giochi Android sulla propria TV. Nonostante a livello di hardware vi siano degli evidenti limiti, può essere una soluzione economica e funzionale per una vasta fascia di utenza.

Di seguito, mostriamo alcuni tra i modelli più interessanti tra i tanti disponibili sugli store digitali.

Conclusioni

In questo articolo vi abbiamo proposto diversi prodotti per godersi al meglio lo streaming audio e video. Con i modelli elencati in questa lista sarà possibile finalmente fruire al meglio di piattaforme come Netflix e YouTube, gestendo la visione direttamente da un classico televisore.

Come sempre, durante i prossimi mesi ci occuperemo di aggiornare questo articolo in modo da proporvi sempre quelli che sono, secondo le nostre valutazioni, i migliori TV Box Android e Windows disponibili sul mercato (oltre all’Apple TV e alle varie soluzioni alternative).

banner telegram - canale offerte

Bio autore

Articolista, scrittore, copywriter, newser e SEO con la passione per sport, informatica e tecnologia. Ho la fortuna di vivere lavorando a tempo pieno su quelle sulle mie passioni.
    Potrebbero interessarti
    Consigli per gli acquisti

    Cover per webcam: ecco perchè dovresti usarla

    AccessoriAppleConsigli per gli acquisti

    Migliori cover per iPhone 12, 12 Pro, 12 Pro Max e Mini

    AccessoriConsigli per gli acquistiiPad

    I migliori accessori per Apple iPad | Consigli per gli acquisti

    AppleConsigli per gli acquistiGuideiPad

    Quale Apple iPad comprare, i migliori modelli del 2020 | Guida all'acquisto